Antonio Parisi Primate della Chiesa Ortodossa Italiana autocefala Antica Orientale

CHIESA ORTODOSSA ITALIANA AUTOCEFALA
 
ANTICO ORIENTALE

                                                    *******                                         

ANTONIO PARISI NUOVO PRIMATE  DELLA CHIESA 

ALESSANDRO MELUZZI CREA AD ALBUGNANO 
UN CENTRO DI PREGHIERA  E MEDITAZIONE  MONASTICA
….E COSI’ NASCE IN PIEMONTE  IL
MONTE ATHOS ITALICO

Nel Monastero del Rul, nel corso della Cerimonia svoltasi Sabato 19 Settembre ad Albugnano in Asti, Antonio Parisi, giornalista, è stato chiamato ad essere Primate della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala Antico Orientale con il nome di Cosma I.

Chiesa Ortodossa Italiana autocefale A.O., Padre Cosma, Alessandro Meluzzi, Monastero del Rul

Continua a leggere

Azione Cristiana Evangelica, il presidente Adriano Crepaldi è stato eletto pastore missionario

Milano 16 settembre, l’incontro si è tenuto presso la nuova sede della Chiesa cristiana evangelica pentecostale “Aurora, dei Pastori Uniti d’Italia”. Il presidente di ACE – Adriano Crepaldi è stato ordinato, dopo anni di approfondita preparazione teologica e di contatti con oltre seimila comunità nel nostro Paese, pastore missionario. “Ringrazio il Signore per questo incarico che mi è stato affidato. 

Azione Cristiana Evangelica

Continua a leggere

Elevazione di Parisi a Primate della Chiesa Ortodossa Italiana autocefala Antico Orientale

COMUNICATO STAMPA
a cura della 
C
HIESA ORTODOSSA ITALIANA AUTOCEFALA ANTICO ORIENTALE                          

                                                                                                         

NASCE IN  PIEMONTE IL “MONTE ATHOS ITALIANO” : ALESSANDRO MELUZZI CREA AD ALBUGNANO (ASTI) UN CENTRO DI PREGHIERA E MEDITAZIONE MONASTICA

***** *** ***** 

ALESSANDRO I, al secolo ALESSANDRO MELUZZI, crea ad Albugnano nel Monastero del Rul, consacrato dalla Chiesa Ortodossa Italiana autocefala Antico Orientale, un Centro Ateneo per l’Ecumenismo Cristiano ed il Dialogo Spirituale ed Interreligioso, nonché di meditazione e preghiera monastica.

Continua a leggere

L’Azione Cristiana Evangelica, molto radicata in Italia, ben valorizza il nostro Bel-Paese

L’A.C.E. – Azione Cristiana Evangelica – è un’associazione avviata dal gennaio 2020 che si è costituita formalmente all’inizio di luglio. È molto radicata a livello nazionale, presente in 15 regioni e 25 province d’Italia, con 26 Dipartimenti tematici specializzati nell’affrontare diverse problematiche che affliggono il nostro Belpaese.
In questi ultimi mesi, le osservazioni e le analisi sono state elaborate su temi tanto fondamentali quanto importanti. Sentiti nella vita quotidiana e inerenti aspettative future delle famiglie e dei cittadini, nello svolgere questi, giorno per giorno, l’impegno attraverso il lavoro e i valori di una etica sociale e di socialità solidale.

A.C.E. - Azione Cristiana Evangelica, Adriano Crepaldi presidente

Continua a leggere

XV AGOSTO MMXX

Dal  MITO  della  TRADIZIONE di ROMA
….alla  SPIRITUALITA’  della  FEDE   CATTOLICA

 

A TUTTI COLORO CHE CI SEGUONO COSTANTEMENTE O CHE SALTUARIAMENTE VISITANO IL NOSTRO SITO, DA PARTE DELLA REDAZIONE DELLA CONSUL PRESS I MIGLIORI AUGURI PER UNA BREVE MA SERENA PAUSA DAL QUOTIDIANO LAVORO.

IN PARTICOLARE,  A COLORO CHE MERITANO, 
OPTIMAE  FERIAE  AUGUSTI 

Le Psico-Sette

Aumentano le Psico-sette, agiscono di nascosto in maniera del tutto legale, hanno ingentilito e sublimato i loro metodi di controllo e potere sugli adepti.

 

Il 18 Novembre del 1978, a Jonestown, in Guyana, 911 membri della setta People’s Temple Agricultural Project (Progetto Agricolo del Tempio del popolo)  si suicidarono con il cianuro. L’Aum Shinrikyo, setta fondata nel 1987 in Giappone da Shoko Asahara, mantenne bassi profili per camuffare i metodi simili alla Yakuza (mafia giapponese) effettuati dal guru. Predicava lo yoga e pratiche buddhiste, ebbe un riconoscimento di chiesa dal governo giapponese, ma appena la polizia indagò, la setta fece un attentato terroristico nella metropolitana di Tokyo con gas velenosi causando 12 morti e centinaia di feriti. Le indagini continuarono e nella sede della setta furono trovate armi biologiche, gas nervino, antrace, un elicottero russo e una quantità di armi in grado di provocare uno sterminio.

Psico, Sette

Continua a leggere

Le nuove Confraternite della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala A. O.

COMUNICATO  STAMPA

CHIESA ORTODOSSA ITALIANA AUTOCEFALA
ANTICO ORIENTALE
P
ATRIARCATO ASSIRO CALDEO

Si riporta il presente Comunicato trasmesso dalla Segreteria Patriarcale
della Chiesa Ortodossa Italiana
alla Redazione della Consul Press 

 ***  *******  ***

S.B. Alessandro I (al secolo prof. Alessandro Meluzzi) ha dato il proprio benestare, quale Patriarca della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala – Antico Orientale, alla costituzione di due Confraternite, complementari alla Santa Missione della Chiesa.
Le due Confraternite, pur nascendo nel contesto di una Confessione Ortodossa, non si rivolgono esclusivamente ai propri Fedeli, ma come insegnato dallo stesso Cristo, a tutti gli Uomini di Buona Volontà, che necessitino di trovare un conforto. 

Continua a leggere

KAROL WOJTYLA -18 maggio MMXX
IL 1° Centenario della nascita

UN PAPA SANTO con la Spada e la Croce

nel ricordo di RICCARDO PEDRIZZI 

Esattamente 100 anni fa il 18/05/1920 nasceva Karol Wojtyla a Wadowice in Polonia, che doveva morire poi il 02/04/2005 dopo una lunga e devastante malattia.
La morte dovette lottare a lungo per portarsi via Giovanni Paolo II. Il Papa, diventato subito Santo, che brandiva il pastorale come un guerriero medioevale, che nei suoi ventisette anni di pontificato cambiò il mondo, rivoluzionò le coscienze, portò il Vangelo nei quattro angoli della terra, riaffermò con forza i valori immutabili e i principi spirituali del Cattolicesimo.

Giovanni Paolo II, centenario della nascita

Continua a leggere

Aghori: i maghi oscuri dell’India

Maghi oscuri e potenti stregoni, in grado di guarire malattie. Temuti e rispettati in India; i sadhu che si cibano di carne umana e meditano sui cadaveri, cercando la cessazione delle reincarnazioni attraverso la non discriminazione tra puro e l’impuro.

 Il termine sanscrito sādhus, indica un uomo buono e onesto, un saggio o meglio un santo.

Ciò che accomuna il Buddhismo e l’Induismo è il fine di quella che in sanscrito è chiamato Moksha, ovvero la cessazione delle reincarnazioni, il raggiungimento del Nirvana secondo i buddhisti, l’unione e fusione con la coscienza cosmica.

Il Sadhu è un praticante, che similmente a un monaco buddhista, intraprende questa strada, cercando di guadagnare punti per tale realizzazione, nel suo karma, per non reincarnarsi più in altre sofferenze.

Presenti in India dai tempi della Preistoria, i Sadhu hanno sostituito gli sciamani. Adempiono dei Tapas: rituali magici, controllo del respiro, yoga, mantra, meditazioni, digiuni e spesse volte mortificazioni del corpo.

Si attesta che tra l’India e il Nepal del XIII secolo ci sia stata una grande conversione di massa a questo modello di vita, tanto da raggiungere circa 5 milioni di persone.

Esistono varie caste e sette di sadhu, per quanto siano simili tra loro ognuna è diversa dall’altra.

I Naga Baba sono una setta ascetica guerriera di natura Shivaita. La parola deriva da nudo in quanto non indossano nulla. Le akhara, termine che indica le loro sette, sono guerriere vendicative sia tra di loro che tra inglesi e musulmani come lo sono stati in passato.

I Gorakhnathi sono una setta dedita a Shiva, Vishnu e Brahma che, a volte, chiamano in protezione anche Hanuman e Dattatreya. Si riconoscono per il kundala, un anello all’orecchio.

Gli Udasin, di origine Sikh prediligono le 5 divinità induiste, Shiva, Vishnu, Surya, Durga e Ganesh. Prendono parte coi Shivaiti in caso di conflitto.

Prevalentemente sono queste le principali scuole e sette dei Sadhu, tra cui anche i Ramanandi, detti anche i Vairagi o Avadutha, ovvero quelli che sono indifferenti al mondo e quelli che hanno rinunciato a tutto. Eppure nell’India esistono anche sadhu meno guerrieri ma decisamente moto oscuri, appunto da come preannuncia il loro termine gli Aghori.

La parola Ghora deriva del sanscrito è significa oscurità, ignoranza e profondità ma è preceduta dalla lettera A che in sanscrito indica una negazione, quindi è un riferimento alla luce, assenza di oscurità. 

Ormai sono circa una ventina che vivono a Varanasi tra i campi di cremazione e la tomba del loro guru, in passato erano stati qualche centinaia. La loro pratica è estrema e compiono atti che altri asceti vietano. Mangiano carne umana, proprie feci e urina, consumano carne in decomposizione, meditano sui cadaveri, compiono sesso con prostitute. Sono pieni di resti umani scheletrici, come appunto i crani, bevono alcol e consumano come altri sadhu l’hashish.

Il puro e l’impuro, determina la vita e l’usanza degli aghori, secondo loro sono solo il risultato di Maya, l’illusione che vogliono liberare.

Loro principale cerimonia è quella delle 5 M, il Panchamakara. In cui le 5 M stanno per Madya (alcol), Maithuna (amplesso), Mamsa (carne), Matsya (pesce) e Mudra (cereali). Un rituale come atto di culto fondamentale, svolto dopo lunghe astinenze, consumato con grandi quantità di alcol e hashish. Le donne sono considerate rappresentazioni delle Shakti, della dea o dee, e quindi assumono importanza fondamentale. Il rituale prevede che un sacerdote prenda parte con una donna nuda, recitando alcune formule. In questo modo  Shiva entrerà nel suo corpo e quella della donna sarà la Shakti e rappresenteranno l’unione tra i due. Il sacerdote non può svolgere tale rituale con sua moglie o donne pure o di elevata casta, meglio se impure e completamente diverse dal sacerdote. Al termine della copula i presenti, uomini e donne, mangiano carne, pesce, vino e cereali finché non si abbandonano ad atti impuri. 

La meditazione sul cadavere, pratica oscura particolarmente Aghori, è una trascendenza, dal sé inferiore al sé supremo. Un rito introspettivo. 

Sebbene gli Aghori siano molto temuti in India, per le loro caratteristiche di stregoni e maghi oscuri in grado di provocare malattia e morte, sono anche famosi per guarigioni, aumento della fertilità dove non riesce la scienza e guarigioni impossibili.

Una via particolare, oscura, estrema e comunque sia sicuramente spirituale. Una spiritualità diversa da come siamo abituati a vederla, ma una strada molto ripida in cui l’aghori è costantemente impegnato a separarsi dall’illusione per vedere la crudezza dell’esistenza, in tutte le sue sfaccettature, non discriminando il puro dall’impuro e abituando la propria mente, proprio come i koan zen, alla morte, pensiero fisso, unica certezza immutabile che gli ricorda la caducità dell’esistenza terrena.

                                                                                                                                                                         om Enrico Paniccia

Aghori, stregoni, sadhu, Preistoria, rituali magici, controllo del respiro, yoga, mantra, Shiva, Vishnu, Surya, Durga, Ganesh, Baba, reincarnazioni, Maghi oscuri, carne umana, koan zen, pensiero fisso, Maya, hashish, negromanzia, negromante, Shakti, Nirvana, Udasin, Shivaiti, akhara, kundala, Dattatreya, Hanuman, pratica

A Monte Sant’Angelo, 3^ Edizione del Festival Michael in onore dell’Arcangelo

CELEBRAZIONI IN ONORE DELL ARCANGELO MICHELE
CON IL 
“FESTIVAL MICHAEL”, ALLA 3^ EDIZIONE VIRTUALE,
dall’8 al 10 Maggio 

Dall’ 8 al 10 maggio sui canali social della Città di Monte Sant’Angelo sarà celebrata la Festa di San Michele, giunta alla sua III^ Edizione” ma, quest’anno, purtroppo solo con “modalità virtuali” causa l’emergenza Covid-19.
Infatti, secondo la tradizione – proprio l’8 maggio 663, alla metà del VII secolo – l’Arcangelo Michele assicurò ai Longobardi la vittoria sui Bizantini a Siponto e, pertanto, gli stessi Longobardi fecero dell’ Arcangelo il loro “Santo Protettore” ed edificarono in suo onore il Santuario sul Monte Gargano, sopra la stessa Grotta dell’Arcangelo.

Arcangelo Michele, Monte Sant'Angelo, Siti Unesco, Festival Michael

Continua a leggere

Il Governo Britannico si dissocia dalla GIDS *

* The Gender Identity Development Service (GIDS)

E’ notizia di qualche settimana fa che il ministro delle donne e delle pari opportunità del Regno Unito, Liz Truss, ha annunciato che il governo intende apportare modifiche alla legge per impedire a coloro che soffrono di disforia di genere di sottoporsi a terapie irreversibili prima che raggiungano i 18 anni.

Si tratta di una storia che parte da lontano, che si svolge tra le mura della Clinica Tavistock & Portman di Londra, dove negli ultimi tre anni 18 medici si sarebbero licenziati per ragioni “di coscienza”. Secondo quanto raccontano i medici dimissionari, il trattamento sperimentale è riservato non solo sui bambini, bensì su bambini molto vulnerabili, che hanno avuto problemi di salute mentale, abusi, traumi familiari.

Premesso che la scelta dell’identità sessuale è un diritto e una libera scelta di ogni essere umano, come può un bambino o un minorenne avere le idee chiare su chi vuole essere per tutta la vita tanto da deciderlo alla sua tenera età?

Continua a leggere

La posizione dell’ UCID
per la “Libertà di Culto” anche in Azienda

“Libertà di culto anche nell’impresa”
la posizione del Comitato Tecnico Scientifico degli Imprenditori Cattolici 

Comunicato del Presidente del CTS dell’UCID, Riccardo Pedrizzi:
“siano consentite le celebrazioni anche nelle aziende con protocolli di sicurezza”

ROMA  – “Apprendiamo a seguito delle ultime comunicazioni ufficiali del Governo italiano che nonostante siano venuti e verranno meno nelle prossime settimane molti dei divieti relativi all’emergenza epidemiologica, la libertà di culto non sia stata ancora pienamente riconosciuta e ripristinata anche nella sua irrinunciabile e costitutiva dimensione pubblica.

Continua a leggere

9 Aprile 2020 …a Roma, 3 Giorni prima di Pasqua
…. oggi Martedì XXI Aprile 2020

ROMA  E’  IN  ATTESA 

una riflessione di ANDREA VIVENTI

Roma è bella questi giorni ed in attesa.  Si prepara silenziosa come non mai alla Pasqua più laica della sua Storia.
Centro geografico, etnico, religioso, politico d’Italia che ha permeato di sé mondo. Eterna Roma, da Saturno a Cristo racchiude l’Universo, la sua Creazione e la sua Salvezza. universale è il suo Imperium, universale la sua Fede, universale il suo Destino. non c’è grandezza o nobiltà, santità e turpitudine, sublime bellezza e immonda volgarità che non abbia conosciuto ….e quante pestilenze e invasioni e saccheggi !

Continua a leggere

Che la Fede ci aiuti !

 Oggi, Domenica 19 Aprile, la Redazione della Consul Press
ripropone  quanto già pubblicato Domenica 12 Aprile,
ricorrendo
in questa giornata la Celebrazione della Pasqua
per tutti i nostri Confratelli e Consorelle di Religione Ortodossa

 

 DA PARTE NOSTRA UN  “GRANDE GRAZIE
AI MEDICI, AL PERSONALE INFERMIERISTICO, AGLI AUSILIARI, AI RICERCATORI,
 AI CAPPELLANI OSPEDALIERI e agli altri SACERDOTI,
A TUTTI COLORO CHE SONO IN PRIMA LINEA ….  

UN REQUIEM PER COLORO CHE CI HANNO LASCIATO 
E SOLIDARIETA’ VERSO LE FAMIGLIE E LE COMUNITA’ COLPITE,

UN AUSPICIO CHE QUESTA PASQUA DI RESURREZIONE
SIA ANCHE L’INIZIO DI RESURREZIONE PER IL NOSTRO PAESE 

La “Benedizione alla Città e al mondo”
un evento di fede e speranza a Monte Sant’Angelo

AUSPICANDO l’INTERVENTO dell’ ARCANGELO MICHELE  

a cura di GIAN PAOLO MENEGHINI

Un evento storico di fede e di speranza si è tenuto in occasione dell’apertura della Settimana Santa nella Città dei due Siti UNESCO, a Monte Sant’Angelo. La “Benedizione alla Città e al mondo” con la spada dell’Arcangelo Michele.

Continua a leggere

L’Associazione “Albero Verde della Vita”
dona mascherine alla Chiesa S. Anna in Vaticano

L’ ASSOC.ne di PROMOZIONE SOCIO-CULTURALE
 “L’ALBERO VERDE DELLA VITA”
DONA MASCHERINE CHIRURGICHE ALLA CHIESA DI SANT’ANNA IN VATICANO

a cura di GIAN PAOLO MENEGHINI

Una bella esperienza di collaborazione realizzata  nei giorni passati dall’Associazione l’Albero Verde della Vita con la Comunità Cinese di Roma.  Infatti l’Associazione, presiedutra da Mariagrazia Mazzaraco, ha ricevuto in dono dalla Comunità Cinese alcune centinaia di mascherine protettive che a sua volta l’Albero Verde della Vita  ha consegnato ai presbiteri della Chiesa Sant’Anna dei Palafrenieri presso lo Stato Città del Vaticano.
Le mascherine chirurgiche sono state quindi distribuite gratuitamente ai parrocchiani, ai fedeli e a quanti ne hanno fatto richiesta.

Continua a leggere

XII Aprile Pasqua MMXX ….
il Messaggio della Real Casa Borbone Due Sicilie

SACRO MILITARE ORDINE COSTANTINIANO DI SAN GIORGIO 
REAL COMMISSIONE per l’ ITALIA 

Madrid, 11 aprile 2020

Ci è pervenuto in Redazione e qui di seguito riportiamo, da parte del 
Capo della Real Casa di Borbone delle Due Sicilie
Il Messaggio per la Santa Pasqua 2020

Continua a leggere

Consacrazione dell’Italia al Cuore Immacolato di Maria
da parte della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala

INVOCAZIONE ALLA VERGINE MARIA
da parte di Alessandro Meluzzi, Primate della Chiesa Ortodossa Italiana  

Così come San Bernardo di Chiaravalle, nell’ultimo canto del Paradiso, invoca la figura della Vergine, come creatura più alta nella gerarchia umana e religiosa e, successivamente, la supplica per far ottenere a Dante la grazia da Dio, anche Alessandro Meluzzi, Primate della Chiesa Ortodossa Italiana, nella sua consacrazione, invoca la Vergine per intercedere con Gesù Cristo, affinché finisca la strage innocente di vite umane dovute al coronavirus.  Quest’ultimo assomiglia a uno dei  sette flagelli o all’apocalisse, descritte nella Bibbia.

Di seguito riportiamo il comunicato della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala, riguardante la Cerimonia svoltasi il 5 Aprile presso il Monastero di Santa Maria Theotokos Madre di Dio, sito in Grottaferrata (Roma) con l’invocazione di Sua Beatitudine Alessandro I.
Al termine vengono riportati i celebri versi danteschi. 

Continua a leggere

La Principale solennità del cristianesimo

Pasqua

Breve storia delle tradizioni

 

 

Dall’Europa alle Americhe, ovvero dalla Colomba pasquale al Coniglio, ecco le diverse tradizioni che caratterizzano una delle feste più celebrate: la Pasqua. La leggenda del dolce a forma di colomba risale ai Longobardi. Parla della venuta di San Colombano e dell’invito ad un sontuoso pranzo, ricevuto dai regnanti Alboino e Teodolinda. Si narra che il santo, invitato al banchetto, avesse benedetto le pietanze di carne prima di mangiarne. Appena terminata la benedizione, le pietanze si trasformano in pane bianco a forma di colomba. Di conseguenza, questa tradizione caratterizza il Nord Italia e in particolare la Lombardia. Infatti, si trova a Milano la prima azienda dolciaria che ha prodotto, nei primi del Secolo scorso, dolci a forma di colomba, e oggi è considerato un prodotto agroalimentare tradizionale italiano. 

La tradizione siciliana deriva infatti da quella lombarda ed è caratterizzata dall’uso del dolce della stessa forma ma l’impasto è a base di pasta di mandorle. Il Coniglio, di tradizione tedesca, sbarca in America con gli immigrati tedeschi ed olandesi che hanno radicato nel nuovo Continente la loro tradizione pasquale. Egli porta un cestino di uova colorate ai bambini che si sono comportati bene. Non risparmia i dispetti, poiché nasconde le uova, scatenando una vera e propria caccia al tesoro! Il Coniglio è un simbolo molto importante nei culti germanici poiché rappresenta la longevità e la fertilità. Un balzo dall’altra parte del mondo e il Coniglio si ritrova anche nell’ Estremo  Oriente, poiché il simpatico animaletto simboleggia gli stessi valori anche nelle tradizioni cinesi. Per i Nativi Americani, gli stessi valori sono invece racchiusi in un altro animale, ovvero la marmotta. Per quanto riguarda l’America del Sud, in Venezuela si segnala un’altra particolare tradizione: nel giorno di Pasqua, si usa bruciare un fantoccio che rappresenta Giuda, per porre fine una volta per tutte al tradimento.

 

 

 

 om   Enrico Paniccia

Pasqua, Cristianesimo, Estremo  Oriente, longevità, Giuda, Coniglio, tradizione siciliana, siciliana, Principale solennità

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu