San Francisco: è discussione sul divieto delle pellicce

L’industria americana delle pellicce fa squadra contro il fronte animalista. Da questo mese, a San Francisco è entrata in vigore la legge che vieta la vendita di indumenti o accessori in pelliccia naturale. A stabilirlo è stato il board of supervisors della città che ha approvato all’unanimità un’ordinanza, in coerenza con la proposta di alcune associazioni animaliste, tra cui Direct Action Everywhere. I retailer che continueranno a vendere prodotti nuovi in pelliccia naturale verranno sanzionati con una multa di 500 dollari a capo.

Il fronte avverso è però andato all’attacco. Lunedì è scesa in campo l’International Fur Federation che ha deciso di fare causa alla città californiana. In una comunicazione ufficiale, la Fur Information Council of America (Fica) ritiene che proibire la vendita delle pellicce porti alla limitazione delle scelte d’acquisto dei consumatori. Il testo sottolinea inoltre che la legge è stata spalleggiata da esponenti radicali per motivi ideologici.

Sulla questione ‘pelliccia’ si apre dunque il primo fronte legale. Il confronto si sposta dagli annunci di piazza alle aule del Tribunale, dove sarà necessario affrontare la complessità dell’argomento.

 

articolo via pambianco

Lascia un commento

Archivio Articoli

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu