Caffè espresso il prossimo candidato Unesco

La candidatura del rito, fortemente voluta dal Consorzio di Tutela del Caffè Espresso Italiano Tradizionale, è diventata ufficiale nel dicembre 2019, mentre l’iter per il riconoscimento era iniziato già a marzo del 2016 tramite il deposito del protocollo presso la commissione nazionale Unesco. Questa iniziativa coinvolgerà gran parte delle torrefazioni italiane e l’intento è quello di tutelare e valorizzare il caffè espresso sia dal punto vista culturale che da quello rituale.

L’iscrizione, invece, del caffè espresso napoletano nella lista del Patrimonio culturale immateriale Unesco l’idea è partita lo scorso luglio dalla giunta della regione Campania.

In una nota viene spiegato che si tratterebbe del riconoscimento di una significativa tradizione agroalimentare. Questo perché  il caffè in Italia non è solamente una bevanda, ma un vero e proprio rito napoletano che ha dato origine a tradizioni diffuse dappertutto. Nel dossier vengono elencati gli elementi tipici di questa tradizione, ma anche uno sviluppo sostenibile di tutela dell’ambiente e della preservazione degli ecosistemi.

 

 

Caffè, patrimonio unesco

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu