sabato, 25 Maggio 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Tag: AFGHANISTAN

Afghanistan: ritirarci al più presto

La spedizione italiana in Afghanistan, inviata laggiù senza un piano strategico, senza conseguire il minimo vantaggio politico per l’Italia, senza che ricorressero ragioni di minacce concrete per sventare minacce alla sicurezza nazionale, ma solo per appagare l’ego di vari primi ministri desiderosi di sedersi a tavola alla Casa Bianca, è stata spacciata al popolo italiano per missione di pace, ma ha fatto la guerra ed ha avuto i suoi caduti, feriti, mutilati, con vedove e orfani che si domandano ancor oggi per quale motivo nazionale siano caduti i loro cari.

270 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, fabio mini, Nato

Continua a leggere

Contro-Ordine dal Governo: Tutti a Casa !

“GOVERNO nel CAOS”

Roma, 29 gennaio 2019  –  Comunicazione da parte dell’ Ufficio Stampa del Sen. Domenico Scilipoti Isgrò (F.I.)

“Il governo giallo verde, ancora una volta, si dimostra superficiale, pasticcione, e in preda al dilettantismo. Lo dimostra l’ incredibile vicenda relativa al presunto ritiro del contingente militare italiano dall’ Afghanistan.

314 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, Alberto Sordi, governo Giallo-Verde, Macon, Missioni di Pace, Sarkozy, Tutti a Casa, yy

Continua a leggere

Il Minareto di Jam: storia d’amore e di guerra

Focus su un punto della situazione storica attuale

Il titolo di questo libro evoca le favole del fascinoso Oriente, quelle che, purgate da troppi incisi, si leggono avidamente soprattutto da bambini. Ma la realtà appare quasi subito a sconfessare l’attraente finale promesso: il Minareto di Jam è un libro che rivela l’attualità del Vicino Oriente, un mondo sconvolto da guerriglia sanguinosa e intermittente per mille false paci, bombardato, distrutto.

153 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, Alpini, Baha'i, carabinieri, etnie, FAL, guerra, Islam, Kalashnikow, Michelini, pace, Pashtun, patria, Talebani, Trentino

Continua a leggere

Nel cuore di tenebra

Nel cuore di tenebra dell’Afghanistan: il romanzo-verità di Michelini

Firenze, 7 giugno 2017 – Da Milano ad Herat e poi oltre, nel cuore di un paese devastato dalla guerra e pieno di minacce: Il minareto di Jam (pp. 336, euro 16) di Gianfranco Michelini, appena uscito per i tipi di Mauro Pagliai, non è solo il racconto vero, sotto forma di romanzo, di una missione difficile e disperata. È una finestra aperta sull’Afghanistan di oggi, sulla crisi che affligge la nazione e infine sull’Islam, nelle diverse interpretazioni dei predicatori e nelle derive degli estremisti. Il libro sarà presentato domani, giovedì 8 giugno, alle 18.00 a Firenze nel Caffè letterario del Teatro Niccolini (via Ricasoli, 3). Saranno presenti il giornalista scrittore Umberto Cecchi e l’editore Antonio Pagliai.
Michelini, ingegnere milanese e fiorentino d’adozione, è anche imprenditore e poeta, ma soprattutto instancabile viaggiatore e per lavoro, vocazione o studio ha raggiunto i più remoti angoli del mondo. È un ex alpino, proprio come lo è Valerio, il protagonista del romanzo chiamato a partecipare a una missione insolita quanto pericolosa: dovrà viaggiare in terra afghana sulle tracce di Rachid, amico dei tempi dell’università convertitosi poi all’estremismo islamico. Conoscendo bene il paese ed essendo affezionato al vecchio compagno di studi, l’ingegnere milanese non può che accettare e ad Herat, quartier generale della missione militare italiana in Afghanistan, viene costituito un commando sotto copertura, di cui Valerio è il capitano. La strada è densa di minacce, e in ogni momento il cacciatore può trasformarsi in preda…
“Gran parte degli eventi descritti in questo libro”, assicura l’autore, “sono successi davvero, e di molti sono stato testimone o protagonista”. E non meno vere sono la terra rappresentata e le culture che la abitano: un mondo ancora oggi oscuro ai più dove sembra vivere in un altro tempo.

Gherardo Del Lungo (335 1373725)
Eventi Pagliai s.r.l.
tel. +39 055 7378721
press@eventipagliai.com

128 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, Del Lungo, estremismo, Herat, Niccolini, Pagliai, Rashid

Massimo Fini ricorda l’ 11 Settembre

 MASSIMO FINI su “Il FATTO QUOTIDIANO”

Furio Colombo in un articolo pubblicato dal Fatto qualche giorno fa ci chiede se ci ricordiamo che cosa stavamo facendo alle 14:45 (ora italiana) dell’11 settembre 2001. Io lo ricordo bene. Dormivo, dopo una notte balorda. Mi svegliò lo squillo del telefono. Era un’amica: “Stanno bombardando New York. Accendi la Tv”. Accesi e vidi quello che più o meno tutti abbiamo visto, fino al collasso delle Torri. Non provai né costernazione né fui preso dalle isterie Fallaci style (“Oh God! Oh my God!”) che poi diventeranno il tema de “La rabbia e l’orgoglio”.

117 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, Bin Laden, IRAK, Jean Baudrillard, Massud, new york

Continua a leggere

Alessandro di Battista: un ragazzo, una persona, un politico attento

Alessandro di Battista prima di essere parlamentare è una persona, uno dei pochi approdati in politica ad essere colto, attento ai cambiamenti, sempre informato, mai arrogante.RIPORTO INTEGRALMENTE UN SUO SCRITTO.

GUARDATE QUESTA FOTO, E’ SCONVOLGENTE!Questa foto non è stata scattata in Francia o in Germania. E’ l’Afghanistan negli anni ’60. Prima dell’invasione da parte dell’Unione Sovietica, prima che gli USA, in chiave anti-URSS si infilassero nella guerra armando i mujaheddin. Prima che gli stessi mujaheddin, una volta cacciati i sovietici, non si trasformassero in taglieggiatori. Prima che un gruppo di studenti, i talebani (taleb significa studente in afgano) non cacciasse, ovviamente con la violenza, i mujaheddin per riportare ordine in un paese caduto in una guerra civile.

211 Visite totali, nessuna visita odierna

AFGHANISTAN, ALESSANDRO DI BATTISTA, MASSIMO FINI, URSS, usa

Continua a leggere

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.