Un Vescovo contro il “Politically Correct”

LO IUS SOLI  E’ UNA SCIAGURATA FOLLIA

La verità pian piano esce fuori e non è vero che tutta la Chiesa Cattolica sia schierata a favore dello “ius soli” come i media ci vogliono far credere. Infatti numerosi  componenti al suo interno hanno espresso il loro dissenso,  come Monsignor  Ignazio Zambito, Vescovo Emerito di Patti, Diocesi della Sicilia famosa per il Santuario della Madonna di Tindari.   In una intervista rilasciata a Bruno Maria Volpe – Redattore de “LaVerità”, l’insigne prelato ha espresso  la propria opinione, determinata e schietta, come qui di seguito si può constatare rileggendo – come riportata integralmente – la 1^ Domanda posta dal Giornalista al Monsignore.

 D. – “Migrantes della Cei e Avvenire  insistono perché venga approvata la legge sullo Ius Soli. Qual’ è la sua posizione?   R. – “Contraria. E’ inopportuna anche per il momento in cui viene proposta. Ci sono cose molto più urgenti. La reputo una scelta sciagurata. Non possiamo regalare la cittadinanza che, invece, si guadagna, si merita, si ottiene con fatica, sposando totalmente e per davvero i principi, le regole e le leggi del Paese che ospita. Oggi mi pare che questo non avvenga.  Inoltre con lo ius soli rischiano di lanciare un messaggio errato, quello dell’ “avanti c’è posto”. Non escludo che approvando tale legge arriveranno tante donne gravide a far partorire qui i figli. Lo ribadisco: la cittadinanza non è un regalo”.

L’intervista si articola in 6 successive domande, particolarmente interessanti e intelligentemente provocatorie rivolte da BRUNO MARIA VOLPE al Vescovo  Monsignor IGNAZIO ZAMBITO, che puntualmente risponde affrontando con competenza e serietà i numerosi problemi posti. Di tali risposte, qui di seguito vengono riportati solo alcuni stralci, debitamente “virgolettati”, che riteniamo meritino una ampia attenzione

# n. 2)  “Abbiamo esagerato con l’accoglienza e penso alla insensatezza di togliere i crocefissi dalle aule o alla cancellazione dei concerti di Natale, per non urtare l’altrui sensibilità religiosa. Ritengo che non occorre ma pretendere reciprocità…”

# n. 3) “E’ doveroso fare la carità. Però questa deve essere prudente ed ordinata, partendo dai vicini, che sono il vero prossimo, per arrivare ai lontani … ….Ho la sensazione che da noi i migranti siano trattati meglio dei poveri italiani ….   … Ritengo – e questo va detto – che gli immigrati in molte occasioni facciano comodo qui in Italia a chi vuole lucrarci. E ho il timore che tra meno di trent’anni l’Italia sarà islamizzata, specialmente per via demografica”.

# n. 4) “Non leggo Avvenire da tempo e sta per scadermi l’abbonamento alla Civiltà Cattolica; non so se lo rinnoverò”

# n. 7)  “…. Mi dicano pure che sono reazionario.  Nella Chiesa sono in tanti a pensarla in modo simile ma, per prudenza, forse non parlano”

Valentina Riboni  #  Giuliano Marchetti 

 *** *** *** 

NOTE A MARGINE  –  Questa presa di posizione di Monsignor Zambito, Vescovo Emerito di Patti  (come illustrata in una sua intervista rilasciata a BRUNO MARIA VOLPE su  <LA VERITA’ >)  è stata molto apprezzata dalla Redazione di CONSUL PRESS, da tempo impegnata contro la concessione dello IUS SOLI.  Ciò pur avendo ospitato, per una “pluralità d’ informazione”, alcuni interventi invece favorevoli ma, per maggiormente evidenziare il nostro punto di vista su tale argomento, desideriamo al riguardo ricordare un  precedente pezzo molto polemico intitolato “Politica & Parrocchie”, nonché un lungo articolo “Civis Romanus sum” a firma dell’ Ambasciatore TORQUATO CARDILLI  (G.M.)     

verita

 


Giuliano Marchetti

Direttore Editoriale di Consulpress, Commercialista e Revisore Contabile.

© 2013-2020 Consul Press. Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu