• Home
  • Rubriche
  • Spazio Libero
  • Isole ponziane, al largo del promontorio del Circeo nel Basso Lazio, dove l’Europa non è utopia

Isole ponziane, al largo del promontorio del Circeo nel Basso Lazio, dove l’Europa non è utopia

L’incontro domani con gli operatori economici per il progetto “Ventotene-Santo Stefano”

Isole ponziane, al largo del golfo di Gaeta nel Basso Lazio. Oggi, 18 febbraio, a Ventotene è stato presentato alla stampa il progetto “Ventotene-Santo Stefano” alla comunità isolana come importante opportunità da implementare. È in programma domani, venerdì 18 febbraio, a partire delle 15.00, l’incontro online per fare il punto sul progetto integrato di recupero del complesso di Santo Stefano. Con questa iniziativa viene restituito ai cittadini di Ventotene il progetto strategico degli esperti, che nasce da una progettazione partecipata fortemente voluta dalla Commissaria Silvia Costa, momento finale di ascolto della cittadinanza avviato nei mesi precedenti. All’incontro parteciperanno le figure chiave della comunità: dal Sindaco, Gerardo Santomauro, alle associazioni, agli imprenditori e ai cittadini tutti. In parallelo al progetto strategico, si parlerà di sviluppo futuro insieme a Paolo Orneli, Assessore allo Sviluppo Economico della Regione Lazio.

A raccogliere le istanze dei cittadini di Ventotene è stato un team di esperti di progettazione culturale, con competenze trasversali: Francesco Collotti e Alessandro Leon, che presenteranno i risultati insieme a Stefano Baia Curioni e Rita Biasi. Il progetto emerso, in linea con la Convenzione di Faro, mira a valorizzare l’eredità culturale della comunità locale, individuando nell’ex Carcere di Santo Stefano, un riferimento simbolico e concreto per la costruzione del futuro. La giornata infatti sarà anche il momento in cui si affronteranno i temi del “dopo”, in particolare della capacità della comunità di recepire le opportunità che nascono dal progetto e che porteranno sviluppo, turismo di qualità e molte altre attività in cui potranno essere coinvolti, come attori significativi, i cittadini. Cittadini che guardano già con molta fiducia a questo progetto tanto che l’intero Consiglio Comunale di Ventotene lo ha approvato all’unanimità nella seduta di pochi giorni fa.  Le conclusioni dell’incontro saranno affidate al Commissario Silvia Costa.

in foto, commissario Silvia Costa

L’articolazione di questo processo mette in luce come la visione, promossa dalla Commissaria e condivisa con la Regione Lazio insieme al soggetto attuatore.

Invitalia, lo renda “progetto esemplare” non solo per quello che sarà l’esito del recupero della struttura dell’ex Carcere con i suoi contenuti storici e ideali, ma anche per la capacità di influire positivamente nella vita della comunità.

Per questo il progetto “Ventotene-Santo Stefano per il recupero dell’ex Carcere borbonico” è già in prima posizione tra i candidati dell’Italia al riconoscimento di Marchio del Patrimonio Europeo.

Isole ponziane, progetto “Ventotene-Santo Stefano per il recupero dell’ex Carcere borbonico”

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu