Lettera Aperta al SINDACO di ROMA

Roma, 8 luglio 2013

Lettera aperta Al Sindaco di Roma Capitale On. Ignazio Marino

Onorevole Sindaco,

la UIL FPL intende rappresentare che il “presidio” avviato su alcune piazze del centro storico della città contro l’abusivismo commerciale, al di là delle modalità di preparazione ed attuazione (peraltro irrituali, come ha evidenziato la stampa cittadina), non potrà apportare alcun beneficio in termini dirisultati, nonostante l’enorme dispendio di risorse umane ed economiche.

La UIL FPL ritiene che la cittadinanza e i lavoratori meritino soluzioni svincolate dall’ansia mediatica che condiziona l’operato dell’Amministrazione in merito alle problematiche della sicurezza urbana. Nello specifico, se il presidio intensivo di cinque piazze con 300 uomini può far piacere a qualche esercente di quelle cinque piazze, il fenomeno represso si diffonde inevitabilmente nelle aree circostanti, alimentando un crescendo di criticità e richieste non più fronteggiabili. Ci pare molto indicativo, in proposito, quanto afferma oggi su un’importante testata non un sindacalista ma un famoso cantautore romano, che chiede “… risposte strutturali e non in termini di ordine pubblico, spettacolari e promozionali per la nuova amministrazione, ma destinati inevitabilmente a non produrre risultati …” (Francesco De Gregori, «Gli ambulanti, le piazze, i suk e l’accoglienza dei romani» sul Corriere della Sera online, 8 luglio 2013).

La UIL FPL continua a pensare che solo un confronto aperto alle organizzazioni sindacali possa condurre all’individuazione di soluzioni efficaci: ragionando in termini propositivi, il nostro sindacato è pronto a impegnarsi in un progetto condiviso che preveda la possibilità di mettere tante persone immigrate, una volta regolarizzate, in condizioni di svolgere la loro attività in aree e forme appropriate, prevenendo al contempo lo svilupparsi della criminalità sul territorio cittadino.

Considerata la complessità dei problemi che gravano sulla città e sul Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, di cui Lei ha inteso mantenere la delega, la UIL FPL ritiene non più rinviabile l’apertura del tavolo di confronto con le organizzazioni sindacali della categoria.

Cordiali saluti.

Il Responsabile UIL FPL – Il Segretario Provinciale

Polizia Locale Roma Capitale  UIL FPL Roma
Franco Cirulli

Francesco Croce

[divider style=”tiny”][/divider]

Totale visite al 15/12/2013: 54

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu