Skip to main content

 In Evidenza

Lali Panchulidze, Presidente Acigea,
intervistata dalla TV Nazionale della Georgia

21/05/2024
GEORGIA / ITALIA –  IN LINEA  DIRETTA 
CON LA  TNG TELEVISIONE NAZIONALE GEORGIANA
INTERVISTA  A  LALI PANCHULIDZE
***** ***** *****
Tale documento, pervenutoci già tradotto dall’Ufficio Stampa di Aristocrazia Europea, è stato qui pubblicato inserendo alcuni Link di collegamento con precedenti articoli, già apparsi sulla Consul Press. 
La nostra ospite è la bellissima Signora Lali Panchulidze, Presidente e Fondatrice di ACIGEA – Assoc.ne Culturale Internaz.le Cristiana Ecumenica Italia Georgia Eurasia // Vice Presidente di Aristocrazia Europea // Dirigente di UNO Unione Comunità Cristiane Ortodosse Copte Orientali in Italia, nonché Rappresentante Ufficiale in Italia della Georgian Airways.
***** ***** *****
1) / D  Benvenuta, Signora Lali, grazie mille per aver partecipato al nostro programma… – Vedere le tue insegne da “regina” mi ha ricordato le battute di Ioseb Noneshvili: “Non hai il nome del re, gabbiano alato, così gli occhi della donna Tamar. Come l’hai scoperto?  Raccontaci dei tuoi titoli…
R – “Non ho scoperto nulla di nuovo, in famiglia si sapeva e tramandava ma, in Unione Sovietica comunista, non se parlava e avevamo ben altro a cui pensare. I titoli storici della mia famiglia, confermati dagli Archivi di Stato e da quelli di diverse Chiese Ortodosse sono: Patrizi Bizantini del Curopalatinato Bagratide, di Tao Klarjeti e dell’Impero Trapezuntino Megacomneno, di Trebisonda, Nobili dei Regni Bagratidi di Imerezia e di Georgia, Conti dell’Impero Zarista di tutte le Russie e Nobili del Regno di Serbia, dove trovarono rifugio alcuni Panchulidze, dopo la rivoluzione bolscevica, oltre che in Germania, nei Paesi Bassi e a Parigi.”
2) / D – Molte persone in Georgia sognano di restaurare l’istituzione della monarchia, me compreso… come ha comandato Sua Santità e il Beato Ilia II: “Quando regnerà il re, ma non si sa, il Parlamento governerà…” Come consideri una simile prospettiva: il Regno Unito di Georgia?! “La mia patria è la Lombardia…” hai detto in una delle interviste. Se possibile, da qui, più in dettaglio? …Hai radici lombarde, la più bella dama di Kutaisi, dal fascino antico di Kolkhori?
R – “La storia della nostra amata Patria Georgia si fonde con quella della nostra Santa Chiesa Ortodossa Apostolica e con quella dei nostri Principi, Re e Santi della dinastia biblica dei Bagrationi. Sono tre componenti inscindibili della nostra identità nazionale. Una moderna monarchia, tradizionale e cristiana, costituzionale e federale, simbolicamente al di sopra degli schieramenti e dei partiti, sarebbe garante dell’unità e della sovranità nazionale della nostra piccola grande Georgia. Una monarchia Bagrationi, forte di duemila anni di storia, sarebbe rispettata garante della stabilità geopolitica del Grande Caucaso.”
3) / D – Francesco Trecci, imprenditore fiorentino, scrittore innamorato della Georgia e uno dei soci della vostra Associazione. Presentalo, se possibile, al nostro pubblico — Presidente della stessa associazione, persona di eccezionale interesse il Conte Lorenzo Maria Pacini, professore universitario, filosofo, giornalista, direttore del quotidiano online “Idee e Action”. Cosa e come si esprime il suo atteggiamento e il suo interesse nei confronti della Georgia e dei georgiani?
R ACIGEA ha oltre duecento associati, i tre quarti italiani, di alto livello sociale e culturale, tutti innamorati delle nostre tradizioni. Francesco Trecci è certo il primo amico della Georgia in Italia, conosciuto e apprezzato da tutta la nostra comunità. Il giovane professore Lorenzo Pacini è un brillante docente universitario, studioso e giornalista, esperto di filosofia, antropologia e geopolitica, appassionato di Eurasia.”
4) /D – Quando guardo i media italiani, il predominio delle pubblicazioni digitali è palpabile: televisioni su Internet, pubblicazioni online… Quanto è popolare la carta stampata nell’Italia moderna e si trova ad affrontare una crisi nell’era dei media digitali? —Infine un altro membro del vostro team, l’Avvocato Piero Maggiori (esperto della Georgia); quali sono le sue funzioni all’interno di questa associazione?
R – “La carta stampata è in crisi in tutto il mondo, soprattutto in quello occidentale, ma i media sono molto forti e diffusi online. I problemi sono le scarse qualità e libertà di informazione. Mi spiego meglio, troppi giornali mediocri, troppe notizie false, una concentrazione di potere in pochi editori e poca trasparenza su chi finanzia questi giornali che si presentano magari come indipendenti, pur essendo assolutamente di parte. E la gente si fa influenzare… Quanto all’avvocato Maggiori è un vecchio e stimato professionista, ex Ufficiale dei Carabineri (la polizia militare italiana), studioso di storia e buon conoscitore della Georgia dove è stato più volte, sia per turismo culturale che per affari…”
5) / D – Il giornalismo degli emigranti georgiani in Italia ha successo. Quest’anno ad aprile, abbiamo festeggiato l’anniversario di “Georgian Roots”, il primo anniversario della sua pubblicazione… Il successo della giornalista televisiva emigrante Katie Nogieva, fondatrice e direttrice generale della compagnia televisiva italo-georgiana KN TV a Firenze un anno fa, è anche gioioso. Recentemente, oggi su Bzoba, è accaduto un evento senza precedenti: un canale televisivo italiano ha concesso una rete aerea a una televisione immigrata. Sicuramente conoscerai altri fatti positivi…
R – “Sono felice di queste diverse iniziative che confermano e mostrano agli italiani l’intelligenza, l’attivismo e il fermento culturale del nostro popolo e delle nostre comunità in Italia. Unico difetto è il nostro carattere fortemente individualista, dovremmo imparare invece a fare squadra, almeno ad unirci in un coordinamento nazionale. ACIGEA è riconosciuta dallo Stato Italiano, dall’Unione Europea e dalla Regione Lombardia; siamo presenti in tutte le regioni italiane, abbiamo molti contatti importanti e collaboriamo regolarmente con le istituzioni pubbliche locali. Noi siamo a disposizione della Georgia e dei georgiani, sempre disponibili a collaborare con tutti, a partire dalle nostre autorità diplomatiche e religiose.”
6) / D – È un grande onore per me essere accanto a quelle persone che hanno dato un grande contributo alla creazione della storia della Georgia” – scrive uno di loro. Raccontacelo! – Ultimamente, ad aprile, con la vostra organizzazione, avete presentato in modo impressionante la Georgia sul palco del Teatro San Babila di Milano. “Sul palco si è acceso il fuoco georgiano”, questa è stata la risposta… Cosa è previsto per il futuro?
R – “Noi cerchiamo, da una parte di unire e aiutare la comunità georgiana, soprattutto i più bisognosi e le emergenze, dall’altra facciamo promozione culturale e turistica della Georgia con gli italiani, con incontri culturali, mostre d’arte, presentazione di libri, cerimonie cavalleresche, riunioni enogastronomiche con i nostri vini e la nostra cucina, e poi con musica e danza tradizionali. È per me stato un vero onore e una grande soddisfazione riempire uno dei principali teatri di Milano, nella centralissima e famosa Piazza San Babila, con oltre 500 persone, delle quali un centinaio di fratelli ex sovietici (georgiani ma anche ucraini, moldavi e russi) ma gli altri tutti italiani entusiasti e desiderosi di conoscere maggiormente e visitare la nostra terra.
Prima della fine di questa intervista, se permetti, ci tengo a ringraziare il Presidente della Georgian Airways, Tamaz Gaiashvili, che condivide il mio spirito patriottico, le autorità dell’Ambasciata di Roma e del Consolato di Milano, tre storiche animatrici culturali della nostra comunità in Italia (la Principessa Ketevan Bagrationi di Mukhrani, Lali Burduli e Nunu Geladze), i nostri bravi Sacerdoti Ortodossi (in particolare l’Archimandrita di Milano, Padre Kirioni), il caro amico conte Guido Farneti Merenda Salecchi (mio storico predecessore come rappresentante della compagnia aerea georgiana in Italia) e la mia cara amica Maya Bubashvili che di ACIGEA è vice presidente. Ma il mio abbraccio va a tutti i compatrioti georgiani in Italia, a quelli più famosi (calciatori, cantanti lirici, imprenditori, ristoratori, professori universitari) ed a quelli meno che, con il loro duro e silenzioso lavoro, soprattutto di assistenza sociale, con grande sacrificio e umanità, aiutano gli anziani italiani e mantengono le proprie famiglie in madrepatria. La vostra grande forza e dignità di donne e di madri sia esempio per tutti!”
   

A.D. MCMXXI, a Genova: la storia di un Monastero
censito dall’Ente “Castelli d’Europa”

19/05/2024

La  Storia del “Pio Lascito Clelia Lombardo di Gambatesa Magione Signorile e Dimora Conventuale risalente al XV Secolo

La storia che vi racconteremo comincia un giorno della tarda primavera del 1921, esattamente mercoledì 1 di giugno del 1921

Il Campidoglio d’Italia

17/05/2024

Le Targhe di Roma Capitale A Onore di Casa Savoia

Il Campidoglio è un luogo altamente simbolico per la Storia d’Italia. Il Colle Sacro ha visto nascere la Roma Antica, rinascere la Roma Moderna e risorgere la Terza Roma, Capitale d’Italia. Su Piazza del Campidoglio sono presenti sei targhe esclusivamente dedicate all’Evento che sollevò Roma a Capitale del Regno d’Italia e a Casa Savoia, che tale evento, auspicato da tanti patrioti, riuscì a realizzare.

NICOLA VS PIETRANGELI
Documentario dedicato al grande campione di Tennis

16/05/2024

COMUNICATO STAMPA

 

NICOLA VS PIETRANGELI

Presentazione del Documentario dedicato al grande campione di Tennis

Realizzato e prodotto da The Arena Srl

Durata: 60’

Paese produzione: Italia

Regia Antonio Centomani

Produttori: Matteo Catelli- Franco Pesci- Federico Pesci per The Arena Srl

Produttore esecutivo: Gabriella Carlucci

 Economia, Finanza e Politica

Fermare ad ogni costo la violenza nelle università

19/04/2024

In Italia, come in qualunque paese civile, democratico, soprattutto consapevole del valore unificante dello studio e della conoscenza tra i popoli, non può assolutamente tollerarsi che le università siano bloccate, occupate da minoranze estremistiche, decise ad imporre con violenza l’irragionevolezza di loro assurde richieste. E’ quello che da tempo, ancora di più in quest’ultima settimana, sta accadendo in diversi atenei italiani, in particolar modo alla Sapienza di Roma, ad opera di un pugno di esaltati, fra l’altro studenti saputelli frammisti a persone estranee alla vita universitaria, dunque solo feccia provocatrice, fiancheggiatrice della solita sinistra radicale, grulla e casinara.

A Roma, successo del Convegno “Voci per l’Europa”
del 28-03-2024 presso l’Aula David Sassoli

31/03/2024

Il Convegno “Voci per l’Europa”, promosso da “REALTA’ NUOVA”,  per  CONSERVARE  le  RADICI  e  RIFORMARE  la  POLITICA

IL CONVEGNO, che in questa sua II^ Edizione ha registrato un notevole consenso e lungamente applaudito da un interessato e qualificato auditorio, si è svolto nella Sede Romana di Spazio Europa dedicata a David Sassoli, sotto la presidenza di Nicola Procaccini – capogruppo di F.d’I. in Europa.

Subito bestseller “Anche i fascisti hanno diritti” …..

04/03/2024

…..QUANDO I DIRITTI,  A VOLTE,  SI FONDANO SULLA RAGIONE

Il Libro di FRANCESCO MINUTILLO  analizzato da FRANCO D’EMILIO

Neppure quattro giorni dalla sua pubblicazione il saggio di Francesco Minutillo “Anche i fascisti hanno diritti. Settant’anni di processi al saluto romano” – edito dalla Fondazione Memoria Predappio e in vendita solo su Amazon (https://amzn.eu/d/2uv6YiS) …… nonché corredato da una mia prefazionee mi scuso per l’autocitazione ! (*1 – NdR)  è subito balzato in testa alle classifiche della famosa azienda di e-commerce, dunque bestseller in ben tre sezioni: Storia moderna e contemporanea, Pratiche e procedure penali, infine quella sul tema della Liberta e sicurezza.

Avv. Claudio Gandini

Avv. Claudio Gandini. Considerazioni per un nuovo sviluppo dell’economia e dell’impresa privata

03/03/2024

IPOTESI PER UN  “NEW DEAL ECONOMICO

Claudio Gandini è avvocato, consulente giuridico in materia di impresa, finanza d’impresa, private equity, operazioni di finanza straordinaria, consulente in acquisto di oro fisico da investimento, ideatore di un ‘New Deal’ economico per l’Italia. Al centro del progetto di Gandini assume particolare importanza l’incontro tra economia reale, finanza straordinaria ed impresa, senza tralasciare alcuni concetti fondamentali, per quanto non sempre di facile lettura. In questo sistema, la centralità di una comunità organizzata, si basa sull’essere umano e, in economia, sulla libera impresa.

 Cultura | Eventi

Lali Panchulidze, Presidente Acigea,
intervistata dalla TV Nazionale della Georgia

21/05/2024
GEORGIA / ITALIA –  IN LINEA  DIRETTA 
CON LA  TNG TELEVISIONE NAZIONALE GEORGIANA
INTERVISTA  A  LALI PANCHULIDZE
***** ***** *****
Tale documento, pervenutoci già tradotto dall’Ufficio Stampa di Aristocrazia Europea, è stato qui pubblicato inserendo alcuni Link di collegamento con precedenti articoli, già apparsi sulla Consul Press. 
La nostra ospite è la bellissima Signora Lali Panchulidze, Presidente e Fondatrice di ACIGEA – Assoc.ne Culturale Internaz.le Cristiana Ecumenica Italia Georgia Eurasia // Vice Presidente di Aristocrazia Europea // Dirigente di UNO Unione Comunità Cristiane Ortodosse Copte Orientali in Italia, nonché Rappresentante Ufficiale in Italia della Georgian Airways.
***** ***** *****
1) / D  Benvenuta, Signora Lali, grazie mille per aver partecipato al nostro programma… – Vedere le tue insegne da “regina” mi ha ricordato le battute di Ioseb Noneshvili: “Non hai il nome del re, gabbiano alato, così gli occhi della donna Tamar. Come l’hai scoperto?  Raccontaci dei tuoi titoli…
R – “Non ho scoperto nulla di nuovo, in famiglia si sapeva e tramandava ma, in Unione Sovietica comunista, non se parlava e avevamo ben altro a cui pensare. I titoli storici della mia famiglia, confermati dagli Archivi di Stato e da quelli di diverse Chiese Ortodosse sono: Patrizi Bizantini del Curopalatinato Bagratide, di Tao Klarjeti e dell’Impero Trapezuntino Megacomneno, di Trebisonda, Nobili dei Regni Bagratidi di Imerezia e di Georgia, Conti dell’Impero Zarista di tutte le Russie e Nobili del Regno di Serbia, dove trovarono rifugio alcuni Panchulidze, dopo la rivoluzione bolscevica, oltre che in Germania, nei Paesi Bassi e a Parigi.”
2) / D – Molte persone in Georgia sognano di restaurare l’istituzione della monarchia, me compreso… come ha comandato Sua Santità e il Beato Ilia II: “Quando regnerà il re, ma non si sa, il Parlamento governerà…” Come consideri una simile prospettiva: il Regno Unito di Georgia?! “La mia patria è la Lombardia…” hai detto in una delle interviste. Se possibile, da qui, più in dettaglio? …Hai radici lombarde, la più bella dama di Kutaisi, dal fascino antico di Kolkhori?
R – “La storia della nostra amata Patria Georgia si fonde con quella della nostra Santa Chiesa Ortodossa Apostolica e con quella dei nostri Principi, Re e Santi della dinastia biblica dei Bagrationi. Sono tre componenti inscindibili della nostra identità nazionale. Una moderna monarchia, tradizionale e cristiana, costituzionale e federale, simbolicamente al di sopra degli schieramenti e dei partiti, sarebbe garante dell’unità e della sovranità nazionale della nostra piccola grande Georgia. Una monarchia Bagrationi, forte di duemila anni di storia, sarebbe rispettata garante della stabilità geopolitica del Grande Caucaso.”
3) / D – Francesco Trecci, imprenditore fiorentino, scrittore innamorato della Georgia e uno dei soci della vostra Associazione. Presentalo, se possibile, al nostro pubblico — Presidente della stessa associazione, persona di eccezionale interesse il Conte Lorenzo Maria Pacini, professore universitario, filosofo, giornalista, direttore del quotidiano online “Idee e Action”. Cosa e come si esprime il suo atteggiamento e il suo interesse nei confronti della Georgia e dei georgiani?
R ACIGEA ha oltre duecento associati, i tre quarti italiani, di alto livello sociale e culturale, tutti innamorati delle nostre tradizioni. Francesco Trecci è certo il primo amico della Georgia in Italia, conosciuto e apprezzato da tutta la nostra comunità. Il giovane professore Lorenzo Pacini è un brillante docente universitario, studioso e giornalista, esperto di filosofia, antropologia e geopolitica, appassionato di Eurasia.”
4) /D – Quando guardo i media italiani, il predominio delle pubblicazioni digitali è palpabile: televisioni su Internet, pubblicazioni online… Quanto è popolare la carta stampata nell’Italia moderna e si trova ad affrontare una crisi nell’era dei media digitali? —Infine un altro membro del vostro team, l’Avvocato Piero Maggiori (esperto della Georgia); quali sono le sue funzioni all’interno di questa associazione?
R – “La carta stampata è in crisi in tutto il mondo, soprattutto in quello occidentale, ma i media sono molto forti e diffusi online. I problemi sono le scarse qualità e libertà di informazione. Mi spiego meglio, troppi giornali mediocri, troppe notizie false, una concentrazione di potere in pochi editori e poca trasparenza su chi finanzia questi giornali che si presentano magari come indipendenti, pur essendo assolutamente di parte. E la gente si fa influenzare… Quanto all’avvocato Maggiori è un vecchio e stimato professionista, ex Ufficiale dei Carabineri (la polizia militare italiana), studioso di storia e buon conoscitore della Georgia dove è stato più volte, sia per turismo culturale che per affari…”
5) / D – Il giornalismo degli emigranti georgiani in Italia ha successo. Quest’anno ad aprile, abbiamo festeggiato l’anniversario di “Georgian Roots”, il primo anniversario della sua pubblicazione… Il successo della giornalista televisiva emigrante Katie Nogieva, fondatrice e direttrice generale della compagnia televisiva italo-georgiana KN TV a Firenze un anno fa, è anche gioioso. Recentemente, oggi su Bzoba, è accaduto un evento senza precedenti: un canale televisivo italiano ha concesso una rete aerea a una televisione immigrata. Sicuramente conoscerai altri fatti positivi…
R – “Sono felice di queste diverse iniziative che confermano e mostrano agli italiani l’intelligenza, l’attivismo e il fermento culturale del nostro popolo e delle nostre comunità in Italia. Unico difetto è il nostro carattere fortemente individualista, dovremmo imparare invece a fare squadra, almeno ad unirci in un coordinamento nazionale. ACIGEA è riconosciuta dallo Stato Italiano, dall’Unione Europea e dalla Regione Lombardia; siamo presenti in tutte le regioni italiane, abbiamo molti contatti importanti e collaboriamo regolarmente con le istituzioni pubbliche locali. Noi siamo a disposizione della Georgia e dei georgiani, sempre disponibili a collaborare con tutti, a partire dalle nostre autorità diplomatiche e religiose.”
6) / D – È un grande onore per me essere accanto a quelle persone che hanno dato un grande contributo alla creazione della storia della Georgia” – scrive uno di loro. Raccontacelo! – Ultimamente, ad aprile, con la vostra organizzazione, avete presentato in modo impressionante la Georgia sul palco del Teatro San Babila di Milano. “Sul palco si è acceso il fuoco georgiano”, questa è stata la risposta… Cosa è previsto per il futuro?
R – “Noi cerchiamo, da una parte di unire e aiutare la comunità georgiana, soprattutto i più bisognosi e le emergenze, dall’altra facciamo promozione culturale e turistica della Georgia con gli italiani, con incontri culturali, mostre d’arte, presentazione di libri, cerimonie cavalleresche, riunioni enogastronomiche con i nostri vini e la nostra cucina, e poi con musica e danza tradizionali. È per me stato un vero onore e una grande soddisfazione riempire uno dei principali teatri di Milano, nella centralissima e famosa Piazza San Babila, con oltre 500 persone, delle quali un centinaio di fratelli ex sovietici (georgiani ma anche ucraini, moldavi e russi) ma gli altri tutti italiani entusiasti e desiderosi di conoscere maggiormente e visitare la nostra terra.
Prima della fine di questa intervista, se permetti, ci tengo a ringraziare il Presidente della Georgian Airways, Tamaz Gaiashvili, che condivide il mio spirito patriottico, le autorità dell’Ambasciata di Roma e del Consolato di Milano, tre storiche animatrici culturali della nostra comunità in Italia (la Principessa Ketevan Bagrationi di Mukhrani, Lali Burduli e Nunu Geladze), i nostri bravi Sacerdoti Ortodossi (in particolare l’Archimandrita di Milano, Padre Kirioni), il caro amico conte Guido Farneti Merenda Salecchi (mio storico predecessore come rappresentante della compagnia aerea georgiana in Italia) e la mia cara amica Maya Bubashvili che di ACIGEA è vice presidente. Ma il mio abbraccio va a tutti i compatrioti georgiani in Italia, a quelli più famosi (calciatori, cantanti lirici, imprenditori, ristoratori, professori universitari) ed a quelli meno che, con il loro duro e silenzioso lavoro, soprattutto di assistenza sociale, con grande sacrificio e umanità, aiutano gli anziani italiani e mantengono le proprie famiglie in madrepatria. La vostra grande forza e dignità di donne e di madri sia esempio per tutti!”
   

Il Campidoglio d’Italia

17/05/2024

Le Targhe di Roma Capitale A Onore di Casa Savoia

Il Campidoglio è un luogo altamente simbolico per la Storia d’Italia. Il Colle Sacro ha visto nascere la Roma Antica, rinascere la Roma Moderna e risorgere la Terza Roma, Capitale d’Italia. Su Piazza del Campidoglio sono presenti sei targhe esclusivamente dedicate all’Evento che sollevò Roma a Capitale del Regno d’Italia e a Casa Savoia, che tale evento, auspicato da tanti patrioti, riuscì a realizzare.

NICOLA VS PIETRANGELI
Documentario dedicato al grande campione di Tennis

16/05/2024

COMUNICATO STAMPA

 

NICOLA VS PIETRANGELI

Presentazione del Documentario dedicato al grande campione di Tennis

Realizzato e prodotto da The Arena Srl

Durata: 60’

Paese produzione: Italia

Regia Antonio Centomani

Produttori: Matteo Catelli- Franco Pesci- Federico Pesci per The Arena Srl

Produttore esecutivo: Gabriella Carlucci

G.C.C. – Il “Grande Cuore dei Carabinieri”

16/05/2024

“FEDELE NEI SECOLI

___________A M’ARCORD  di FRANCO D’EMILIO

L’Arma dei Carabinieri ha una storia di grande valore, dignità, all’occorrenza pure di sacrificio, persino estremo, come testimoniato da tanti episodi, primo fra tutti per me, ammiratore della sua figura eroica, quello del vicebrigadiere ventitreenne Salvo D’Acquisto, fucilato il 23 settembre 1943 dai nazisti presso la Torre di Palidoro, oggi nel Comune di Fiumicino, immolandosi per salvare la vita di ventidue civili rastrellati per rappresaglia.

 Start Up e Imprese | Lavoro | Tecnologia e Sicurezza

Superbonus: salvataggio per Imprese e “posti di lavoro”
tramite interventi qualificati di Studi Professionali

23/06/2023
Gli Studi Chiofalo e Marciano hanno creato un sistema virtuoso e vincente, tramite la valtutazione dei pericoli sempre presenti, sia in capo ai cedenti, sia riguardo ai cessionari, per neutralizzare le insidie di un campo minato, tutelando le Imprese, i posti di lavoro, nonché il “Sistema Paese”

Marco Cuchel (ANC): I Commercialisti sono sempre al servizio del Paese, nonostante le narrazioni della CGIL !

10/05/2023
“Le dichiarazioni del Segretario della CGIL Maurizio Landini ci lasciano sconcertati per la leggerezza e il pressappochismo con cui sono state pronunciate, risultando non degne da parte di un Rappresentante di un Sindacato Nazionale”. ________Marco Cuchel, Presidente ANC

CO.NE.PRO aderisce al “Comitato per candidare
Roma a Sede della Autorità Europea Antiriciclaggio”

17/02/2023
Nel 2023 sarà decisa la Sede Europea per l’AMLA – Autorità Antiriciclaggio da parte di Bruxelles e l’Italia, con Roma-Capitale, è “in pista” tra i Paesi candidati per accogliere ed ospitare questa fondamentale e strategica struttura.

Attività ed Iniziative Tributaristi Lapet
……a Roma, mercoledì 1 Giugno

08/06/2022

CONVEGNO DI STUDI SULL’ANTIRICLAGGIO  ed ELEZIONI NUOVO CONSIGLIO PROVINCIALE 

Mercoledì I° Giugno, organizzato dal Consiglio Provinciale LAPET -Roma, si è svolto presso il Centro Convegni Villa Palestro un seminario incentrato su “Antiriciclaggio e Compliance” nell’ambito di una serie di eventi formativi  per i Professionisti e Tributaristi associati alla Lapet.

 Attualità – Costume e Società

G.C.C. – Il “Grande Cuore dei Carabinieri”

16/05/2024

“FEDELE NEI SECOLI

___________A M’ARCORD  di FRANCO D’EMILIO

L’Arma dei Carabinieri ha una storia di grande valore, dignità, all’occorrenza pure di sacrificio, persino estremo, come testimoniato da tanti episodi, primo fra tutti per me, ammiratore della sua figura eroica, quello del vicebrigadiere ventitreenne Salvo D’Acquisto, fucilato il 23 settembre 1943 dai nazisti presso la Torre di Palidoro, oggi nel Comune di Fiumicino, immolandosi per salvare la vita di ventidue civili rastrellati per rappresaglia.

L’AI e l’informazione “corrotta”:
una dittatura digitale alle porte?  

14/05/2024

L’INTELLIGENZA ARTIFICIALE, AL SERVIZIO DEL “PENSIERO UNICO, IL  NUOVO  TROJAN  PER “L‘INFORMAZIONE CORROTTA” ?

 _____________________MASSIMO ROSSI *

Dobbiamo fare una necessaria premessa.  Riteniamo che lo sviluppo scientifico e tecnologico sia un bene per l’Umanità. Riteniamo che la scienza come ricerca di un benessere per l’Umanità sia un atto etico oltre che necessario. Riteniamo che la scienza come la tecnica in se non siano “male” e siano unite in una accezione di valore.  Riteniamo che l’uomo debba tendere al progresso ed alla forza propulsiva del miglioramento della sua vita. Riteniamo che la scienza e la tecnica debbano essere sviluppate e diffusa in tutto il mondo per il bene dell’intero genere umano.

Rabbia e Censure di una Sinistra Oscurantista
oramai non più Libertaria ma solo Liberticida

11/05/2024
ACCANTO AI CENTRI SOCIALI …. UNA “SINISTRA DI  POVERELLY

SOLIDARIETA’ al Presidente del VI Municipio di Roma, al Ministro per “Le Pari Opportunità e la Famiglia” ……….. e non solo

_________in collaborazione con la Redazione di “REALTA’ NUOVA”

***** *** *****

25 Aprile: la Festa e i Ricordi

30/04/2024

XXV APRILE: LA FESTA E I RICORDI

 

Molti anni sono trascorsi, un mezzo secolo da quando giovanissimo al lavoro in un giornale della sera, guardavo con un certo ottimismo al futuro. Una bella esperienza quella del cronista: fatti e persone si muovevano intorno con la forza dell’umana realtà quotidiana e quell’ambiente, che, rispetto ai giorni nostri, emanava un sentore romantico del mestiere, dove il piombo delle linotypes imprimeva sulla carta le nostre cronache, appena nate e già obsolete.