Autore: Mau Berg

Tradizioni e storia nei dialetti italici

Un Libro di Giuseppe di Genova, in una recensione di Maurizio BERGONZINI

Parlando della molteplicità  dei linguaggi in Italia Dante analizzava  i vari dialetti che in essa si parlavano  pur non essendo per lui  alcun dialetto di per sè illustre, cardinale, aulicum, curiale  tanto da poter sostenere il confronto con il Latino.  Limite questo, però, superato dai poeti  che parlando di temi di valenza universale hanno valicato la soglia municipale, il campanile ristretto perchè il volgare fa sentire il suo profumo in ogni città, ma non ha la sua dimora in alcuna. Sosteneva sempre  Dante nel  “De vulgari eloquentia” che, probabilmente, non si sbagliavano  quelli che credevano che i Bolognesi parlassero la lingua più bella, visto che nel loro volgare assimilavano quello dei vicini di Imola, Ferrara e Modena. Prendendo dagli Imolesi morbidità e mollezza, dai Ferraresi e dai Modenesi una certa asprezza  tipica dei Lombardi.

Continua a leggere

Fascisti del Terzo Millennio

Fascisti del terzo millennio________________Recensione di Maurizio BERGONZINI

M.Albanese,G. Bulli, P. Castelli Battinara, C. Froio (Tascabili Bonanno euro 15 ) I “ fascisti del terzo millennio” di Casa Pound hanno avuto  nelle ultime settimane spazio nelle cronache per l’interesse dimostrato nei confronti  di alcune iniziative della Lega  Nord e per l’avvio di un dialogo che viene ipotizzato/temuto come prodromo di  una formazione sul modello del Front National.

A chi desideri conoscere il fenomeno Casa Pound  in maniera distaccata  e accurata segnaliamo il volume “ Fascisti di un altro millennio? ” di cui sono autori quattro giovani studiosi che hanno, con una ricerca sul campo, “indagato come (il)  gruppo …. interpretasse e affrontasse una crisi di portata globale, alla luce dell’impegno convinto dei molti giovani che …..erano parte attiva di questa nuova realtà”.

Continua a leggere

Dalle Crociate alle Primavere Arabe

Per ricordare i 10 anni dell’Associazione culturale Generoso Simeone, sabato 24 gennaio, alle 17:30, nella sala Vergineo del Museo del Sannio di Benevento, con il patrocinio della Provincia, si terrà un convegno sul tema: “Dalle crociate alle primavere arabe…quale democrazia?” con Franco Cardini intervistato da Pietro Golia. Cardini, docente di Storia Medievale presso l’università di Firenze, membro del Comitato scientifico di Rai Storia e scrittore di fama, ripercorrerà le fasi del suo pensiero e dei suoi studi, in un botta e risposta con l’editore Pietro Golia, giornalista.

Continua a leggere

I Lupi della Foresta – (Ediz. L’Assalto)

I LUPI della FORESTA – Con i combattenti baltici per la libertà 1947-1950 (L’Assalto Edizioni  — collana Uomini ribelli) di INGO PETERSON

___________________________________recensione di Maurizio BRGONZINI

 Maurice Bardèche, amico e poi anche cognato di Robert Brasillach, ha svolto nel secondo dopoguerra una lunga e proficua attività di saggista, giornalista e critico d’arte tanto che, alla sua morte nel 1968 Jean Marie Le Pen  ebbe a definirlo “un profeta della rinascita Europea, per la quale ha a lungo sperato”. Tra le sue opere tradotte e pubblicate in Italia va ricordata, anche se scritta in collaborazione con altri studiosi, tra i quali va citato almeno  François Duprat, “I fascismi sconosciuti” (edito nel 1968 da Il Borghese e anni dopo ripubblicato  da Ciarrapico) una sintesi storico/ideologica dei “fascismi”  di tutto il mondo in cui veniva ricordata la lunga, eroica opposizione armata dei popoli baltici all’invasione sovietica.

Continua a leggere

una biografia su Giorgio Almirante

“ALMIRANTE. Biografia di un fascista
di ALDO GRANDI (Ediz. Sperling & Kupfer)

UNA RECENSIONE  di  MAURIZIO BERGONZINI
con brevi “note a margine” di Giuliano Marchetti

Nel momento in cui nei mezzi di comunicazione tiene banco la vicenda della “mafia capitale” trovo postata,   da un suo interlocutore, nel profilo FaceBook di Alemanno questa citazione di Giorgio Almirante: “se uno ruba merita la galera, se lo fa uno di noi merita l’ergastolo”. Citazione che, oltre a esprimere la reazione immediata di un determinato ambiente a tali sconsolanti vicende mostra come, a venticinque anni dalla morte, permanga ben vivo il mito del Segretario missino.

Continua a leggere

Saggistica su “Intellettuali Dissidenti”

La storia non dorme mai –  di Lorenzo Vitelli – Martina Turano  (edizioni: Circolo Proudhon-2014) ______________________________________________________ recensione di Maurizio Bergonzini  

I due curatori di “La storia non dorme mai “  Lorenzo Vitelli e Martina Turano sono ambedue giovanissimi , essendo nati nel 1992 e culturalmente  impegnati. Vitelli è  ideatore e capo-redattore del Quotidìano telematico “L’Intellettuale Dissidente”, nonché fondatore dell’Associazione “Contro Cultura”. Martina Turano svolge anche lei attività di giornalista collaborando con la citata rivista telematica “L’intellettuale dissidente” e il suo lavoro letterario l’ha portata a vincere, con il suo racconto “Con gli occhi della Fenice”, il Premio Giuria Popolare del settimo Concorso letterario nazionale Lingua Madre

Il progetto in cui si inserisce questo saggio collettaneo nasce tre anni fa  con l’ associazione  Contro Cultura, fondata da sei ragazzi tra i 19 e i 22 anni e da qui, come loro stessi ricordano “nascono L’Intellettuale Dissidente e il Circolo Proudhon, rispettivamente un giornale (informazione) ed una Casa Editrice (formazione), ma i progetti previsti per il futuro sono ancora molti”..

Continua a leggere

I Volontari Italiani nelle Waffen SS

I volontari italiani nelle Waffen-SS  -Pensiero politico,formazione culturale e motivazioni  al volontariato   ________________________ Testo di NICOLA GUERRA (Edizioni Solfanelli) ________________RECENSIONE di Maurizio BERGONZINI

Le schede de “ Il Borghese” hanno lo scopo di segnalare ai lettori , in un’ottica critica, volumi che possano loro interessare.  E’ quindi utile chiarire subito che lo studio di Nicola Guerra “I volontari italiani nelle Waffen-SS” è certamente privo di attrattiva per chi desidera leggere di battaglie, eroiche imprese, sacrifici al limite dell’impossibile in un tono partecipato o di crimini orrendi, massacri senza senso,strategia del male. Il Guerra , dottore in ricerca in Lingua e cultura italiana presso l’Università di Turku in Finlandia, non intende con questo volume ricostruire la storia militare dei volontari italiani arruolatisi nelle Waffen SS quanto le loro motivazioni e il loro pensiero politico. Un’opera seria, con un approccio scientifico al fenomeno di cui fa fede l’origine dello studio che è stato valutato per l’attribuzione del dottorato.

Continua a leggere

“Santa Pirateria”

Santa Pirateria  di Yambo  (AGA editrice Milano – Euro 15) ________________una recensione di Maurizio BERGONZINI

Enrico de’ Conti Novelli da Bertinoro  non è nome che dica molto al gran pubblico. Nemmeno il fatto che fosse figlio dell’attore Ermete Novelli aiuta a farne ricordare la vita e l’opera.  Eppure con lo pseudonimo di Yambo è ancora abbastanza noto agli specialisti: una mostra a Torino una quindicina di anni fa dedicata a “Yambo :un eclettico tra due secoli”– il cui catalogo è stato  pubblicato dalla Libreria Antiquaria Little Nemo – e l’articolo “Immagine. Note di Storia del Cinema”, IV s., n. 1, Roma 2010 ne sono dimostrazione.

Continua a leggere

“Non credo neanch’ io alla razza”

Paolo Simoncelli  –  “Non credo neanch’io alla razza” – Gentile e i colleghi ebrei  (ed. Le Lettere, collana La Nuova Meridiana)

__________________________________________ Recensione a cura di Maurizio BERGONZINI

già pubblicata sul N. 321 di Diorama

 A quasi settant’anni dalla sua uccisione per mano partigiana la discussione sull’atteggiamento di Giovanni Gentile nei confronti dei “colleghi ebrei” e, più in generale, della normativa razzista introdotta in Italia nel 1938 si arricchisce dell’importante studio di Paolo Simoncelli (professore ordinario di Storia moderna presso la facoltà di Scienze Politiche, Sociologia, Comunicazione dell’Università La Sapienza di Roma) fondato sul reperimento, la raccolta, l’analisi di una vasta documentazione e di fonti epistolarie, in parte finora inedite.

Continua a leggere

Ma in seguito a rudi scontri

Da  “il Borghese” n° 11/2014

Giuseppe Colicchia:  “Ma in seguito a rudi scontri” – Edizioni Rizzoli 

__________________________________Recensione a cura di Maurizio BERGONZINI

Il primo ottobre 2014,a dieci anni esatti dalla pubblicazione de “Il paese delle meraviglie”, Giuseppe Colicchia, scrittore e traduttore assai apprezzato dalla critica, si è presentato in libreria con il romanzo breve “Ma in seguito a duri scontri” che del precedente rappresenta il prequel. Infatti il personaggio principale è Ermanno Zazzi, Ufficiale paracadutista della Repubblica Sociale Italiana, padre di Franz Zazzi, co-protagonista de “Il Paese delle Meraviglie” , e si scoprono così i natali del compagno di banco di Attilio detto Attila..

Continua a leggere

Lavoro a mano armata

Pierre Lemaitre afferma che il suo obiettivo è scrivere libri da cui Alfred Hitchcock avrebbe voluto trarre dei film. E non a caso questo Lavoro a mano armata da poco nelle librerie italiane per i tipi di Fazi, libro con cui si è aggiudicato il Prix Le Point du Polar européen 2010, è attualmente in lavorazione come film. E, in effetti, ricorda Hitchcock l’utilizzo che Lemaitre fa della finzione, dello scenario, dell’intrigo al fine di suscitare emozioni con il mezzo del racconto.

Continua a leggere

Operazione massacro

“A sangue freddo” ( 1966 ) di Truman Capote viene considerato generalmente il primo esempio  di “romanzo verità”. Ma già nel 1957 Rodolfo Walsh aveva scritto “Operazione massacro” che è esempio di inchiesta giornalistica che diventa letteratura. La vicenda è inserita nelle complesse vicende dell’Argentina nel periodo immediatamente successivo al golpe militare che costrinse Peron all’esilio e che si autocelebrò come “Revolucion  libertadora” per aver restaurato la “democrazia”.

Continua a leggere

Nè Onore nè Gloria

A suo tempo, la prima edizione francese è del 1960-l’edizione italiana del 1966- fu un testo assai letto e amato dai giovani che gravitavano nel piccolo mondo del neofascismo.  Quando dal romanzo fu tratto un film similpacifista  con protagonisti Alain Delon e Claudia Cardinale “ Né onore né gloria” ( e Garzanti così intitolò la sua edizione per sfruttare l’effetto traino ) molte furono in quell’ambiente  le perplessità espresse, tra l’altro, da Europe- Action rivista nazionalista-europea nata dalla sconfitta della lotta per l’Algeria francese ed animata dai giovani Francois d’Orcival , Fabrice Laroche (pseudonimo di Alain de Benoist), Gilles Fournier, Jean Claude Rivière, Jean Mabire, Pierre Vial e Dominique Venner. Ma anche il famoso film “ La battaglia di Algeri” di Gillo Pontecorv lo ebbe alla base della sua elaborazione.

Continua a leggere

un’editoria “fuori dal coro”

Un’ EDITORIA “FUORI dal CORO” _________________ di Maurizio BERGONZINI

Dall’indice del numero in edicola di “NUOVA STORIA CONTEMPORANEA” si nota un articolo di LUCA TEDESCO (ricercatore storia contemporanea a Roma Tre) intitolato ” Le Americhe della Nuova Destra italiana” e dedicato a  studiare l’antiamericanismo dalla Nuova Destra,  elaborato in una sua originalità e discontinuità. Sostiene l’autore che esso non si limita a reiterare pigramamente posizioni precedenti, andando ad investigare le diverse pieghe della realtà culturale americana. La citazione della prestigiosa rivista – diretta da FRANCESCO PERFETTI, Docente presso la Luiss – è per chi scrive occasione per osservare come nell’ambito accademico la corrente d’idee citata è oggetto di dibattito e di studio.

Continua a leggere

Recensione Unisex

Tutti dovrebbero leggerlo, per chiarirsi le idee intorno a uno dei problemi del nostro presente che vengono puntualmente presentati dal clero giornalistico e dal circo mediatico, gestori unici del “si dice” di heideggeriana memoria: l’orrida ideologia gender, in nome della quale non esisterebbero più maschi e femmine, ma un pulviscolo anonimo e senza nessi comunitari di individui atomisticiunisex. In accordo con l’ideologia gender (da qualche tempo insegnata anche nelle scuole), uomini e donne non esisterebbe per natura, ma sarebbero (sic!) un prodotto sociale. Come ben argomentato da Enrica Perucchetti e Gianluca Marletta, si sta oggi diffondendo su scala planetaria l’immagine di un essere umano ibrido, manipolabile infinitamente, puramente funzionale al rito del consumo e dello scambio di merci. A tal punto che sempre più spesso il semplice presupporre l’esistenza di sessi differenti viene visto come atteggiamento discriminatorio.”

  La lunga citazione di Diego Fusaro, allievo di Preve, ricercatore presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano ove ha conseguito il dottorato,è ben utile alla presentazione  di  “ Unisex  La creazione dell’uomo senza identità” euro 9.80 Arianna Editrice  con cui  Enrica Perucchietti (giornalista televisiva volto noto nel panorama del Nord Italia, presentatrice di programmi di politica e attualità). e Gianluca Marletta ( Insegnante di Religione, conferenziere e articolista) svelano i modi e i tempi  delle tappe del movimento in difesa dei diritti omosessuali sottolineando come esso abbia goduto il favore di grandi aziende , il sostegno da parte di banche, i conseguenti ricchi finanziamenti ( si pensi al ruolo di Soros)e la pressione costante degli apparati mediatici e politici ( il caso Barilla valga come esempio).

Ricorda Edoardo Zarelli, saggista ben noto come ecologista impegnato  per la cultura delle “nuove sintesi” e autore della bella e densa introduzione al testo di cui accenniamo, che Glbert Keith Chesterton affermava che sarebbe venuto il giorno in cui per chiamare “pietre” le pietre bisognerà  sguainare la spada. Prospettiva che appare realistica a chi conosca la  “ Raccomandazione CM/Rec(2010)5  del Comitato dei Ministri del Consiglio d’Europa sulle misure volte a combattere la discriminazione fondata sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere e che si esprime anche con misure di imposizione della mondialista “neo-lingua” come la sostituzione dei termini di padre e madre con genitore 1/2.   Questo libro va letto e meditato per comprendere nella sua totalità la posta in gioco che non è il mutamento  di espressioni  verbali ma del modo di intendere la vita.

Maurizio Bergonzini

UniSex –

La creazione dell’uomo senza “identità”

Autori: Enrica Perucchietti  Gianluca Marletta

Arianna editrice Prezzo: € 9,80

in ricordo de “Il Califfo”

Domenica prossima, 14 settembre, FRANCO CALIFANO avrebbe compiuto 76 anni, e per ricordarlo ancora una volta è stata organizzata ad ARDEA  (città in cui riposa il Maestro) una giornata all’insegna della musica e dei ricordi. Sarà possibile visitare il Museo dedicato all’artista, inaugurato il 30 marzo scorso (Ardea, via Laurentina Km 31+500) dove sono custoditi tutti i ricordi di vita, i premi ricevuti, le lettere, gli scritti e le fotografie inedite di Franco Califano.

Continua a leggere

Un libro di Fabrizio Vincenti

“Giuseppe Solaro. Il fascista che sfidò la Fiat e Wall Street”  ed. ciclostile 16 euro _______________________________________________________ recensione a cura di Maurizio BERGONZINI

Di Giuseppe Solaro si è scritto poco. E di lui è impressa nella memoria delle generazioni di militanti nazionali (come si autodefinivano un tempo) soprattutto la foto terribile che lo vede ritto sopra il camion che lo porta, prigioniero di partigiani festanti, in giro per Torino prima dell’impiccagione. Foto terribile divenuta un’ icona dei “ giorni dell’odio”.

Vincenti, giornalista e studioso, lo libera, pur offrendo un’attenta e dettagliata ricostruzione delle vicende della sua morte,dal ruolo di icona proponendo una ricostruzione precisa della sua vita, dei suoi studi, delle sue scelte che costituiscono un ritratto rigoroso di un giovane fascista di origini sociali modeste, dei suoi sforzi per conquistare, lui geometra, la laurea in economia, del suo impegno nel GUF avendo come modelli Pallotta, Ricci, Giani e collaborando alla rivista “ Vent’anni” fondata appunto da Pallotta, dell’iniziativa intrapresa costituendo, nell’ambito sempre del Guf, il  Centro Studi Economici.

Continua a leggere

Sherlock Holmes

SHERLOCK HOLMES E IL MISTERIOSO CASO DI IPPOLITO NIEVO – Giallo Mondadori, Milano 2014 – (Ppgg. 244 – euro 4,90  in versione ebook euro 2,99) _____________________________________________________Maurizio BERGONZINI

Il libro è opera dello scrittore e giornalista cattolico Rino Cammilleri che pur non  inedita,in quanto  già pubblicata nel 2000, merita, per il suo inserimento recentissimo nella collana de “Il  Giallo Mondadori” (con relativa possibilità di lettura in versione ebook) qualche annotazione e riflessione anche per un pubblico non specificatamente  interessato al genere “giallo”. Infatti pur trattandosi di un “giallo apocrifo”, in cui cioè un personaggio noto viene “utilizzato” da un autore diverso dal suo “creatore”, ha caratteri proprii degni di nota.  Che non sono quelli tipici del genere  ( la trama mi è apparsa macchinosa) né degli apocrifi (le differenze con i protagonisti originali sono notevoli: tanto che le continue riflessioni lamentose di Watson nei confronti di Sherlock appaiono stucchevoli) . E  lo stesso l’utilizzo del metodo deduttivo non ha la brillante vivacità di  ragionamento che abbiamo tanto apprezzato nelle altre storie  del “ consulente investigativo”.

Continua a leggere

Vittoria: una storia degli anni ’70

“Vittoria. Una storia degli anni settanta”  di Annalisa Terranova

(Editore Giubileo Regnani)__________________recensione di Maurizio BERGONZINI                                              

“Vittoria. Una storia degli anni settanta” è il primo romanzo di Annalisa Terranova. Un romanzo che seguendo i suoi precedenti libri – “Planando sopra boschi di braccia tese: i giovani postfascisti dal ghetto ad Alleanza Nazionale” con prefazione di Marco Tarchi (edizioni Settimo Sigillo), “Ildegarda di Bingen: mistica, visionaria, filosofa” (edizioni Il Cerchio), “Camicette nere. Donne di lotta e di governo da Salò ad Alleanza Nazionale” (Mursia editore) – riprende in un’ottica e con una sensibilità letteraria  temi a lei cari come la destra politica e la condizione femminile

Vittoria, che in prima persona ci racconta una storia “in parte frutto di invenzione, in parte no” che comunque non potrebbe raccontare “senza aver vissuto quello che la autrice ha vissuto” è una ragazza romana nata e cresciuta in una famiglia piccolo borghese schierata con il MSI.

Continua a leggere

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu