sabato, 17 Agosto 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Il Lavoro non può aspettare

“IL LAVORO NON PUO’ PIU’ ASPETTARE”

Questo in sintesi il commento dell’on. ANTONIO RAZZI, di “Popolo e Territorio”, Gruppo neo-costituitosi in Parlamento e presieduto da SILVANO MOFFA. in merito all’ appello del Presidente della Repubblica  GIORGIO NAPOLITANO sui temi per la crescita economica e per l’occupazione,

L’on. Razzi ha precisato che il governo deve maggiormente considerare i dati del Pil, per meglio contrastare la speculazione e, concordando con le parole del Ministro Paolo Romani sulla solidità del  nostro sistema, l’On. Razzi ha evidenziato la necessità di coinvolgere gli studenti, i lavoratori, i sindacati, l’ impresa e la famiglia in un progetto politico nuovo di rinascita.  Questa la strada da percorrere, individuando aree specifiche di sviluppo settoriale dove tutto deve essere finalizzato per migliorare sinergie territoriali tra tra Famiglia, Studenti e Impresa, dando alle stesse nuova linfa e propulsione. Tutto ciò favorendo maggiormente lo sviluppo di sistemi di energia alternativa diffusa, ecologia come risorsa da utilizzare e trasporti per velocizzare gli interscambi, incentivando sempre di più le relazioni industriali con la parte lavorativa. Un nuovo patto tra Lavoratori Sindacato e Impresa che va oltre l’attuale sistema.

[divider style=”tiny”][/divider]

Totale visite al 15/12/2013: 354

156 Visite totali, 3 visite odierne

Lascia un commento

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.