Philippe Daverio – morto a 71 anni uno dei più famosi divulgatori d’arte

Il mondo della cultura e dell’arte sono in lutto per la morte di Philippe Daverio, deceduto, a 71 anni, all’ Istituto dei Tumori di Milano. A renderlo noto la regista e direttrice del Franco Parenti Andree Ruth Shammah, che ha dichiarato: “Mi ha scritto suo fratello stamattina per dirmi che Philippe è mancato stanotte”.

Daverio, nato a Mulhouse in Alsazia, da padre italiano e madre alsaziana, il 17 ottobre 1949, è stato uno storico dell’arte, docente, saggista, politico e personaggio televisivo.

Figura molto nota sia per le numerose trasmissioni televisive che autore di numerosi libri di successo.

Specializzato in arte italiana del ‘900, nel corso della sua carriera Philippe Daverio ha dato vita a 4 gallerie d’arte a Milano e a New York. Non solo: è stato assessore a Milano dal 1993 al 1997 nella giunta Formentini, con le deleghe alla Cultura, al Tempo libero, all’Educazione e alle Relazioni internazionali. In questo ambito si è occupato del rilancio di Palazzo Reale.

Tra i suoi numerosi libri, Museo immaginato (Rizzoli, 2011), L’arte di guardare l’arte (Giunti, 2012), La buona strada. 127 passeggiate d’autore a Milano, in Lombardia e dintorni (Rizzoli, 2015) e Quattro conversazioni sull’Europa (Rizzoli, 2019).

 

philippe daverio

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu