Conferenza delle Regioni: Turismo

 

Sviluppo della Cultura e rilancio del turismo: audizione dei rappresentanti della Conferenza delle Regioni

Roma, 11 giugno ’14 (comunicato stampa)

Si è tenuta oggi un’audizione dei rappresentanti della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome davanti alle Commissioni cultura e attività produttive della Camera sul Decreto legge 83/2014 “disposizioni urgenti per la tutela del patrimonio culturale, lo sviluppo della cultura e il rilancio del turismo”.  Nel corso dell’incontro sono intervenuti l’Assessore Mario Caligiuri (Regione Calabria), coordinatore della Commissione beni culturali per la Conferenza delle Regioni, e  l’Assessore Maurizio Melucci (Regione Emilia-Romagna) in rappresentanza della Commissione turismo della Conferenza delle Regioni.

Continua a leggere

Studi di settore

Premessa – Nell’ambito dell’applicazione degli studi di settore, oltre al calcolo di congruità, GERICO ha elaborato una serie di indicatori classificabili in tre differenti tipologie. Il D.M. 24.3.2014 ha apportato alcune modifiche agli indicatori di coerenza, normalità economica e di anomalia.
Coerenza economica – Il D.M. 28.3.2013 aveva individuato ulteriori indicatori di coerenza applicabili agli studi di settore evoluti dal 2012, tra i quali si evidenzia quello relativo al margine per addetto non dipendente. Tale indicatore misura il contributo di ciascun addetto non dipendente alla creazione del “margine”, ovvero rappresenta la capacità dell’impresa di remunerare il lavoro non dipendente (titolare, collaboratori, soci, ecc.).

Continua a leggere

Tutela della Privacy

 Antonello Soro, presidente dell’Authority lancia l’allarme: i colossi del Web sono “oltre la democrazia”, l’impatto economico del cyber-crimine è impressionante.” downloadINTERNEETTTTI giganti di Internet tendono ad occupare, in modo sempre più esclusivo, ogni spazio di intermediazione tra produttori e consumatori, assumendo un potere che si traduce anche in un enorme potere politico. Un potere sottratto a qualunque regola democratica”. Ma Antonello Soro, presidente dell’Authority chiarisce i dubbi di tutti  “furto di identità fino alla più organizzata criminalità cibernetica. E’ una emorragia stimata in 500 miliardi di dollari l’anno tra identità violate, segreti aziendali razziati,  portali messi fuori uso e moneta virtuale sottratta”.

Continua a leggere

Scadenze IUC

COMUNICATO STAMPA

COMMERCIALISTI: SCADENZE IUC (IMU, TASI, TARI)
PIÙ RISPETTO DEI DIRITTI DEI CONTRIBUENTI E CONDIZIONI DI LAVORO PIÙ UMANE PER LA CATEGORIA

«Non è più tollerabile che il contribuente che voglia adempiere puntualmente alle sue obbligazioni tributarie debba conoscere l’importo delle imposte dovute solo il giorno prima, se non addirittura lo stesso giorno della scadenza», lo afferma il presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Roma, Mario Civetta. Queste, infatti, le tempistiche stringenti con cui Commercialisti ed Esperti Contabili sono costretti a fornire ai loro clienti gli importi delle imposte dovute, senza alcun tempo utile e a ridosso delle scadenze.

Continua a leggere

Notizie su M.S. – Fiamma Tricolore

Sabato 7 Giugno, a Roma, si è conclusa la riunione del Comitato Centrale del M. S. FIAMMA TRICOLORE, tra proposte, discussioni ed trattazione di argomenti essenziali nella vita dello stesso Movimento, in un clima di costruttivo confronto che qualche, fisiologica, sfumatura stonata, non ha alterato. La riconferma del Segretario Nazionale Reggente Attilio Carelli, già data per scontata , è avvenuta per voto unanime. Subito dopo si è fissato il Congresso Nazionale a Dicembre. Tra le proposte emerse nel dibattito  fra componenti del C.C. , tutte interessanti, di particolare interesse è risultato il documento  “Idee e proposte”, presentato dal Coordinatore della “MacroArea Centro” Tonino Quattrini.

Continua a leggere

Duecento anni e non li dimostra, l’Arma dei Carabinieri

Oltre 10mila persone sono accorse, ieri a Villa Borghese, a Roma. Sciabole sguainate e carica di squadroni,  vestiti con le loro splendide divise, si sono presentati cosi i festeggiati. Con  le spettacolari coreografie  dei Carabinieri,  che, per festeggiare e celebrare i 200 anni della fondazione dell’Arma dei carabinieri hanno fatto emozionare tutti.INGRESSO Alla cerimonia hanno preso parte il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il premier Matteo Renzi, il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, il capo di Stato Maggiore della Difesa, Luigi Binelli Mantelli, e il comandante generale dell’Arma, Leonardo Gallitelli. In tribuna presidenziale si notava la presenza del governatore del Lazio Nicola Zingaretti, il Sindaco di Roma Ignazio Marino,il Presidente del Coni Giovanni Malagò, Rosi Bindi, L’On.Maurizio Gasparri, La Presidentessa della Camera Laura Boldrini, Il Presidente del Senato Pietro Grasso,l’On. Alfano.

Continua a leggere

In nome dei referendum

I CINQUE QUESITI …

 QUESTO L’ APPELLO DI SALVINI…

Abrogazione della “riforma Fornero” sulle pensioni
Il quesito chiede di abrogare la Legge Fornero del Governo Monti che colpisce i giovani, le lavoratrici ed i lavoratori.
La Legge Fornero, fra l’altro, ha penalizzato l’entrata e l’uscita nel mondo del lavoro, ha allungato l’attività lavorativa di milioni di donne già impegnate nel lavoro familiare e ha creato il problema degli esodati lasciando senza stipendio né pensione centinaia di migliaia di lavoratori.
Abrogarla significa ridare dignità al lavoro ed ai lavoratori e dare la speranza di un futuro migliore ai nostri giovani.).

Abrogazione della Legge Merlin (prostituzione)
Il quesito chiede di abrogare la Legge Merlin del 1958 che è la causa, fra l’altro, della prostituzione di strada.
Finalmente sarà possibile non solo regolare e controllare la prostituzione al fine di tutelare la salute pubblica e combattere il degrado, ma anche tassare tale attività, come già avviene in Germania, Regno Unito, Paesi Bassi, Austria, Svizzera. Le entrate fiscali, che alcuni studi stimano in circa 4 miliardi di euro all’anno, consentiranno di ridurre o eliminare alcune tasse che gravano sui cittadini.
Abrogare la Legge Merlin significa anche contrastare la criminalità organizzata, la tratta e lo sfruttamento della prostituzione e portare ordine e sicurezza nelle nostre città.

Stop ai concorsi pubblici per gli immigrati
Il quesito chiede di abolire la norma, sostenuta dall’ex Ministro Kyenge, che consente agli immigrati di partecipare ai concorsi pubblici. In un momento di crisi, come quello che stiamo vivendo, con il record di disoccupazione giovanile (15-24 anni) che ha superato il tasso del 42% e il tasso di disoccupazione generale pari al 12,9%, dobbiamo pensare prima al futuro della nostra gente e dare perciò precedenza ai cittadini italiani. Abrogando questa legge tuteliamo il requisito della cittadinanza nell’accesso ai concorsi pubblici (ospedali, scuole, enti pubblici, ecc.).

Abrogazione della Legge Mancino (reati di opinione)
Il quesito chiede di abrogare la Legge Mancino del 1993 perché contrasta la libertà di espressione e colpisce chi manifesta le proprie idee.
Con la scusa della discriminazione razziale, etnica e religiosa, attraverso questa legge ci impediscono didifendere i nostri valori, la nostra storia e la nostra cultura.
Abrogarla significa garantire a ogni cittadino la libertà di esprimersi liberamente senza incorrere in sanzioni penali.

Abolizione delle prefetture
Il quesito chiede di abolire le prefetture, istituzioni di origine napoleonica che non hanno più motivo di esistere.
Mantenerle è un vero e proprio spreco che costa ai contribuenti oltre 500 milioni di euro all’anno, di cui l’80% per pagare stipendi e spese di gestione e rappresentanza.
Abolendo le prefetture, le competenze verranno attribuite alle questure e agli enti locali come avviene in molti Paesi europei, ad esempio in Germania, con conseguente risparmio di soldi pubblici.

A Volte Ritornano

“A volte ritornano …..”

(Ma sarebbe preferibile che scomparissero !!!)

Sotto questo titolo il quotidiano “Il Tempo”, domenica 1 giugno, ha lanciato un sondaggio on line, con un intervento di Paolo Zappitelli articolato su un duplice raffronto tra Angelino Alfano e Gianfranco Fini. Con tale quesito, rivolto ai lettori, il quotidiano romano (che con il nuovo direttore Gian Marco Chiocci ogni settimana si cimenta in interessanti inchieste) si vorrebbe verificare la possibilità di una costituenda “alleanza di centro destra” che comprenda uno, entrambi o nessuno dei due personaggi ora citati.

Continua a leggere

Omofobia…seminario a Perugia

Seminario su omofobia e transfobia, “serve legge in materia”

(ANSA) – PERUGIA, 29 MAG – Per combattere e sconfiggere l’omofobia e’ necessario agire con determinazione adottando una reale strategia a tutti i livelli a partire dall’approvazione di una legge in materia: lo ha affermato la rappresentante dell’Assessorato regionale alle Politiche sociali, intervenendo stamani al seminario di approfondimento “Omofobia e Transfobia, dalla discriminazione alle buone prassi”, organizzato a Perugia nell’ambito del Progetto FEI “No.Di. No Discrimination”, finalizzato all’emersione, la prevenzione e il contrasto di discriminazione a carico dei cittadini stranieri e di cui la Regione Umbria e’ capofila in partenariato con la Regione Marche e una serie di associazioni e enti pubblici, con il supporto di un’estesa rete territoriale di organismi pubblici e privati.

Continua a leggere

Gli orrori non finiscono mai

Le donne hanno qualità che vengono sprecate, disprezzate,qualità che danno fastidio a chi non ne ha di proprie. Non si tratta di un tema nuovo, ma, in uno scenario ormai senza più confini l’ orrore si ripete in ogni angolo del mondo, fuori da ogni logica e comprensione. TEMI SOCIALI CHE RIMANGONO SENZA RISPOSTE.Si raccolgono dati, informazioni, si fanno convegni,ma , nulla si conclude. Anche oggi una notizia  da film dell’orrore,purtroppo non è sul set cinematografico che è avvenuta la violenza e assassinio. Due ragazzine , adolescenti e invisibili,  in India,  sono state trovate impiccate a un albero dopo aver subito uno stupro di gruppo. Le vittime, due cugine di 14 e 15 anni, appartenevano alla casta più bassa dei dalit, quella degli intoccabili. 

Continua a leggere

In Europa no all’ideologia del cosmopolitismo

Tarchi: “In Europa no all’ideologia del cosmopolitismo”

Intervista al docente dell’Università di Firenze che ha studiato a lungo il populismo e la destra
Comunque vadano a finire le elezioni europee, le posizioni espresse dai movimenti euroscettici che provengono da una tradizione di destra hanno conquistato grande spazio nell’elettorato europeo e nel dibattito sulle condizioni sociali dell’Ue. Per capire la trasformazione in atto, al di là delle promesse elettorali di chi partecipa alla competizione, abbiamo rivolto qualche domanda a Marco Tarchi, docente dell’Università di Firenze che ha studiato a lungo il populismo e la destra, per un breve periodo negli anni Settanta l’ha anche frequentata, ma che rifiuta di essere accostato a sigle o schemi politici che probabilmente non hanno più nulla da dire: «Sono un cane sciolto».

Continua a leggere

Così Renzi ha trionfato all’Europee

La Paura e la Speranza: così Renzi ha trionfato all’Europee

Il risultato storico ottenuto dal PD, o meglio da Matteo Renzi, alle elezioni europee ha lasciato sbalorditi gli osservatori eppure, a ben guardare, un risultato simile sarebbe dovuto essere messo in conto considerando la situazione assolutamente anomala del quadro politico italiano.

Continua a leggere

Seminario internazionale alla Camera dei Deputati

Seminario internazionale alla Camera sui Corridoi produttivi tra l’Italia e le AmericheSeminario internazionale alla Camera sui Corridoi produttivi tra l’Italia e le Americhe con il Sottosegretario Giro e gli on. li FitzGerald Nissoli e Porta

Nelle modificazioni degli equilibri geoeconomici globali si possono evidenziare sicuramente dei cambiamenti di approccio dell’industria italiana nei confronti delle “Americhe”.

Continua a leggere

Contro le mafie: da sud a nord

La carovana antimafia è arrivata a Milano

Giunta a Milano, la carovana antimafia  alla Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci”

 Da vent’anni la carovana antimafia gira l’Italia in lungo e in largo diffondendo la cultura della legalità, denunciando i nuovi business della criminalità e difendendo chi delle mafie è ancora vittima. Giovedì 22 la carovana giungerà a Milano e alle 12.30 sarà anche alla Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci” in viale Ortles 69. Dopo la tappa milanese ripartirà per un tour della Lombardia, quarta regione in Italia per numero di beni confiscati (1186 tra immobili e imprese) dopo Sicilia, Campania e Calabria e prima della Puglia, che in una settimana toccherà anche Pavia, Cremona, Mantova, Brescia, Bergamo, Sondrio, Lecco e Como.

Continua a leggere

Grillo ….quasi una “cavalletta”

BEPPE GRILLO sintetizza in una battuta i suoi sette punti per l’ Europa: “O  SPALMIAMO IL NOSTRO DEBITO,  O NON LO PAGHIAMO” __________________________________________________ di Riccardo ABBAMONTE

Domenica 11 maggio 2014 (ore 21,15) comizio di uno scatenato Beppe Grillo in piazza dei Signori a Treviso per la campagna delle Europee davanti a 2000 persone, aperto dall’affermazione: “Andremo in Europa a fare un culo così a tutti”.  Il Leader dei 5 Stelle, al grido di “Vinciamo e li mandiamo a casa” ha proposto: “Controlli fiscali per tutti i politici, abolizione di Equitalia, basta scandali e appalti truccati. Siamo il tifone che spazzerà via tutti: Schultz che si permette di insultare me e voi, 10 milioni di italiani, le banche e la Finanza, i politici che si sono rubati 3,2 miliardi di euro di soldi nostri con i trucchi semantici. La democrazia vuole che decidano i cittadini, non i partiti” (*).

Continua a leggere

Europa e scadenza dei cibi

Alimenti: Coldiretti, con data di scadenza Ue taglia anche qualità cibo

Ci sono momenti in cui non si capisce il perchè bisogna andare a votare, sopratutto per il Parlamento europeo, in un momento in cui , tutti noi siamo un pò arrabbiati, ma se prendessimo la buona abitudine di andare a spulciare altrove, forse capiremmo perchè . è importante votare alle prossime europee rappresentanti che vadano realmente in Europa a difendere gli interessi concreti del nostro Paeseimagesconsumarsiiii

Continua a leggere

Regioni

COSA FANNO QUESTE REGIONI ?

Eleggibilità, non eleggibilità: a casa o ancora appollaiati sugli scranni di Palazzo Madama, questi senatori in ansia da ricollocamento ? Si attende, con la sperimentata pazienza della nostra gente, una conclusione dell’ennesimo stanco balletto. Tutto questo mentre, a getto continuo, i marci bubboni della corruzione scoppiano, qua e là, e, a sorpresa (mica tanto), tornano alla ribalta i vecchi nomi dei “mariuoli”, contabili truffaldini della Prima Repubblica, o meglio, della Repubblica di sempre.

Continua a leggere

La rabbia e la menzogna

Rompendo una tantum una tradizione, il Professor MARCO TARCHI ha diffuso in anteprima, sia pure in una versione leggermente diversa da quella definitiva che ha appena impaginato, il suo editoriale in uscita sul numero 319 di Diorama: “La rabbia e la menzogna”

Corsi e ricorsi storici. Sembrava una teoria ingenua e abbandonata, per quanto illustri fossero coloro che, in epoche diverse, le avevano dato forma e vigore. In epoca di corsa continua al progresso e di tempo lineare dalle propaggini senza confini, era scontato che finisse fuori moda. Eppure, la convinzione che gli eventi umani ripropongano periodicamente scenari già osservati – magari nella versione un po’ ironica di Marx, che alla tragedia vedeva succedere la farsa – sembra conservare un buon numero di adepti. Ce lo dimostra oggi l’Europa, che attende per l’ennesima volta la calata dei barbari sul suo stesso territorio e agita lo spauracchio di un potente nemico pronto a minacciarne le frontiere. 

Continua a leggere

L’ €uro Franco-Tedesco

COMUNICATO STAMPA del 19/05/2014 : “L’Italia facile preda dell’Euro franco-tedesco”

È ormai chiaro a tutti che l’Euro ha fallito sia come moneta che come sistema d’integrazione tra i popoli. L’Euro doveva essere il traghetto verso una vita migliore, un benessere sociale ed economico che avrebbe dato ai cittadini del continente prosperità ed una
straordinaria forza rappresentativa sui tavoli internazionali. Ma così non è stato.
L’Euro è diventato invece il simbolo della crisi economica legato ad interessi di ‘quartiere’, una moneta criminale (nel senso che è stato il mezzo con cui pochi si sono arricchito e molti si sono impoveriti) in mano alle banche private (basta vedere chi sono i proprietari della Banca Centrale Europea). Dall’introduzione della moneta unica l’Italia non ha fatto altro che perdere di competitività sui mercati internazionali.

Continua a leggere

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu