A Milano, presentato il Libro di Szczerski
“Un nuovo dinamismo per il sistema europeo”

Un nuovo dinamismo per il sistema europeo

All’Università Cattolica di Milano “Sacro Cuore”, Giovedì 28 Novembre presso la Sala degli Stucchi, è avvenuta la presentazione del libro di Krzysztof Szczerski Segretario di Stato, Capo di Gabinetto del Presidente della Repubblica di Polonia, a cui è intervenuta come special guest l’ex Presidente della Camera dei Deputati Irene Pivetti.

Una riflessione strutturata, intelligente e profonda sull’Unione Europea, in cui è emerso come sia di straordinaria attualità la comprensione delle dinamiche interne all’UE e di come sia strategico potersene riappropriare per diventare cittadini più consapevoli. 
Questo saggio universitario è un contributo prezioso perché ci fa sentire con forza il senso di privazione e mancanza di comunicazione tra cittadini e istituzioni, sottolineando l’esigenza di trovare qualcuno che presidi questa “terra di mezzo” tra il pensiero strutturato, articolato, dialettico sull’Europa e coloro che la vivono nel quotidiano, bisognosi di risposte concrete e costruttive. Unione di leggi e di intenti, coesione, dialogo, etica: questi alcuni dei punti fondamentali sollevati dal Ministro Szczerski, i quali richiedono un’immediata ed efficace azione divulgativa affinché diventino patrimonio condiviso. 

L’Ex Presidente Irene Pivetti, in accordo con questo pensiero, commenta così l’importanza dello studio condotto dal Ministro Szczerski:  
L’Europa è ormai da tempo al centro di tensioni politico-economiche importanti, e vede spesso antagoniste due parti essenzialmente legate. Da una parte mi aspetto dalle istituzioni europee una risposta alta a tali questioni, perché ne ho fatto parte e da ex Presidente della Camera so cosa significhi avere tale responsabilità sulle spalle: dall’altra, come cittadina italiana ed europea ne vivo quotidianamente le urgenze, i conflitti e le esigenze.
Mi piacerebbe che esistesse una versione abbreviata e semplificata di questo libro per la classe politica –
prosegue – per condividerne alcune delle brillanti intuizioni, perché un politico nazionale consapevole del proprio ruolo all’interno dell’Ue riuscirà a servire meglio il suo Paese e a far sì che ogni nazione riesca a crescere e ripartire, al di là dell’aspetto emergenziale. Si sta combattendo una battaglia troppo importante, che non si può affrontare senza armi: la cultura è l’unico strumento che può salvare il presente e proiettarci verso il futuro, facendo appello a una democrazia finalmente consapevole”.

Serena Trivelloni

 

Lascia un commento

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu