Diaconesse e Sante

‘Ordinazione delle Diaconesse secondo le Costituzioni Apostoliche

Le Costituzioni Apostoliche, libro VIII, valide per tutta la Chiesa Una Santa Cattolica Apostolica ed Ortodossa (Chiesa indivisa del primo millennio) prevedono l’accesso delle donne all’ordine diaconale. Tale consuetudine è rimasto nella Chiesa Ortodossa, ma la Chiesa Cattolica  –  che man mano si è allontanata dalla Retta Via

 (….l’Ortodossia – vedi il dogma dell’infallibilità papale, allora erano ispirati anche i Papi che sino alla fine dell’800 giustificavano la schiavitù…) lo ha abrogato da oltre un millennio, considerando le donne indegne di far parte del clero, compreso quello minore.

Eppure va rilevato come San Paolo di Tarso nella lettera ai Romani scriveva “vi raccomando Febe, nostra sorella, diaconessa della Chiesa di Cencre” e come l’Ordine era riconosciuto in vari Concili Ecumenici, quale quello di Calcedonia del 451 d.c. e quello di Costantinopoli del 692, a cui aveva aderito anche la Chiesa Cattolica.

… Va altresì ricordato che l’Italia ha dato i natali a varie diconosse, assunte successivamente a Sante quali Sant’Agata di Catania, Santa Melania di Roma, nonché Santa Giulia e Santa Typhena.  (Filippo ORTENZI)

Sant'Agata

© 2023 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Sveva Marchetti
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu