sabato, 19 Ottobre 2019

Autore: Lidia D'Angelo

Stili di Vita, per “Vivere Meglio”:
un incontro presso la Libreria ELI

…. QUANDO LA CULTURA AMALGAMA “I SAPERI CON I SAPORI 

_____________di  LIDIA D’ANGELO 

Venerdì 11 ottobre, alle ore 19 circa, si è svolta  un’interessante conferenza, organizzata dall’Associazione Giampiero Arci, sul benessere psico-fisico derivante da corretti comportamenti e adeguati stili di vita. 
L’evento è stato organizzato negli spazi della Libreria ELI in viale Somalia, ma non trattasi di una semplice libreria….
anzi definirla con questo termine è non solo riduttivo, ma anche non corrispondente alla realtà; si tratta di uno spazio ben strutturato, al cui interno si respira aria di cultura. Oltre ad una ricca esposizione destinata ai libri, c’è un angolo bar, una sala dedicata ai bambini e ai giovanissimi, attrezzata con tavolini e sedie per favorire la lettura e suscitare curiosità.

Continua a leggere

50 Anni di Teatro alla Quercia del Tasso, a Roma

1965 / 2019, ben 50  STAGIONI della “COMPAGNIA PLAUTINA”  

A ROMA, in questi ultimi giorni di agosto, nell’anfiteatro della Quercia del Tasso sulla sommità del Gianicolo, sono proseguite con grande successo di pubblico, le rappresentazioni di un’antica commedia romana che si mostra ancora fresca, gradevole ed esilarante, nonostante siano trascorsi più di 2000 anni dalla sua stesura. 
La commedia è uno degli ultimi capolavori scritti da Plauto, un autore di teatro vissuto a Roma nel III secolo A.C. della cui vita si conosce molto poco; le commedie plautine continuarono a essere allestite e a riscuotere trionfi anche dopo la morte dell’autore.

Continua a leggere

dal 10 Agosto, cadon le Stelle
… e rotola il Governo !

DOPO LA NOTTE di SAN LORENZO …. e seguenti,   

STELLE  CADENTI  sul  GOVERNO

 

 

D’estate tutti aspettano il solleone  
per gustare le gioie dell’ombrellone, 
anche gli onorevoli e il presidente 
sognano la pausa del dolce far niente; 
ma un fulmine a ciel sereno 
scuote sotto i loro piedi il terreno:

nel governo tanto tuonò che piovve, 
il socio n. 2 dissolve 
un’alleanza nata già labile, 
diventata, col tempo, non più accettabile.

 

Un capitano antico disse: ” il dado è tratto”, 
un capitano moderno, insoddisfatto, 
sfiducia il presidente Conte 
che teneva uniti come un ponte 
i due partiti di governo 
costretti a un sodalizio alterno.

 

L’ultimo no sulla TAV pronunciato, 
come un macigno  sulla coalizione ha pesato; 
tutti i nodi vengono al pettine, 
i leghisti, pur di salvare l’immagine, 
non hanno permesso che il loro pezzo da novanta 
venisse snaturato di sana pianta
e perciò, dopo aver ingoiato parecchi no, 
questa volta non ci sono stati neanche un po’, 
 hanno staccato la spina 
a un governo che sarebbe stato una rovina.

 

Il boccino è nelle mani di Mattarella 
che stava beatamente  prendendo la tintarella, 
tornerà molto presto al Quirinale 
per dare il via al cerimoniale 
che porterà l’Italia verso nuove elezioni
e, questa volta speriamo, senza tribolazioni.

 

LIDIA D’ANGELO

 

 

Antiche Osterie, una parte de “l’Anima de Roma”

una chicca nel cuore del centro storico di Roma: 
POLDO e GIANNA

__________a cura di LIDIA D’ANGELO 

Nel cuore del centro storico di Roma, della Roma che conta, a pochi metri da piazza del Parlamento, in un caratteristico vicolo seminascosto – Vicolo Rosini – è situata l’osteria di Poldo e Gianna; il locale è stato aperto nel 2016, ma le sue radici affondano in un lontano passato: infatti bisogna andare indietro nel tempo per circa 30 anni, quando Poldo e Gianna si destreggiavano, rispettivamente, tra i tavoli e ai fornelli in cucina.

Continua a leggere

ELEGIA TRISTE  PER  IL  PATTUME  ROMANO

La città più bella del mondo

è ridotta in uno stato immondo;

coperta com’è di immondizia,

suscita un sentimento di mestizia.

Vedi cumuli di spazzatura

aumentare giorno dopo giorno a dismisura,

dai marciapiedi esalano miasmi puzzolenti

che  non fanno certo bene ai residenti.

La situazione è diventata critica

con la monnezza democratica,

perché sia quella alto borghese sia quella proletaria,

senza distinzione, ammorbano l’aria.

Il braccio di ferro tra la sindaca e l’Ama

ha prodotto questa situazione grama,

per i turisti e per i romani

molto incerti sul loro domani.

“ITINERANDO” per antichi borghi
…nel ricordo dei Cavalieri Templari

XXVIII APRILE 2019 – DOMENICA IN ALBIS 

Nella bassa pianura Padana della provincia di Brescia, all’incrocio tra la strada Quinzanese e quella per Tortole, è situata la frazione di Pontegatello, un grumo di casette e cascine, a un tiro di schioppo da Azzano Mella del cui territorio comunale fa parte; il nome deriva dall’espressione “pont de gatel” cioè da guadel, ponte sul piccolo guado.

Continua a leggere

Italia / Europa: 1 a 0

 

Tutti i nodi vengono al pettine e per i ministri è ora di salvare l’immagine:

infatti è in approvazione, da parte del governo,una legge che  è un  perno

intorno a cui ruotano i ministri grillo-leghisti, oramai  dell’Europa  antagonisti.

Il vecchio continente è attraversato da un terremoto politico scatenato

da una ostica legge italiana,considerata da tutti un po’ balzana.

Il giovane Di Maio, in campagna elettorale,ha fatto una promessa colossale

che poi andrebbe mantenuta,  evitando una brutta caduta.

Con grande baldanza, ha promesso il reddito di cittadinanza

che milioni di italiani aspettano, giovani e anziani.

Il suo cavallo di battaglia ha sbattuto contro la muraglia

degli oppositori politici che evocano neri pronostici;

non promettendo ancora nessuna gioia, il cavallo è diventato di Troia

perché  nasconde gli umori dei big europei  che considerano gli italiani  dei babbei.

IL Consiglio di Stato “scalpitante”…
con invasioni a tutto campo!

Scuola e… Giustizia:
quando i giudici “rubano il mestiere” ai professori

Una notizia pubblicata pochi giorni fa sui numerosi quotidiani e diffusa da vari telegiornali ha suscitato indignazione non solo presso i docenti di scuola media, ma anche nelle persone dotate di buon senso; i giudici del Consiglio di Stato sono saliti in cattedra e hanno promosso un alunno di prima media che il Consiglio di Classe di una Scuola di Scandiano, in provincia di Reggio Emilia, aveva osato “non ammettere” alla classe successiva. Va evidenziato che tale mancata ammissione (alias… bocciatura), impugnata dai genitori dell’alunno, era stata già confermata dal Tar.   

Continua a leggere

Scuola e Droga

SE CIRCOLA LA DROGA ….. LA SCUOLA NON E’ “BUONA

di LIDIA D’ANGELO  *

Il nuovo anno scolastico ha appena preso il via e già nelle scuole si torna a parlare di droga, il binomio scuola e droga non passa mai di moda; purtroppo il fenomeno, ogni anno, è sempre più diffuso e ciò desta preoccupazione nelle famiglie che non sanno come rispondere; le motivazioni per le quali i giovani si avvicinano alla droga sono molteplici e soggettive, comunque è possibile indicarne alcune, comuni a tutti, tra cui la mancanza di interessi, gli amici sbagliati, il carattere debole.

Continua a leggere

A Bergamo Alta, il Caffè di Torquato Tasso

Un’eccellenza bergamasca, un locale storico d’Italia e d’Europa

L’Italia è ricca di antichi locali, caffè, ristoranti, pasticcerie, bar, alberghi che hanno accolto poeti, scrittori, pittori, artisti di ogni genere, personaggi della politica e della cultura che hanno acquisito fama e rinomanza storica attraverso avvenimenti e presenze eccellenti.

Continua a leggere

al Colosseo “Sangue e Arena” e…. lacrime di rabbia

Sangue e … Lacrime di Rabbia

Eravamo felici e contenti di andare al Colosseo, pronti

per assistere a uno spettacolo raro e curioso che ci avrebbe portato a ritroso

nel tempo degli antichi Romani tra gladiatori e animali africani.

Purtroppo, causa un acquazzone, lo spettacolo è stato annullato dalla organizzazione

che non si è degnata di avvertire gli utenti, italiani, romani e stranieri pazienti

…. neanche con un cartello scritto con un pennarello.

Il call center non rispondeva, l’ufficio casse non sapeva

e noi, rassegnati, ci siamo avvicinati

alla guardia di finanza che era di turno per la sorveglianza

e non per dare informazioni a noi poveri fresconi.

Noi i soldi versati per lo spettacolo, li recuperiamo senza ostacolo,

ma altri soldi sono certamente spariti, quelli dei turisti che l’indomani sarebbero partiti.

In questo modo l’amministrazione capitolina ha incassato l’ennesima figura barbina.

*** *** ***

Queste brevi righe riassumono, in chiave ironica, la vicenda indecorosa che alcune sere fa – esattamente giovedì 27 luglio – ho vissuto in prima persona:  lo spettacolo “Sangue e arena”, organizzato all’interno del Colosseo dalla Coopculture , è stato rinviato causa una forte pioggia improvvisa caduta in serata. Ho trovato la porta di ingresso sbarrata, senza alcun cartello od avviso, né alcun “addetto” che desse spiegazioni ai presenti; il call center era muto, c’era solo un’ autovettura con due militi della G.d.F. a bordo, per svolgere il servizio di sorveglianza …. i militari gentilmente hanno fatto qualche telefonata e così si è ufficialmente saputo che lo spettacolo era stato cancellato per la pioggia. Noi romani, probabilmente, riceveremo il rimborso per i soldi versati anticipatamente, …. ma i turisti, che sarebbero partiti il giorno successivo ?  Non so quale risposta dare a questa domanda, ma so per certo che Roma Capitale ha fatto una nuova ed ennesima brutta figura per la disorganizzazione e per la sciatteria che ogni giorno tocchiamo con mano in qualsiasi luogo della pubblica amministrazione.

Lidia D’ Angelo

Razza, Razzismo e “Dintorni”

 Nel XIX secolo si riteneva che uno spettro si aggirasse per l’Europa … e, giunti ora nel XXI secolo, uno spettro simile sembrerebbe ancora aggirarsi nella stessa Europa, pur avendo mutato pelle e natura. Trattasi di una errata interpretazione del “concetto di razzismo”, cioè di un insieme di teorie e comportamenti basati su una presunta suddivisione dell’umanità in razze superiori e inferiori.

Continua a leggere

Denique regimen habemus: finalmente abbiamo un governo!

 

Dopo lunghi ripensamenti

e  numerosi, vari accadimenti,

finalmente ha visto la luce

un governo che era già in nuce,

che però non quagliava

per una pedina che mancava.

Anche il professor Savona

ha avuto la sua meritata poltrona

che, a causa delle pesanti interferenze,

 non è più quella delle finanze.

Il  Salvini nazionale

si è piazzato al Viminale

dove, con piglio autoritario,

controllerà l’intero territorio.

Il  Ministero di via Veneto

lo  ha agguantato il Di Maio non tenero

che da lì, con grande irruenza,

distribuirà a tutti il reddito di cittadinanza.

Le opposizioni, tutte rosicone,

stanno a guardare con agitazione,

temendo chi sa quali sfracelli

e  ipotetici aumenti di balzelli.

De Profundis per il Governo Grillo-Leghista

Dopo giorni e giorni interminabili,

con scambio di opinioni opinabili,

il duo Salvini Di Maio

ha trovato la quadra del ginepraio.

I nostri eroi sono saliti al Colle

con una lista di ministri considerata folle

per la presenza del professor Savona

che non piace alla tedesca, padrona

di tutta l’economia europea

e pertanto si comporta come una farisea.

Continua a leggere

I Papi dei Concili dell’era moderna

Si apre il 17 maggio nelle sale di Musei capitolini di Roma la mostra “I papi dei Concili dell’era moderna”; il percorso si sviluppa intorno a 30 opere tra dipinti, sculture, argenti, tessuti liturgici rari e preziosi,  illustra le figure dei pontefici protagonisti dei  tre concili dell’età moderna: il Concilio di Trento nel Cinquecento, il Concilio Vaticano I nell’Ottocento e il Concilio Vaticano II nel Novecento.

Continua a leggere

C’era una volta la “Scuola”

Sui giornali si sta facendo un gran parlare di bullismo, infatti in questi ultimi tempi stiamo assistendo a un crescendo vertiginoso di episodi di questo genere nelle aule scolastiche, che hanno come vittime i professori, sottoposti ad atti di violenza verbale, psicologica e fisica. Un tempo i docenti avevano nella società  un ruolo di tutto riguardo, rispettato e dignitoso; oggi i docenti sono  derisi e offesi, calpestati nella loro dignità.

Continua a leggere

“Amici Nemici”

” AMICI MAI …! ”
Quando la politica diventa anche satira poetica!

 

Come volevasi dimostrare,

nessuno dei due vincitori vuole abdicare

alla ipotesi di governare.

Il presidente Mattarella ha ricevuto le delegazioni

ma non ha ancora  visto buone azioni,

tendenti alla nascita di un buon governo

che sia agile e moderno

nell’affrontare gli italici problemi,

senza grossi intoppi e patemi.

Il giovane Di Maio, chiuso nella sua corazza,

scalcia come un puledro di razza

e con la sua parlantina tutti imbarazza,

specialmente Silvio Berlusconi

che non considera i pentastellati degli amiconi.

Dal canto suo, il rampante Matteo

facendo il tosto e senza alcun piagnisteo,

non rinuncia tanto facilmente

a diventare del Consiglio dei ministri il presidente.

Ma i tempi oramai si sono allungati

e tutti gli animi sono esacerbati,

probabilmente avremo, meglio di niente,

il governissimo del Presidente,

buono per tutte le stagioni

 e speriamo capace, almeno, di grandi azioni.

  • 1
  • 2

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu