Premio A.N.G.I – 2019: …..
le Eccellenze della Silicon Valley d’Italia

ASSEGNATI  GLI “OSCAR PER L‘INNOVAZIONE   

Martedì 17 dicembre, presso la Camera dei Deputati, si è svolta la Cerimonia della II^ edizione del Premio Nazionale ANGI (Associazione Nazionale Giovani Innovatori), per conferire un opportuno riconoscimento ai migliori “Innovatori Italiani” operanti nel settore pubblico e privato.
Una sintesi del suddetto evento è già stata anticipata con un articolo pubblicato sulla nostra Testata in data 18.12 (*1), avendo la Consul Press partecipato su cortese invito ricevuto da parte del Vicepresidente dell’ ANGI, Mattia Carlin (*2) che, dopo una prolusione su Leonardo Da Vinci, ha dichiarato come “Con tale Evento ospitato alla Camera dei Deputati, l’Associazione Giovani Innovatori Italiani sia stata riconosciuta come un interlocutore concreto per il pubblico e privato nell’ ambito dell’innovazione in tutte le sue forme, innovazione che non può essere disgiunta dall’etica per il bene di una società migliore”.

Che cos’è ANGI? La prima Associazione Nazionale no profit dedicata interamente al mondo dell’innovazione che, giunta quest’anno alla II^ edizione, promuove le eccellenze in ambito sociale, scientifico, tecnologico, formativo, culinario, culturale, imprenditoriale giovanile e dell’innovazione digitale. Lo scopo è quello di valorizzare i giovani professionisti della nostra Nazione, attraverso rapporti con le istituzioni e collaborazioni con Università ed Aziende.

Daniel della Seta, Giornalista e autore e conduttore del programma “l’Italia che va…”, e Federica de Vizia, giornalista e conduttrice Rai, hanno presentato la cerimonia, che si è aperta con una breve introduzione da parte di Gabriele Ferrieri, Presidente dell’ANGI. Queste le sue parole in apertura: ”Abbiamo deciso di occuparci di futuro, perché, parafrasando Charles Kettering, uno dei più grandi inventori del XX Secolo, è lì che passeremo il resto della nostra vita.
Giornate come quella di oggi ci fanno capire che la strada è giusta, che i talenti nelle imprese italiane ci sono e che la grande sfida per noi è riuscire a individuarli e incoraggiarli. Ringraziamo tutte le istituzioni presenti e il Ministra Paola Pisano per aver firmato il nostro Manifesto: il nostro impegno in favore dell’innovazione si nutre anche della sensibilità e della spinta che le istituzioni possono garantire a chi ha voglia, passione e capacità di migliorare il mondo
”.

Primo ospite invitato a salire sul palco è stata Paola Pisano, Ministro dell’Innovazione, la quale – dopo aver firmato il “Manifesto dei Giovani Innovatori” – ha dichiarato in merito a innovazione e tecnologia: 
La cultura dell’innovazione è credere nei giovani. Si parla tanto di ragazzi ma poi non si danno loro le giuste opportunità. La vera innovazione è scardinare la cultura del nostro Paese facendo entrare anche i giovanissimi nelle Istituzioni. Dobbiamo semplificare la vita alle aziende e ai giovani che vogliono diventare imprenditori e credono ancora nel nostro Paese”. Il nostro ruolo è quello di riuscire a connettere le iniziative tra di loro per creare una strategia unica per il Paese che prenda i ragazzi dalle Università, li faccia crescere e gli dia la possibilità di creare una propria azienda e farla crescere. L’ ANGI in questo è un’associazione molto strategica per noi, perché parla di merito, di tecnologia, di donne e di tutto quello a cui stiamo lavorando. Oggi ho ricevuto questa targa e vi ringrazio, spero di tornare tra un anno per dire di essermela davvero meritata. Sono qui da pochi mesi c’è tanto lavoro da fare e tante idee da realizzare. Oggi pomeriggio porterò con me il vostro manifesto che firmo qui davanti a tutti voi molto volentieri”. 

Dopo l’intervento di Paola Pisano (*4), è stato invitato sul palco Carlo Ferro, Presidente Agenzia ICE- Italian Trade & Investment Agency, il quale alla domanda rivoltagli da  Federica de Vizia su: “Cos’è cambiato in termini di innovazioni nelle aziende da 30 anni a questa parte”- ha così risposto: “il focus su due grandi mega trand che sono digitale e funzione digitale”. 
Nel corso della mattinata sono stati assegnati riconoscimenti anche ad autentiche eccellenze italiane nel campo produttivo e scientifico: lo chef stellato Heinz Beck – Tedesco per nascita, ma Italiano per vocazione – autore di un libro di ricette rivolto a chi soffre di diabete e non vuole rinunciare al gusto.  Il libro è stato scritto con l’ausilio di medici esperti nel settore. 
Sono stati premiati anche l’economista e imprenditore Giancarlo Vinacci, Marco Nicolini, Giurista ed Esperto M&A and Private Equity, Andrea Galeazzi architetto e blogger, l’imprenditore Walter Bartolomei, la giornalista e scrittrice Katia Ferri e la professoressa Silvia Pulino, Direttrice della John Cabot Univesity.

Successivamente, sono stai premiati per le innovazioni tecnologiche:  
Walter Vassallo, inventore della piattaforma Letyourboat, grazie alla quale è possibile scoprire il mare attraverso un semplice click. “L’app dà la possibilità ai viaggiatori di vivere l’esperienza in barca, vivere il mare da una nuova prospettiva e non soltanto sognarla. Mette in contato viaggiatori e armatori per soggiorni in barca ad ormeggio. È un modello di business unico, definito unico per quanto riguarda il mondo del turismo esperienziale che innesca un cambio di paradigma. Infatti si crea un nuovo concetto di ospitalità”. 
Valerio Rossi, creatore dell’app Monugram, in grado di riconoscere qualsiasi luogo di interesse e monumento, attraverso algoritmi di intelligenza artificiale e mash learning,. “Siamo partiti dal concetto di Shazam per il riconoscimento dei brani musicali e lo abbiamo applicato al settore turistico. Si tratta di riconoscere monumenti, luoghi di interesse attraverso l’app e dopo che il monumento è stato riconosciuto, l’applicazione suggerisce le migliori opzioni di attività turistiche relative ad un luogo di interesse.” Se ad esempio fotografo il tempio di Paestum, l’applicazione riconosce il monumento, fornisce una breve descrizione e consiglia attività turistiche nelle aeree circostanti.

Nella sezione “La voce della politica e dell’ innovazione” sono intervenuti Francesco Boccia, Ministro per gli affari regionali e le autonomie ed Anna Ascani,  quale Viceministro del Miur. 
“Lo Stato deve investire in tutti i territori in cui è necessario rafforzare il legame tra giovani e innovazione. Tutte le aree che sono a rischio spopolamento sono un bacino naturale per i nostri ragazzi, ma solo se lì mettiamo le scuole nelle condizioni di essere eccellenti, di essere aperte anche pomeriggio e sera, e se finanziamo ricerca e innovazione”. Così è il commento di Boccia, riferendosi all’innovazione e ad una riaffermazione della scuola inteso come luogo di crescita e conoscenza. La scommessa che facciamo sui ragazzi è la scommessa che facciamo sul Paese”.

Premiati, nella sezione food & agritech: Pierluigi Sassi, Presidente di Earth Day Italia che espone come la Earth Day “sensibilizza l’opinione pubblica mondiale sui temi del cambiamento climatico e come il ruolo della sensibilizzazione è assolutamente lodevole e noi ne siamo dei testimonial. Il vero motore del cambiamento è sicuramente l’innovazione. L’ì innovazione è sempre stata elaborata sulla spinta di maggior profitto”. Premiati anche Cosimo Calciano, fondatore e CEO di Revotree, Riccardo Balzaretti, founder di 3Bee.

Per quanto riguarda il “Mondo dello Sport”, speciali targhe di riconoscimento sono state assegnate a Giulia Sulis, la quale sogna una carriera dirigenziale nel grande calcio, sfidando pregiudizi e decisa più che mai a combattere le “barriere all’ingresso”. Un riconoscimento speciale anche alla cantante Ludovica Caniglia e al medico chirurgo Carlo Farina

Si è registrato poi un intervento di Massimiliano Garri, Responsabile Area Innovation, Technology & Solutions di Gruppo Acea, per la premiazione del vincitore della categoria Energia & Ambiente. “Conferire questo premio a giovani talenti dell’innovazione è per ACEA motivo di grande orgoglio così come è motivo di orgoglio sostenere il Premio ANGI, portatore di un messaggio e di un impegno a favore dello sviluppo tecnologico che l’azienda condivide pienamente. Promuovere l’innovazione e le iniziative imprenditoriali dei giovani è uno degli obiettivi strategici per i quali Acea si impegna quotidianamente e concretamente, sostenendo le idee dei giovani talenti, collaborando con diverse startup, svolgendo una costante attività di scouting e portando avanti progetti come l’Acea Innovation Garage. Con quest’ultima iniziativa, abbiamo provato a trasmettere il messaggio secondo cui il futuro si crea e non si aspetta. In un solo mese abbiamo ricevuto ben 120 proposte di progetti innovati, soprattutto dai più giovani”

Da ricordare ancora, in apertura della cerimonia (*3), l’esposizione da parte di Roberto Baldassari, Direttore del Comitato Scientifico di ANGI e direttore Generale MG Research, del Rapporto Giovani & Innovazione 2019 – Lavoro, innovazione e social life, realizzato in collaborazione con Angi.
Un’anteprima dello stesso rapporto era stata esposta il 5 dicembre scorso, durante la conferenza stampa di presentazione del Premio Angi.  In tale studio sono state analizzate le aspettative della generazione “millenials” e “Z” su temi quali lavoro, politica ed economia. Da questo studio emerge che i giovani sono propensi a dare il proprio voto a un partito o un candidato è preponderante, pari al 60%, mentre la volontà di protestare o astenersi è intorno al 33%. 
La fascia giovanile premia il PD (Partito Democratico) con il (27,5%), ma se pensiamo all’intero campione di voti, al contrario, è quello che ne raccoglie meno, sfiorando il 19,1%. La Lega, invece, viene votata dal 33%, ma, fra i giovani, è quella che raccoglie meno voti, arrivando al 23,8%. In terza posizione troviamo il Movimento Cinque Stelle, raccogliendo voti tra i giovani pari al 17,1%. Significativi sono anche i dati riguardanti l’occupazione. 
Si fa sempre più strada il fenomeno definito come “fuga dei cervelli” (*5), ritenuto ormai un problema nazionale dal 72% degli intervistati più giovani, che a grande maggioranza (71%) vedono la richiesta di esperienza minima come la più grande barriera al loro ingresso nel mondo del lavoro. Quanto alla laurea, per il 44% può essere addirittura un fattore negativo, visto che le imprese spesso virano verso manodopera meno qualificata.

MATTEO PLATANIA 

*******

NOTE A MARGINE___________________________________
(*1) si segnala qui di seguito il link per visionare la precedente anticipazione, pubblicata sulla Consul Press a firma Sveva Marchetti: <https://www.consulpress.eu/angi-premiate-le-eccellenze-made-in-italy-con-gli-oscar-dellinnovazione/>
(*2) Mattia Carlin è altresì anche Vice Presidente dell’UCOI – Unione dei Consoli onorari in Italia, nonché Advisor della Fondazione Italia-Giappone.
(*3) in apertura cerimonia, sono ancora da ricordare gli interventi di Luca Attias – Responsabile  per l’attuazione dell’Agenda Digitale, Giampaolo Rossi  – Componente C.d.A. della RAI/Radiotelevisione italiana, Cristiano Alviti – Strategic & innovation manager Comune Roma, Anna Ascani Viceministro del Miur, Pier Paolo Sileri – Viceministro alla salute, nonché dell’ on. Federico Mollicone – quale delegato dell’ Intergruppo Parlamentare per l’ Innovazione, con i suoi Colleghi Luca Carabetta, Niccolò Invidia e Massimiliano Capitanio.
(*4) Qualora sia possibile esprimere un parere non politicamente corretto, spero mi sia consentito manifestare  una sincera simpatia per il Ministro Paola Pisano la quale – pur appartenente ad un raggruppamento della demo-(?)-partitocrazia per il quale nutro un profondo dissenso e disistima – rappresenta “individualmente” una componente lodevole, anche politicamente preparata ed entusiasta dell’incarico affidatole ! …. sensazione che può riferirsi anche ad altri, tra i quali l’ on. Tiziana Ciprini.  Comunque, una “rondine non fa primavera” e, a mio parere, tali rondini rappresentano le eccezioni in un movimento di grillini, o in partiti di locuste e cavallette ! …vds. altri relativi  articoli già pubblicati a suo tempo sempre su questa “Testata”. 
(*5)
Per quanto riguarda la “fuga  dei cervelli”, vorrei  segnalare un precedente intervento sempre pubblicato sulla Consul Press a firma di Massimiliano Serriello, a seguito di un incontro/dibattito presso il Caffè Letterario Hora-Felix con relativo docu-film, realizzato dalla vulcanica Barbara Pavarotti, come visionabile tramite il link <https://www.consulpress.eu/un-exodus-dall-italia-emigrazione-di-giovani-talenti/>
Inoltre, per quanto riguarda le “Tre I” a suo tempo indicate come taumaturgiche da tale Silvio Berlusconi (molti anni or sono …allora ancora in auge) e precisamente: “Impresa, Inglese, Internet” la Consul Press preferisce privilegiare, sempre con riferimento alla “I” (come Italia) diversificati termini e, precisamente: ….  “Identità/Imprenditorilità/Innovazione”, nella scia di un duplice “Nuovo Rinascimento e Risorgimento Italiano” a 360° in campo culturale, etico ed ideale di questo nostro Paese che, nonostante tutti i suoi difetti, dovrebbe essere più rispettato ed amato dal proprio Popolo.  ___________Giuliano Marchetti    
 

 

Lascia un commento

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu