mercoledì, 17 Luglio 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

“Emanuela Orlandi”: il libro di Anna Maria Turi
“una storia infinita di interrogativi”

Giovedì 20 giugno – presentazione del Libro: 

Emanuela nelle braccia dell’Islam 
Sufismo e Jihad della donna dai mille volti

di Anna Maria Turi

presso il Centro Russia Ecumenica  – Borgo Pio, 141 – Roma // h. 18.00

******* *** *******

Nel “Caso Orlandi” i Servizi Segreti internazionali hanno ricoperto ruoli importanti, ma poco o nulla si è saputo delle loro operazioni da protagonisti di una storia, che si presenta ancor oggi come una sequela infinita di interrogativi. Qualcosa però comincia ad affiorare a distanza di trentasei anni, e ciò avviene sotto il pungolo di un libro “dettato” a una giornalista italiana da un Agente straniero le cui informazioni sono state da lei verificate. “Emanuela nelle braccia dell’Islam? Sufismo e Jihad della donna dai mille volti” di Anna Maria Turi (Ed. Segno 2017) stimolerà relatori e convenuti a parlare per la prima volta di indagini fin qui sconosciute nell’incontro del prossimo 20 giugno, alle ore 18, a Roma, presso il Centro Russia Ecumenica di Borgo Pio 141.
In apertura l’attore Fabio Massenzi leggerà il documento concordato anni fa con una banda politico-mafiosa per la liberazione e il rientro in Italia di Emanuela Orlandi e Mirella Gregori.

Prenderanno quindi la parola: Raffaele Vacca, Generale di Divisione dei Carabinieri, Medaglia d’Oro al merito della Sanità Pubblica; Ulderico Piernoli – Redattore Capo di RAI – TG2, “inviato speciale” per oltre venti anni anche su fronti di guerra, saggista ed autore di libri di successo; Antonio Parisi – già Direttore de Il Meridiano e di varie reti TV, scrittore ed autore di numerose inchieste giornalistiche tra cui anche sul “Caso Orlandi”, ove ha ipotizzato una tesi molto inquietante con possibili e probabili responsabilità del Vaticano, come già a noi illustrato nel corso di una Riunione Redazionale interna della Consul Press.  
Interverrà successivamente llias Al Farssi, operatore sociale di origine tunisina per illustrare l’affiliazione delle giovani donne occidentali alle formazioni islamiste e quindi un collaboratore dei nostri Servizi, Aldo Anghessa, con farà pervenire dall’estero il resoconto della sua missione per il ritrovamento dell’Orlandi. 

Scrive inoltre l’Autrice, Anna Maria Turi: “Devo avvertire il lettore che col tempo, in base agli sviluppi della vita della Orlandi di cui mi era data notizia, ho dovuto cambiare prospettiva. Il racconto del mio libro del 2011 (che appare nei primi capitoli dell’attuale) era modulato su corde dolci, nell’ottica della religione [musulmana], dell’attività caritatevole, della musica praticata e insegnata da parte di una Emanuela giovane. Ben diverso il tenore delle mie nuove pagine, in cui circola il sospetto, alimentato nel tempo dalle informazioni, di un ben diverso impegno sottostante alle suddette attività e pertanto marchiate, in un’ottica pessimistica non del tutto infondata, dall’impronta del ferro incandescente del terrorismo jihadista. La comunicazione in arabo, ad esempio, del 28 marzo 2014 informa che E’ sempre stata circondata dai libri e dai partiti” Traduzione alternativa: “…da scuole coraniche e dai suoi fedeli”Vedi anche, sempre a titolo di esempio, quella del 9 dicembre del 2015: Da due anni la Orlandi è in Europa dove coordina gruppi
In effetti cosa ci si poteva aspettare dalla protagonista di una storia tra le più drammatiche, una ragazza violentata nel suo ambiente, poi gettata via, fuori della patria, dimenticata nelle mani di criminali che hanno nuovamente abusato di lei e delusa in maniera bruciante quando si è prospettata, in Turchia, la sua liberazione, che non è avvenuta per ragioni di opportunismo politico, come ritengo?  Forse ha anche visto morire la Gregori, malata di epatite virale, sotto i suoi occhi, in Turchia o in Marocco.  

A spiegare e giustificare il suo silenzio, come le sue lotte, è più che sufficiente la sua consapevolezza del tradimento e dell’abbandono da parte di tutti. Tradimento e abbandono ne hanno forgiato l’animo, la mente, il carattere, l’ideologia e perfino l’aspetto fisico, come si leggerà. Ciò vuol dire che Emanuela Orlandi oggi è irriconoscibile, ovunque la si incontri, anche in luoghi e sedi insospettabili. E forse questo era quanto a un certo momento deve aver sognato”.

Per acquisire ulteriori  informazioni, visionare l’allegata brochure 

3.Invito Libro Emanuela Orlandi (20.06.2019) 

________________________________________________________
La “Tavola Rotonda” per la presentazione del libro della Prof.ssa Anna Maria Turi  è stata organizzata dallo Studio Scopelliti-Ugolini, artefice e promotore anche di numerosi interessanti Convegni ed Incontri presso varie Sedi Istituzionali, nonché presso la Sede Romana dell’ UnAR.  
L’UnAR è l’unione delle Associazione Regionali di Roma e del Lazio, autonomamente costituite dalle varie comunità regionali presenti nella Capitale e nel suo Hinterland per tener vive le tradizioni storiche, religiose, culturali ed economiche delle terre di origine.

 

816 Visite totali, 3 visite odierne

anna maria turi, Emanuela Orlandi, Stato Città del Vaticano

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.