lunedì, 22 Luglio 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Tag: horafelix

“IMMIGRAZIONE. Le ragioni dei populisti” – un libro di Daniele Scalea

VENERDì 3 MAGGIO

 

presentazione del nuovo libro di Daniele Scalea

“IMMIGRAZIONE – Le ragioni dei populisti”

(edizioni historica)

Ne discuteranno con l’Autore Alessandro Benini dell’agenzia Consulpress ed il pubblico

 

HORAFELIX Libreria

Via Reggio Emilia, 89 – Roma

ore 18.30

150 Visite totali, nessuna visita odierna

daniele scalea, horafelix, immigrazione

Uno degli ultimi misteri della guerra: le fosse di Katyn

Per trovare verità e menzogna politica all’Horafelix

MERCOLEDI’  10  APRILE  ore 19  per gli appuntamenti  di  ‘Sapere e Sapori’
tagliere di formaggi e salumi con birre polacche. A seguire proiezione del film
di Andrzej Wajda  KATYN – Il mistero di un crimine mai raccontato-
Circa 22.000 ufficiali polacchi assassinati e poi ritrovati nell’aprile 1943 nella foresta di Katyn.
Contributo alla serata 10e.  Info e prenotazioni:3711278745
 
GIOVEDI’  11  APRILE  ore 18 presentazione del periodico per una 
democrazia partecipativa  ‘Sovranità Popolare’.  Illustrerà le finalità Guido Grossi
 
VENERDI’ 12  APRILE ore 18.30 La cinematografia di fine ‘900.
Conversazione sul libro di Giuseppe del Ninno “Piombo,sogni e celluloide:gli anni ’70. ’80 e ’90 al cinema”
parte cipano Maurizio Cabona, Luciano Lanna e Massimiliano Serriello
 
SABATO 13 APRILE ore 18  per gli incontri Insieme per la Cultura presentazione del volume 
di Maria Grazia Ferraris  “Marina Cvetaeva, ma non è anche l’amore un sogno?”
 
DOMENICA  14 APRILE ore 17.30  Aperitivo in musica – concerto dell’ ALSIUM ENSEMBLE 
saranno eseguiti brani di Albeniz, Joplin, Fabbri, Bontempi, de Abreu e Williams
 
 
HORAFELIX Caffè Letterario
 via Reggio Emilia 89 – 06 45618749

330 Visite totali, nessuna visita odierna

albeniz, cvetaeva, del ninno, grossi, horafelix, joplin, katyn, lanna, serriello.ferraris

Ad Horafelix: appuntamento con la Storia

 
importante appuntamento
VENERDI’  29 MARZO ore 18.30
 
presentazione del volume  “MACEO CARLONI”- Storia e Politica”  (Intermedia Edizioni)
di Fabrizio Carloni, Stefano Fabei, Danilo Sergio Pirro e Vincenzo Pirro
 
relatori Rodolfo Sìderi storico e Marco Petrelli giornalista. Introduce  D.S.Pirro,
V.Presidente dell’Associazione. Amici della Fondazione Spirito-De felice di Terni  

319 Visite totali, nessuna visita odierna

horafelix, maceo carloni, marco petrelli, sergio pirro

Marcello Veneziani e la sua filosofia alla Libreria Horafelix

Lunedì 4 marzo Horafelix ha accolto Marcello Veneziani ed il suo ultimo lavoro, Nostalgia degli Dei. La sala consueta e le salette afferenti erano letteralmente gremite di persone del mondo letterario, politico, giornalistico, in una forma che, animata, ricordava il raccogliersi classico di numerosi antichi intorno al proprio filosofo.

Il dialogo è stato aperto da Simonetta Bartolini, che conosce ed apprezza a fondo Veneziani e le sue opere, che ha definito questo ultimo libro come un Pantheon di idee, corrose dai cattivi tempi e rinnovellate dall’autore in una primavera di certezze e di speranze. L’abile artista che ha risvegliato le coscienze ottenebrate e confuse della presente era è il pensiero, già stimato come potenza irresistibile dall’antichità classica di Platone soprattutto, ma anche di altri filosofi del calibro di Aristotele, per citarne pochi.

Le idee, gli Dei appunto, fondamentali sono dieci, legate fra loro, una più imprescindibile dell’altra per la vita vera, senza nulla negare, senza negarsi in un assolutismo da dannati dietro un’insegna più o meno globalizzante. Le idee basilari per dare un senso alla vita di ogni umano e di ogni cosa della quale esso si avvantaggia: “basilari” sia la raffigurazione di una base per un volo, e sia il concetto greco di” basilèus”, idee regali e dominanti. La studiosa sostiene che Nostalgia degli Dei è una via, di tipo dantesco, della quale ,il pensiero è Virgilio, ma anche della quale il fuoco segreto dell’amore verso la vita è la sua Beatrice, che riallaccia il pellegrino al sorridente Spirito che sa, che loda, che accoglie.

Il Pensiero di Veneziani è compagno per uscire dalla selva oscura dei nostri secoli sclerotizzati e sclerotizzanti la fede nell’uomo e nel suo Autore. Egli vuole liberare e confermare l’essenza guerriera e gioiosa dei percorsi di ogni soggetto verso la realizzazione, attraverso la catena luminosa di parole-chiave che porta alla trascendenza, vera dimensione, e cancella la solitudine di un presente preso come dominante assoluto ed ipocritamente distruttore.

Le parole degli Dei sono moderne, perchè nulla è da annientare e tutto è da adeguare allo Spirito che conduce , ma esse sono prese nella profondità del significato, una discesa alla fonte sotterranea, alla sacralità del logos, un ritrovarsi alla voce mormorante della Matrice universale. E’ un passo in più della Magia delle Parole di Pavel Florenskiy, perchè, più che impiego del loro potere, è il cammino verso l’Origine, e l’Origine stessa. Non c’è nulla al mondo che renda più ricchi e meno soli.

Ritrovare gli Dei, la Nostalgia di essi è l’attesa di ciò che verrà, il Futuro figlio del Passato che trascorre dinamico nel Presente, unione di stasi ed azione dei loro DNA. Famiglia è, appunto, il fondamento dell’uomo, la fonte creativa come essi sono per l’esistenza tutta, e Pensiero è Famiglia. Impiegare per questo gli altri Dei, le altre Idee: Comunità, Civiltà, Patria, e così via.

Marcello Veneziani perfeziona il dialogo attraverso cenni della genesi del suo lavoro e precisa, in accordo con le aspettative degli uditori, tesi al riconoscimento del loro intimo sentire con quanto egli afferma, che nelle parole, appunto, ci si riconosce, che la Fede è scommessa, e che Dio non può essere assoluto, poichè sarebbe guerrafondaio: gli Dei creano Armonia.

L’Armonia genera protezione, e cessa la paura della morte, aumenta per contro la volontà di Verità, che esiste ma è più grande di noi: l’uomo non può comprenderla tutta insieme. Cita Gioberti, quando definisce la Verità come poligonale. Nel suo Nostalgia degli Dei Marcello invita a guardare il cielo stellato sopra di noi, dentro di noi come senso morale che dà voglia di conoscenza. Le stelle sono punti fermi, molla per incontrare il trascendente, e rimanda infine alla parola Mito, fondamentale perchè, come ha detto Simone Weil, Mito è il Bello del Vero.

La Felicità, conclude Veneziani, sicuro e tranquillo ma anche coinvolto, da vero filosofo, è vedere gli Dei, e vedere con gli occhi degli Dei, che è Sapienza.

A questo, veramente, non c’è niente da aggiungere, solo una felice gratitudine.

Marilù Giannone

410 Visite totali, nessuna visita odierna

Armonia, Beatrice, dante, dna, Gioberti, horafelix, logos, Marcello Veneziani, Mito, Nostalgia degli Dei, Pavel Florenskiy, Pensiero, Platone, Simone Weil, Simonetta Bartolini, Verità, Virgilio

Il NeoLiberismo e l’egemonia sulle masse
Un dibatito alla Libreria HoraFelix

NEOLIBERISMO E MANIPOLAZIONE DI MASSA

un Libro–Analisi di ILARIA BIFARINI – una “Bocconiana Redenta”

 Antonio  Galloni  ed  Arnaldo  Vitangeli  ne discuteranno con l’Autrice

GIOVEDI’  6  DICEMBRE ore  18.30

presso il Caffè Letterario HORAFELIX in via Reggio Emilia 89 Roma

240 Visite totali, nessuna visita odierna

antonio galloni, arnaldo vitangeli, horafelix, ilaria bifarini

Continua a leggere

I Personaggi di Antonio Sacca’

 Mercoledì 28 – h. ore 18.30

Al Caffè Letterario HORAFELIX

 gli attori  Sabrina Tutone e Ivan Costantini 
 leggeranno brani del volume  PERSONAGGI  di Antonio  Sacca’  
Il volume  narra e analizza il pensiero soprattutto europeo ed i “personaggi” mitici, leggendari, reali che ne hanno forgiato le caratteristiche, da Ulisse ad Amleto, da Don Giovanni al Dottor Faust, fino a giungere al nostro tempo aperto ai vantaggi immani ed agli svantaggi immani della scienza.

351 Visite totali, nessuna visita odierna

antonio sacca', horafelix, Ivan Costantini, personaggi, Sabrina Tutone

Continua a leggere

La Matrix Europea ad Horafelix

Il “cartello” per governare il mondo globalistico

 

Un libro edito 5 anni fa e precipitosamente messo da canto, martedì 16 ottobre è stato ripresentato ad Horafelix dall’autore, Francesco Amodeo, giovane ricercatore partenopeo esperto in economia, con tutta la conoscenza di causa che possono possedere oggi i cittadini e pertanto accolto con favore.

Si tratta di uno studio sull’Europa coronata di spine nell’illustrazione, e vittima di chi ? di un “cartello” euroamericano gestito da un paio di istituzioni bancarie, una di esse Bildemberg, e l’altra che fa capo a Rockefeller, probabilmente Soros vi è compreso. Questa associazione non tanto segreta e per nulla proba costringe gli Stati che le si collegano a mantenerla come una grossa piovra, e godendo dell’appoggio di lacchè e scherani oltre Prodi, D’Alema, Monti, Amato, (quello del prelievo forzato il 2002 dai conti correnti italiani a mezzanotte) e molti, veramente molti altri della vecchia politica italiana e dal gallico Moscovici,  da Trichet, e da altri in Germania ed Europa, sparsi e nello stesso tempo coesi fra di loro, pronti ad ogni giro di governo europeo a “girarsi” le poltrone: sempre quelli, sempre gli stessi, come in Italia, dove per esempio si sono raccolti euro su euro dal sangue dei cittadini per sostenere Monte Paschi o qualche altra banca in sofferenza, dove si ha ignorato i terremotati per pagare più o meno i debiti della Grecia, e così via. “Quousque   tandem, cives?” non vi sarà chiaro che l’Italia è entrata in basso nell’euro perchè così hanno voluto, che hanno diviso il Ministero del Tesoro dalla Banca d’Italia per consegnarla a “privati” che fanno il bello ed il cattivo tempo, pagati a dollari e delinquenze, che è un dovere ribellarsi anche se costerà dolori: quale libertà, quale indipendenza, quale giustizia non si ottiene duramente?

Il libro è stato ampiamente spiegato dall’autore per poter permettere una totale comprensione data la lingua tecnica che lo forma, per questo si è fatto uso anche di slides che riportavano fotocopiati articoli di testate per ogni problema citato. La limpida cura con la quale è stato steso, e l’italiano diretto e semplice, con una sottilissima vena di arguzia, lo rendono piacevole al di là della tormentosa documentazione nella quale consiste.

Non può mancare nessuno di leggerlo e farne tesoro: la conoscenza è anche questo, è lotta, è salvaguardia della propria casa.

Marilù Giannone

306 Visite totali, nessuna visita odierna

amodeo, bildemberger, d'alema, europa, globalismo, horafelix, monti, moscovici, prodi, rockefeller, SOROS, usa

Luigi Pirandello, in un saggio di Ada Fichera ad Horafelix

Martedì 9 Ottobre 2018, alle ore 19:00, presso la Libreria HORAFELIX (sita in Via Reggio Emilia, 89 – Roma) si svolgerà la presentazione del libro dal titolo “Luigi Pirandello. Una biografia politica” di Ada Fichera e con prefazione di Marcello Veneziani (Polistampa edizioni).

Alessandro Benini e Sergio Tau ne discuteranno con l’Autrice Ada Fichera ed il pubblico. La presentazione del volume sarà preceduta dal Docufilm RAI della serie “Intelligenze scomode del Novecento” di Giano Accame e Sergio Tau, dedicato appunto al Premio Nobel siciliano.

Al termine, è previsto uno spuntino autunnale. Parcheggi a pagamento in Via Cagliari 31 e Via Reggio Emilia 32. Per informazioni e prenotazioni, telefonare al 3711278745

303 Visite totali, nessuna visita odierna

ada Fichera, Benini, horafelix, Mussolini, Pagliai, pirandello, Tau, veneziani

Cola di Rienzo: un rivoluzionario?

Un eroe che si è fatto da sè e per l’Italia è morto

Venerdi’ 22 giugno è stato presentato all’ Horafelix di via Reggio Emilia un volume edito da Mursia, che non è esattamente una biografia, ma piuttosto uno studio su fatti etato all’H circostanze che hanno visto un uomo, falsamente detto rivoluzionario nei testi scolastici (che andrebbero ampiamente stracciati e riscritti ) che si è eroicamente battuto contro il potere di papi e nobili, nel secolo 1300.

Il teatro dei fatti è Roma, dove questo eroe della libertà e della difesa dei suoi cittadini attualmente è menzionato e ricordato come via: via Cola di Rienzo, e dove nessuno nota il piccolo monumento che lo ricorda, la lastra scolpita che lo ritrae in arringa, ed il quadro che celebra il suo assassinio per mandato del Papa, e nessuno ricorda che un’opera di Wagner, il Rienzi, ne evidenzia l’eroico talento.

Ma tant’è: così come oggi si bolla di “nazista” una persona che si sente italiana, nel corso della storia patria non si contano i “rivoluzionari” che osavano scontentare il papa: la conseguenza era sempre la stessa: torture, assassinio più o meno edulcorato per salvare la forma, o la politically correct”, e soprattutto completo oblio, damnatio memoriae come facevano i peggiori avi dei papi , alcuni imperatori romani. Rimproverare i cittadini italiani di scarso amor patrio? Ebbene, quanti secoli di morale e di costume del peggio dei biblici hanno disorientato, biforcato le menti?.

Il “tribuno” Cola è stato così riportato agli onori della memoria grazie ad uno storico ardito, Claudio Fracassi, che ha esposto in modo chiarissimo la nuda verità con ampio corredo di bibliografie; da un giornalista RAI dei migliori, Fernando Ferrigno, i commenti del quale hanno rivelato uno studio pervicace e profondo del periodo storico e del personaggio; e da Alessandro Benini, un giornalista eccellente nel portare alla luce taluni aspetti politici e sociali della storia europea spesso non colti dagli scrittori, al quale, nella fattispecie, dobbiamo dei finissimi accostamenti con le vicende degli anni di Cola e la vita e le vicissitudini di alcune persone chiave del nostro recente trascorso.

Il nuovo locale che ha ospitato questa presentazione è già salito agli onori della specialità, e ci si augura sentitamente che prosegua questa via in ascesa.

Marilù Giannone

 

 

 

 

345 Visite totali, nessuna visita odierna

Alessandro Benini, claudio fracassi, cola di rienzo, fernando ferrigno, horafelix, rai

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.