F1 – GP d’Austria: Verstappen trionfa e festeggia,
…. ma subisce un rimprovero dalla FIA

F1, GP di Stiria: Verstappen festeggia, ma arriva il rimprovero dalla FIA

Max Verstappen continua a macinare ottimi risultati, infilando la terza vittoria di fila con il successo ottenuto nel GP d’Austria. Il pilota della Red Bull sta dimostrando di essere in ottima forma e ha ben chiaro in testa l’obiettivo stagionale: vincere ancora. Dovrà, però, fare attenzione ai festeggiamenti, che hanno indispettito la FIA al termine del GP di Stiria.

La gara e l’esultanza

Tutto è accaduto sul circuito di Spielberg, dove Verstappen è stato sempre in testa, dalla pole position in cui si trovava ad inizio gara fino alla bandiera a scacchi finale, permettendosi anche un pit-stop nei giri finali per montare delle gomme supersoft che lo hanno aiutato a far segnare il giro più veloce della corsa e di conseguenza il punto bonus. Arrivato al traguardo, l’olandese si è lasciato andare alla gioia per la vittoria, ma ha anche subito concentrato l’attenzione su quello che verrà: “Vedremo cosa possiamo migliorare – ha dichiarato Verstappen ai giornalisti presenti – non vedo l’ora di scendere in pista la prossima settimana. Stiamo andando bene anche in classifica costruttori, ma dobbiamo continuare a spingere. Sono fiducioso che possiamo fare un buon lavoro”. 
Occhi fissi sul futuro, e come biasimare il pilota Red Bull: è proprio Verstappen il favorito alla vittoria finale del Mondiale, in questo momento, come specificano anche le quote F1. D’altronde, il successo nel GP d’Austria ha portato l’olandese a quota 182 punti nella classifica generale, sopra i 150 punti di Lewis Hamilton. È anche vero, poi, che la personalità di Verstappen non può essere ignorata e che è emersa anche nell’esultanza finale, che ha portato anche qualche strascico.

Il richiamo della FIA

Ma cosa è successo? Arrivato alla bandiera a scacchi con più di 35 secondi di vantaggio su Hamilton, Verstappen ha deciso di lasciarsi andare ad un gesto che non è stato molto apprezzato dalle istituzioni della Formula 1: nel tagliare il traguardo, il pilota Red Bull ha eseguito una sonora sgommata, bruciando un po’ di gomma sull’asfalto del circuito di Spielberg.
Una manovra goliardica e apparentemente innocua, ma che non è piaciuta affatto alla FIA, che l’ha definita pericolosa nei confronti di chi arriva da dietro a tutta velocità sul rettilineo a causa della brusca frenata che comporta. Lo stesso direttore di gara della F1 Michael Masi ha sottolineato il disappunto della Federazione e affermato che la Red Bull è stata ammonita, minacciando possibili sanzioni qualora il gesto di Verstappen dovesse ripetersi in futuro. A sostegno di questa linea la FIA porta l’articolo 43.3 del Regolamento sportivo della F1, che impone ai piloti di festeggiare la vittoria in sicurezza, senza mettere in pericolo i colleghi e gli addetti ai lavori, senza compromettere la legalità dell’auto e senza ritardare la cerimonia del podio.

Verstappen, Red Bull, G.P. d'Austria, FIA, Hamilton

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu