A Luglio, in Spagna, Cerimonie ed Investiture nell’Orden del Camino de Santiago

A  SANTIAGO DE COMPOSTELA,
il
Cavalier Valentino Pisegna  – Commendatore per l’Italia dell’Orden –
è stato protagonista nella  cerimonia di investitura di Dame e Cavalieri.

a cura della nostra Redazione di Collelongo 

Sabato 16 luglio, il Gran Maestro Miguel Pampìn Rùa, ha formalmente accolto nell’Orden del Camino de Santiago 26 nuovi Cavalieri e Dame, con una cerimonia= svoltasi presso  l’Hostal de “Los Reyes Catòlicos” in Santiago de Compostela,  città spagnola capoluogo della Galizia, già nel 2000 Capitale Europea  per la Cultura.==

I lavori del XXVI^ Capitolo Generale hanno avuto inizio nella Chiesa di San Francesco, con una funzione religiosa alla presenza di oltre duecento persone provenienti da tutto il mondo. La solenne cerimonia di investitura si è svolta nel suggestivo Chiostro del maestoso edificio gotico, edificato nel 1499 dai Re Cattolici per ospitare i pellegrini, sede dell’Ordine Cavalleresco, alla presenza di una nutrita delegazione composta da Consiglieri, Commendatori, Dame e Cavalieri.

Durante la cena di gala che si è tenuta nella sala principale del Parador, in esclusiva per l’occasione, sono stati consegnati gli attestati di appartenenza ai neo Caballeros y Damas. Tra gli “Insigniti” si desidera citare Rocco De Conciliis, proveniente da Roma ed accompagnato personalmente dal suo Padrino Valentino Pisegna, nostro Concittadino di Collelongo, Commendatore e Primo Rappresentante in Italia dell’Orden del Camino de Santiago, che lo ha seguito durante l’anno di noviziato.

Il XXVI^ Capitolo Generale – svoltosi nell’Anno Santo Xacobeo straordinario voluto da Papa Francesco – si è concluso domenica 17 nella città di Melide con la celebrazione eucaristica nella Chiesa del Santo Espiritu – ove i nuovi Cavalieri e Dame hanno ricevuto lo Scapolare di Santiago – e con la successiva “Cerimonia dell’Alberello” nel Bosco del Pellegrino, di proprietà dell’Ordine. 
Al termine i partecipanti si sono salutati con l’augurio di rivedersi presto e ripetere quest’importante appuntamento.

***** *** *****

L’Anno Santo Giacobeo è un anno in cui la festa di San Giacomo, che ricorre il 25 luglio, cade di Domenica; tale ricorrenza si verifica con una cadenza regolare di 6, 5, 6 e 11 anni, per cui si verificano generalmente 14 “Anni Santi” ogni secolo. In queste particolari ricorrenze i cattolici possono ottenere la “bolla giubilare”, chiamata anche Giubileo, osservando determinate regole:

  • recarsi in pellegrinaggio alla Cattedrale di Santiago di Compostela, ove trovasi la tomba di San Giacomo;
  • recitare preghiere e pregare per le intenzioni del Papa, assistendo alla Santa Messa;
  • ricevere il Sacramento della Penitenza (anche 15 giorni prima o dopo) e della Comunione.

La grazia del giubileo consiste sostanzialmente nell’indulgenza plenaria con il perdono dei peccati.

Il primo anno giubilare giacobeo fu istituito da Papa Callisto II nel 1122 per il 1126; gli ultimi anni giacobei sono stati il 2021 – 2022, mentre il prossimo sarà nel 2027.

******* *** ******

 

Collelongo, Gran Maestro Miguel Pampìn Rùa, Los Reyes Catòlicos, Orden del Camino de Santiago

Lascia un commento

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu