mercoledì, 19 Giugno 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Tag: Matteo Renzi

Il Manifesto dei “Numeri 1” Italiani

I 10 PUNTI del “MANIFESTO con cui il Made in Italy disegna il proprio futuro  TALE “DECALOGO” E’ STATO PUBBLICATO SUL QUOTIDIANO “ITALIA OGGI” A SEGUITO DI UN SUMMIT TRA I PRINCIPALI IMPRENDITORI ITALIANI, SVOLTOSI PRESSO IL PIRELLI HANGAR BICOCCA ED ORGANIZZATO DAL GRUPPO CLASS EDITORI in occasione del 35° Anniversario del proprio mensile Capital.  

235 Visite totali, 3 visite odierne

giovanni gentile, Gruppo Class Editori, made in italy, Manager del Futuro, Matteo Renzi, Nuovo Rinascimento, papa francesco, Umanesimo del Lavoro

Continua a leggere

Promesse non mantenute

Promesse non mantenute e debito pubblico *___________ di Torquato CARDILLI 

 Pur se affetti da smemoratezza cronica, gli italiani forse ricorderanno la sfida da gradasso che il premier fece pubblicamente, promettendo, a pena di essere chiamato buffone, il pagamento di tutti i debiti arretrati (60  miliardi) della pubblica amministrazione verso i privati entro luglio 2014, tempo poi dilatato fino al 21 settembre (giorno di San Matteo).La promessa fatta nel salotto di Porta a Porta, sull’onda dell’euforia per la vittoria alle elezioni europee, non meravigliò più di tanto lo scettico Vespa che anzi raccolse il guanto di sfida rilanciando con una scommessa, dando per certo il fallimento dell’impegno. La posta: un pellegrinaggio a piedi fino al Monte Senario.

194 Visite totali, nessuna visita odierna

Bankitalia, CGIA di Mestre, Eurostat, istat, Matteo Renzi

Continua a leggere

Il Presidente Sergio Mattarella

Sergio Mattarella, neo Presidente della Repubblica ha giurato e si è insediato ufficialmente. Il suo discorso, continuamente interrotto da applausi più o meno lunghi, a secondo dei bisogni emotivi e non dei nostri politici, è  di riavvicinamento alla gente, quello che ci vuole in questo momento storico, nella vita di tutti i giorni, una vita fatta di crisi, mancanza di lavoro, di legalità, cultura,  scuola e salute.

173 Visite totali, nessuna visita odierna

Matteo Renzi, Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella

Continua a leggere

Matteo Renzi, fra jobs act, lacrime, cerette, analisi del sangue e, goleador…

Piangeva la Fornero, piange Livia Turco, se la ride la Moretti con la ceretta…MATTEO e SILVIO HANNO UNA PASSIONE COMUNE CHE SI CHIAMA CALCIO… E, NOI?LIVIA TURCO

Non abbiamo più sangue neanche per farci le analisi del sangue…Grosso risparmio per il nostro sistema sanitario.Il nostro Premier può stare tranquillo, può continuare a togliere il velo alla bellezza alle donne di sinistra.Nel PC, nei tempi rottamati bisognava mortificare la femminilità, nascondere, sembrare dei maschi…altrimenti niente carriera.Poi è arrivato Berlusconi, la bellezza è fiorita in politica…se  è un demerito a destra, perchè ora è diventato un merito a sinistra?

Nel frattempo la Camera dei Deputati ha approvato la riforma del lavoro (Jobs Act) e l’Unione Europea ha dato il via libera alla legge di stabilità.

Le due leggi vanno lette assieme, si sorreggono reciprocamente, con l’obiettivo principale di creare nuovi posti di lavoro, possibilmente a tempo indeterminato: l’eliminazione dell’IRAP dalla componente lavoro, il nuovo contratto a tutele crescenti, l’abrogazione di molti contratti atipici, l’assunzione a tempo indeterminato di 148.000 precari della scuola vincitori di concorso, l’azzeramento per 3 anni dei contributi a carico del datore di lavoro per le nuove assunzioni a tempo indeterminato, la sostituzione della cassa integrazione in deroga con maggiore attenzione per i disoccupati e il loro reinserimento nel lavoro, la scelta di escludere gli investimenti dal patto di stabilità europeo, fanno parte di un unico filo conduttore, alla ricerca, tenace e determinata, di rompere la coltre di pessimismo e insicurezza che pervade la società italiana.

A mio avviso si possono avere perplessità od anche contrarietà su singoli punti delle leggi, ma il disegno complessivo è chiaro, coraggioso, condivisibile, e, soprattutto, dobbiamo essere consapevoli che questa è l’ultima occasione per il nostro Paese di ripartire ed agganciare l’Europa.Ma non è tutto oro ciò che riluce.

Adelfia Franchi

209 Visite totali, nessuna visita odierna

jobs act, Matteo Renzi

Via libera alla fiducia sul decreto sicurezza stadi

Via libera dell’aula della camera alla fiducia posta dal governo sul decreto stadi: i sì sono stati 323, i no 168; 9 gli astenuti. L’approvazione del testo arriverà martedì mattina dopo l’esame degli ordini del giorno che avrà inizio alle 10.30.imagesALFANOOOOO

Il provvedimento, che porta la firma del ministro Angelino Alfano, prevede l’allungamento fino a otto anni della durata del daspo individuale, la possibilità di applicare il divieto di accesso alle manifestazioni sportive a un numero maggiore di reati, il potere per il ministro dell’interno di vietare le trasferte a un’intera tifoseria fino a due stagioni, l’estensione dell’arresto differito fino a 48 ore, l’obbligo di firma e di sorveglianza speciale per i recidivi, come già si applica ai mafiosi. Inoltre è introdotta quella che Alfano presenta come «una novità assoluta, molto importante», ossia l’introduzione del daspo di gruppo o, come lo definisce il titolare del Viminale, «il daspo al branco», che si può estendere fino a tre anni.

156 Visite totali, nessuna visita odierna

alfano, Matteo Renzi, Viminale

Continua a leggere

Etica e Politica

La POLITICA  “del FARE”….. a prescindere dai “Gufi e Rosiconi”

__________________________________________________Giuliano MARCHETTI

Ricollegandoci al famoso “…Eppur si muove !” coniato a suo tempo da uno dei numerosi geniacci della Toscana, valutando oggi l’attività di Matteo Renzi – quale neo Presidente del Consiglio dei Ministri – si potrebbe dire: “… Eppur conclude !”

Infatti, divenuto Presidente del Consiglio verso fine febbraio (22.2), già a metà aprile (18.4)- dopo alcune brillanti performance – il Premier riusciva a far varare l’annunciato aumento di €.80  in busta paga per circa 10/milioni di cittadini con redditi di lavoro pari a €.1.500 mensili netti. E’ vero che da tale provvedimento sono rimasti esclusi gli incapienti, gli esodati, molti pensionati e gran parte di altre categorie deboli …. Ma – tra un assoluto non fare ed un parziale intervento per migliorare determinate situazioni – come non approvare le iniziative del neo-Premier ?

192 Visite totali, nessuna visita odierna

A.N.M., Berto Ricci, C.Kienge, Cardinal Bagnasco, ignazio marino, Mario Monti, Matteo Renzi, Silvio Berlusconi

Continua a leggere

La Dittatura dei Banchieri

“La DITTATURA dei BANCHIERI”

Un libro sull’economia usuraia per ripercorrere i giorni bui del governo tecnico

analisi e recensione a cura di Ivan GUIDONE *

 L’attuale governo RENZI sembra essere, per certi versi, uno spiraglio di luce dopo il tunnel buio rappresentato dai giorni del governo MONTI. Il libro La Dittatura dei Banchieri di EMIDIO NOVI è un modo per ripercorrere, ed approfondire, quei giorni relativamente lontani della nostra storia. Edito dalla CASA EDITRICE “Controcorrente” nel luglio del 2012, “La Dittatura dei Banchieri. L’economia usuraia, l’Eclissi della Democrazia, la Ribellione populista” ci svela – senza censure – le logiche del turbocapitalismo, descritto dall’autore come un mostro che affonda avidamente i suoi viscidi tentacoli nelle economie di svariate nazioni. Giornalista, deputato e senatore, Emidio Novi paragona questa creatura economica ad «(…) una ideologia, un ordine politico che, come il capitalismo di stato comunista, impoverisce, inganna ed espropria i popoli persino della memoria storica».

371 Visite totali, nessuna visita odierna

BCE, Controcorrente, Goldman Sachs, mario draghi, Mario Monti, Matteo Renzi

Continua a leggere

Vorreiprendereiltreno – senza barriere

SONO bastati centoquaranta caratteri per far scoppiare un tam tam mediatico. Con l’hashtag #vorreiprendereiltreno il giovane Iacopo Melio di Lazzeretto ha lanciato la sua denuncia sociale sul blog e piattaforme sociali. Tutto inizia con il tweet dell’ex ministro Maria Chiara Carrozza che cinguetta: «Buongiorno, oggi di ritorno da Roma con un treno magnifico partito alle sei #ioprendoiltreno». Da lì inizia la battaglia del giovane empolese, che sta raccogliendo consensi e condivisioni in tutt’Italia. Anche la nostra redazione ha deciso di schierarsi con Iacopo pubblicando le notizie sulla sua battaglia, che deve diventare la battaglia di tutti

179 Visite totali, nessuna visita odierna

BEPPE SEVERGNINI, EMPOLI, JACOPO MIELIO, Matteo Renzi, NAZIONE, TIRRENO

Continua a leggere

Italia-Germania-La partita che farà la differenza in Europa

 

Match tra Renzi e Merkel al vertice EU

 Crescita non austerità. Scontro al vertice tra Matteo Renzi e Angela Merkel. Da   indiscrezioni  di  alcune agenzie stampa dall’incontro del Consiglio Europeo a Ypres, in Belgio, dove i 28 capi di stato hanno commemorato lo scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Durante l’incontro,  Renzi avrebbe avallato la nomina di Jean-Claude Juncker alla presidenza della Commissione Europea, ricordando  che l’Europa dovrà dare una svolta alle sue politiche, prendendo la strada della crescita e dell’aumento dei posti di lavoro. La nomina di Juncker ? “Solo se c’è un documento chiaro che indichi dove vuole andare l’Europa. E’ passato il messaggio che avevamo dato anche noi, ma non da soli: prima di decidere i nomi si decidono le strategie”.

152 Visite totali, nessuna visita odierna

Angela Merkel, David Cameron, Enrico Letta, federica mogherini, Massimo D'alema, Matteo Renzi, PESC, PESD, ue

Continua a leggere

Le sorprese di Renzi: PD/M5S

  • Le sorprese non finiscono mai.
  •  Matteo Renzi si è presentato oggi all’incontro del suo partito con una delegazione del Movimento 5 stelle sulla legge elettorale, chiedendo di sostenere un sistema di voto che assicuri la stabilità di governo in cambio del possibile recupero delle preferenze.

Il confronto-incontro di oggi si potrebbe ripetere già la prossima settimana, anche sulle riforme costituzionali, con i grillini che hanno detto di non essere “contrari né al doppio turno elettorale né a premi di maggioranza”.

185 Visite totali, nessuna visita odierna

ALESSANDRA MORETTI, Debora Serracchiani, DI MAIO, M5S, Matteo Renzi, PD, ROBERTO SPERANZA

Continua a leggere

Duecento anni e non li dimostra, l’Arma dei Carabinieri

Oltre 10mila persone sono accorse, ieri a Villa Borghese, a Roma. Sciabole sguainate e carica di squadroni,  vestiti con le loro splendide divise, si sono presentati cosi i festeggiati. Con  le spettacolari coreografie  dei Carabinieri,  che, per festeggiare e celebrare i 200 anni della fondazione dell’Arma dei carabinieri hanno fatto emozionare tutti.INGRESSO Alla cerimonia hanno preso parte il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il premier Matteo Renzi, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il capo di Stato Maggiore della Difesa, Luigi Binelli Mantelli, e il comandante generale dell’Arma, Leonardo Gallitelli. In tribuna presidenziale si notava la presenza del governatore del Lazio Nicola Zingaretti, il Sindaco di Roma Ignazio Marino,il Presidente del Coni Giovanni Malagò, Rosi Bindi, L’On.Maurizio Gasparri, La Presidentessa della Camera Laura Boldrini, Il Presidente del Senato Pietro Grasso,l’On. Alfano.

164 Visite totali, nessuna visita odierna

ANDREA BOCELLI, carabinieri, Matteo Renzi, piazza di siena, Presidente della Repubblica, VILLA BORGHESE

Continua a leggere

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.