Un’oasi di relax e buon cibo al lago di Bolsena

Per le gite fuori porta del weekend il lago è sempre una buona idea. Ideale per chi cerca un po’ di relax in mezzo alla natura. Se alla tranquillità del paesaggio si vuole unire anche del buon cibo, allora vi consigliamo una sosta all’Oasi del Pescatore presso il lago di Bolsena, in provincia di Viterbo, a poca distanza da Roma.

La storia di questo luogo è estremamente affascinante: questo luogo è nato infatti  come   ricovero per la pesca sul lago di Bolsena. Una capanna, quella di Mauro “Il Brigante”, dove ci si incontra con gli amici e si prepara qualche piatto della tradizione con il pescato del giorno. Poi il grande passo: nel 2004 quel pescatore insieme a sua moglie (abile cuoca) aprono qui il loro ristorante. È così che nasce l’Oasi del pescatore: non si tratta più di pranzi improvvisati fra pochi amici, ma la schiettezza e la semplicità di quei giorni restano una delle cifre distintive di questo posto.

Il locale è piccolo e rustico, le vetrate permettono di godersi il paesaggio anche d’inverno. Nella bella stagione si può mangiare all’aperto, proprio sopra il lago. La sera vi regalerà dei tramonti spettacolari.
In cucina c’è Maria che prepara i piatti ispirandosi alla tradizione utilizzando il pescato del giorno: luccio, coregone, anguilla, persico. Fra i piatti forti, la sbroscia, uno dei più antichi della tradizione bolsenese. Una sorta di zuppa di pesce, con almeno tre tipi di pesce diversi (naturalmente di lago), arricchita con patate, mentuccia e pomodorini. Non è facile trovarla e va comunque sempre ordinata in anticipo. Purtroppo non ho avuto il piacere di assaggiarla, ma questo non è altro che un buon motivo per tornare.

Il pesce di lago promette di rivelarsi una vera scoperta: più delicato di quello di mare, ma con un suo preciso carattere, che Maria sa bene esaltare grazie all’uso sapiente di spezie e piante aromatiche. Nella grigliata mista (con anguilla, persico, luccio e coregone) si apprezza al meglio il sapore autentico di questi pesci. Molto interessanti anche i primi (spettacolare la pasta fresca ripiena!) e stuzzicante la frittura mista di lago. Tutto è preparato con olio extra vergine di oliva di Gradoli e prodotti del territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − 4 =

© 2023 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Sveva Marchetti
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu