sabato, 20 Aprile 2019
Agenzia di informazione e approfondimento su tematiche economiche, professionali, aziendali, culturali e di attualità varie

Tag: cultura

Giornata Mondiale della Lingua e Cultura Ellenica

Alla Sapienza di Roma, venerdì 8 , nella Facoltà di Economia e Commercio una grande festa per la Cultura Ellenica Italiana ha entusiasmato un numero così grande di persone da stupire veramente chi vi ha preso parte per mero interesse culturale: bambini delle scuole elementari, medie, ma soprattutto ragazzi dei migliori Licei di Roma e Lazio (ahimè il Giulio Cesare, decaduto a radical-chick con progetti di dubbia riuscita) hanno fatto rinascere quella base di pensiero e d’arte che tanto caratterizza lo Stato.

Guardandosi in viso si è trovato che l’anima italica è costituita da millenni di bellezza, scienza, poesia, teatro, ed i cellulari, vivaddio, sono serviti solo a fare la ola luminosa ai compagni seduti sotto la cattedra con chitarre, flauti, tamburi in mano, per accompagnare la recitazione di un incantevole Creonte (Flavio Tempesta) e, nella lingua grecoantica, di Antigone (Aurora Transelica) non meno coinvolgente.

L’Ambasciatore di Grecia, Thasia Afanasiou, che aveva aperto la manifestazione, era estasiata come tutti coloro che apprezzano altro che le disquisizioni politico-sociali in TV o le massaie recitanti una quotidianità non vera. L’apertura dell’evento era stato uno studio approfondito sulla lingua Neogreca, sviluppata dal greco antico in terra di Calabria, Puglia, Basilicata soprattutto ed ancora vivente ed attuale, nonostante le curiose limitazioni date da un’interpretazione malintesa del Nazionalismo fascista (Prof.Maria Olimpia Squillaci, autrice e relatrice della ricerca) per le quali si era giunto a vere e proprie repressioni anche violente a chi lo parlava. Luci ed ombre di un secolo, ancora da purgare e riscoprire, e per questo intelligenti discenti si sono impegnati l’anima per fare amare ed imparare la Cultura Greca, e dove questa eccellesse si è messa in luce senza risparmio. Magnifica, meravigliosa giornata, da far proseguire anche per la valutazione delle ombre della Cultura detta: maschilismo esasperato, che ancora fa brace nelle menti degli uomini, corroborato da religione; considerazione della poesia, che è la più libera e profonda espressione umana come il canto, come semplice teknè, cioè arte sottoposta a canoni o decadente perchè imitazione del vero (Erwin Panofsky): Due caratteristiche fra tante, ma importanti se si nota che ciò rivela una dicotomia sociale fra assolutismo e democrazia, quella vera, ben lontana dalla presente, cariata da un sinistrismo di tipo kennediano. Nessun filosofo greco “posava” come i politici dei tempi attuali, simulacri perfetti di un terribile vuoto di umanità. 

Ma i ragazzi hanno spazzato tutto. Citazioni e riprove delle maggiori correnti di pensiero greche e delle migliori loro applicazioni sono state la bandiera di un movimento sorto quasi in sordina, e recentissimo, che fa pensare con gioia che un’era trista è in agonia, e che si ricomincerà ad amare il vero uomo, quello che non l’erudizione o la preparazione finta, ma la conoscenza caratterizza e fa bello, quello che per economia sa che è la “scienza della casa”, la cura per la propria Nazione.

Marilù Giannone

210 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, Democrazia, Giulio Cesare, Grecia, Kennedy, licei di Roma eLazio, maria olimpia squillaci, panofsky, POESIA, Tania Afanasiou, tasso, vivona

I cento anni di Montecitorio: alla Camera la mostra sul progetto architettonico di Ernesto Basile

L’aula di Montecitorio, un secolo tra Arte e Storia

di FABIANA  LUCA*

Era il 20 novembre del 1918. La Prima guerra mondiale si era conclusa da poche settimane e il 20 novembre di quell’anno si svolgeva, solennemente, la prima seduta della Camera dei deputati nella nuova Aula di Palazzo Montecitorio, realizzata dall’architetto palermitano Ernesto Basile.

195 Visite totali, nessuna visita odierna

CENTENARIO, cultura, grande guerra, italia, PALAZZO MONTECITORIO, Roberto Fico, Sergio Mattarella

Continua a leggere

Ipocrisia del Globalismo: come si formano “untertan” dall’ingenua infanzia

Untertan vuol dire suddito, lacchè anche: è un termine che intitola un libro di Heinrich Mann su questa misera categoria umana, e qui calza con i dolosi impegni del Globalismo nei riguardi dei bambini.

123 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, der Untertan, etimologia, globalismo, libri di testo, lingue, mann, scuola, signori della Moneta, struttura

Continua a leggere

Il Maestro Vittorio Storaro presenta il libro d’arte
“La Civiltà Romana” al Circolo Canottieri Roma

“L’Immagine” alla base dell’Arte Cinematografica

di  FABIANA LUCA*

Nel suo ultimo appuntamento dell’anno con la cultura, il Circolo Canottieri di Roma ha ospitato nella serata di venerdì il grande maestro e direttore di fotografia, tre volte premio Oscar, Vittorio Storaro, nella presentazione del suo ultimo volume d’arte intitolato La Civiltà Romana.

128 Visite totali, nessuna visita odierna

arte, circolo canottieri roma, civiltà romana, cultura, oscar, roma capitale, vittorio storaro

Continua a leggere

Gli Eventi dell’Accademia di Romania

La scrittrice romena Liliana Nechita @ “I MERCOLEDÌ LETTERARI” presso l’Accademia di Romania in Roma

LA SCRITTRICE ROMENA LILIANA NECHITA INVITATA AGLI INCONTRI LETTERARI “I MERCOLEDÌ LETTERARI” PRESSO L’ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMAMercoledì, 19 settembre 2018, ore 18:00, presso la Sala conferenze dell’Accademia di Romania in Roma (Piazza…

 

La scrittrice romena Ana Dâncă @ “I MERCOLEDÌ LETTERARI” presso l’Accademia di Romania in Roma

LA SCRITTRICE ROMENA ANA DÂNCĂ INVITATA  AGLI INCONTRI LETTERARI “I MERCOLEDÌ LETTERARI” PRESSO L’ACCADEMIA DI ROMANIA IN ROMA Mercoledì, 26 settembre 2018, ore 18:00, presso la Sala conferenze dell’Accademia di Romania in Roma…

 

87 Visite totali, nessuna visita odierna

accedemia, ana danca, cultura, liliana nechita, Romania

ART STOP MONTI: no-stop performing arts for women and mother earth

FESTA delle 7 ARTI + 6 + 4 + 1

ART STOP MONTI: NO-STOP PERFORMING ARTS  for WOMEN and MOTHER EARTH  – La FESTA delle 7 ARTI è dedicata alla Musica, alla Danza, al Cinema, alla Poesia, alla Letteratura, alle Arti Visive, all’Architettura e sarà un omaggio alle grandi DONNE cancellate e dimenticate dalla Storia, un tributo alla MADRE TERRA e ai 4 ELEMENTI (Terra, Acqua, Fuoco, Aria), attraverso le 6 SCIENZE SOCIALI (Ecologia, Sociologia, Pedagogia, Antropologia, Psicologia…) + 1: la Tecnologia, intesa come capacità di Innovare e di far crescere l’Umanità in modo sostenibile

159 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, letteratura, Rione Monti, roma, spettacolo

Continua a leggere

Programma Europa Creativa, l’Italia al primo posto.

Risorse ancora inadeguate, bisogna fare di più per il 2018 –  Anno  Europeo del Patrimonio Culturale

 a cura di Cristian Arni *

Si è svolta il 12 Luglio a Roma nella Sala del Refettorio di Palazzo Venezia la Giornata di confronto sulla Cultura in EuropaRelatrice della Commissione Cultura, riconfermata, l’europarlamentare On. Silvia Costa, promotrice della giornata alla quale hanno partecipato diversi esponenti di Istituzioni e del Governo Italiano. 

156 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, Europa Creativa, italia, Silvia Costa

Continua a leggere

Un dibattito sul volume “I padroni del caos” di Renato Cristin

Un filosofo “identitario”, contro il totalitarismo €uropeista.

Docente di Ermeneutica filosofica presso l’Università di Trieste, Renato Cristin presenterà il proprio volume, un libro dalle tematiche “forti” e non ascrivibile al politicamente corretto: “I padroni del caos“- un libro apertamente controcorrente (Liberilibri, pagg. 447, euro 20).

L’autore taglia i ponti con la realtà presente in Europa del “pensiero unico” analizzandone la crisi culturale, esistenziale e storico-politica. E’ veramente un testo complesso dal farsi piacere, per chi è d’animo “buonista” o per le anime “belle”, perchè il libro mette il dito nelle piaghe e nelle pieghe di un omologazione accusata di ispirarsi ai c.d. poteri forti della finanza internazionale.

129 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, europa, fdi, filosofia, politica

Continua a leggere

Un elaborato del giovane Benito Mussolini, rintracciato negli Archivi di Stato

Un elaborato del giovane Benito Mussolini, rintracciato negli Archivi di Stato

NOI, figli della Storia, comunque

Ci è stato segnalato in Redazione da parte del nostro Amico e Collaboratore Franco D’Emilio – eminente ricercatore storico e saggista – un elaborato di Benito Mussolini, ove si evidenzia una rigorosa ed assoluta profonda preparazione culturale. Trattasi del tema di pedagogia, svolto dal giovane Benito nel 1900 e titolato “Della classificazione” (voto 9), alla età di 17 anni. frequentando il 3° anno, ovvero l’ultimo, della Regia Scuola Normale di Forlimpopoli, per conseguire il titolo di maestro abilitato all’insegnamento dalla prima alla quinta elementare.

117 Visite totali, nessuna visita odierna

Archivio, cultura, Forlì, Franco d'Emilio, Mussolini

Continua a leggere

Cultura

 “Il Giorno” di giovedì 29 giugno c.a. contiene un articolo breve di Alessandro Farruggia che espone come la cultura, attualmente, sia un tesoro che vale milioni. Si tratta di uno studio che distingue anche le percentuali di diffusione delle persone colte nello Stivale e indica soprattutto l’attuale necessità e il vantaggio anche economico di possedere una cultura.

Non si può non essere felici a leggere che il numero delle persone colte è in netta crescita, e che è “uno dei motori trainanti dell’economia italiana” . E’ un assunto che allarga il cuore e fa sperare, è una dichiarata verità che riconosce alla conoscenza il suo compito di mediatrice, ricercatrice, attuatrice di pace e di benessere. L’ISIS si vince con la cultura, preparando la gente a non farsi abbindolare dalle assurdità estremistiche. La cultura lega mille dialoghi fra mille genti, nessuno tira fuori più il coltello se c’è una discrepanza di opinioni. Finalmente un articolo di giornale che fa rinascere il sole, allontanando nubi da un cielo attualmente fosco.

Si vorrebbe che lo leggessero tanti, tanti di quelli che si incontrano nella vita e demonizzano chi è colto, come se fosse un marziano. Si vorrebbe anche chiedere scusa ai colti che sono stati un’infinità di volte umiliati, rovinati economicamente con mansioni qualunque e precarie, misconosciuti negli affetti e nell’amore.

Ma a questo si vuole aggiungere un suggerimento: il Fondo Europeo ha selezionato intermediari per selezionare, ai fini di investimento, gli individui scelti dagli imprenditori. Perchè questo, rischiando, al solito, di accettare raccomandati o persone trovate da imprenditori senza un buon livello? Perchè non osservare i risultati della cultura, scritta, dipinta, ricercata, produttrice di scienza? La verità di una cultura è nella evidenza di ciò che produce.

 Marilù Giannone

93 Visite totali, nessuna visita odierna

"il Giorno" l'Italia, cultura, faruggia, l'isis

Napoli in “ControCorrente”

Sabato 1 Aprile 2017,  presso Villa Domi ai Colli Aminei di Napoli (Salita Scudillo, 19/A), si svolgerà la presentazione della

 Associazione Culturale “Controcorrente”

Il progetto culturale nasce con il preciso scopo di rivalutare ed affermare la forza del Sud e dell’unicità delle sue risorse economiche ed agroalimentari, come reazione all’Utilitarismo, allo Sradicamento dalla Terra, alle Falsificazioni Storiche, al Pensiero Unico, alla Dittatura delle Banche e dell’Alta Finanza.

87 Visite totali, nessuna visita odierna

Associazione Controcorrente, cultura, napoli, pensiero unico

Continua a leggere

3^ Edizione di “Panorama d’Italia”


COMUNICATO STAMPA del 10.03.2016  –

 Al via la terza edizione di Panorama d’Italia con Triumph Group International 

Torna Panorama d’Italia, il road show del settimanale Panorama che, per il terzo anno consecutivo, tornerà ad animare le piazze italiane: in casa Mondadori i motori si sono già accesi per ricominciare a raccontare, attraverso dieci nuove tappe, tutto il meglio dell’eccellenza italiana. Squadra che vince non si cambia: è seguendo questa logica ineccepibile che il newsmagazine diretto da Giorgio Mulé ha affidato a Triumph Group International, per il terzo anno consecutivo, la produzione esecutiva, organizzazione e logistica dell’intero tour, riconfermando allo stesso tempo la partnership con H2H per la gestione della piattaforma e della strategia digitale.

117 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, economia, ENOGASTRONOMIA, IMPRESA, Le "eccellenze d'Italia"

Continua a leggere

Al Complesso del Vittoriano la mostra Impressionisti Tête à tête.

Il Complesso del Vittoriano – Ala Brasini ospita, fino al 7 febbraio 2016, la mostra Dal Musée d’Orsay Impressionisti. Tête à tête.

Complesso del Vittoriano, Ala Brasini
Salone delle mostre temporanee

Orari: dal lunedì al giovedì 9.30 –19.30; venerdì e sabato 9.30 – 22.00; domenica 9.30 – 20.30. La biglietteria chiude un’ora prima.

Costo del biglietto: € 12,00 intero; € 9,00 ridotto.

Per informazioni: tel. 06/6780664, www.comunicareorganizzando.it

può interessarti

122 Visite totali, nessuna visita odierna

arte, cultura, evento, impressionisti, italia, parigi, roma

“Ciao & Bridge” per festeggiare i 40 anni di relazioni diplomatiche tra Cina ed Europa

Cina e Italia si incontrano a Malpensa e si spostano in Expo per celebrare, attraverso la mostra “Ciao & Bridge”, i quarant’anni di relazioni diplomatiche tra Cina ed Europa, che hanno visto l’Italia sempre in prima linea nel tessere e coltivare ottimi rapporti con il Paese asiatico.
La scelta di Malpensa come location per ospitare la mostra ha confermato, con l’apprezzamento dei visitatori, la validità dell’intuizione avuta dagli organizzatori. L’aeroporto, infatti, è crocevia di cultura, emozioni, storie di vita e lavoro. Visto il numero di persone che ogni giorno vi transitano, è sicuramente il luogo che, meglio di altri, rende l’idea di “ponte”, scambio, incontro, crescita, cambiamento ed evoluzione.
Il progetto artistico prende spunto dalla metafora dell’ideogramma cinese “Bridge” (Ponte), la cui pronuncia assomiglia al saluto italiano “Ciao”, parola appartenente al linguaggio globale e che supera ogni confine.
L’Italia si è sempre impegnata a ridurre le distanze tra Cina e Europa, intensificandone i rapporti dal 1969, quando l’onorevole Pietro Nenni, allora Ministro degli Affari Esteri, dichiarava in nome del Governo della Repubblica Italiana, di riconoscere il Governo della Repubblica Popolare Cinese come unico governo legale dell’intero popolo cinese. Rapporti che ben vengono rappresentati nelle opere attualmente in mostra al Padiglione Slow Food in Expo e che a Novembre animerà l’Aeroporto di Roma-Fiumicino prima di volare a Pechino.
Tre capolavori che, incastrandosi, formano un totem, dimostrando il fascino e l’unicità di due realtà civili che camminano insieme e, a volte, si incrociano pur rimanendo ognuna con le proprie caratteristiche.
Una mostra importante sia per l’Italia che per il paese asiatico, che ha visto intervenire a Malpensa, in occasione dell’inaugurazione, l’onorevole Marina Berlinghieri (Capogruppo PD alla Camera dei Deputati nella commissione per le Politiche Europee), l’On. Michele Anzaldi (Segretario della Commissione di Vigilanza sulla RAI e componente della Commissione Agricoltura), Vittorio Sun (Direttore di Beijing Design Week), Andrea Tucci (Direttore AViation Business Development di SEA), Li Shaofeng (Console Commerciale del Consolato cinese in Italia), Li Yu (General Manager di Air China Milano), Michele Brunello (Cofondatore di DontStop Architettura), oltre alle tre artiste le cui opere fotografiche compongono la mostra stessa, ovvero Ludovica Anzaldi, Katherine Xiao, Patrizia Piga.
Nel prendere la parola, la parlamentare PD Berlinghieri ha sottolineato come la mostra «sia in sintonia con gli sforzi che in questo momento il Parlamento, il Governo e molte parti sane della società italiana stanno profondendo per far ripartire il Paese. Ciao & Bridge – ha proseguito – è un invito a collocarsi nella globalizzazione non richiudendosi su sé stessi, bensì aprendosi, riconoscendo i sentimenti comuni con gli altri Popoli e valorizzando le proprie migliori specificità. I riferimenti al cibo nell’anno di Expo – ha aggiunto – oltre alla relazione della mostra con Slow Food, sono uno stimolo a cogliere come i concetti di ‘buono, pulito e giusto’ siano chiavi importanti nel rapportarsi agli altri e nella costruzione di un futuro migliore.» Una presenza significativa quella della parlamentare europea, che la stessa Berlinghieri ha indicato come «rappresentazione del supporto delle Istituzioni verso queste strategie e verso gli eventi culturali che, come questa mostra, le sostengono.»

“Ciao & Bridge” è stata realizzata grazie all’impegno di molti soggetti; organizzata da Air China, Beijing Design Week, National Base for International Cultural Trade (Beijing), Slow Food-Great China, la mostra ha visto contribuire, tra gli altri, l’Ambasciata Italiana in Cina, Huaxia, China Pavillion-Expo 2015, Union Pay, SEA, Fondazione Italia-Cina, Beijing City of Design – Member of the Creative Cities Network UNESCO 2015, Istituto Italiano di Cultura, Sino-European Innovation Center, ed è stata curata ed installata da DontStop Architettura.
“Ciao & Bridge” è un progetto artistico che comprende tre opere fotografiche, una delle quali vede la mano di un’artista italiana, Ludovica Anzaldi, che ha messo a confronto Palermo e Pechino, e lo ha fatto attraverso foto che sono scatti di vita, emozioni immortalate, di due città interconnesse e legate anche dal punto di vista gastronomico come sono Palermo e Pechino.
Ed ancora scatti surreali che raccontano un mondo a colori pastello dove c’è buon cibo per tutti e che fa eco alla Carta di Milano e al concept del Progetto Expo, che ospiterà, nel padiglione SlowFood la mostra delle tre artiste Katherine Xiao, Ludovica Anzaldi e Patrizia Piga.

120 Visite totali, nessuna visita odierna

AEROPORTO, arte, cIAO&bRIDGE, cina, cultura, europa, Expò, fotografia, italia, milano, mostra, sicilia

I^ Rassegna su “I TEATRI del PROFANO”

Teatri-del-Profano-LATO11 Teatri del Profano def cs6

 

E’ una rassegna teatrale atipica quella in corso al Teatroinscatola a Roma; una rassegna che si svolge al di fuori della cinta muraria (simbolicamente parlando) del “Teatro Sacro”, quello per intenderci tutto poltrone e velluti grosso modo, che si autocelebra da sé  all’interno del restrittivo perimetro Istituzionale.

E’ il primo anno di vita di quella che potremmo definire senza ombre di dubbio: la novità assoluta nel panorama teatrale capitolino !

Qui siamo invece vicini al fiume, il Tevere, in quella zona “boschiva”, in senso lato, tra figure silvestri ed anime rupestri, l’Urbe è di fronte dall’altra parte del fiume, lo testimonia il monte dei Cocci, in cima al quale campeggia la croce, al di qua invece di sacrale “solo”, si fa per dire, la celebrazione, il rituale di un Teatro inusuale per gli schemi ai quali siamo fin troppo abituati.

Una rassegna ideata e curata da Teatroinscatola in collaborazione con il cantiere-teatro di Documenti, sempre a Testaccio.

Il Direttore Artistico del Teatroinscatola, Lorenzo Ciccarelli, con lungimiranza fa della scena off il proprio fiore all’occhiello affatto marginale rispetto alla scena teatrale attuale semmai liminale quindi per questo magari più efficace, ecco perché forse una rassegna intitolata al profano.

Chi si aspetta di assistere ad atti sacrificali, vittime immolate su altari di marmo o pietra, riti al plenilunio, beh si disilluda perché qui di sacrilego, in senso di blasfemo, v’è proprio nulla, anzi qui semmai si celebra il Teatro e la vitalità artistica che qualcuno vorrebbe si  sacrificare !

In scena dal 25 Aprile al 5 Giugno 2015 presso il Teatroinscatola, Lungo Tevere degli Artigiani, 12/14 Roma: teatro-musica-arte-danza-poesia-laboratori-incontri.

Per info.: http://www.teatroinscatola.it/ cell.340.6808868

 Il Cantiere: Via Gutavo Modena, 92 Roma (piazza G.G.Belli ) cell. 347.8031351  

 Teatro di Documenti: Via Nicola Zabagli, 42 Roma http://www.teatrodidocumenti.it/

PROGRAMMA:

.21-22-23 aprile 2015  Il cantiere/Teatroinscatola

AFFAIR’EDIPO 

ovvero dei pensieri di una sfinge

scritto e diretto da Giovanni Magnarelli

in collaborazione con un gruppo di attori non-professionisti:

Edoardo Cantori, Alessandra Croppo, Grazia Contento, Claudio Montelpare, Teresa Saragò, Tiziana Imperi, Sandra Scarcìa, Ombretta Coppotelli

martedì 21 ore 22 Il Cantiere

mercoledì e giovedì 22 e 23 ore 21 Teatroinscatola

.24-25-26-27 aprile 2015 Teatro di Documenti

SE BELLA VUOI APPARIRE testo e regia di Paolo Bignami, con Carla Giovannone

venerdì, sabato, lunedì ore 20.45, domenica ore 18

.dal 5 al 10 maggio 2015  Teatro di Documenti

DOPO LA PIOGGIA di Françoise Rousseau Benedetti uno spettacolo di Anna e Carla Ceravolo

da martedì a sabato ore 20.45, domenica ore 18

.12 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

CABARET LETTERARIO

da racconti brevi di Dario Pontuale, Giovanni Lupi, Antonella Antonelli e Claudio Fiorentini

a cura di Claudio Fiorentini

.13 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

OGGETTI LETTERARI NON IDENTIFICATI

Inediti di Marco Giovenale e Michele Zaffarano

Interventi di Marco Ariano e Luca Venitucci

.14 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

IL TESORO DI MANUCH

di e con Davis Tagliaferro

.15-16 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

I VIAGGI DI MR BLOOM

Session ispirata all’Ulisse di James Joyce

The Buskers Traditional Irish Music

Giancarlo Picci, voce recitante – Luca Congedo, tin whistle & flute – Vincenzo Urso, voce, guitar, bodhran

.17 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

AMLETO

di e con Daniele Scattina

.19 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

LA COLLEZIONE

di Eleonora Gusmano e Ania Rizzi Bogdan

regia di D. Sacco, con E. Gusmano e A. Rizzi Bogdan

Compagnia Focus_2

.20 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

Presentazione dei nuovi titoli della collana «ChapBook»:

Mario Corticelli, Costruzione di un animale

Jean-Marie Gleize, Come un [contro-soggetto]

Ben Lerner, Angolo di imbardata IV

Simona Menicocci, Manuale di ingegneria domestica

Bob Perelman, Ritagli

Interventi critici di Massimiliano Manganelli – Coordinamento di Marco Giovenale

Saranno presenti: Mario Corticelli e Simona Menicocci

.21 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

GENERAZIONI

di e con Alessandra Cappuccini

regia di Mario Umberto Carosi

Circomare Teatro

.22 maggio 2015 ore 22  Il Cantiere

URLO

di Allen Ginsberg

versione italiana concertata di e con Luigi Parravicini e Patrizia Bettini

music live set L. Parravicini, voce P. Bettini, videografie L. Parravicini e P. Bettini

A PASSO DI WALSER, NEL SENSO DI ROBERT

Concerto in prosa

Contrabbasso e voce: Roberto Bellatalla Voce:Paolo Morelli

.23-24 maggio 2015  Teatroinscatola

Ore 16- 23

ALLA PRIMA PAROLA LIMPIDA

Spettacolo per voce di sintesi e danza da un dipinto di Max Ernst

con  Melissa Lohman, musica di Lucio Gregoretti, testo e regia di Vittorio Pavoncello

+mostra MANO D’ARTISTA

sculture di Vittorio Pavoncello e Salvatore Giunta

+installazione sonora UNA DONNA VIRTUALE

audiodramma per voce di sintesi, testo e regia Vittorio Pavoncello

+video L’INCORONAMENTO DELLA NOVELLA SPOSA

da un dipinto di Max Ernst

testo e regia di Vittorio Pavoncello

.26 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

CABARET LETTERARIO

da racconti brevi di Luca Giordano, Manuela Minelli, Loredana D’Alfonso e Gianlivio Fasciano

a cura di Claudio Fiorentini

.27 maggio 2015  Teatroinscatola

VENERE IN PELLICCIA. UN GIOCO DI POTERE TRA SUONO E PAROLA di David Ives. Regia e interpretazione di Anastasia Cecere e Giovanna Gentile su musiche di Bach, Debussy e Piazzolla.

.28-29 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

UN ALTRO LUCIO DOMIZIO

Scritto, diretto ed interpretato da Simone Destrero

.30 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

ALPHA POINT ZERO

per laptop, sintetizzatore modulare e video in tempo reale

di e con Gabriel Maldonado

.30-31 maggio 2015  Teatroinscatola

dalle 10.30 alle 13.30

IL CORPO CONDUTTIVO

Laboratorio di teatrodanza con Melissa Lohman

Un lavoro rivolto a performer e persone interessate ad approfondire ed indagare la propria esperienza nel contesto della scena. Aperto a chiunque voglia sperimentare la propria conoscenza corporea.

.31 maggio 2015 ore 21  Teatroinscatola

VideoPerformanceArt

di Kyrahm e Julius Kaiser

Seguirà incontro con le artiste.

.5 giugno 2015 ore 21  Teatroinscatola

Presentazione del nuovo titolo «Benway Series»: Nathalie Quintane, Osservazioni

Introduzione di Luigi Magno – Coordinamento di Giulio Marzaioli

Interventi del traduttore Michele Zaffarano e di Luca Venitucci

121 Visite totali, nessuna visita odierna

Cantiere, cultura, Rassegna, roma, Sacro, Scena, Teatrale, Teatro, Teatro di Documenti, Teatroinscatola

Dalla spiga al piatto: alla Forestale si parla di Pasta di qualità

La Pasta simbolo del made in Italy nel mondo, regina delle tavole degli italiani e delle migliori pellicole di Totò, è stata la protagonista della mattinata organizzata dal Corpo Forestale dello Stato, che ha visto riunirsi a Roma ricercatori, medici, esperti del settore, produttori e storici per fare il punto e confrontarsi su un tema che, forse solo a tavola, conoscono tutti.

Filo conduttore dell’incontro, dal titolo “Dalla Spiga al piatto”, è stata proprio la Pasta di cui si è parlato entrando nel cuore della produzione e cercando di capire cosa c’è dietro ciò che arriva sulle nostre tavole e quali sono le azioni poste in essere dal Corpo Forestale per garantirne la qualità, tutelare il consumatore e premiare le buone pratiche aziendali.

Il gioiello del grano duro, la pasta di qualità, l’evoluzione della genomica vegetale, la coscienza e conoscenza di ciò che mangiamo, di come lo associamo ad altri alimenti e di ciò che facciamo mangiare ai nostri figli, sono solo alcuni degli argomenti trattati nel corso della mattinata romana

L’incontro è stato moderato dal conduttore televisivo Massimiliano Ossini, da anni impegnato a sensibilizzare il pubblico RAI sul tema dell’alimentazione, con l’obiettivo di far emergere le eccellenze agroalimentari italiane e di promuovere un corretto e consapevole stile di vita, a partire dalla scelta di ciò che mangiamo.

Tante le informazioni, i dati e le statistiche che hanno fatto tirare un sospiro di sollievo ai presenti, soprattutto in un momento di crisi economica come quella che sta vivendo il Paese Italia. Di primato mondiale della pasta, ha parlato Luigi Cristiano Laurenza, Segretario del Gruppo Pasta Aidepi e Segretario Generale di UNAFPA, associazione dei produttori di pasta europei. Nonostante la crisi, la pasta si conferma al primo posto tra i generi alimentari più consumati non solo dagli italiani ma anche tra gli stranieri, che prediligono prodotti di qualità.

La qualità della Pasta non può prescindere però da un buon grano duro. A dichiararlo è il prof. Luigi Cattivelli, membro del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CRA), nonché Direttore del Centro di ricerca per la genomica vegetale. «Un’affermazione apparentemente banale – ha affermato Cattivelli – ma che invece racchiude il segreto della buona pasta. La maggior parte delle caratteristiche che noi cerchiamo in una pasta buona in realtà è racchiusa nella sua materia prima e cioè la semola di grano duro. Aspetti come la tenuta della cottura, il colore e la salubrità del prodotto, sono intrinsechi nel grano e solo l’utilizzo di varietà selezionate e di un’appropriata tecnica di coltivazione, garantiscono un grano duro all’altezza della migliore pasta italiana.» La genomica vegetale in questo aiuta perché permette di migliorare continuamente le caratteristiche qualitative dei grani duri, rendendo la coltura più resistente alle malattie e, aspetto di non poca rilevanza, « consentire un aumento di produzione tale da garantire a tutti un piatto di pasta buono ad un prezzo conveniente».

Dagli interventi è emerso anche altro. Una buona semola di grano duro è indispensabile per avere una buona pasta ma altrettanto fondamentale è il mantenere alti gli standard di produzione e soprattutto evitare vie semplici di guadagno ma illecite. È il caso di alcuni produttori italiani bloccati nelle loro attività, grazie al controllo sul campo del corpo forestale dello Stato che  in un solo anno ha effettuato verifiche in circa 120 tra i più importanti pastifici italiani, riscontrando in alcuni casi la mancanza di tracciabilità del grano utilizzato, di falso made in Italy, di mancata dichiarazione della provenienza della pasta, di cattivo stato di conservazione dei prodotti o delle materie prime. E’ quanto è emerso dagli interventi di Giuliano Palomba, comandante del coordinamento territoriale per l’Ambiente Altamura, Parco Nazionale Alta Murgia e Giulia Amoruso, tecnologo ambientale. Un’attività analitica  preventiva per la tutela delle tipicità, sicurezza e qualià anche della pasta, che ha permesso di garantire al consumatore prodotti di qualità e premiare i produttori onesti.

Sempre dell’importanza della pasta, del suo consumo consapevole si è parlato il dott. MauroMario Mariani, specialista in angiologia, meglio conosciuto in TV come il Mangiologo, che da anni si impegna per comunicare salute soprattutto ai più giovani. Nel corso del suo intervento, il dott. Mariani ha sottolineato tre aspetti importanti che vanno di pari passo ad un corretto stile di vita da assumere anche a tavola. Molto più semplice a farsi che a dirsi, trattandosi della dieta mediterranea, che purtroppo è stata accantonata anche dagli italiani a favore di diete non equilibrate e che hanno causato solo grandissimi danni alla salute dei cittadini. «Il cibo – ha ricordato il dott. Mariani – cura, equilibra, sostiene, rafforza e depura soltanto se scelto. Quindi scegli ciò che mangi, leggi ciò che mangi e impara a conoscere e scegliere».

Per il Mangiologo Rai la pasta è «importantissima in un mondo che si ammala per diete iperproteiche.» La parola d’ordine è comunque consapevolezza ed è dovere di chi ha a cuore la conservazione del proprio stato di salute e impegnarsi a conseguirla. «Oggi non è importante la quantità delle proteina ma la qualità.» Ben venga allora la fetta di carne bianca, ma se il pollo lo si va a catturare ancora vivo, visto che quello che viene proposto dalla catena industriale e che si trova nei supermercati, sono antibiotici mascherati da cosce di pollo!

Un incontro tra sapere e sapori, arricchito dagli interventi dello storico, prof. Giuseppe Nocca, della dott.ssa Amelia Giarmoleo, Vice Presidente del Museo Nazionale della Paste alimentari di Roma, e dalle testimonianze di tre produttori Moccia, Facioni e Marconi, che oltre a raccontare una passione trasformata in professione, hanno fatto emergere altri importanti elementi che rendono un pasta buona: si tratta cioè la trafilatura ed essiccamento della pasta.

Un aspetto, questo, che ha unito e fatto da collante tra i vari interventi. Si tratta dei controlli effettuati da Nucleo Agro-alimentare e Forestale (NAF), cui va il merito di far arrivare al consumatore un prodotto controllato. Alla luce dell’attività svolta, dei casi di illeciti riscontrati, e dei risultati ottenuti in meno di un anno, non è stato difficile capire perché tutti i presenti, si sono schierati contro la proposta di scioglimento del Corpo forestale dello Stato.

Un messaggio virale ha iniziato a circolare: #salviamolaforestale per tutelare la salute di ognuno di noi!

 

 

 

 

119 Visite totali, nessuna visita odierna

Amouruso, Cattivelli, controlli, cottura, CRA, cultura, forestale, grano duro, Laurenza, made in italy, Mariani, museo pasta, NAF, Nocca, Ossii, Palomba, pasta, produzione, produzione pasta, proteine, Qualità, rai, ricerca, scienza, sicurezza, storia, storia pasta, tecnologia, tutela, UNAFPA

NaturArte. Un week-end con i vip in Basilicata tra natura, cultura, sport e tradizioni

Manca ormai poco per l’appuntamento con NaturArte, Il “festival della natura” più famoso dei Parchi della regione Basilicata, che alla sua seconda edizione si svolgerà nel week-end del 24-25-26 aprile, tra il borgo di Lagonegro, il Monte Sirino e Il Micromondo – Parco Tematico Sulla Geologia.

IMG_1712

L’incantevole magia della natura del Monte Sirino, potrà essere vissuta a pieno percorrendo, domenica 26 aprile, il sentiero trekking di NaturArte, sulle sponde del lago Laudemio (il lago glaciale più a sud d’Europa) o il percorso in mountain bike lungo i sentieri più impervi della montagna. I visitatori conosceranno e scopriranno luoghi affascinanti in compagnia di una guida speciale. Si tratta del conduttore e autore Rai Massimiliano Ossini, che, aiutato dalle guide esperte, condurrà i visitatori sulle alture delle montagne dove, con il presidente AIDAP Andrea Gennai, si darà luogo ad un dibattito 2.0, sui temi della natura e della biodiversità.  A conclusione della passeggiata e dell’incontro all’aria aperta, i presenti brinderanno con Ossini e Gennai, gustando un estratto di benessere, ideale e consigliato per tutte le età. Sarà l’inizio di un secondo viaggio, questa volta di gusto, grazie alle prelibatezze culinarie preparate al momento con prodotti locali.

dieta_mediterranea

NaturArte accenderà i riflettori sull’antico borgo di Lagonegro, ai confini con la Campania che, pochi sanno, conserva tele e affreschi rupestri di grande valore artistico. Tra queste la tela attribuita al Mattia Preti, allievo del Caravaggio, raffigurante i Santi Domenico e Francesco. Una delle sue opere più importanti è stata custodita nel Convento di San Francesco di Lagonegro e verrà esposta, per l’occasione, nello storico Palazzo Corrado. Suggestivo anche l’affresco rupestre medioevale di San Michele Arcangelo.

Lagonegro, oltre a custodire grandi tesori, è ha dato i natali a molte personalità rilevanti. Tra questi il famoso geologo Giuseppe De Lorenzo, al quale si attribuisce il manoscritto autografo, prima traduzione di un testo buddista. Sarà proprio la vita di De Lorenzo il filo conduttore della Tavola Rotonda nella sede de Il Micromondo di Nemoli dove figure istituzionali ed esperti di settore discuteranno dell’importanza dei geositi come attrattori turistici.

Evento nell’evento, NaturArte darà spazio anche ad Artigianando realizzato con l’obiettivo di metter in risalto le specificità artigianali dell’area. Orologiai, lattonieri collaboratori del famoso architetto Renzo Piano, ma anche i più innovativi cake designer esporranno i loro capolavori nella rassegna dell’artigianato dalla storia antichissima.

La musica, come nelle precedenti edizioni, sarà, accanto alla natura, elemento immancabile di NaturArte. Con il suo piano, il famoso pianista e polistrumentista Giacomo Aula, sarà il protagonista indiscusso dell’evento Sofisticando in musica. Da non perdere anche i Libero ArbiTRIO, che si presenteranno ai visitatori di NaturArte con brani ispirati dai luoghi natii. Seguirà lo spettacolo del gruppo Smania Uagliuns che in una metamorfosi con la natura si esibiranno nell’Anfiteatro “Nicola Pesce” di Nemoli.

Programma di NaturArte 2015 dal sito: www.naturartebasilicata.it

 

139 Visite totali, nessuna visita odierna

animali, BASILICATA, bike, biodiversità, chiese, convegno, cucina, cultura, geologia, incontro, Lago Negro, Masssimiliano Ossini, Monte Sirino, musica, naturarte, opere d'arte, rai, sport, trekking

La Rai accende i riflettori sulle montagne italiane. Sabato si ripercorrerà la strada fatta da papa Wojtyla

Nuovo appuntamento con Linea Bianca (#LineaBianca) e Massimiliano Ossini che sabato 3 gennaio, porterà il pubblico di Rai Uno alla scoperta dell’Adamello, un comprensorio sciistico a cavallo tra Lombardia e Trentino.

Come nella precedente puntata non ci si fermerà alle piste e non si parlerà solo di sport. Cultura, storia, tradizioni e conoscenza del territorio saranno i punti fondamentali della trasmissione, arricchita con immagini inedite e panorami mozzafiato che il presentatore amato da grandi e piccini, condividerà con il pubblico a casa.

Con il prezioso contributo della Guardia Forestale, si riuscirà a racchiudere in una sola puntata un vasto territorio che va dalle Alpi Svizzere e Austriache al Gruppo Ortles Cevedale, a quello Adamello-Presanella.

Si arriverà a Cresta Croce, dove Massimiliano, sarà in compagnia di Lino Zani, lo stesso “ragazzo” che nel lontano 1984, ricevette al rifugio sull’Adamello gestito dai genitori, una visita sorprendente. Quella di Karol Wojtyla e dell’allora Presidente della Repubblica Sandro Pertini.

Ad aiutare il conduttore, soprattutto in pista, ci penserà la maestra di sci Alessandra del Castello che ricorderà le buone prassi per sciare e vivere la montagna in totale sicurezza. Linea Bianca è però anche divertimento e natura. Al pubblico sarà dedicato “Scio a modo mio”, una raccolta di videoclip inviati direttamente dai telespettatori.

Non mancherà una visita alla Galleria WWI, al Museo della Guerra Bianca e una passeggiata nel Parco dell’Adamello, parte di quell’aera protetta di 250.000 ettari, la più grande delle Alpi, che è considerato il “ponte tra due parchi”. Tradizione, cultura, artigianato unite a divertimento e scenari da lasciare senza fiato, faranno comprendere a pieno il perché “la montagna resta sempre maestra di vita“.

102 Visite totali, nessuna visita odierna

#LineaBianca, Adamello, alta quota, Cresta Croce, cultura, karol wojtyla, Massimiliano Ossini, montagna, Museo Guerra Bianca, neve, sci, tradizioni

L’eredità di Julius Evola. A Roma una giornata dedicata alla cultura e alle arti figurative

Si svolgerà a Roma il 29 novenbre 2014, il convegno dedicato al filosofo Julius Evola e alla sua filosofia dell’eros. Organizzata dall’Accademia dei Filaleti e dalla Fondazione Julius Evola, la giornata si articolerà in una prima parte dedicata alla figura del filosofo ed una seconda nella quale si darà spazio alle arti figurative con la presentazione, all’interno della “Sala Alessandrina”, delle Tavole pittoriche  e con una esposizione dei significati alchemico-ermetici dell’opera del Maestro Vincenzo Cacace sul tema: “Antiche spiritualità e Geometria Sacra nelle rappresentazioni simboliche pittoriche della Tradizione italico Mediterranea”.

 

per informazioni sui Relatori e i temi del Convegno  >  Locandina per Fondazione Evola

95 Visite totali, nessuna visita odierna

Accademia Filaleti, arte, Cacace, convegno, cultura, eros, filosofia, Julius Evola

Star Up tra Turismo e Cultura: la novità dal Decreto cultura

 Prevista dal Decreto cultura una nuova forma di start-up innovativa, che include le società aventi come oggetto sociale la promozione dell’offerta turistica nazionale, in particolare attraverso la predisposizione di servizi rivolti alle imprese turistiche. Si è concluso in Parlamento l’iter di conversione in legge del D.L. n. 83 del 31.05.2014, il cosiddetto “Decreto cultura e turismo”, contenente importanti misure a sostegno dell’economia del settore turismo e cultura, che puntano al rilancio ed alla tutela del patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, oltre che al rafforzamento del turismo per renderlo più competitivo.

119 Visite totali, nessuna visita odierna

cultura, decreto cultura, governo, Start-Up / Turismo, turismo

Continua a leggere

  • 1
  • 2

Newsletter

Iscriviti al Servizio Newsletter di Consulpress e riceverai via posta elettronica gli ultimi aggiornamenti dalla nostra Agenzia di Stampa.

Archivio Articoli

© 2013-2019 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: via Tagliamento, 9 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu

Le statistiche sulle visualizzazioni degli articoli, si riferiscono ad un periodo che inizia da gennaio 2019.