La moda italiana è leader in Russia grazie al digitale

Per Yandex, la moda italiana è la prima nelle ricerche on-line dei cittadini russi. La moda digitale in tutta la Russia è in crescita del 50% nel 2020, secondo la Fashion Consulting Group
Yandex è il principale motore di ricerca russo. Un rapporto redatto da un’analisi del mercato on-line risulta che i brand italiani sono i più ricercati rispetto a quelli di altre nazioni. 


L’e-commerce nella Federazione Russa cresce costantemente. In questi mesi di covid-19 è cresciuto ancora di più. La previsione di crescita degli acquisti on-line di moda per quest’anno è del 50% in più. Sono i dati del rapporto Fashion Consulting Group, Yandex e FashionSnoops. L’isolamento dovuto alla cosiddetta pandemia ha spinto 15 nuovi milioni di utenti russi ad acquistare on-line. Gli analisti prevedono che entro la fine dell’anno la quota delle vendite on-line potrebbe raggiungere il 20-25% del mercato al dettaglio. All’inizio dell’anno, il pubblico dell’e-commerce in Russia era stimato in 60-65 milioni di persone, dopo la quarantena è cresciuto fino a 75-80 milioni di acquirenti.
L’e-commerce russo nel suo insieme è uno tra i 10 con maggiore crescita al mondo e secondo Morgan Stanley raggiungerà un valore di 30 miliardi di dollari nel 2020, di 52 miliardi di dollari nel 2023, vantando una crescita del +170% nel giro di pochi anni.


Sull’onda della “Fashion Week Russia” in corso in questi giorni alcuni trend evidenziano nuove opportunità per le aziende del Made in Italy e non solo in Russia. La moda italiana si afferma esser la prima nelle ricerche online dei russi, secondo il motore di ricerca russo Yandex. Le ricerche indicano l’interesse degli utenti nel settore fashion per nazionalità. L’Italia è la prima nazionalità associata alla moda in Europa con 15.000 ricerche mensili online e il 34% delle richieste. Il Belpaese mantiene la leadership anche a livello mondiale tra i russi al terzo posto, dopo Turchia e Cina, relativamente più popolari per prezzi e qualità più bassi rispetto alla produzione Made in Italy.


L’e-commerce russo nel suo insieme è uno dei 10 con maggiore crescita al mondo e secondo Morgan Stanley raggiungerà un valore di 30 miliardi di dollari nel 2020 e di 52 miliardi di dollari nel 2023, vantando una crescita del +170% nel giro di pochi anni.
Giulio Gargiullo, Digital Marketing Manager, ed esperto del mercato digitale russo ha dichiarato: “negli ultimi anni l’e-commerce russo sta crescendo costantemente e questo si accompagna ad una maggiore fiducia dei consumatori nei pagamenti online e migliori consegne nel territorio russo. La pandemia ha chiaramente spinto nuovi utenti ad acquistare online maggiormente fashion e luxury ed è per questo sempre più importante per le aziende italiane ed estere investire nella presenza del mercato russo on-line che ha proprie piattaforme locali di vendita online, come gli utenti utilizzano il principale motore di ricerca locale che è Yandex e utilizzano prevalentemente social network locali come VK, Odnoklasniki, Moi Mir, ecc. Per questo mercato, oltre ad utilizzare le piattaforme locali, è fondamentale sviluppare un sito per il proprio brand localizzato per la lingua e la cultura russa”.

Aggiunge Giulio Gargiulo: “Inoltre con la pandemia risulta chiaro che è sempre più importante coinvolgere i consumatori russi con nuove tecnologie: sfilate di moda in streaming, realtà virtuale, realtà aumentata e applicazioni di AI per migliorare l’esperienza dell’utente, soprattutto nell’ambito luxury. I buyer russi rimangono amanti del Made in Italy, sono meno impulsivi che in passato e ricercano prodotti di alta qualità, storia del brand, un’assistenza alla clientela attenta e rapida: in generale un’ottima esperienza d’acquisto”.
Secondo lo studio citato, il 28% degli utenti che ha effettuato acquisti on-line di vestiti, scarpe e accessori durante il periodo di isolamento è diventato più fedele allo shopping online. Secondo le stime di vari analisti, la quota delle vendite online sullo sfondo di un calo del commercio offline potrebbe crescere quest’anno al 20-25%.
Il settore fashion del mercato digitale russo è uno dei più importanti e vale 296 miliardi di rubli, 4,6 miliardi di dollari. Gli analisti prevedono che il fatturato del segmento moda crescerà fino al 50% entro fine 2020. Gli acquisti on-line riguardanti l’abbigliamento e accessori riguardano il 23% degli acquisti presso le piattaforme online locali, mentre il 33% rappresentano gli acquisti transfrontalieri (presso siti esteri).

 

 

Made in Italy, Russia, Giulio Gargiulo, e- commerce, Yandex

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu