Da ieri, domenica 12 Giugno,
è iniziata la “Visita in Italia” della NIAF

DOPO L’ATTERRAGGIO A FIUMICINO  E BREVE SOSTA NELLA CAPITALE, 
E’ INIZIATO OGGI IL TOUR DELLA NIAF IN ABRUZZO, UMBRIA E TOSCANA 

____________a cura di EUGENIO PARISI  

<< Torniamo in Italia dopo una assenza di due anni, a causa del covid, per riaffermare i forti legami di amicizia e di sangue che uniscono Italia e America. Ogni volta che l’Italia ha avuto bisogno di aiuto, la NIAF è stata presente. Abbiamo atteso con impazienza questo viaggio per ispezionare le strutture de L’Aquila e di Norcia che sono state finanziate dalla NIAF e dal contributo degli italoamericani, che non è mai vacillato nel sostegno alla loro Patria di origine. 
Vorrei aggiungere che ora più che mai è importante che Italia e Usa rimangano stretti alleati. La NIAF deve essere il ponte che unisce Italia e Stati Uniti d’America. Per questo motivo lunedì 20 giugno, deporremo una corona di fiori alla tomba del Milite Ignoto in omaggio ai tanti soldati italiani morti per la nostra comune difesa della libertà. Molti di noi hanno antenati che hanno prestato servizio nell’esercito italiano nella Prima Guerra Mondiale e crediamo giusto onorarli per l’amore da loro dimostrato per la Patria>>.

 

Con queste parole sopracitate ed in virgolettato, riferite direttamente alla Consul Press, ROBERT CARLUCCI (vds foto al lato) quale Chairman della N.I.A.F./ National Italian American Foundation ha espresso tutta la sua soddisfazione giungendo ieri all’aeroporto di Fiumicino a Roma.
Con lui una Delegazione di Imprenditori Americani di origini Italiane per partecipare ad una serie di incontri, già da oggi iniziati, con le Autorità politiche ed amministrative dell’Abruzzo, Umbria e Toscana. 
La Niaf è il punto di riferimento per oltre 20/milioni di italo americani residenti negli Stati Uniti. Della Fondazione fanno parte imprenditori, uomini di cultura e dello Star System. Robert Carlucci in particolare è il fondatore, proprietario e A.D. del colosso della ristorazione fast food Rc Group, che negli Usa controlla quattro catene di ristoranti.
Nella Delegazione, presieduta da Robert Carlucci, fa parte anche Joseph Del Raso che è stato al vertice della Niaf ed è attualmente un importante avvocato di notevole caratura,  nonché un professionista e manager di primo piano nei rapporti sia imprenditoriali, sia finanziari nel mondo del Nord Amarica. 
Fu proprio Del Raso ad elargire materialmente – a nome della Niaf – i primi aiuti per L’Aquila, che vennero consegnati all’allora Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Gianni Letta, essendo Silvio Berlusconi Premier, come qui di seguito riportato in una foto d’archivio.

 

 

 

 

Dopo essere stata ricevuta da Thomas D. Smithamincaricato d’affari ad interim dell’Ambasciata degli Stati Uniti, oggi la Delegazione Niaf  si è recata in Abruzzo a L’Aquila, effettuando una visita al centro storico della Città ove la Fondazione ha finanziato con 800/mila dollari il restauro di un bene pubblico.
La Niaf, in accordo con il dipartimento di Stato, ha anche erogato 52 borse di studio così da consentire a giovani dell’Università de L’Aquila di andare a studiare negli Stati Uniti; quindi in base a quanto ha riferito direttamente alla Consul Press il Vice-Chairman operativo John Calvelli l’ammontare complessivo di tale intervento, ivi compresi i costi di viaggio e di soggiorno negli USA, supererà la ragguardevole cifra di 1/milione ed 800/mila dollari.    
La Niaf ha altresì donato 450/mila dollari a Norcia, in Umbria, per la realizzazione di un “centro culturale multifunzione” e la martoriata città Umbra sarà visitata dai membri della Fondazione italo americana giovedì prossimo. 

La visita in Abruzzo (nella “Foto d’apertura” il Presidente della Regione Marco Marsilio accanto a Robert Carlucci, Chairman della Niaf, nell’ Aula del Consiglio) intanto ha assunto anche un duplice significato e precisamente sia quello di constatare lo stato di ricostruzione de L’Aquila, sia quello di incontrare gli abruzzesi, poiché l’Abruzzo era stato scelto come “Regione d’Onore” per il 2021.
Ogni anno la Niaf sceglie una Regione Italiana per rinforzare i legami tra i discendenti degli emigrati e le loro terre d’origine. Prima del covid, è stata la volta del Molise e ora, dopo lo stop della pandemia durato due anni, è stata la volta dell’Abruzzo e della Toscana. L’Abruzzo “regione d’onore 2021”, dopo la pandemia, finalmente può essere ora visitata, unitamente alla Toscana, quale “Regione d’Onore 2022”
E’ opportuno ricordare che il Presidente dell’Abruzzo, Marco Marsilio, era già stato ospite della Niaf a New York ed oggi è stato qui nuovamente incontrato, insieme al Presidente del Consiglio Regionale Lorenzo Sospiri (nella foto l’incontro tra Carlucci con Marsilio e Sospiri) e con il Sindaco de L’Aquila Pierluigi Biondi

Domani sarà la volta delle massime autorità universitarie e scientifiche abruzzesi. A palazzo Camponeschi a L’aquila ci sarà un meeting con i Magnifici Rettori delle Università e dei centri di ricerca d’Abruzzo, tra cui quella de L’Aquila, di Chieti-Pescara, di Teramo e del Gran Sasso Scienze Institute, rispettivamente con il Prof. Edoardo Alesse, il Prof. Sergio Caputi, il Prof.  Dino Mastrocola e il Prof. Eugenio Coccia.

Il 16 e 17 giugno, la delegazione Niaf sarà a Firenze e avrà un confronto con il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani

_____________Eugenio Parisi

nella foto di chiusura, Marco Marsilio con Robert Allegrini, Presidente della Niaf 
> post il 18.6, la Consul Press pubblicherà una galleria fotografica su tutti gli incontri di particolare interesse   
 

Gianni Letta, Joseph Del Raso, Marco Marsilio, NIAF, Robert Allergrini. Robert Carlucci. John Calvelli

Lascia un commento

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu