Comunicato Stampa della LAPET

Abbiamo ricevuto dalla LAPET questo comunicato che qui seguito pubblichiamo 

Mandato di Incarico Professionale: Lapet pronta all’abolizione delle tariffe e polizza assicurativa obbligatoria 

“Fondamentale nell’ambito di tutte le professioni (regolamentate e non) la precisa definizione con il cliente del mandato professionale, che sarà il principale riferimento per il giudice ordinario, chiamato a decidere in caso di contenzioso”. Questo è il parere che il Centro Studi della Lapet ha espresso in merito a quanto disposto dall’art.9 del Decreto Legge Monti n. 1/2012 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 24 gennaio scorso.

“Come tempestivamente evidenziato dall’Associazione Nazionale Tributaristi Lapet, da questi interventi scaturiscono importanti novità anche per le professioni non regolamentate”. Ha commentato Francesco Carelli membro del Centro Studi. Essendo stata abrogata tutta la regolamentazione relativa ai compensi professionali, che sarà sostituita, ai soli fini della liquidazione delle parcelle professionali da parte di un organo giurisdizionale, da parametri di riferimento che saranno stabiliti di concerto tra il Ministro della Giustizia e il Ministro dell’Economia, il mandato di incarico professionale ai sensi del Dl 1/2012 è una disposizione che riguarda tutte le professioni (regolamentate e non regolamentate).

Il professionista deve rendere noto al cliente il grado di complessità dell’incarico, fornendo tutte le indicazioni utili circa gli oneri ipotizzabili dal momento del conferimento alla conclusione dell’incarico e deve altresì indicare i dati della polizza assicurativa per i danni provocati nell’esercizio dell’attività professionale. In ogni caso la misura del compenso, previamente resa nota al cliente, anche in forma scritta, se da questi richiesta, deve essere adeguata all’importanza dell’opera e va pattuita indicando per le singole prestazioni tutte le voci di costo, comprensive di spese, oneri e contributi.

“Il provvedimento illustrato, evidenzia ancora una volta la lungimiranza della  Lapet, che da tempo sottolinea l’importanza della definizione analitica e puntuale del mandato professionale e soprattutto ha reso obbligatoria la polizza professionale per i propri iscritti, la quale è garantita dalla stessa Associazione al momento dell’iscrizione, attraverso il pagamento della quota associativa” ha detto Carelli.

A tal riguardo il presidente nazionale Lapet Roberto Falcone ha aggiunto: “Avevamo visto bene e ora più che mai ce ne dà conferma il legislatore, ponendo nero su bianco i nostri principi. Il dl Liberalizzazioni, non ci ha trovati impreparati. Infatti la polizza responsabilità civile professionale è obbligatoria da statuto per i nostri iscritti già dal 2000. Dal 2008 la copertura assicurativa è diventata automatica all’atto dell’iscrizione e soprattutto gratuita”.

“L’art.9 del Decreto in questione è pertanto applicabile, in via analogica, anche alle professioni non regolamentate in quanto una loro esclusione costituirebbe un’ingiustificata discriminazione nei riguardi delle professioni ordinistiche” ha concluso Falcone.

E’ opportuno evidenziare che i provvedimenti illustrati potrebbero subire modifiche in Parlamento in sede di conversione in legge del decreto Monti.

Roma, lì 3 Febbraio 2012

Lucia Basile

relazioni.pubbliche@iltributarista.it   

Tel.335/5792595

Fax 06/39638983

[divider style=”tiny”][/divider]

Totale visite al 15/12/2013: 455

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu