domenica, 25 Agosto 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Tag: firenze

A Firenze, lo storico caffè “Giubbe Rosse”
riconosciuto come bene culturale

Una “AFFINITA’ ELETTIVA” a Firenze  
tra le GIUBBE ROSSE ed i FUTURISTI 

di Marilù Giannone 

Firenze, 6 agosto 2019,  – L’Agenzia ANSA comunica che, su proposta della Soprintendenza di Firenze il Ministero per i Beni Culturali ha emesso un decreto per il riconoscimento di “bene culturale” allo storico caffè letterario delle Giubbe Rosse.

331 Visite totali, 3 visite odierne

Aldo Palazzeschi, Ardengo Soffici, firenze, Giovanni Papini, Giubbe Rosse

Continua a leggere

Dante Fedele d’Amore

I Fedeli d’Amore, come Dante, Cavalcanti, Gianni, ed i Trovatori prima di loro, chiamavano l’Amore Amors, al plurale, perchè è consistenza divina, e, come tale, molteplice ed infinita.

Codice Alighieri
Il nuovo saggio di Renzo Manetti
è un viaggio sulle tracce dei Fedeli d’Amore

Firenze, 27 febbraio 2018 – Nel centro di Firenze, dentro il Palazzo dell’Arte dei Giudici e Notai, un affresco recentemente restaurato riproduce Giovanni Boccaccio e Dante Alighieri. Altre figure rappresentate, difficili da identificare a causa delle molte lacune, sarebbero i poeti Francesco Petrarca e Zanobi da Strada. Cosa accomunava questi uomini così importanti per la storia fiorentina, oltre alla dedizione alla nobile arte della poesia? Renzo Manetti non ha dubbi: si tratterebbe dell’appartenenza ai Fedeli d’amore, una misteriosa confraternita forse imparentata con l’ordine dei Templari. Il suo nuovo saggio, intitolato proprio Dante e i fedeli d’amore (Mauro Pagliai Editore, pp. 136, euro 15), è un affascinante viaggio che parte dall’affresco di Jacopo di Cione per spostarsi nei territori della storia e della letteratura, della filosofia e della religione.
Architetto e scrittore, Manetti ha raggiunto il successo internazionale con i suoi studi su Leonardo Da Vinci, a cui è dedicato il saggio Monna Lisa: il volto nascosto di Leonardo (2007) scritto in collaborazione con Lillian Schwartz. Le sue conoscenze in materia di iconologia e simbolismo gli permettono di accompagnarci lungo un percorso tortuoso e denso di enigmi, dentro opere immortali come la Divina Commedia in cui molti passaggi celano significati nascosti. “I Fedeli d’amore”, spiega lo studioso fiorentino, “corrispondevano fra loro in versi, ed in versi esprimevano la loro dottrina intrisa di platonismo e suggestioni ermetiche, e per questo furono chiamati poeti-teologi”. Il loro cammino iniziatico è quindi per simboli, che continuamente si rincorrono nelle terzine e non sempre sono di facile interpretazione. Cosa cercavano realmente gli appartenenti a questa setta? Cosa insegnavano ai loro adepti? E perché la segretezza era così importante? Nella ricerca della verità, da ritrovarsi nel campo della mistica profetica e sapienziale del Medioevo, la chiave di volta sarebbe la figura di Beatrice, icona della Sapienza che supera ragione ed intelletto per condurre alla contemplazione del mistero, alla conoscenza dell’indicibile, all’annullamento del particolare nel tutto. La stessa Beatrice che nella cantica del Paradiso riferisce la misteriosa profezia del “Cinquecento diece e cinque”, annunciando la venuta di un personaggio misterioso che purificherà la Chiesa dagli interessi mondani e dalle compromissioni col potere.

Gherardo Del Lungo

360 Visite totali, 3 visite odierne

Boccaccio, Codici, dante, Fedeli d'Amore, firenze, Manetti, MonnaLisa, Petrarca

La maledizione dei falsi Modigliani

Un grande Artista senza pace

Chi non ricorda la beffa delle sculture di Modigliani false, che ingannarono, fra l’altro, il grande critico d’arte Giulio Carlo Argan?

Firenze, 10 gennaio 2018 – Con la perizia depositata in procura a Genova, secondo cui i 21 quadri di Amedeo Modigliani esposti lo scorso marzo a Palazzo Ducale sarebbero dei clamorosi falsi, il grande artista torna al centro di una triste vicenda legata alla contraffazione di opere d’arte. L’esperto pisano Carlo Pepi, tra i primi ad accusare le tele di essere una “clamorosa truffa”, era già stato protagonista nel 1984 della “beffa di Modigliani”, celebre scherzo ideato da un gruppo di studenti livornesi che realizzarono false sculture di Modì tendendo una trappola ai più grandi esperti d’arte. Come racconta Giovanni Morandi, già direttore di QN-Quotidiano Nazionale e autore del fortunato libro La beffa di Modigliani (Pagliai/Polistampa, 2004-2016), Pepi fu tra i pochi a denunciare le teste false. La sua opinione controcorrente – che lo portò all’epoca ad essere pressoché ostracizzato – si rivelò fondata: oggi come allora, Pepi si prende una meritata rivincita.

Gherardo Del Lungo

318 Visite totali, nessuna visita odierna

Argan, firenze, Livorno, modigliani, pepi, quadri, sculture

Giotto e la sua Toscana

La scoperta di Riccardo Nencini: “Giotto dipingeva il suo Mugello”

Nel “Miracolo della sorgente” il pittore avrebbe rappresentato la Cascata del Rovigo presso Firenzuola

Firenze, 20 giugno 2017 – Due speroni rocciosi sedimentari, l’acqua che cade verso un pianoro, la pietra divisa da una spaccatura a forma di ‘V’: la cascata del torrente Rovigo, nella zona di Firenzuola, è il paesaggio riprodotto da Giotto di Bondone nel Miracolo della sorgente, dipinto tra il 1295 e il 1300 come parte del ciclo di affreschi delle Storie di san Francesco che ornano la Basilica superiore di Assisi. Lo sostiene Riccardo Nencini, viceministro dei Trasporti nonché scrittore e storico attento alle vicende toscane del Medioevo e del Rinascimento.

279 Visite totali, nessuna visita odierna

cardini, casentino, colline fiesolane, firenze, Gherardo del Lungo, giotto, mugello, Nencini, Polistampa, Rinascimento, scarpelli, sgarbi

Continua a leggere

FRA LE MANI, PER CASO

Un piccolo libro di PAGLIAI Editore nella folla ordinata di altri, colorati, evidenziati da cartellini e pubblicità. Un libro particolare, dal titolo:”Il Fuoco Dentro”, che sembra appartenere a qualche storia leggera e fanciullesca, e non è così. Complice la curiosità, è stata una scoperta.
E’ un racconto d’amore, quello di una celebre giornalista, ORIANA FALLACI, per la sua città natale, Firenze. Un amore combattuto e vissuto insieme, fra carezze e schiaffoni, che fa trasparire con amarezza la decomposizione della nostra società e l’imbelle lagna a fronte dei problemi che l’affliggono.

317 Visite totali, nessuna visita odierna

Dorian Gray, Fallaci, firenze, Nencini, Pagliai

Continua a leggere

Sarà l’oro a vincere la disoccupazione

Ricordo quello che probabilmente fu il mio primo incontro con l’arte orafa, in una splendente mattina estiva. Avevo forse undici o dodici anni e mi trovavo a Firenze insieme a mia madre, durante una delle nostre vacanze di agosto. Passammo per Ponte Vecchio, già brulicante di turisti nonostante l’orario mattutino, ricordo il sole che illuminava le vetrine delle botteghe incastonate nei passaggi laterali del ponte, ricordo la meraviglia nello scoprire in ognuna di esse dei piccoli capolavori che mi colpirono più per la loro bellezza artistica che per il loro valore economico.
Sicuramente, a giudicare dalle espressioni di ammirato stupore pronunciate intorno a me in mille altre lingue, non fui l’unica persona a venire catturata quella mattina dal fascino dell’oreficeria, né certamente fui la prima.

230 Visite totali, nessuna visita odierna

Cellini, Donatello, firenze, Melchiorre, Oro

Continua a leggere

Identità migranti: un convegno su temi di attualità

S i è svolto a Firenze, presso la Regione Toscana,  l’interessante convegno, organizzato e promosso dal Monvimento 5 Stelle, dal titolo “Identità migranti” che ha visto intervenire, tra gli altri, il professor Luciano Bozzo e il deputato M5S (organizzatore) Manlio Di Stefano.

L’Agenzia Consul Press ha deciso di riproporre il convegno in versione integrale per permettere di cogliere al lettore i vari spunti di riflessione su un argomento oggi importante e su cui anche l’Italia gioca una partita importante.

 

302 Visite totali, nessuna visita odierna

convegno, deputato, firenze, Luciano Bozzo, Manlio Di Stefano, migranti, Movimento 5 stelle

Fashion Pills: Aquazzurra apre a Firenze

È stato aperto ieri sera, a Firenze, il primo store Aquazzura, il brand di calzature di Edgardo Osorio. Firenze è la città in cui il designer colombiano si è trasferito da dieci anni e dal 2011, anno in cui è nato il brand, lavora a produce le sue scarpe proprio in Toscana. Oltre all’inaugurazione del punto vendita, si sono state aperte al pubblico anche le porte del nuovo headquarter la cui sede è Palazzo Corsini. 

266 Visite totali, nessuna visita odierna

aquazzurra, firenze

Continua a leggere

Mattoni SSN: “Equità nella salute” al centro del prossimo workshop gratuito

Progetto_Mattone_Internazionale

 “Equità nella salute: come fare rete per passare dalle parole ai fatti” è il nuovo workshop, a partecipazione gratuita, organizzato all’interno del Progetto Mattone Internazionale (Mattoni SSN), in collaborazione con il Ministero della Salute, che si svolgerà il 12 dicembre p.v. a Firenze.

L’obiettivo è quello di stimolare il dibattito sui fattori la cui presenza modifica in senso positivo o negativo lo stato di salute di una popolazione e sulle disuguaglianze nella salute all’interno e tra i Paesi della Regione Europea.

Ampio spazio sarà dato all’analisi dei processi che portano a iniquità, come ad esempio, l’esclusione sociale ed economica, le disuguaglianze correlate ed altre condizioni di vulnerabilità, nonchè alle scelte di politica sanitaria intraprese a livello locale, nazionale ed europeo.

278 Visite totali, nessuna visita odierna

disparità, esclusione sociale, europa, firenze, italia, Ministero salute, problemi sociali, Progetto Mattone, salute, sanità

Continua a leggere

Pucci veste il Battistero

Questa edizione di Pitti Immagine (17-20 giugno prossimi) ha deciso di vestire con l’installazione Monumental Pucci una delle più famose attrazioni di Firenze: il Battistero di Piazza San giovanni. I colori ed i grafismi iconici del foulard “Battistero” dell’archivio Pucci, realizzato dal marchese Emilio Pucci nel 1957, andranno a disegnare le facciate del monumento con 8 teli stampati per una superficie di circa 2000 mq.

249 Visite totali, 3 visite odierne

battistero, firenze, pitti, pitti immagine uomo, pucci

Continua a leggere

Best of Pitti

Con gennaio inizia la lunga stagione della moda, che con le sue varie fashion weeks per il mondo, si concluderà tra la fine di febbraio e l’inizio di marzo. Vengono presentate le collezioni invernali, prima uomo e poi donna, per il prossimo autunno/inverno, perché noi già sappiamo cosa ci metteremo in questa primavera/estate ovvio…!

391 Visite totali, nessuna visita odierna

fashion week, firenze, fortezza da basso, moda, piatti, uomo

Continua a leggere

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.