Intervista a Mario Borghezio

Consul Press    intervista MARIO BORGHEZIO  (*) –  Candidato al Parlamento Europeo con la Lega Nord per Lazio Toscana Marche Umbria

 *MARIO BORGHEZIO è nato a Torino il 3.12.1947, laureatosi in giurisprudenza è  avvocato fin dal 1997.  Giovanissimo ha militato nella Jeune Europe, fondata da Jean Thiriart; è stato deputato con la Lega Nord dal 1992 al 2001 e sottosegretario alla Giustizia nel 1994-95 con il I° Governo Berlusconi. Dal 2001 sino ad oggi è Parlamentare Europeo.  

Continua a leggere

Al voto per il Parlamento europeo

Nella giungla del voto, come succede spesso ritroviamo sulla nostra strada candidati che sono noti per quello che non fanno;la fortuna ci sorride quando incappiamo in persone che nella vita si sono dati da fare anche per gli altri…A noi non interessano le appartenenze politiche, vi presentiamo la persona per il suo operato e, Marco Scuria è un personaggio che si è sempre messo dalla parte degli elettori. Romano, 47 anni, sposato da 19 con Emanuela, laureato in Scienze politiche all’Università di Roma “La Sapienza”.

Continua a leggere

Report contro Equitalia

Report contro Equitalia: informazione zoppa

Al di là dei meriti acquisiti nel tempo, per effetto di una trattazione solitamente efficace, puntuale ed altamente professionale, torna opportuno rilevare che la programmazione di Report del 28 Aprile 2014, diffusa da RAI 3, ha evidenziato una certa limitatezza espositiva, di non secondaria importanza, riguardo proprio allo sconclusionato meccanismo delle entrate fiscali.

Continua a leggere

Al voto per il Parlamento europeo

Nella giungla del voto, come succede spesso ritroviamo sulla nostra strada candidati che sono noti per quello che non fanno;la fortuna ci sorride quando incappiamo in persone che nella vita si sono dati da fare anche per gli altri...A noi non interessano le appartenenze politiche, vi presentiamo la persona per il suo operato e, Marco Scuria è un personaggio che si è sempre messo dalla parte degli elettori. scuria

Romano, 47 anni, sposato da 19 con Emanuela, laureato in Scienze politiche all’Università di Roma “La Sapienza”. Alla passione politica ha sempre affiancato un forte impegno nel sociale: giovani, anziani e persone diversamente abili sono state sempre al centro del suo operato sociale e politico. Nel 2001 viene eletto Presidente Nazionale di una grande associazione di volontariato che ad oggi conta più di 250 associazioni affiliate in tutta Italia. Nel 2009 viene eletto al Parlamento europeo con 120mila preferenze, diventando così membro della Commissione Cultura e Istruzione e della Commissione Libe (Libertà, Giustizia e Affari interni). Nel 2013 è tra i fondatori di Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale di cui diventa componente dell’esecutivo nazionale. Oggi si ricandida con FdI-An alle prossime elezioni europee nel collegio dell’Italia centrale (Lazio, Marche, Umbria e Toscana).

Quali sono state le sue attività in Parlamento Europeo dal 2009 al 2014?

Da europarlamentare ho soprattutto cercato di occuparmi di cultura e sociale, sostenendo l'istituzione dell'Anno Europeo del Volontariato, rappresentando in questo modo le istanze delle categorie svantaggiate. Inoltre, sono stato promotore del volontariato transfrontaliero e del Regolamento “Capitali Europee della Cultura”. Tutto questo, ovviamente, senza mai smettere di preoccuparmi degli interessi italiani in Unione europea: mi sono impegnato per contrasta l'immigrazione clandestina con il programma Eurosur, che prevede maggiori aiuti e impegno per l'Italia da parte dell'Ue nel controllo delle frontiere.

Qual è il suo programma?

Innanzitutto occorre utilizzare meglio i fondi europei destinati al nostro Paese. L’Italia non riesce ad utilizzare le risorse messe a disposizione dall’Europa, è indispensabile quindi snellire la burocrazia italiana e europea. Altro punto fondamentale è la tutela del made in Italy: è doveroso tutelare le nostre eccellenze dalle contraffazioni che penalizzano la nostra industria. Infine, regolamentare i flussi migratori: ridiscutere il Trattato di Dublino, che prevede la richiesta e la concessione di asilo politico nel Paese in cui si arriva. L’Italia non deve essere lasciata sola nella gestione delle emergenze. Vogliamo tornare ad alzare la testa in Europa, per farlo dobbiamo prima riconquistare la nostra sovranità nazionale.

Marco Scuria sta incontrando ogni giorno centinaia di persone, che lo incitano a perseverare nel suo lavoro in Europa e, rinnovano la loro stima e sostegno facendolo conoscere ad amici e conoscenti. Il 19 maggio si chiude la campagna elettorale,non si riconosce lo stesso accanimento mediatico delle politiche, forse come ogni cosa , noi italiani non ci sentiamo cosi a nostro agio in Europa. Comunque ci siamo, far sentire la nostra voce è importante, una voce autorevole, non quella voce che diventa fioca nei momenti importanti, non la voce di un 'Italia timida e accondiscendente.
Adelfia Franchi

Europa Mercato o Europa Politica

Condividi:      

“Europa Mercato o Europa Politica”  di Alain de Benoist – 01/05/2014 // Fonte: Arianna Editrice [scheda fonte]

 

Signore e signori, amici cari,  ancora un quarto di secolo fa, l’Europa appariva come la soluzione a tutti i problemi. Oggi viene invece percepita come un problema che va ad aggiungersi agli altri. Per effetto della disillusione piovono critiche da ogni dove, e alla commissione europea si rimprovera di tutto e di più: di moltiplicare i contrasti, d’ingerire in questioni che non le competono, di voler punire chiunque, di paralizzare le istituzioni, di essere organizzata in maniera incomprensibile, di mancare di legittimità democratica, di annientare la sovranità dei popoli e delle nazioni, e di non essere più nient’altro che una macchina per non governare. Nella maggior parte dei paesi, le opinioni positive sull’Unione Europea sono in caduta libera da almeno dieci anni. La proporzione di coloro che, in Francia, ritengono che “l’appartenenza all’Unione sia un male” è perfino salita dal 25 % nel 2004 al 41 % nel 2013. Ancor più di recente, un sondaggio Ipsos rivelava che il 70 % dei francesi desidera “limitare i poteri dell’Europa”.

Continua a leggere

Il voto del 25 maggio

 

 Il nostro pane quotidiano negli ultimi anni (troppi) è stato il “voto”, in odor di Santi, non confondiamoci, parlo di ELEZIONI” Si sente dire ovunque, che la vera scommessa del nuovo saranno le persone, ai vertici delle principali aziende pubbliche e, non solo. Cosa certa è: sarà una gara importante e proprio per questo non può esaurirsi in un “cambio stagione” di genere e generazionale.

Continua a leggere

CGIL, cambiare è faticoso

Applausi e qualche fischio per  il ministro del lavoro al congresso della Cgil di Rimini che annuncia la necessità di un cambiamento profondo, ricorda che per il governo la musica è già cambiata

poletttttiiiiii

Da Rimini, dove è in corso la seconda giornata del XVII Congresso della Cgil, il ministro del lavoro Giuliano Poletti, spiega la necessità «di un radicale cambiamento in questo paese» evidenziando come anche «per il governo la musica è già cambiata». Poletti ha infatti ricordato come oggi «il ministro del lavoro incontra le parti, valuta poi come è naturale che sia, il governo si prende la responsabilità di decidere».

Continua a leggere

Il calcio che non ci piace

Il Ministro dell interno Angelino Alfano ha riferito oggi a Montecitorio sugli eventi di sabato allo stadio Olimpico di Roma

poliziaaa stadio

Secondo Alfano «L’incontro si sarebbe svolto comunque, per evitare gravissimi rischi per il deflusso degli spettatori» e «la comunicazione del capitano del Napoli alla curva aveva il solo effetto di stemperare la situazione». Le forze di polizia «hanno dovuto sedare la reazione dei supporters partenopei, convinti che responsabili del ferimento di Ciro Esposito fossero state le forze dell’ordine. A fatica è stata riportata la calma».

Continua a leggere

Decreto legge Irpef-Irap

Tagli per 700 milioni ai beni e servizi regionali e nuove misure per i pagamenti dei debiti sanitari.

Pubblicato il decreto che riduce Irpef e Irap e che mette il tetto di 240 mila euro agli stipendi pubblici. Per la sanità nessun taglio specifico, come promesso da Renzi e Lorenzin. la sforbiciata ai beni e servizi regionali fine inciderà anche sui budget sanitari? 

Continua a leggere

Angelino Alfano

16.04.2014

Informativa di Alfano alla Camera: i numeri sugli arrivi dei migranti

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano ha riferito sulla situazione relativa agli sbarchi di cittadini stranieri sulle coste italiane: oltre 20.500 persone dall’inizio dell’anno a fronte dei 2.500 nello stesso periodo del 2013
alfano

I temi centrali dell’intervento, già illustrati ieri dal ministro durante l’audizione davanti al Comitato parlamentare Schengen, ruotano intorno alla «mutazione delle cause storiche del fenomeno migratorio», prima legato all’estrema povertà e alla ricerca di una vita migliore, oggi principalmente all’instabilità politica dei paesi dell’Africa Nord mediterranea e subsahariani. Lo dimostra, ha sottolineato Alfano, la provenienza della maggiorparte degli extracomunitari: solo 155 vengono dalla Tunisia, per il resto da Eritrea, Mali, Gambia. Somalia, Nigeria, Senegal, Pakistan. Altro dato rilevante è la provenienza dei barconi: 121 su 144 provengono da porti libici, a conferma dello stretto legame, sostenuto anche da fonti diplomatiche e di intelligence, tra l’aumento del traffico di esseri umani dai paesi dell’Africa subsahariana e l’aggravarsi della crisi politica in Libia.

Continua a leggere

Emergenza flussi migratori

Documento su emergenza flussi migratori non programmati

 Il Presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, e la Coordinatrice della Commissione Politiche sociali della Conferenza delle Regioni, Lorena Rambaudi, hanno illustrato la posizione delle Regioni e consegnato al Governo, in sede di Conferenza Unificata, la seguente nota congiunta Anci, Upi e Conferenza Regioni sull’emergenza flussi migratori non programmati:

Continua a leggere

MIBACTe Regioni

Turismo: MIBACTe Regioni, serve strategia nazionale

Roma, 16 aprile ’14  Si è svolto questo pomeriggio al Collegio romano un incontro tra il ministro dei Beni e delle Attivita’ Culturali e del Turismo, Dario Franceschini, il presidente della Conferenza delle Regioni e province autonome, Vasco Errani ed una delegazione composta dal coordinatore della commissione Turismo delle regioni, Mauro Di Dalmazio e dagli assessori Angelo Berlangieri (Regione Liguria), Silvia Godelli (Regione Puglia), Fabrizio Bracco (Regione Umbria), Marino Finozzi (Regione Veneto), Francesco Morandi (Regione Sardegna).

Continua a leggere

Ambasciata Argentina: diritto all’ Identità

Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia

Sezione Diritti Umani

 

arg 

 

Nell’ambito della Campagna per il Diritto all’Identità che l’Ambasciata Argentina

sta portando avanti da anni a sostegno del lavoro delle

Abuelas de Plaza de Mayo con lo scopo di ritrovare in Italia alcuni dei nipoti

che le famiglie biologiche stanno ancora cercando, è opportuno segnalare

l’importantissimo ruolo che riveste il sistema universitario italiano per diffondere questa Campagna

A questo proposito, vi comunichiamo che è stata creata dall’Università degli Studi Roma 3,  un sito web dedicato alla Campagna con collegamento alla pagina di Facebook.

Continua a leggere

Voto di scambio


Il Parlamento ha finalmente modificato l’articolo 416 ter del Codice Penale che disciplina lo scambio elettorale politico-mafioso, dopo oltre 400 giorni di campagna e quasi 500mila firme raccolte. 

Una buona notizia e un errore da correggere: la buona notizia è l’inserimento, dopo un iter tormentato, delle due parole “altra utilità”, che colpiscono al cuore il voto di scambio politico mafioso, finora limitato all’erogazione di denaro. Si potrà contrastare in maniera più efficace il “mercato dei voti”, venduti e comprati in cambio di favori, a partire dalle prossime elezioni di maggio, europee e soprattutto amministrative. 

Continua a leggere

Imprenditore dell’Anno

Sono aperte le candidature per la diciottesima edizione dell’Imprenditore dell’Anno 2014, evento organizzato da EY – Building a better working world con la collaborazione di BNL – BNP PARIABAS.

Candidature entro il 4 luglio

Per maggiori info 02.72212950 – www.ey.com/it

L’Europa a un bivio……..

___________________________________________________pubblicato da Giorgio VITANGELI  su “FINANZA”

L’opinione pubblica ne sa poco o nulla, ma l’Europa si trova oggi davanti a due opzioni geostrategiche da cui dipende il suo futuro. Da un lato c’è il Trattato transatlantico, dall’altro la creazione di un enorme corridoio eurasiatico di sviluppo, secondo nuove modalità, che si sintetizzano con la parola russa “razvitie”. Parola scelta perché indica non solo crescita economica, ma  uno sviluppo integrale, cioè culturale, morale,  civile, di rispetto ambientale, che include anche, ovviamente, la crescita economica, ma non come obbiettivo unico e prioritario.

In verità, ad essere realistici, i giochi sembrerebbero già fatti, e l’opzione impossibile. Non si tratta soltanto del gelo calato nei rapporti tra Unione Europea e Federazione Russa per la vicenda della Crimea, e della condizione sostanziale di quasi-protettorato degli Stati Uniti sull’ Europa, che hanno nella NATO lo strumento più evidente. Il fatto è che l’accordo transatlantico  è in fase avanzata di negoziazione, e gli americani sperano di ottenerne a breve la firma; ”Razvitie”invece è per ora soltanto un grandioso progetto avveniristico che Vladimir Yakunin, il presidente delle Ferrovie Russe, ha fatto suo, ed ha illustrato qualche settimana fa in una solenne seduta dell’Accademia delle Scienze Russa. Nel ristretto numero degli invitati, il nostro collaboratore, Paolo Raimondi. 

Continua a leggere

Intervista all’On. Fabrizio Santori

Riportiamo l’intervista che ci ha rilasciato l’On. Fabrizio Santori, Consigliere Regionale del Lazio.

Onorevole Santori nel 2012 nel momento in cui il suo coetaneo Renzi  sfidava l’apparato del PD candidandosi alle primarie Lei  sosteneva la necessità  di primarie anche nell’ambito del centro destra dichiarandosi disponibile a sfidare Alemanno. Sulla base di quali considerazioni era giunto a questa convinzione ? E la ritiene ancora valida ?

Continua a leggere

Verona in festa: vinitaly, un successo italiano

Vinitaly 12 miliardi di fatturato, export da 5 miliardi

Dati da record per l’edizione 2014 di Vinitaly. Il settore  ha registrato un fatturato di 12 miliardi euro e un export da 5 miliardi. Dati annunciati dal ministro dell’agricoltura Maurizio Martina e, dal sindaco di Verona Flavio Tosi “un caso clamoroso che fa la differenza abbiamo superato la Francia” Questo è un buon motivo per copiare.

Campagna per il Diritto all’Identità

 

Ambasciata della Repubblica Argentina in Italia
Sezione Diritti Umani
 
 
Nell’ambito della Campagna per il Diritto all’Identità che l’Ambasciata Argentina
sta portando avanti da due anni a sostegno del lavoro delle
Abuelas de Plaza de Mayo con lo scopo di ritrovare in Italia alcuni dei nipoti
che le famiglie biologiche stanno ancora cercando, è opportuno segnalare
l’importantissimo ruolo che riveste l’Università degli Studi Roma Tre,
in particolare il suo Rettore, Prof. Mario Panizza,
affinché l’intero sistema universitario attraverso la
C.R.U.I.

Continua a leggere

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu