post G7

  G7 a  TAORMINA ….  & Dintorni 
LA “GRANDE  BELLEZZA”  della nostra ITALIA
la nostra Redazione ha estrapolato 5 commenti a firma di Celli, Sammarco, Prestigiacomo, Maullo, Librandi 
taormina-170526130339_medium

Ing. Roberto Celli – Ceo e Founder di Beni Culturali  >  “Oggi Taormina ha mostrato a tutti sullo fondo cinematografico di Unescosites, mostra multimediale in tre lingue di altissima valenza culturale, grazie alla tecnologia della realtà aumentata, capolavori sublimi di valore assoluto.  E’  un viaggio che mette insieme  luoghi di bellezza assoluta divenuti patrimonio di tutti, cosi come è un viaggio quello che lega Caravaggio ad Antonello da Messina in un insieme di capolavori che compongono una mostra delicata e raffinata visibile fino a luglio a Palazzo Corvaja. Caravaggio e Antonello da Messina si reincontrano infatti grazie ad una operazione ardita concepita da Beni Culturali oltre un anno fa  con lungimiranza e un pizzico di lucida follia ed oggi impreziosisce il G7 dove si incontrano i grandi della Terra che l’hanno visitata con particolare attenzione mettendosi a raccontare tutti i dettagli e le curiosità essenziali in una operazione culturale che ha un forte impatto sul turismo”.

On.  Gianfranco Sammarco – Alternativa Popolare  >   “G7, Politica internazionale e turismo possono benissimo convivere. Ne abbiamo avuto la riprova in questo summit di Taormina dove le bellezze italiane e il nostro patrimonio artistico hanno dato una grande mano alla riuscita di questo evento. Un segnale forte che ci dice che i nostri beni culturali devono essere valorizzati, proprio come è accaduto per la mostra Unescosites che ha incantato le first ladies di fronte ai capolavori di Caravaggio e Antonello da Messina. Da oggi occorre riflettere con maggiore attenzione sulle possibilità infinite che ci offrono i capolavori che la storia ci ha lasciato”

On.  Stefania Prestigiacomo –  Forza Italia  >   “Che la Sicilia e Taormina stregassero, con la loro bellezza infinita, i leader del Mondo e le first lady era scontato. L’Italia ha un patrimonio culturale inestimabile ed è in grado di donare un’offerta culturale come nessuno mai. Il successo di questo fine settimana tra i grandi della Terra ha rappresentato una vetrina importante che sicuramente avrà le sue ricadute positive sull’intero settore turistico italiano. Vedere le immagini di Melania Trump e di Birgitte Macron estasiate di fronte ai dipinti di Caravaggio e di Antonello da Messina esposti alla mostra Unescosites è un biglietto da visita incredibile per il nostro paese e per il nostro patrimonio artistico. Per questo occorre valorizzare al meglio, attraverso tutte le iniziative possibile come ad esempio la mostra di palazzo Corvaja, ciò che ci ha lasciato in eredità la storia culturale del nostro Paese”

Stefano Maullu – Europarlamentare Forza Italia  >    “Il potenziale dell’Italia lo abbiamo visto bene in questo G7. Capi di stato abbagliati di fronte alla bellezza di Taormina e della Sicilia, First Ladies estasiate di fronte ai capolavori di Caravaggio e Antonello da Messina esposti a palazzo Corvaja nella mostra Unescosites. Questo dovrebbe far riflettere molti, perché il nostro inestimabile patrimonio artistico – culturale vale, se gestito con coraggio come nel caso dell’esposizione di palazzo Corvaja o valorizzato come meriterebbe, almeno un paio di punti di Pil in più. E’ quindi doveroso scommettere sulle nostre bellezze e sulle nostre capacità individuali come è accaduto con Unescosites”

On. Gianfranco Librandi – Civici e Innovatori   >   “Di questo G7 ci resteranno molte immagini impresse nella memoria. Una fra tutte, però, ci colpisce perché è davvero uno spot incredibile al nostro patrimonio artistico e culturale. L’immagine è quella che sta facendo il giro del Mondo, ovvero le first ladies che visitano la mostra Unescosites, organizzata a palazzo Corvaja, e ammirano le opere di Caravaggio e Antonello da Messina. Quale migliore spot poteva chiedere l’Italia da questo G7? Questo è un segnale chiaro di quanta bellezza sia custodita nel nostro territorio e di quanta rilevanza abbia agli occhi dei cittadini stranieri. Conservarla e valorizzarla, anche attraverso scelte innovative e coraggiose, deve essere uno dei punti qualificanti del futuro dell’Italia”

*** *** *** 

LogoLicious_20170527_113741-768x504

Brevi Note a Margine  – A parte la iniziale dichiarazione dell’ Ing. Roberto Celli – eccellente e preparato professionista, leggendo i successivi commenti resi da 4 Parlamentari, sembrerebbe essere difronte a persone colte, sensibili e preparate, con una precisa consapevolezza della importanza del patrimonio artistico e culturale di questo “Nostro Bel Paese” … ben diverse, distanti e differenti da numerosissimi loro Colleghi impreparati, ignoranti, carrieristi ed opportunisti che costituiscono la maggioranza di coloro che seggono abitualmente in Parlamento.  (G.M.)

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu