Medicina legale

COMUNICATO STAMPA SINDACATO ITALIANO SPECIALISTI IN MEDICINA LEGALE E DELLE ASSICURAZIONI

 

 ucp-7

SISMLA E COMLAS  in audizione al Senato: serve Riformare l’art. 5 comma 2° della Legge 300/1970 per  incidere sulla spesa per le visite di controllo e rendere più incisiva la lotta all’assenteismo.

Continua a leggere

In arrivo la nuova squadra “Governo Renzi”

Nasce il governo Renzi… “ i giornalisti possono correre casa a vedere San Remo”

Esecutivo giovane, composto per metà da donne. In tutto 16 ministri.

Poco prima delle 16,30 di sabato 21 febbraio Matteo Renzi è uscito dalla sede del Partito Democratico per recarsi al Quirinale dove è arrivato dopo pochi minuti per sciogliere la riserva e presentare al Capo dello Stato la lista dei ministri. Un colloquio durato oltre due ore e mezza nel corso del quale è continuato il totoministri.

Continua a leggere

Lavorare per la riforma del Titolo V

Lavoriamo insieme per la riforma del Titolo V

La riforma del Titolo V della Costituzione del 2001 – con la delega alle Regioni della gestione della Sanità – ha generato una frammentazione di competenze e centri decisionali che dimostrato debolezza, soprattutto a causa delle difficoltà di governare dal centro un sistema troppo complesso, in cui l’assenza di contrappesi alla frammentazione del sistema sanitario ha generato bacini di inefficienza e forti divari tra le diverse aree del Paese.

Continua a leggere

Il pizzo si paga allo stato

Un verbale di 2000 euro per irregolarità riscontrate dall’ispettorato del lavoro per aver trovato nel negozio, a lavorare, la moglie senza alcun contratto.
Una cifra esagerata in tempo di crisi, da pagare entro mezzogiorno, ed a cui sarebbe seguito un ulteriore verbale di 9000 euro.

Continua a leggere

Pericolo per gli investitori italiani

Investitori italiani vulnerabili verso il basso

L’arcinota resistenza a 20585 punti, il vistoso ipercomprato, ma prima di tutto le prescrizioni del modello previsionale presentato a gennaio in sede di 2014 Yearly Outlook; stanno contenendo l’avanzata fino ad ora trionfale della borsa italiana. E lo fanno in un contesto di sentiment piuttosto esuberante: il Greed Index svetta a tripla cifra, mentre le paure degli investitori sono un sentimento del passato.

Continua a leggere

Migliorare la sanità nel lazio

Nonostante i periodici annunci della Regione Lazio sulle azioni intraprese per migliorare la Sanità, permangono le difficoltà quotidiane che medici e infermieri si trovano ad affrontare per arginare le carenze strutturali e organizzative di tutto il sistema sanitario laziale. Lo sostiene con convinzione la responsabile nazionale del 118 e Pronto Soccorso del Sindacato Medici Italiani (SMI), Francesca Perri .

Continua a leggere

Fashion Pills: Knot by Bottega Veneta

The Knot: A Retrospective” è la mostra itinerante di Bottega Veneta con la quale la maison celebra una delle sue borse più note. L’esposizione inaugurata, nel 2008, a Milano, in occasione del trentesimo anniversario della borsa, continua a viaggiare nelle principali boutique in tutto il mondo.

Continua a leggere

Milan Fashion Week

Si è appena conclusa la London Fashion Week e tutto il baraccone, domani, approda a Milano. Invasione di modelle (e qualche modello), giornalisti, fotografi, buyers, stylist e gli immancabili fashion blogger. Qualche anno fa scoppiò una vera e propria diatriba tra blogger e giornalisti, questi ultimi infatti rivendicavano il loro ruolo e soprattutto la loro posizione rispetto ai primi accusati di non avere nessuna formazione e/o base alle spalle.

Continua a leggere

Le fatiche di Napolitano e tiro alla fune Renzi-Letta

PD: Va di moda il tiro alla fune

Chi si rompe la schiena in questo gioco di forza, come al solito sono i cittadini di questo paese che si chiama: Italia.

Ricordi di storia; il 25 luglio 1943 era stata indetta una riunione del Gran Consiglio (organo costituente direttivo del partito nazionale fascista) i membri del Gran Consiglio erano i massimi esponenti del regime. Con un ordine del giorno, presentato da Dino Grandi, Mussolini fu sfiduciato. A distanza di 71 anni, la storia si ripete: il PD, con Matteo Renzi, butta giù dalla torre Enrico Letta.

Continua a leggere

Roma, capitale del disagio

ROMA CAPITALE DEL DISAGIO

Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio

Presso la Sala Benedetto XIII in Trastevere la Comunità di Sant’Egidio ha presentato il terzo “Rapporto sulla povertà a Roma e nel Lazio”, un volume esaustivo sulle condizioni di una popolazione che, per numero di abitanti e problematiche sociali, bene rappresenta le negatività e le contraddizioni di tutto il Paese.

Continua a leggere

“Gli approdi di De Libero” alla GAM

Domenica 23 febbraio, alle ore 11, presso la Galleria d’Arte Moderna (via Francesco Crispi) sarà proiettato il documentario Gli approdi di De Libero di Silvana Palumbieri, prodotto da Rai Teche in occasione della mostra Libero De Libero e gli artisti della Cometa, che sarà ospitata alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale fino al 27 aprile 2014.

Voce agli operatori sanitari

Lazio. Per risolvere i problemi, più voce ai sindacati

11 FEB – Gentile direttore,
negli ultimi tempi stiamo assistendo ad un susseguirsi di annunci relativi al comparto sanitario da parte della Regione Lazio; ad esempio: lo stanziamento di fondi per le prime 3 Case della Salute e per la proroga di un anno per circa 125 operatori di un Centro di salute mentale. E ancora: la nomina dei Direttori Generali secondo criteri di trasparenza, la comunicazione di direttive ad hoc per gli ospedali, nell’intento di gestire e arginare il sovraffollamento dei pazienti. Il mandato di 40 sentinelle, che monitoreranno la legalità in ogni Asl e, infine, l’organizzazione di Tavoli tecnici per l’istituzione delle Case della Salute, come risposta al bisogno di salute del territorio. Tutte iniziative di cui attendiamo sviluppi concreti.

Continua a leggere

Medicina convenzionale-Regioni-Sanità

Comitato di Settore Regioni-Sanità: via libera all’Atto di indirizzo

per la medicina convenzionata

Montaldo: Un contesto rinnovato che consentirà di incontrare il mondo della medicina generale , della pediatria e della specialistica su un terreno innovativo per accrescere la capacità di risposta sanitaria del territorio

Roma, 13 febbraio ’14 (comunicato stampa) Il Comitato di Settore Regioni-Sanità ha definito l’Atto di indirizzo per la medicina convenzionata.

Si tratta – ha spiegato Claudio Montaldo (Vicepresidente della Liguria e Presidente del Comitato di Settore Regioni-Sanità) – di un atto che affronta in modo complessivo la convenzione e non si limita solo ad attuare quanto previsto dal decreto Balduzzi”.

Continua a leggere

Tutti a teatro

Teatro de’ Servi

18 febbraio | 9 marzo 2014

Pragma srl presenta

Giorgia Trasselli e Antonio Conte 

in

IL TEMPO DELLE MELE…COTTE

 di Gianni Clementi regia Vanessa Gasbarri scene Katia Titolo costumi sartoria Faraniluci Giuseppe Filipponio musiche Raffaella Gagliano aiuto regia Alessandro Salvatori elettricista Fabrizio Mazzonetto foto Francesco Marinografica Elisa Abbadessa

ufficio stampa Andrea Cova        

Continua a leggere

Governo con un maestro Zen

Il   governo  ha fatto “molto” nella situazione in cui è stato chiamato a operare. Lo ha detto il presidente del Consiglio Enrico Letta, durante una conferenza stampa a palazzo Chigi: “Sono orgoglioso perché abbiamo realizzato molto per le condizioni date, e sono rammaricato perché quelle condizioni non ci hanno consentito di fare tutto quello che abbiamo voluto”.

Continua a leggere

Pronti allo sciopero i medici di famiglia

Medici di famiglia pronti allo sciopero

Gli Accordi Collettivi Nazionali dovevano essere siglati entro l’11 maggio 2013. Invece, denuncia il sindacato, “non solo la Conferenza delle Regioni non si è attivata per adempiere all’obbligo, ma a tutt’oggi il Comitato di Settore non ha ancora approvato l’atto di indirizzo necessario all’avvio delle trattative. Un’inerzia che non trova alcuna giustificazione.

Continua a leggere

ARGENTINA…

 

Ambasciata Argentina in Italia

 

 COMUNICATO STAMPA

Abuelas de Plaza de Mayo

E’ stata ritrovata la nipote 110

 

Le Abuelas de Plaza de Mayo abbiamo la grande gioia di rendere noto che abbiamo trovato la figlia di Oscar Rómulo Gutiérrez e di Liliana Isabel Acuña, scomparsa il 26 agosto 1976. Liliana era al 5 mese di gravidanza.

Il 31 ottobre 2013 una giovane si è avvicinata alla Sede di Abuelas con il dubbio sulla propria identità ed è stata ricevuta dall’equipe di Presentazione Spontanea della nostra Istituzione.

Davanti ai forti indizi che poteva trattarsi di una figlia di desaparecidos, è stata immediatamente indirizzata alla Commissione Nazionale per il Diritto all’Identità –CONADI- affinché fosse effettuato l’esame del DNA.

Fortunatamente il risultato degli analisi svolte nella Banca Nazionale dei Dati Genetici, indicarono che la giovane è figlia di Liliana e Oscar.

 

I suoi genitori

Liliana Acuña è nata nella Città di Buenos Aires il 30 maggio del 1952. Oscar Rómulo Gutiérrez è nato il 17 aprile 1952 a La Tablada, Provincia di Buenos Aires. Entrambi erano militanti nell’organizzazione Montoneros.

Oscar era tifoso del Club di Calcio Independiente, sociologo, si era iscritto alla Facoltà di Scienze Economiche e lavorava come impiegato amministrativo in una impresa metallurgica.

Liliana ha frequentato per alcuni anni la Facoltà di Veterinaria, ma dopo è passata a Agronomia e dava lezioni private di matematica.

Il 26 agosto 1976, verso le 6.30 del mattino, la coppia è stata sequestrata nella loro casa a San Justo, nel Comune di La Matanza, Provincia di Buenos Aires.

L’operazione è stata realizzata da 12 uomini in borghese in possesso di armi da guerra che irruppero nella casa minacciandoli di morte. Quello stesso giorno in quella operazione sequestrarono anche la sorella di Liliana, Elba Eva Acuña y suo marito Hugo Alberto Saez.

Oscar e Liliana, incinta di 5 mesi, sono stati spinti con forza nell’automobile. In seguito un gruppo di uomini in borghese saccheggiò i beni della coppia. Furono trasferiti al Commissariato 4° del Municipio di San Isidro, denominato “Las Barrancas”, provenienti da un altro luogo con evidenti segni di tortura.

La coppia è stata detenuta insieme ad altre 12 persone nella cantina di questo Commissariato in un settore speciale riservato al personale di polizia

Dipendevano direttamente dall’Area 420 dell’Esercito Argentino, sotto la giurisdizione della Scuola di Comunicazione di Campo de Mayo.

Attraverso un agente del citato commissariato, i familiari di Liliana e Oscar vennero a conoscenza che i giovani erano vivi, anche se in pessime condizioni, e che la gravidanza procedeva. Lo stesso agente, dopo un pò di tempo , gli racconto che Liliana, nella localitá di San Martin, aveva dato alla luce una bambina. Nel dicembre del 1976 o gennaio del 1977.

Quando le autorità del Commissariato vennero a sapere dei contatti di questo agente con i familiari dei detenuti, Oscar, Liliana, Elba, Hugo e del resto dei compagni  di detenzione, furono trasferiti verso un luogo sconosciuto. Tutta la famiglia risulta scomparsa. Nonostante questo, grazie ai progressi della giustizia, il caso di Oscar e Liliana ha permesso che Santiago Omar Riveros fosse condannato nel 2013 durante il processo per i crimini di Campo di Mayo.

 

I loro nonni

La nonna Vilma Delinda Sesarego de Gutierrez è nata ad Arenas, un paese vicino a Lincoln, Provincia di Buenos Aires. Era maestra. Suo marito, Oscar Rómulo Gutiérrez, era un medico di origine boliviana, nato a Santa Cruz de la Sierra.

Davanti alla sparizione di suo figlio e di sua nuora incinta, Vilma uscì a cercarli.

Insieme ad altre undici donne è stata una delle fondatrici delle Abuelas de Plaza de Mayo.

Le sue compagne la ricordano una donna lucida e perspicace dicono che era difficile ingannarla con dati o denunce false. Quando le prime riunioni delle Abuelas si svolgevano nella Provincia di Buenos Aires, molte volte erano nella sua casa di San Justo.

Tra le innumerevoli iniziative realizzate per cercare di trovare i propri cari scomparsi, il nonno Oscar è arrivato ad incontrare il genocida Jorge Rafael Videla in Bolivia. La nonna Vilma è morta dopo due anni senza poter abbracciare sua nipote. Nonostante ciò, la nuova nipotina ha due zii che potranno raccontarle tutto sulla sua nonna lottatrice.

La nonna Rosa González era di Córdoba e suo marito Fredervindo Acuña, di Corrientes. Lei era parrucchiera e sarta, ed è diventata delegata sindacale in una fabbrica tessile. Suo marito era operaio nella Marina Mercantile. La famiglia è sempre vissuta nel Municipio di San Martín. Insieme a Vilma, Rosa è andata alla ricerca di sua nipote nata durante la detenzione, ma anche lei morì prima dell’incontro.

 

Il caso

Il 31 ottobre 2013, una giovane si è avvicinata alle Abuelas de Plaza de Mayo con dubbi sulla sua identità. Durante l’incontro con l’equipe Presentazione Spontanea, espose che chi figurava come sua madre nel certificato di nascita le aveva raccontato che il 31 dicembre del 1976 era stata consegnata da personale della Polizia di Buenos Aires a chi figurava come suo padre, anche lui era membro della Polizia citata.

La storia che le narravano diceva che era stata trovata abbandonata a Florencio Varela sulla Ruta 2, dalla Polizia che, come sapevano che la coppia aveva un altro figlio adottivo le offrirono questa bambina.

D’altronde, esisteva già dal 2011 una denuncia con sospetti che lei poteva essere figlia di desaparecidos.

Dopo il suo avvicinamento a Abuelas, la giovane fu indirizzata prontamente alla CONADI e l’8 novembre 2013 la Banca Nazionale dei Dati Genetici realizzò l’analisi del DNA.

Ieri, questo Organismo ha reso noto il risultato: è figlia di Liliana Acuña e Oscar Gutierrez.

Ancora una volta, nonostante il tempo trascorso e il passato che hanno cercato di cancellare, la verità trionfa sulla menzogna. Nonostante questo, ci addolora che le Abuelas Vilma e Rosa non abbiano potuto conoscere la loro nipote.

Il tempo corre, e noi familiari vogliamo avere la possibilità di abbracciare i nostri nipoti che da più di 36 anni stiamo cercando.

Sono già uomini e donne, molti hanno figli, lavoro, amici. Las Abuelas desideriamo, visto l’urgenza del tempo che passa, che trovino il coraggio di affrontare la propria storia.

Gli offriamo certezze, rispetto per i loro bisogni.

A loro diciamo ancora una volta che non sono soli, che li aspetta la libertà.

 

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu