Marino game-over

—–Messaggio originale—–
Da: fdelillo@regione.lazio.it [mailto:fdelillo@regione.lazio.it]
Inviato: martedì 30 giugno 2015 18:48
Oggetto: Mobilitazione in Campidoglio – 2 luglio ore 16.45

Cari amici, giovedì 2 luglio parteciperemo alla manifestazione indetta da associazioni e comitati di quartiere a cui ha aderito Alfio Marchini, per chiedere, a gran voce, le dimissioni del sindaco Marino.  Ci ritroveremo alle 16.45 dinanzi la Chiesa di S.Marco (Piazza di S. Marco 52) per poi avviarci, insieme a tutti voi, verso il Campidoglio. Roma ha bisogno di serenità, legalità e soprattutto interventi concreti per superare il degrado e la crisi che la nostra città sta vivendo. Per questo è fondamentale la tua presenza alla mobilitazione di giovedì, per chiedere al peggior sindaco della storia di Roma Capitale di far un passo indietro, per il bene di Roma e dei romani.

Un cordiale saluto – Fabio De Lillo

 

Roma Capitale ….una Città in “Eterna Crisi”

“O.N.S.C.I.  &  “RIVA DESTRA …… MARINO: #GAMEOVER

L’ ONSCI – Osservatorio Nazionale per la Sicurezza dei Cittadini Italiani – presieduto da EDOARDO MARIA ANGHINELLI comunica che i dati in corso di analisi sul Comune di Roma e le segnalazioni che pervengono dai cittadini non lasciano spazio ad interpretazioni. Durante l’ultimo semestre c’è stata una netta impennata di crimini e reati commessi a Roma ai danni dei cittadini e dei turisti. I tagli del Governo alle strutture di Polizia non ha certo influito positivamente.

Continua a leggere

Lo vedi… ecco Marino…

 

 

 

 

Alla luce delle ultime dichiarazioni del Sindaco Ignazio Marino riguardo la richiesta a gran voce di sue dimissioni, il primo cittadino ha fermamente risposto ” Resterò fino al 2023…”; motivo e ragione di preoccupazione per i suoi detrattori e quanti ( già, quanti ? ) non hanno in simpatia l’operato della sua amministrazione.

Sui social network le battute e le vignette in merito alle sue affermazioni si sono sprecate, addirittura c’è stato chi è arrivato a definire il primo cittadino un Highlander ( ricordate il famoso film vero? ), ma c’è anche chi come Fratelli d’Italia- AN vuole correre ai ripari promuovendo per la giornata di Giovedì 25 Giugno in Campidoglio un’assemblea che si terrà nella famosa Piazza dalle ore 17 per chiedere fermamente le dimissioni della Giunta Capitolina e del Sindaco prima che Roma Capitale sia commissariata per Mafia dopo i recenti mis- fatti del “mondo di mezzo“.

Nel frattempo il clima si fa rovente ( del resto siamo appena entrati in Estate ) e dalla festa dell’Unità Marino lancia i suoi duri attacchi alla destra romana e a chi “denigrerebbe” il suo lavoro accendendo gli animi degli interessati, in primis il suo predecessore Gianni Alemanno a cui fa eco Giorgia Meloni, non ci credete? Date un’occhiata qui: https://roma.corriere.it/notizie/politica/15_giugno_21/marino-destra-torni-fogne-non-faccio-passi-indietro-8797eb7a-184e-11e5-b9f9-a25699cf5023.shtml

 

tra benedizioni e trasgressioni

A ROMA sabato 13 giugno, un cialtroncello catto-comunista – già esercitante in anni precedenti l’attività di medico-chirurgo, ritornato in Italia dopo una parentesi negli U.S.A. ed ora impegnato politicamente a tempo pieno – ritenendosi il legittimo rappresentante della Città Eterna, ha partecipato al Gay Pride – in prima fila – in tale “evento”, ogni anno sempre più sguaiatamente ripetitivo e rivendicativo di uno strano “orgoglio di casta”.  Accanto al Primo Cittadino (…“Primo”, ma non si sa di che) quasi tutta la Giunta Consiliare (ad eccezione di qualche Assessore – “assente giustificato”!), nonché le rappresentanze dei vari Municipi, a sfilare in un corteo multi-colorato, abbastanza starnazzante, nonché discintamente svestito.

Continua a leggere

Ombre sulla Cooperativa “Deposito Locomotive San Lorenzo”

Per 90 soci romani sia allontana il sogno di una casa e quello di riavere i soldi versati

Il 16 dicembre del 2012, il presidente Santino Dei Giudici riceveva l’ambito premio “Maestro dell’Economia” per la capacità, l’impegno e la longevità dimostrate alla guida della cooperativa Deposito Locomotive San Lorenzo. In quell’occasione, nel raccontare la storia della cooperativa, lo stesso presidente sottolineava i risultati ottenuti a partire dal 1964 (data di fondazione) fino a quel momento. Un viaggio che, come dichiarava il presidente, «non si è mai interrotto, puntando diritto ad uno scopo: rispettare gli impegni presi con i soci e consegnare loro un’abitazione.»
Questo fino al 2014, anno in cui inizia forse a vacillare la stabilità tanto elogiata qualche anno prima dal premiato Dei Giudici. Sembra non esser servito a nulla neanche il salvataggio che l’allora presidente della cooperativa “29 Giugno”, Buzzi (ora coinvolto nello scandalo Mafia Capitale), presentava nel corso della sua relazione annuale come «grande altro risultato» raggiunto in piena collaborazione con Legacoop: «il salvataggio, cioè, della cooperativa Deposito Locomotive San Lorenzo, storica cooperativa edilizia aderente a Legacoop, dalla quale abbiamo acquistato – diceva Buzzi ai presenti – 14 appartamenti in zona Case Rosse nel Municipio IV da destinare alle nostre attività assistenziali.»
Nel corso dei quattro anni precedenti all’intervento attuato a favore della Cooperativa, quando, cioè, le cose sembravano andar bene, 90 soci versarono circa 50mila euro, che per molti rappresentavano i risparmi di una vita, nella speranza di poter godere di una casa di proprietà.
Ed è proprio la speranza, l’unica cosa ad esser rimasta ai soci nel 2015. I 14 malcapitati, infatti, si sono trovati, a loro insaputa, senza soldi e senza casa, ed invece di ricevere aggiornamenti sullo stato dei lavori, sono venuti a conoscenza che la cooperativa alla quale appartenevano e nella quale avevano investito i propri risparmi, era stata messa in liquidazione. Azione di liquidazione coatta amministrativa, decretata dal Ministero dello Sviluppo economico e riportata in Gazzetta Ufficiale (n. 73 del 28 marzo 2015), dove viene riscontrata (da analisi della visura camerale aggiornata) una massa debitoria di € 23.638.721,00 ed un patrimonio netto negativo di € -135.906,00.
Ciò che più colpisce, sta nelle righe successive, dove si legge che viene decretata la liquidazione anche in considerazione dell’assolvimento dell’obbligo «di cui all’art. 7 della legge 7 agosto 1990, n. 241, dando (cioè) comunicazione dell’avvio del procedimento a tutti i soggetti interessati e (posto) che il legale rappresentante della società ha comunicato formalmente di non avere alcuna controdeduzione da produrre».
Strano, solo che ad esser ignari di tutto questo fossero proprio i diretti interessati che – ad oggi – non hanno ancora avuto spiegazioni, così come i loro “compagni” di disavventura che, alla stessa Cooperativa, avevano versato una cifra pari a 1milione e 500mila euro per l’acquisto di un appartamento posto su tre piani. Solo alcuni soci della cooperativa Deposito San Lorenzo ricevettero, a luglio del 2014, una raccomandata, l’unica nella storia della Coop, per una riunione straordinaria (anche questa unica nella storia della cooperativa), nella quale si informavano in presenti dei problemi economici della Deposito San Lorenzo, le cui casse risultavano completamente vuote. In quell’occasione i soci vennero tranquillizzati – come dichiara la dr.ssa Laura Tafaro, una delle vittime di questa vicenda. «A luglio – precisa la Tafaro ci informarono della situazione e ci proposero la liquidazione volontaria, prospettataci come soluzione indolore per noi soci, che ci avrebbe permesso di scegliere direttamente il soggetto liquidatore e ricevere indietro tutti i soldi». E mentre gli interessati erano in attesa di novità, avveniva il peggio e cioè la decisione della liquidazione coatta.
«Ci sentiamo presi in giro – afferma amareggiata la Tafaro e soprattutto abbandonati. Come è possibile che nessuno si interessi a tante famiglie che stanno rischiando di perdere i propri soldi e di non avere più casa? Purtroppo nessuno, a livello istituzionale, se ne sta occupando: dal Sindaco al presidente della Regione, sembra che la cosa non tocchi affatto! Per non parlare dei vari presidenti della Legacoop che si sono fin’ora succeduti.»
In questa articolata e oscura vicenda, ci si aspetterebbe che almeno il presidente della Lega delle Cooperative, Mauro Lusetti, scendesse in campo a favore dei soci di una delle sue affiliate (si ricorda che la cooperativa Deposito San Lorenzo fa parte della Legacoop), che invece continuano a non avere risposte.
I malcapitati cittadini, preoccupati ma allo stesso tempo decisi a proseguire, chiedono solo, anche tramite il web (www.truffatidallacooperativa.it), che si faccia chiarezza sul caso, che si affronti seriamente il problema, si restituiscano i soldi ai legittimi proprietari e si individuino i responsabili di quella che sta sempre più assumendo la forma di azione premeditata e organizzata a tavolino a favore di pochi.
Non chiedono molto, i soci della ormai “ex” Cooperativa Deposito Locomotive San Lorenzo, che stanno vivendo da mesi con la paura di aver perso tutto e di esser rimasti solo con l’amaro sogno di una casa di proprietà.

Roberta Spinelli

Expo dell’Oriente

Expo d’Oriente presenterà per la prima volta in Italia la 1° Fiera Internazionale della Cultura Orientale e sarà presentato con un tour di eventi  nelle più importanti città d’Italia per arrivare il 5 il 6 e il 7 giugno nella straordinaria cornice del Laghetto dell’Eur di Roma, in un’ area complessiva di 112.510 mq. Sarà il più grande evento culturale mai visto prima con  aree espositive, spettacoli, convegni, sport musica danza, degustazioni, concorsi e campionati internazionali di arti marziali e mostre fotografiche.

La città di Roma ancora una volta sarà la vetrina internazionale in cui i paesi  dell’oriente mostreranno le loro tradizioni e i loro progressi.

Continua a leggere

17 e 18 giugno a Roma: Festa Nazionale Argentina

100 anni della Chiesa Argentina

 18 giugno 1015-2015

Programma

 Presentazione del libro UN PAPA PER AMICO. Con Francesco alla riscoperta del prossimo”. Autore: Andrea Grieco

 Mercoledì 17 Giugno

Partecipazione all’Udienza Generale con il Santo Padre

 Giovedì 18 Giugno

Ore 19:00 Messa di Ringraziamento

Momento in comune

 

Click su >  Foglietto- programma

Eccellenze in corsia. Si parte dall’Ospedale S.Andrea con il prof. Falaschi

Anche in Italia la “buona sanità” è un dato di fatto e non un sogno irrealizzabile. La difficoltà sta nel rintracciare i casi di eccellenza e far emergere il lavoro di professionisti del settore che quotidianamente offrono un servizio qualificato pur mantenendo stipendi che sono tra i più bassi d’Europa.
Il nostro percorso inizia dal reparto di Geriatria dell’Ospedale S.Andrea (RM) in uno dei reparti che viene ancora sottovalutato. La cura dell’anziano intesa come assistenza socio-sanitaria, è un punto fermo del reparto romano dove, sotto la responsabilità del prof. Paolo Falaschi, si stanno mettendo in atto sistemi virtuosi che stanno già incidendo positivamente sul sistema socio-sanitario della Regione Lazio, molto penalizzata per via del commissariamento.

Intervista di R.Spinelli e G.Pipi

 

Romani ostaggio dei Rom

per un centinaio di persone, praticamente Roma bloccata… neanche a piedi, blocco totale di piazza Venezia, un muro in  via del corso …chiusi tutti gli accessi per il Senato, Parlamento, Palazzo Chigi, Quirinale  e dalla Stazione Termini… praticamente tutti zingari, come ben si vede dalle foto… in prima fila uno sbarramento di donne con neonati e bambine nei passeggini… (Inviato dal mio telefono Huawei  – A.D.)

Continua a leggere

La notte dei musei, Roma rimane sveglia

NOTTE DEI MUSEI 2015

Sabato 16 maggio Musei Civici aperti dalle 20 alle 24

con ingresso a 1 euro o completamente gratuito nei piccoli musei

 

Marinelli: Sotto le stelle in compagnia della cultura. Un’ iniziativa attesa da romani e turisti.

 “Roma aderisce alla Notte dei Musei 2015 – lo dichiara Giovanna Marinelli, Assessore alla Cultura e al Turismo di Roma – Sarà una serata sotto le stelle in compagnia della cultura per scoprire, e per molti riscoprire, i nostri Musei Civici e le sue mostre, in un orario straordinario, dalle ore 20 alle ore 24 con un contributo simbolico di 1 euro. Un appuntamento sempre tanto atteso da romani e turisti che fa brillare in una notte la città di arte. Oltre ai Musei della capitale aperti anche Palazzo delle Esposizioni e Scuderie del Quirinale, così      come tanti altri gioielli di Roma”.

 L’iniziativa – promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali – Dipartimento Cultura, dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Turismo, e dalla Camera di Commercio di Roma, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura – consentirà di visitare straordinariamente i Musei Civici in orario serale, con le mostre temporanee e permanenti ospitate, pagando un biglietto simbolico di 1 euro per l’ingresso (fino alle 23) a MUSEI CAPITOLINI, CENTRALE MONTEMARTINI, GALLERIA D’ARTE MODERNA DI ROMA, MACRO, MACRO Testaccio, MERCATI DI TRAIANO, MUSEI DI VILLA TORLONIA, MUSEO DELL’ARA PACIS, MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE, MUSEO DI ROMA PALAZZO BRASCHI, MUSEO CIVICO DI ZOOLOGIA, LA PELANDA.

L’accesso sarà invece totalmente gratuito, come di consueto, presso i piccoli musei: MUSEO DI SCULTURA ANTICA GIOVANNI BARRACCO, MUSEO DELLE MURA, MUSEO CARLO BILOTTI, MUSEO PIETRO CANONICA, MUSEO NAPOLEONICO, MUSEO DELLA REPUBBLICA ROMANA E DELLA MEMORIA GARIBALDINA, e, previa prenotazione allo 060608, presso il MUSEO DI CASAL DE’ PAZZI.

 Aperti anche Scuderie del Quirinale e Palazzo delle Esposizioni con le rispettive mostre. Scuderie con “Matisse. Arabesque” e Palexpo con “Numeri, tutto quello che conta da zero a infinito”, e “David La Chapelle. Dopo il diluvio”.

 Sempre con biglietto a 1 euro, sarà possibile visitare le Domus Romane di Palazzo Valentini, un percorso nel sottosuolo del Palazzo tra i resti di domus patrizie di età imperiale (ore 20.00, 21.00 e 22.00 – prenotazione obbligatoria allo 06 32810).notte dei musei

 Aderiscono alla Notte dei Musei 2015 anche il CHIOSTRO DEL BRAMANTE, dove sarà possibile visitare la mostra Chagall. Love And Life (biglietto a € 5), e l’ACCADEMIA DI FRANCIA A ROMA -VILLA MEDICI con la mostra di Jean-Luc Moulène. Il était une fois (biglietto 1 €).

La SAPIENZA UNIVERSITÀ DI ROMA aderisce alla Notte dei Musei con l’apertura straordinaria del suo polo museale e una serie di iniziative e attività ad ingresso gratuito riservate anche ai visitatori più piccoli. Il programma prevede mostre, spettacoli e visite guidate condotte da studiosi ed esperti nelle varie discipline.

 www.museiincomuneroma.it

 I MUSEI CIVICI

Porte aperte dunque ai Musei Capitolini, il museo pubblico più antico del mondo, le cui collezioni hanno uno stretto legame con la città di Roma, da cui proviene la maggior parte delle opere. In corso la mostra L’Età dell’Angoscia, quarto appuntamento del ciclo “I Giorni di Roma”, che illustra i grandi cambiamenti dell’età compresa tra i regni di Commodo (180-192 d.C.) e quello di Diocleziano (284-305 d.C.).

Il Museo di Roma in Palazzo Braschi custodisce un patrimonio di dipinti, sculture, stampe, fotografie e abiti attraverso i quali si snoda la storia di Roma e le sue trasformazioni tra il XVII e il XIX secolo. Qui sono in corso le mostre Feste barocche “per inciso” – selezione di cinquanta incisioni sulla festa a Roma nelle stampe del Seicento – e Gioacchino Ersoch (1815 – 1902) per celebrare il bicentenario della nascita dell’architetto che, con una lunga ed eclettica attività professionale, rispose creativamente alle esigenze di una città in evoluzione.

Il Museo Napoleonico, con la sua ricchissima varietà di materiali offre un viaggio nell’epoca napoleonica e un incontro ravvicinato con i personaggi e le vicende storiche della famiglia Bonaparte. Insieme alla mostra I Valadier. L’album di disegni del Museo Napoleonico, ottanta disegni tratti dall’Album insieme al fondo di disegni della bottega dei Valadier, più esiguo ma non meno importante, appartenente al Museo di Roma.

Uno sguardo al ricco panorama della cultura artistica a Roma sullo scorcio dell’Ottocento e lungo la prima metà del Novecento alla Galleria d’Arte Moderna di via Francesco Crispi, dove si può anche visitare la mostra Artisti dell’Ottocento: Temi e Riscoperte, con opere di estremo interesse, in parte mai esposte e sconosciute al pubblico. Nell’ambito della mostra, è previsto, inoltre, un “focus” di due sale con una selezione di opere – di scultura e grafica – del napoletano Vincenzo Gemito.

 Imperdibile il Museo dell’Ara Pacis, uno degli esempi più alti dell’arte classica i cui spazi, progettati dallo studio dell’architetto statunitense Richard Meier, sono modulati sul contrasto luce e penombra. In corso la mostra documentaria Esposizione Universale Roma. Una città nuova dal fascismo agli anni ’60, sulla progettazione e realizzazione del quartiere EUR.

Molte le mostre che offre MACRO, il museo dedicato all’arte contemporanea. Nella sede di via Nizza si possono ammirare, durante la Notte dei Musei, le mostre 100Scialoja. Azione e Pensiero, Nakis Panayotidis. Guardando l’invisibile, I Belgi. Barbari e poeti. Presso i padiglioni del MACRO Testaccio sono in corso le mostre Giuseppe Ducrot scultore e Eugene Lemay – Dimensions of dialogue, mentre a La Pelanda sarà possibile visitare la mostra Sergio Staino. Satira e sogni.

Sempre vivace il programma culturale del Museo di Roma in Trastevere, la cui collezione permanente mostra gli aspetti salienti della vita popolare romana dalla fine del Settecento alla seconda metà del Novecento, filtrata attraverso i gusti e i convincimenti degli artisti e dei folkloristi che l’hanno rappresentata. In particolare la collezione comprende una raccolta di dipinti, stampe, disegni e acquerelli, tra cui la famosa serie Roma pittoresca di Ettore Roesler Franz. In corso la mostra L’urlo indifferente. Fotografie di Stefano Cioffi, un progetto fotografico che ripercorre, 100 anni dopo, i luoghi raccontati dal diario di guerra dell’ufficiale alpino Giovanni Battista De Gasperi. Come sono straordinarie le foto esposte per l’annuale appuntamento con il World Press Photo una galleria di immagini sensazionali, ma anche documento storico che permette di rivivere gli eventi cruciali del nostro tempo.

 Nel pieno della città, ma immersi nel verde nella suggestione notturna, i Musei di Villa Torlonia, un luogo pieno di storia con angoli di grande fascino come l’ottocentesco Casino Nobile con il suo Museo della Villa e la collezione di opere della Scuola Romana, il Casino dei Principi, sede di mostre e dell’Archivio della Scuola Romana, la Casina delle Civette dove poter ammirare l’esposizione Il Guardino delle Muse danzanti: le dannunziane vasi-ritratto di Maria Cristina Crespo, pezzi unici modellati e dipinti in ceramica a più cotture, che danno vita ad una singolare installazione.

 Ancora un tuffo nel verde con il Museo Pietro Canonica nel cuore di Villa Borghese, un tempo abitazione-studio dello scultore di fama internazionale. Sempre all’interno della Villa è possibile visitare il Museo Carlo Bilotti dove sono in corso le mostre Linee di confine/Boundary Lines – La natura, il corpo, le città/Nature, the body, the cities e Chiara Dynys. Pane Al Mondo oppure il Museo Civico di Zoologia con i suoi 5 milioni di esemplari conservati dalle conchiglie di molluschi di pochi millimetri alla balenottera di sedici metri.

E i Musei Civici che al momento non ospitano mostre, sono sempre una meta imperdibile nella Notte dei Musei. Come la Centrale Montemartini, splendido esempio di riconversione in sede museale di un edificio di archeologia industriale, dove si svolgerà il concerto del compositore veneziano Gigi Masin, pioniere del genere ambient di musica elettronica.

Aperti anche i Mercati di Traiano, primo museo di architettura antica, un complesso archeologico dalle caratteristiche assolutamente uniche a Roma e nel mondo. O il Museo di Scultura Antica Giovanni Barracco con la sua prestigiosa collezione di sculture antiche donata al Comune nel 1904 da Giovanni Barracco e ritenuta una delle più belle raccolte museali del panorama italiano. Spostandosi dal centro verso la Porta San Sebastiano, il Museo delle Mura ripercorre la storia delle fortificazioni della città: quelle di età regia e repubblicana e quelle di Aureliano. Un viaggio nella Repubblica Romana con il Museo della Repubblica Romana e della Memoria Garibaldina, per rievocare storie e personaggi grazie a un ricco percorso espositivo con opere d’arte, materiale didattico e multimediale.

Durante la Notte dei Musei tutti potranno partecipare ad un contest su Instagram utilizzando l’hashtag #NDMroma15.

I tre autori delle foto più belle, scelte dalla nostra community e dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo di Roma, avranno la possibilità essere protagonisti di un viaggio nella storia dei Fori Imperiali, vincendo due biglietti ciascuno a scelta tra “Foro di Augusto” e “Foro di Cesare”.

AltaRoma si sblocca

Svolta nel cda di Alta Roma. Si blocca l’impasse: Massimo Tabacchiera rimane fuori e finalmente il nuovo board può vedere la luce. Rispetto ai nomi che circolavano già dal mese di marzo per il nuovo cda di AltaRoma, ci sono due «new entry»: Fabiana Balestra e Sabrina Florio, imprenditrice impegnata in Unindustria, presidente dell’associazione no profit Anima, per il sociale nei valori di impresa.

Continua a leggere

In Campidoglio “giochi di strada”

Giovedi 16 Aprile p.v., dalle 17:00 alle 19:00, si terrà in Campidoglio presso la Sala del Carroccio,    la presentazione del libro “Giochi di Strada” di Dora CIRULLI (UniversItalia Editrice), impegnata da anni nel progetto “Paese che vai, gioco che trovi”.downloadGIOCHI DI STRADA 2

La manifestazione, patrocinata da ROMA – Assessorato Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione, dal CONI – Comitato Regionale Lazio, dall’I.U.S.M. (Istituto Universitario di Scienze Motorie), dall’Università degli Studi di Roma Tor Vergata  e dall’A.N.P.C.I. (Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani) è organizzata dalla Federazione Italiana Giochi e Sport Tradizionali e dallo Studio Scopelliti-Ugolini.

I saluti iniziali saranno affidati a Luca GIANSANTI, Consigliere di Roma Capitale;  a Svetlana CELLI, Presidente X C.C.P. – Personale, Statuto e Sport; a Paolo MASINI, Assessore Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione; e ad Umberto SOLDATELLI, Vice Presidente Coni Lazio; a seguire gli interventi dei relatori Angelo SANDRI, Direttore de “Il Popolo” e di Alessandro CIAFREI, Presidente Oratori Romani. Non mancheranno anche altri interventi, che, seppur brevi, evidenzieranno l’importanza del prezioso progetto portato avanti dall’autrice del libro, tra questi: Lucia MIGLIACCIO, Segretario Generale dell’Associazione “Prima”; Nada VALLONE, Segretaria Generale Federazione Tamburello; Mioara DONEEx Atleta Nazionale Romania – Under 17 e allenatrice di basket, che parlerà di come i Giochi di Strada siano propedeutici alla preparazione fisica degli atleti; Arturo MANERA, Vice Presidente A.N.P.C.I. (Associazione Nazionale Piccoli Comuni Italiani); Ivo PULCINIDirettore Sanitario S.S. LAZIO Calcio; Carla MAZZUCA POGGIOLINI, Presidente Club Unesco; Stefano ZOANIOpera Divin Redentore; Barbara CIMIRRO, Psicoterapeuta; Roberto ROSSIConsigliere Ordine dei Giornalisti di Roma; Carla MIRCOLI, Istruttore Federazione Scacchistica Italiana; Andrea TASCIOTTI, Responsabile Regionale Lazio M.E.D.A. (Movimento Europeo Diversamente Abili) che parlerà di come i Giochi di Strada migliorino la condizione di vita dei bambini diversamente abili.

Moderatore sarà il Professore Valerio ROCCHI

La Pista di Pietro

Un nuovo progetto nel nome del grande Pietro Mennea. Roma Capitale (Assessorato allo Sport), Acea e GoGreen onlus hanno recentemente presentato“La pista di Pietro” un progetto esosport che si propone di realizzare nuove piste utilizzando come materiale da costruzione la gomma delle scarpe da ginnastica esauste, le sneakers dismesse, opportunamente ridotte a impasto. Se ne ottiene un’ottima pavimentazione, elastica e anti-caduta. E non solo piste si faranno in questo modo, anche le superfici per le aree giochi nei parchi.PISTA DI PIETRO MENNEA
Una delle prime ad aderire all’iniziativa è stata proprio Manuela Olivieri Mennea, moglie dell’indimenticabile “Freccia del Sud”, che ha donato un paio di scarpe da corsa del marito. E così ogni “pista di Pietro”, ogni area giochi che si farà, avrà idealmente nel cuore della sua materia un frammento delle scarpe dell’azzurro olimpionico e primatista mondiale dei 200 metri. Si comincerà con l’istituire in cento scuole romane la raccolta permanente delle scarpe sportive, diffondendo tra l’altro la cultura del riciclo tra gli studenti e abbattendo l’impatto ambientale dei materiali che altrimenti finirebbero nei cassonetti.
I raccoglitori arriveranno nelle scuole da aprile. La gomma così ottenuta sarà dal Campidoglio messa a disposizione per realizzare piste e aree giochi a cura di enti, associazioni e cittadini. Intanto chi vuole – in particolare gruppi sportivi, impianti, scuole – può partecipare alla raccolta, magari per poi realizzare con la gomma delle scarpe una propria pista o una propria area giochi; o per ristrutturare superfici esistenti. Basta scrivere alapistadipietro@comune.roma.it o a ilgiardinodibetty@comune.roma.it. Per l’estate appositi box di raccolta saranno presenti anche negli stabilimenti balneari del litorale romano, dove sarà possibile conferire calzature e infradito estive usate.
Adelfia Franchi

20 e 21 aprile a Roma: Roma Summus Amor

Lunedi’ 20 aprile

ore 18,00 presso l’Associazione dei Veneti a Roma, Via Ulisse Aldovrandi,16

– Saluto del Presidente dell’Associazione dei Veneti a Roma dr.ssa Marialuisa Piva

– I Veneti e Roma :dr. Luigi Pellini

– Note su Ercole Italico e Venetico : prof.Renato del Ponte

– L’eredita’ politica di Ottaviano Augusto all’uomo d’oggi : prof. Franco Tamassia.

Continua a leggere

Roma fa schifo!!! No, perché?!

La  “CITTA’  ETERNA”  raccontata tra disagio sociale, corruzione, micro e macro criminalità più o meno organizzata, problemi economici e strutturali per farla breve …Roma fa schifo, cose da Pazzi. _________________________Cristian ARNI  

Non è un’invettiva o una boutade, bensì il titolo di un libro che mi sono ritrovato tra le mani a firma di Enrico Pazzi, un giornalista free lance che, lasciata l’Italia per l’Inghilterra, segue con la giusta distanza le vicende di casa nostra.

Continua a leggere

Roma: la giunta fa la guerra alle auto

Roma come Milano, è guerra alle auto e nell’anello ferroviario si entrerà con i bonus o pagando, i varchi saranno installati entro il 30 giugno. Questa è la misura più drastica contenuta nel Piano del traffico, presentato da Guido Improta. Si vuole cambiare la mobilità dei romani e l’obiettivo è abbattere il monte ore trascorso in auto.

Continua a leggere

Personale scolastico, ostaggi della Giunta Marino

Le scelte di questa Amministrazione creano un divario sempre più profondo. Decine di messaggi giungono alla redazione di SenzaBarcode dagli ostaggi della Giunta Marino

Alle 8 è Lidia la prima a scrivermi “Ciao, siamo ostaggi della Giunta Marinoin un nido, a non fare niente”. La situazione è drammatica ma cerchiamo di comprenderla nel dettaglio, io stessa che la conosco la situazione di quanto fosse complessa e preoccupante. Continua Lidia “Siamo ostaggi della Giunta Marino perché costrette da un regolamento non firmato dai sindacati,  applicato bypassando una delibera a rimanere al freddo tra le mura di un nido vuoto e senza Roma Multiservizi”

Dello stesso tenore anche i messaggi delle altre ragazze, “mi sento maltrattata, questo è mobbing”, ed in effetti questa volta sembra proprio chel’Amministrazione abbia forzato la mano, gli ordini di servizio del periodo festivo sono stati richiesti dal personale nei giorni scorsi ma solo ieri è arrivata la comunicazione.

https://www.senzabarcode.it/2015/04/personale-scolastico-ostaggi-della-giunta-marino/

 

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu