Skip to main content

La Libertà di Pensiero ed il “Pensiero Unico”…..
divergenze tra la Politica, il Diritto e la Scienza

LA LIBERTA’ di MANIFESTAZIONE del PENSIERO
e  LA IMPOSIZIONE  del  ” PENSIERO UNICO “

a cura di  MASSIMO ROSSI *

La libertà di manifestazione del pensiero poggia le sue basi nella Carta Costituzionale all’art. 21 e nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea all’art. 10.
Come è noto vi sono dei limiti di continenza che devono essere rispettati [tra le molte sentenze di legittimità che si trovano anche nella completa e dotta nota allegata si segnalata la Sentenza della Cassazione – V Sez. (*1) di cui si allega in calce motivazione e l’intervento di Fiorenza Oriana (*2) Avvocato e Dottore di ricerca presso l’Università di Genova per non sfociare nel dileggio, nella diffamazione o, peggio, nella calunnia.

Covid 19, DPCM., Il Pensiero Unico

Continua a leggere

L’ITALIA in “Kaos Istituzionale”
….. con i “Poteri” senza alcun controllo

I POTERI  SONO “SENZA” CONTROLLO ?

UN’ ANALISI  DI MASSIMO ROSSI * 

La domanda può sembrare irriverente e (quasi) improponibile.
Il potere  – se è senza controllo – è arbitrario, è dispotico ! L’arbitrio è inaccettabile in democrazia.
Non è solo inaccettabile perché è qualcosa di iniquo, ma è un “virus” che colpisce la società civile nei suoi principali e fondamentali gangli.

A.N, C.S.M., Governo, M, Parlamento

Continua a leggere

A Siena, incontri di Approfondimenti Giuridici
su “Le Passioni Violente” il 28 marzo e l’11 aprile

A Palazzo Patrizi un duplice incontro sulle “PASSIONI VIOLENTE
per comprendere e gestire il DOLORE, la PAURA, il PIACERE e la RABBIA

A cura di “Toscana-Libri /Siena Comunica”, nelle date sopraindicate avranno luogo a Siena presso il Palazzo Patrizi i due incontri di approfondimenti psicologici, criminologici e giuridici, come più dettagliatamente illustrati nella specifica locandina  

"Passioni Violente", Paura e Dolore, Rabbia e Piacere

Continua a leggere

La prova testimoniale del “Teste Fragile”

Le regole di formazione della Prova Testimoniale
del “Teste Fragile” tra teoria e prassi.

 una graffiante analisi di Massimo Rossi *

 Leggo di vere e proprie idiozie in merito al concetto di “vittima in un reato” contro la persona quale la violenza sessuale. Leggo che la vittima è “presunta” e che deve dimostrare di esserlo: una emerita sciocchezza.
Leggo che la vittima può essere deliberatamente sottoposta ad una sequela di domande che la violano nel proprio intimo e la fanno sentire “complice” dei suoi carnefici: una tortura. Leggo che è bravo quel legale che usa questi metodi, mentre è deprecabile il legale della vittima che chiede le tutele normative per l’assistita/assistito (magari è pure “complice” della vittima).

il "Teste Fragile", Vittims di Reato

Continua a leggere

“Riflessioni sparse” intorno al Pianeta Giustizia

Riflessioni sul quadro della giustizia/ingiustizia
che attraversa il Paese Italia

una analisi fuori dal coro del “Buonismo di Corte” di Massimo Rossi *

 Le fredde cifre parlano di oltre 85 donne uccise dai loro ex o in un contesto di violenza para familiare di “genere” (vittime non protette e non considerate). Abbiamo, ad oggi, oltre 50 persone che hanno scelto il suicidio come via per la libertà dal carcere nel quale, per lo più, stavano espiando pene contenute (ovvero sotto i quattro anni).

la protezione delle vittime, Legge Cartabia, Tribunale di Imperia

Continua a leggere

‘In Nome dell’Antimafia’, il libro di Salvo Vitale dedicato a Giancarlo Siani

Un libro di 452 pagine, fitte di storie, testimonianze, analisi, e tante parole coraggiose. La lettura di In nome dell’Antimafia di Salvo Vitale, offre davvero la possibilità di leggere una delle più belle inchieste degli ultimi decenni, iniziata nel 2013 nella redazione della piccola emittente televisiva di Partinico, Telejato, diretta dal coraggioso Pino Maniaci, sulla mala gestione dei beni sequestrati della Sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, guidata da Silvana Saguto. L’ex presidente della sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo è stata condannata in primo grado a 8 anni e 6 mesi di carcere per presunti affari illeciti nella gestione dei beni confiscati alle cosche mafiose.

Cronisti Scalzi, Giancarlo Siani, In nome dell'Antimafia, Salvo Vitale

Continua a leggere

Consentire ampliamenti edilizi leciti nel Lazio:
una proposta legislativa di Forza Italia

Iniziativa del Consigliere Fabio Capolei a favore delle  Famiglie

La Legge Regionale n. 7/2017 “Disposizioni per la rigenerazione urbana e per il recupero edilizio” ha prodotto ulteriori appesantimenti burocratici nel settore edilizio, complicando ai cittadini la possibilità di intervenire sui propri immobili per renderli più consoni alle esigenze familiari.

Continua a leggere

“Legge Cartabia”: una riforma possibile, anzi, necessaria.

DECRETO LEGISLATIVO 10.10.2022 N.150  c.d. Legge “Cartabia”

___________UN APPELLO dell’ Avv. MASSIMO ROSSI *

Un appello sentito e rivolto a tutti i Consigli degli Ordini degli Avvocati d’Italia mi sento di farlo.
Leggo la riforma c.d. Cartabia e leggo i commenti che vengono fatti da illustri professori e mi pongo una domanda: ma l’Avvocatura esiste?
Esiste ancora una Avvocatura capace di svolgere un ruolo sociale che significa  avere un peso politico di direzione della Giustizia ?

Camere Penali, CNF, digltalizzazione, Riforma Cartabia

Continua a leggere

La RIFORMA CARTABIA
ed il “terremoto ideologico e sistematico”.

 La “Riforma Cartabia ….tra Rivoluzione o Involuzione

 ________________Una analisi di Massimo Rossi *

La “Riforma Cartabia” ha introdotto diversi e distinti istituti che tendono alla “ricomposizione” delle liti e delle situazioni, alla “riappacificazione” tra reo e vittima, anche ambito penale. Un precetto che giunge dall’alto, da una complessa (ma affatto completa ed organica) riforma legislativa che andava elaborata e strutturata più attentamente.

art.27 Costituzione, Cesare Beccaria, Riforma Cartabia

Continua a leggere

La Grande Crisi del “Pianeta Giustizia”

La crisi del rapporto tra cittadini e giustizia e la crisi del mondo delle toghe 

una analisi di MASSIMO ROSSI  *

Lo sostengo da molto tempo che il rapporto tra cittadini e mondo della Giustizia è in grave e profonda crisi.  La sacralità delle stanze dei Tribunali e delle Corti sono violate prima ancora che dagli insulti ai magistrati ed agli avvocati o dalle minacce espresse a costoro da una “irrispettosa” (e molto spesso prezzolata) stampa che, invece di fare informazione sui fatti, si attarda sulla “ipotesi” di ciò che potrebbe essere accaduto e cosa no.

Crisi delle Toghe, CSM, il Caso Palamara

Continua a leggere

La “Lobby Nera” entra in Archivio …..
sulla scena resta solo la “diffamazione”

“LOBBY NERA ARCHIVIATA 
Milano, 12 gennaio 2022  (*1)

100 – CENTO ORE di video riprese, abusive con telecamera nascosta, in luoghi ed eventi sia pubblici che privati, da parte di sedicenti giornalisti, agenti provocatori, infiltrati, per oltre 3 – TRE ANNI, con false generalità, nella destra milanese.
I servizi di FANPAGE e PIAZZAPULITA a due giorni dalle elezioni comunali di Milano, la campagna mediatica diffamatoria dei giornali di sinistra, la strumentale denuncia dei VERDI,  (successivamente ndr) sponsor di SUMAHORO.

Continua a leggere

Strage di Piazza Fontana, il cinquantatreesimo anniversario dell’attentato che sconvolse Milano

Considerata “la madre di tutte le stragi” o il più grave atto terroristico dal dopoguerra”, è ritenuto da molti come l’inizio del periodo che verrà ricordato come “anni di piombo” e che darà vita alla strategia della tensione che durerà dagli anni 70 fino agli anni ’80 con la Strage di Bologna.

Continua a leggere

Giustizia: Referendum da “flop” a punto di partenza

REFERENDUM da “FLOP” a PUNTO DI PARTENZA:
LA BATTAGLIA PER UNA GIUSTIZIA EFFICIENTE DEVE CONTINUARE
  

una analisi di MASSIMO ROSSI *

La riforma della giustizia “targata” Marta Cartabia il 16 giugno 2022 ha preso corpo e vita normativa con l’approvazione avvenuta ad opera del Senato della Repubblica. Il Senato della Repubblica, nel silenzio generalizzato dei media, ha approvato, senza modifiche, il testo varato dalla Camera dei Deputati. Una procedura più snella quella in Senato che lascia pochi spazi a modifiche ed emendamenti. 
Un testo quello della riforma Cartabia denso di luci e non privo di ombre. Un testo figlio del compromesso politico e della frammentazione delle posizioni prima avvenuto nelle commissioni giustizia e poi in aula. Un testo di riforme che riforma non è (del tutto).

Continua a leggere

Referendum 12 Giugno 2022 :
“Si per la Libertà, Si per la Giustizia” !

LE RAGIONI DEL “SI”

_________ a cura di Alessandro Publio Benini

Con il seguente intervento  – pubblicato oggi 8 giugno accanto a quello dell’Avv. Massimo Rossi del Foro di Siena –  la Consul Press desidera prendere una decisa posizione a favore del “SI” per il Referendum oramai imminente, stigmatizzando come questa consultazione sia sotto attacco di un pesante “silenzio” operato dalla maggior parte dei Media e di numerose Istituzioni.
Pertanto, da parte nostra, plauso e simpatia e solidarietà vanno a quegli organi d’informazione che su tali tematiche hanno assunto una posizione non conforme e fuori dal coro, come in particolare “Il Riformista” e “Il Dubbio”, nonché anche “Italia Oggi”

Aderendo alle iniziative dei Comitati che operano a favore delle “Ragioni del SI”, qui di seguito si riproduce un video messaggio del Comitato presieduto da Carlo Nordio, già ai vertici della Procura di Venezia ed attualmente nel  C.d.A. della Fondazione Luigi Einaudi di Roma. 

***** *** *****

Continua a leggere

Oltre il 12 Giugno: la necessità di riforme della giustizia

La via referendaria e la necessità di riforme della giustizia

UN’ANALISI DELL’ AVV. MASSIMO ROSSI  

Non mi piace parlare di politica perché la politica si fa: non se ne parla.  E non mi piace assimilare la consultazione referendaria a qualcosa di politico che sa di schieramento, di contrapposizione, di clima da stadio. 
Amo osservare le cose e le persone e trarne una valutazione. La “chiamata” referendaria fa paura e non fa paura per il quorum o per l’eventuale risultato (se il quorum fosse raggiunto), ma fa paura perché crea una “breccia”
Crea un punto di passaggio tra l’intoccabilità dei magistrati e la loro “irresponsabilità” ope legis. Mette a nudo delle profonde criticità che la storia recente ha evidenziato.
Su tutti vi è il c.d. Caso Palamara.

Continua a leggere

Palazzo Chigi e Quirinale:
Due Palazzi per Due Presidenti

I SIMBOLI DEL POTERE: I LUOGHI E LE PERSONE,
nel PAESE dei GATTOPARDI

GIULIANO MARCHETTI

LUNEDÌ XXIV GENNAIO INIZIANO I LAVORI “QUIRINALIZI”. PERSONALMENTE, E PIÙ VOLTE SULLA CONSUL PRESS, HO DEDICATO SPAZIO E TEMPO AI VARI “RITI ELETTORALI” SENZA EVITARE MIEI COMMENTI NON POLITICAMENTE CORRETTI SU TALI TEMATICHE. 

Continua a leggere

Il Garbuglio di Piazza San Pietro Wojtyla vittima di tre congiure # il libro inchiesta di Anna Maria Turi

Il Garbuglio di Piazza San Pietro
 Wojtyla vittima di tre congiure

il libro/inchiesta di Anna Maria Turi
ove si cerca di ricostruire i misteri sull’attentato al Papa avvenuto nel 1981, dopo essere trascorsi ben 40 anni 
 

Continua a leggere

  • 1
  • 2