Nuove sostanze devastanti

I nuovi killer

 

Si diffondono nuove droghe pericolose: Shaboo, Fentanyl e Krokodil. Aumentano anche le droghe dei poveri come il Khat e lo Jenkem. La cultura Trap sponsorizza droghe fai da te come la Purple Drunk.

 

 

 

Le nuove droghe sono prevalentemente sintetiche, prodotte in laboratori e vendute per pochi euro alla criminalità organizzata.

Nuove strategie si sono operate per l’eroina e la cocaina. Sebbene la domanda dell’eroina sia calata dopo gli anni ’90 adesso è in netta crescita e gli spacciatori per non avere problemi economici, la tagliano con sostanze chimiche, aggiungendo alla dose altre sostanze che costano meno, camuffando il contenuto fino a creare l’eroina gialla. A prima vista il colore giallo, causato dal metorfano non è molto visibile . La possibilità di overdose, dipendente da molte caratteristiche tra cui anche il peso del consumatore, si può comunque raggiungere con maggiore facilità. Queste sostanze rendono più forte l’eroina e la fanno sembrare più pura. Molto spacciata dalla mafia nigeriana, laboratori di Mestre erano di base per il commercio nel Nord Est.

La Cocaina nera è semplice cocaina mischiata con carbone vegetale, particelle nere di ferro e potassio tiocianato in modo da renderla visivamente e olfattivamente irriconoscibile ai cani anti droga e ai narcotest di vecchia generazione.

Le novità però le rappresentano le nuove sostanze sintetiche. Lo Shaboo, detta Crystal Meth o anche la droga di Hitler perché fu usata dai nazisti. Creata da chimici esperti con il modello della metanfetamina, per la precisione divenuta metanfetamina pura. Lo Shaboo ha effetti di eccitazione superiori di dieci volte rispetto alla cocaina. Può rendere svegli per giorni e sopportare elevati ritmi. Crea una dipendenza veloce e se  si prova a smettere ha gravi ripercussioni sull’aspetto fisico, con dimagrimento e invecchiamento, denti marci. Prodotta in Bangladesh lo Shaboo è chiamata la droga dei filippini, maggiori consumatori.

Una droga molto pericolosa è la Krokodil. Proveniente dalla Russia, in Italia non è stata avvistata. Ricavato dall’anagelsico detto codeina, si mischia con benzina, iodio, polvere rossa dei fiammiferi, detersivi e olio. Provoca gravi ulcere nei punti in cui è iniettata e soprattutto causa pelle squamosa. Sopravvivere a tale droga risulta molto difficile.

Il Fentanyl è una morfina in grado di essere cento volte più potente dell’eroina. Il solo odorarla potrebbe provocare la morte e i rischi di overdose sono altissimi. E un tipo di droga molto pericolosa che si sta diffondendo rapidamente.

Una droga particolarmente strana dal punto di vista legale è il khat. Sono foglie della Catha Edulis che se masticate provocano un asceso temporaneo e una forte eccitazione. La droga chiamata droga dei poveri è legale nello Yemen e attraverso Etiopia, Uganda, Ruanda e Kenya è giunta in Europa. Nel Regno Unito e nei Paesi Bassi è considerata legale e si può acquistare e consumare nei tipici mafrish, dei caffè particolari. In Svezia si può acquistare nei parcheggi. I grossisti del khat hanno riscoperto l’Europa come nuova fonte di guadagno.

Il problema delle nuove droghe sono gli effetti, terribili sia per il corpo che per la mente. La diffusione di tali sostanze è talmente nuova da non conoscerne gli effetti a lungo termine. Bravi chimici giocano sulle molecole per crearne nuove e in grado di sfuggire ai controlli. Alcune hanno effetti devastanti sulla psiche provocando vere e proprie rapsodie. Complessivamente le  nuove droghe sintetiche  sono talmente tante che nemmeno si conoscono tutte.

Oltre alle perfomance dei chimici c’è alla base pure molta voglia di fare droghe fai da te in casa. In Italia chi abita vicino al confine svizzero può varcare i confini e acquistare senza alcuna prescrizione medica uno sciroppo per la tosse a base di codeina, così mischiandola con la sprite può ottenere la Purple Drunk, una vera effettiva droga. Proveniente dalla moda Hip Hop e riscoperta dalla tendenza musicale Trap, la Purple Drunk può anche non essere pericolosa malgrado gli effetti sedativi e psicoattivi, ma se consumata in quantità eccessiva potrebbe provocare soffocamento e morte.

Considerando le vecchie droghe della povertà nelle favelas, come la colla da sniffare, c’è il poco apprezzato Jenkem dello Zambia. Una bottiglia con feci e urina umane con un palloncino come tappo, messo al sole per una settimana. Il palloncino si riempirà di gas che dovrebbe essere esalato.

Uno dei problemi sono la pericolosità e i danni irrecuperabili, sia delle vecchie droghe che soprattutto delle nuove. Il bisogno che spinge gli individui a drogarsi, sempre diverso da generazione a generazione ma comunque sempre dovuto a mancanze, non vengono così risolti.

L’unica droga che sembrerebbe migliorare le attività cerebrali è la Nzt 48 del film Limitless, in cui il protagonista grazie a questa droga raffigurata come pillole trasparenti ha cambiato la vita per il miglioramento delle sue capacità intellettive. Ebbene questo farmaco è in vendita su Amazon ed è legale. Non si tratta di un farmaco miracoloso come quello del film. Sono Nootropi, sostanze presenti in natura e legali. Anche la cocaina appartiene a questa famiglia ma essendo massiccia è considerata illegale. I nootropi usati e venduti sono composti vitaminici a base di caffeina, teina e guaranà. Possono avere effetti collaterali decisamente migliori a quelli delle droghe sintetiche. Chissà se in futuro le nuove generazioni non assoceranno lo sballo allo studio, o al miglioramento della vita. I nootropi al momento possono essere una notevole opportunità, un doping naturale per la mente e la salute mentale.

 

                                                                                                                                                     om   Enrico Paniccia

Regno Unito, killer, Crystal Meth, Shaboo, Krokodil, mafrish, Etiopia, Uganda, Ruanda, Fentanyl, metorfano

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu