CESARE! GUARDATI DALLE IDI DI MARZO!

RiVivere l’antica ROMA – I Edizione

Roma 8 marzo 2022 – Il Gruppo Storico Romano, l’Associazione Culturale che dal 1994 mette in scena delle fedeli riproposizioni degli eventi storici dell’antica Roma, domenica 13 marzo, alle ore 15:00, proporrà le Idi di Marzo in tre scene che si annunciano suggestive e coinvolgenti. La rappresentazione si terrà presso la sede del G.S.R., all’Anfiteatro Neroniano, sull’Appia Antica.

Nella prima scena verrà rappresentata la riunione del Senato nella quale Cesare, alla presenza di Marco Antonio, Catone, Cicerone, Senatori e Tribuni della plebe, venne dichiarato nemico pubblico di Roma, se non avesse sciolto le sue Legioni prima di tornare a Roma.

La seconda scena riproporrà l’arrivo di Cesare presso la Curia il giorno delle Idi e l’incontro con l’indovino Spurinna, che lo aveva messo in guardia con il famoso monito: “Cesare, guardati dalle Idi di Marzo!”. Entrato nella Curia Giulio Cesare verrà circondato dai cospiratori, che lo colpiranno con ventitré coltellate uccidendolo.

Seguirà il corteo funebre con il corpo di Giulio Cesare e, successivamente, la terza e ultima scena, incentrata sulle orazioni di Bruto e Marco Antonio al termine del funerale di Cesare, che ispirò Shakespeare per il suo Giulio Cesare. La moglie di Cesare, Calpurnia Pisone, piangerà la morte del suo amato.

Nel proporre questi spettacoli, Il Gruppo Storico Romano, palesa la passione e l’amore per la storia e la cultura Romana che si evince dalla cura dei dettagli e non solo dei costumi ma di ogni singolo complemento, che sia una sica o un calzare. La Scuola Gladiatoria e il Museo Didattico del Legionario arricchiscono l’offerta culturale che il Gruppo propone presso la sua sede, in Via Appia Antica n.18.

Nel Museo Didattico del Legionario, ristrutturato ed ampliato nel 2005 con lo scopo di renderlo più idoneo ai fini didattici dei visitatori ed in particolare delle scolaresche, sono esposte armi ed armature dei legionari, dei pretoriani e dei gladiatori, macchine da guerra in modelli e a grandezza naturale, oggetti della vita civile quotidiana dell’ antica Roma, ed in particolare delle donne romane. Tutti gli oggetti sono stati ricostruiti fedelmente sulla base di attente ricerche, quali erano nel periodo del primo impero romano. Il Museo, così concepito per l’apprendimento, è frequentato da visitatori italiani e stranieri, ma soprattutto da scolaresche. La particolarità della visita, che attrae e entusiasma molti giovani, sta nel fatto che essi possono indossare elmi e armature o fare lanci con l’onagro o azionare l’ariete ed altro, vivere in sostanza momenti e sensazioni da veri antichi Romani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciassette − dieci =

© 2023 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Sveva Marchetti
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu