• Home
  • Cultura | Eventi
  • San Pietroburgo: il Museo Ermitage chiede la restituzione delle opere all’Italia

San Pietroburgo: il Museo Ermitage chiede la restituzione delle opere all’Italia

La crisi diplomatica fra Russia e Occidente passa anche attraverso l’arte. La direzione del Museo di San Pietroburgo ha infatti inviato una richiesta formale al Palazzo Reale di Milano e alla Fondazione Alda Fendi di Roma. Oggetto delle missive, la richiesta di restituzione, entro il mese di marzo, delle opere russe prestate per le due mostre a Palazzo Reale di Milano e alle Gallerie d’Italia.

Il direttore del museo di San Pietroburgo ha spiegato in modo conciso le motivazioni alla base della richiesta: “In base alla decisione del ministero russo della Cultura tutti i prestiti in essere devono essere restituiti dall’estero alla Russia” sottolineando che “l’Ermitage è un museo statale che dipende dal ministero della Cultura”.

Le opere in questione sono 23, una parte importante della mostra attualmente in corso “Grand tour. Sogno d’Italia da Venezia a Pompei”, organizzata in partnership con l’Ermitage, che aveva accordato un rapporto di collaborazione della durata triennale.

Alla Fondazione Alda Fendi è stata invece chiesta la restituzione  dell’opera “Giovane donna” di Pablo Picasso, datata 1909, e mai esposta prima in Italia.

Netta la risposta di Franceschini a seguito della richiesta di San Pietroburgo:  “Mi pare evidente che quando un proprietario chiede la restituzione delle proprie opere queste debbano essere restituite” ha dichiarato il ministro.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =

© 2023 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Sveva Marchetti
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu