Italia Viva scale mobili

“Italia Viva”-Roma: una verifica
sulla inefficienza della Giunta Raggi

“Italia_Viva – Roma”: scale mobili e ascensori fuori uso quotidianamente
………La Capitale è una giungla metropolitana

“Dopo gli inconvenienti registrati il 23 febbraio alla stazione Termini, così come le scale mobili abbandonate e fagocitate dalla vegetazione selvaggia a Villa Borghese, è solo la punta dell’iceberg di una pessima manutenzione nelle stazioni e sulla rete metropolitana. Chi utilizza i mezzi pubblici tutti i giorni lo sa benissimo. La Raggi e il suo assessore ai Trasporti quando parlano di cambi di passo dimostrano solo che non mettono piede nelle stazioni da anni o forse vivono in una realtà parallela e virtuale in cui tutto funziona a meraviglia”

Così in una nota Ettore Luttazi e Rita Lattanzi di Italia Viva Roma insieme ai coordinatori Marco Cappa e Eleonora De Santis. “Basta aprire l’app Roma Bus o simili per vedere ogni giorno i problemi di accessibilità delle singole stazioni, tra ascensori fermi e scale mobili fuori uso, altro che casi isolati questa purtroppo è una situazione permanente, una vera giungla metropolitana.”

***** ***** *****

Quanto sopra riportato è un comunicato di Italia Viva in merito lo stato di abbandono di alcune scale mobili, come quelle presenti a Villa Borghese. Se si volesse spezzare una lancia a favore del Comune di Roma, ma ciò non scagiona la Giunta Capitolina di incuria e mancato controllo, bisognerebbe precisare che tali colpe – più che  la metropolitana – riguardano l’ingresso al parcheggio sotto villa Borghese, collegato direttamente  alla stazione metro Spagna.
Il parcheggio, di proprietà del comune di Roma, è gestito da Saba Parcheggi che è incaricata della manutenzione della stessa area. 
Quella scale mobili sono state abbandonate perché evidentemente non utilizzate. Il loro stato di abbandono è imputabile sia al Comune, non preoccupandosi di preservare un suo bene affidato a una ditta esterna, sia di Saba Parcheggi che non si è interessata della manutenzione, vedendo che il comune, in primis, non era interessato alla stato di tale situazione, ormai degradante.

Saba è interessata a mantenere ciò le che conviene, come le scale mobili del parcheggio linde e pinte che si trovano alla fine di Via Veneto. E’  il Comune che deve controllare le sue proprietà e nel caso accusare di inadempienza al contratto di manutenzione Saba Parcheggi.
Funziona così in ogni contratto di affidamento di gestione.
Tecnicamente anche con Atac vige lo stesso principio: il Comune è proprietario della metropolitana che la affida, con regolare contratto di servizio, all’azienda Atac che – tra l’altro – è di proprietà dello stesso Comune di Roma.

MATTEO PLATANIA 

 

 

 

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu