Skip to main content

Gruppo romano SAE – Conferenza domenica 19 febbraio 2017

S.A.E. Segretariato Attività Ecumeniche

Gruppo romano

Domenica 19 febbraio 2017 alle ore 16:00

presso la Casa generale delle Suore francescane missionarie di Maria,

Via Ferruccio 25,  nei pressi di Piazza Vittorio – Roma

(un accesso diretto alla sala, dove si terranno gli incontri, è dal portone al n. civ.19 di via Ferruccio)

Conferenza sul tema

“Chiese in uscita e testimonianza comune”

Intervengono:

Sergio Tanzarella, Ord. di Storia della Chiesa, Facoltà Teol. dell’Italia Meridionale – Napoli

Giovanni Traettino, Pastore evangelico, Chiesa della Riconciliazione – Caserta

SAEromano_Programma 2017

17-2-2017 a Campobasso: incontro culturale “Immagini tra Etica e Cittadinanza da Caravaggio a Warhol”

Venerdì 17 Febbraio 2017, alle ore 17:30, presso la Sala Congressi dell’Hotel San Giorgio di Campobasso, si svolgerà l’incontro culturale dal titolo “Immagini tra etica e cittadinanza da Caravaggio a Warhol. Percorsi di lettura di segmenti di arte contemporanea”.

Organizzato dalla SIPBC ONLUS-MOLISE e con il patrocinio del Comune di Campobasso, l’evento sarà introdotto da Isabella Astorri e sarà relazionato dal sociologo-critico d’arte Maurizio Vitiello. Interverrà all’incontro il critico teatrale Pino Cotarelli. Nell’occasione saranno presentate le edizioni 2014, 2015 e 2016 di “Percorsi d’Arte in Italia”, Rubbettino Editore.

Afferma il sociologo Maurizio Vitiello: «Le opere d’arte sono veri e propri strumenti per esplorare “l’identità del mondo”, per inseguire la verità. E l’arte è strumento fondamentale. Ogni lavoro artistico mira all’impatto sociale, per offrire interpretazioni ed eventuali soluzioni a favore di cambiamenti in positivo. Alimentare il circuito comunicativo tra istituzioni e pubblico, anche nell’ottica di rendere fruibile a tutti l’arte e il suo portato culturale, sia attraverso ricerche sociologiche, sia tramite concrete letture, significa educare all’arte; il che vuol dire quindi offrire a ognuno, attraverso una coscienza analitica, la possibilità di sviluppare la propria sensibilità e raggiungere autonomia e capacità critica nell’osservare, leggere e trasformare il mondo circostante. Per un equilibrio della mente la bellezza può intervenire come coadiuvante dote umana e proiettarsi come calamita calmante. L’etica della bellezza prevede una messa in moto di una teoria di processi dinamici, che attiva circuiti di relazioni per uno scambio di interconnessioni dialogiche.»

La conversazione tratterà un approfondimento sui sentieri dell’arte contemporanea. Si guarderà all’indietro al grande Caravaggio per sottolineare la sua moderna caratura e si segnaleranno i primati di Picasso, Klee, Burri, Fontana, Klein, Manzoni, maestri indiscussi dell’arte del secolo scorso, in una sorta di continuità ideale. Inquadrature, segnature, sottolineature, incisioni e luci saranno vagliate con perspicace indirizzo critico per raccogliere esempi e vertigini di una creatività di questi ultimi secoli. Il relatore considererà, con un particolare taglio di riflessione, il tema indicato e preciserà, con un´angolazione nuova, motivi e ragioni dei contributi degli artisti segnalati. Seguirà un percorso tra critica dell’arte contemporanea e psicosociologia dell’arte per sottolineare la creatività di forte respiro di questi protagonisti. Lavori di queste personalità saranno presentati con immagini jpg. [slides] da dvd e commentati seguendo nuove piste di ricerca critica per una lettura della produzione di alto profilo qualitativo di queste note figure. Verrà, altresì, considerato il contributo di questi artisti sull’arte odierna nelle diverse declinazioni. La psicosociologia permette di conoscere, attraverso una pluralità di prospettive, un ventaglio del mondo e l’arte aiuta a conoscere sempre forme nuove e caratteri del reale in modo creativo e originale. Con la psicosociologia e l’arte possiamo operare analisi sul mondo circostante e su noi stessi. L’arte ha sempre, ovviamente, nei capitoli alti dei capolavori, una forte valenza sociale dati i riflessi che nutrono la coscienza individuale e collettiva. L’arte può attivare la capacità di stimolare la parte sensitiva e istintiva delle persone e aumentare la sensibilità mentale della lettura critica. La base interpretativa del fenomeno artistico deve legarsi all’analisi del contesto sociale. Ogni lavoro artistico mira all’impatto sociale per offrire interpretazioni ed, eventuali, soluzioni a favore di cambiamenti in positivo. Alimentare il circuito comunicativo tra istituzioni e pubblico, anche in ottica di rendere fruibile a tutti l’arte e il suo portato culturale, sia attraverso ricerche psicosociologiche, sia tramite concrete letture significa educare all’arte; il che vuol dire quindi offrire a ognuno, attraverso una coscienza analitica, la possibilità di sviluppare la propria sensibilità e raggiungere autonomia e capacità critica nell’osservare, leggere e trasformare il mondo circostante. Comprendere, cioè prendere insieme e con sé, grazie ai sensi e al pensiero, vissuto estetico e, nel contempo, sociale suggerisce un percorso creativo volto a rinnovare, se non a riformulare, la capacità interpretativa del proprio sguardo verso la realtà circostante. Le giovani generazioni miglioreranno se saranno sensibili al proprio patrimonio, tanto da proteggerlo, custodirlo e valorizzarlo. Se saranno stati dotati di adeguate chiavi di lettura e comprensione e di strumenti critici e operativi potranno “vivere la bellezza”. Aiutare i giovani a sviluppare sensibilità nella lettura delle opere d’arte contemporanee, una volta divenuti adulti, consentirà loro di essere cittadini consapevoli e attenti al proprio patrimonio culturale, alla contemporaneità artistica, alla conservazione dei beni culturali e alla bellezza. Comprendere l’arte significa “stringere” la vita. Viviamo in una società sempre più complessa, dove tutto è amplificato e dove le informazioni si moltiplicano senza fine, cerchiamo sempre lo straordinario e non badiamo più al quotidiano, non riusciamo più ad interrogare l’abituale, non sappiamo più meravigliarci, né stupirci. La didattica dell’arte, attraverso la psicosociologia dell’arte e la critica dell’arte, quindi, diviene un viaggio alla scoperta del mondo, oltre a essere una disciplina utile a far acquisire contenuti di conoscenza. Le opere d’arte sono veri e propri strumenti per esplorare “l’identità del mondo”.

Una Voce nel Silenzio

SABATO 4 FEBBRAIO 2017, ALLE ORE 16, a Genova, in Corso Buenos Aires n. 21 int. D, sc. D, si terrà la conferenza curata dall’Associazione “UNA VOCE NEL SILENZIO”, impegnata a dare voce e sostenere tutte quelle comunità che oggi vengono perseguitate per la loro fede cristiana.

Continua a leggere

Zamora, tierra y hombres libres

L’Ambasciata della Repubblica Bolivariana del Venezuela presso la Repubblica Italiana, nell’ambito delle iniziative per la commemorazione del 200° Anniversario della nascita di Ezequiel Zamora, primo leader della lotta dei contadini, propone la proiezione del film  “Zamora, tierra y hombres libres” che si terrà mercoledì 1 febbraio alle ore 16.30 presso il Teatro Lo Spazio (Zona San Giovanni – Via Locri, 42/44 – Roma).

 

 

Washoku: la colorata vita alimentare dei giapponesi

Il washoku, o più semplicemente cibo giapponese è stato dichiarato nel 2013 Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità UNESCO.

Diffuso e apprezzato sia a Roma che in Italia, il washoku è protagonista di una mostra molto particolare presso l’Istituto Giapponese di Cultura. Presentato negli aspetti materiali delle lavorazioni e in quelli antropologici della riconoscenza e della preghiera; la modalità espositiva è dinamica e coinvolgente, al fine di superare la conoscenza standard e approfondire temi antichi e attuali. Divisa in sei sezioni che presentano colori e sapori dello stile alimentare giapponese attraverso  attraverso video, prodotti, riproduzioni di piatti, stampe nishiki-e sul tema, gadget e utensili di uso quotidiano, accanto a pannelli e oggettistica provenienti dal Padiglione Giappone presso EXPO MILANO 2015.

Il menu tradizionale prevede miso, misoshiru o zuppa, ma il piatto forte è il riso mescolato con verdura, carne, pesce di ogni tipo, con combinazioni che sprigionano il loro sapore miscelato una volta all’interno della bocca, in una modalità gustativa squisitamente giapponese. Si tratta di uno stile alimentare dove in tavola tutto punta alla valorizzazione del riso, re della tavola giapponese.

Come per la dieta italiana, la cultura alimentare tradizionale del Giappone ha tra i suoi cardini i sapori emozionali, il sapore di casa, del paese natale, o della regione di cui è tipico. Inoltre, sono noti gli influssi provenienti dalla Cina, dalla penisola coreana, ed infine dall’Europa. Ma molto è anche dovuto alla stagionalità e alle variazioni da regione a regione. Data la posizione in zona temperata, le quattro stagioni giapponesi sono delineate e nette, data la montuosità, i venti stagionali e le correnti marine anche il clima si presenta molto variegato. Ad esempio, nell’estremo Nord, regione del Tohoku, gli inverni sono molto rigidi, con assenza di stagione delle piogge mentre nel sud, come a Okinawa, ci si trova nella fascia subtropicale con clima caldo tutto l’anno, piogge frequenti e assenza di gelate e neve.

Sullo sfondo di questo variegato ambiente, le conoscenze e la manualità si sono affinate nel tempo e la cultura alimentare dei giapponesi si è sviluppata ricca di approfondimenti e varianti regionali. I giapponesi nutrono profondo rispetto per una natura così prodiga di doni, ponendo in relazione il cibo al culto degli antenati e delle divinità, e dando un significato profondo al legame con la terra e la famiglia. E poi c’è il colore: bellissimi i piatti da vedere della cucina giapponese.

Washoku la colorata vita alimentare dei giapponesi 
 a cura di Hiroko Nakazawa  (20 gennaio –  19 aprile 2017)

PRESSO 
Istituto Giapponese di Cultura 
Via Antonio Gramsci, 74, 00197 Roma

MOSTRE: 
lunedì-venerdì 9.00-12.30/13.30-18.30
mercoledì fino alle 17.30
sabato 9.30-13.00

fonte ansa.it jfroma.it

Le religioni sono tutte sorelle

«Le religioni sono tutte sorelle» 
Dalai Lama

Induismo, Buddhismo e Islam uniti per una società di pace. Roma, 1 febbraio, 16.30

 

In occasione del World Interfaith Harmony Week, la settimana mondiale dell’armonia interreligiosa promulgata dall’ONU, verrà presentato il progetto “Le religioni sono tutte sorelle”  (dalle parole di sua Santità Tenzin Gyatso, il XIV Dalai Lama), promosso dalla COREIS (Comunità Religiosa Islamica) Italiana, UBI (Unione Buddhista Italiana) e UII (Unione Induista Italiana).

L’evento che si terrà il 1° febbraio dalle ore 16.30 alle ore 18.00 presso la Sede della SIOI (Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale), Piazza San Marco 51, Roma, sarà aperto da un saluto di benvenuto del presidente della SIOI Franco Frattini, seguito da Svamini Hamsananda Ghiri, vicepresidente dell’UII, Imam Yahya Pallavicini,  presidente della COREIS e avv. Giorgio Raspa, presidente dell’UBI.

L’iniziativa sarà la prima tappa di un ciclo itinerante di incontri, che la COREIS, l’UBI e l’UII intendono promuovere a livello nazionale, come testimonianza dei principi spirituali universali che uniscono le religioni e l’etica laica.

Il progetto, principalmente rivolto agli studenti delle scuole superiori, sarà ospitato in sedi istituzionali, centri di cultura e luoghi di culto che possano simbolicamente rappresentare la ricchezza e la varietà del patrimonio culturale e spirituale del nostro Paese.

L’iniziativa è patrocinata da UNAR (Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali, Presidenza del Consiglio dei Ministri) e dal Tavolo Interreligioso di Roma.

D’Annunzio segreto

 martedì 31 gennaio

incontro con Edoardo Sylos Labini, autore e attore dello spettacolo teatrale “D’Annunzio segreto”

Labini ha sapientemente raccontato gli ultimi anni di vita nelle stanze del Vittoriale di D’Annunzio, tra amore e grande letteratura, gelosie e tradimenti. Gli ultimi anni in cui il Vate degli Italiani rivive le straordinarie prove teatrali della Città Morta, lo scandalo pubblico del romanzo “Il Fuoco” e una travolgente versione della “Pioggia nel Pineto”.

Appuntamento martedì 31 gennaio alle ore 21.00 al Circolo Futurista in via degli Orti di Malabarba 15/a.

 

“Io ho quel che ho donato perché nella vita ho sempre amato.”

IED e Van Gogh

IED E VAN GOGH ALIVE – THE EXPERIENCE:
GLI STUDENTI DELLA SCUOLA DI MODA DI IED ROMA INTERPRETANO
IL MAESTRO DELL’ARTE MODERNA

A Palazzo degli Esami nell’ambito della mostra Van Gogh Alive è possibile visitare dal 26 gennaio al 19 febbraio 2017, un’esposizione dove l’arte incontra la moda.

L’Istituto Europeo di Design di Roma e Van Gogh Alive – The Experience insieme per un’esposizione che si inserisce dal 26 gennaio al 19 febbraio 2017 all’interno della famosa mostra multimediale ospitata da Palazzo degli Esami a Roma presso rione Trastevere.

Continua a leggere

Salotto romano

Associazione culturale Roma Tiberina

Il  prossimo incontro “Salotto Romano”, si svolgerà Giovedì 2 febbraio alle ore 16,30 nella Sala Capitolare del Convento dei Domenicani in Santa Maria sopra Minerva (p. della Minerva 42).

Il programma prevede:

– l’usuale rubrica di precisazioni storiche, archeologiche e letterarie del prof. Romolo Augusto Staccioli, presidente dell’ArcheoClub di Roma.

– Pagine belliane di Franco Onorati (Edilazio 2016), raccolta di saggi di argomento belliano pubblicati dall’Autore (giornalista, Romanista, socio del centro Studi G.G.Belli) in oltre venticinque anni, con l’intervento di Giampiero Scalessa (centro Studi G.G.Belli) e letture di sonetti del poeta romano a cura dell’attore Angelo Blasetti.

 in chiusura della serata i poeti presenti potranno esporre le loro composizioni.

Si ricorda che l’ingresso è libero e ogni presenza è gradita.

 

La Sacra Bellezza di un Fiume

“Sul Tevere. Storie e segreti del Fiume di Roma”

un nuovo libro di Sandro Bari*

Ci voleva la decisione della Regione di stanziare due milioni per l’ordinaria manutenzione delle sponde del Tevere per tirare su il morale, almeno parzialmente, di quei romani, purtroppo pochi, che amano il loro Fiume. Ma, più ancora, la bella coincidenza della presentazione del volume “SUL TEVERE” edizioni Edilazio, ultima fatica del fiumarolo SANDRO BARI, si è aggiunta quale prezioso contributo alle speranze di questa Città.

Continua a leggere

Franca Sozzani e Anna Piaggi in mostra

È un omaggio alle amiche Franca Sozzani e Anna Piaggi la mostra di Manolo Blahnik The art of shoes che apre oggi, 26 gennaio, a Palazzo Morando.
“Le donne milanesi mi rendono orgoglioso” ha detto il 74enne designer di scarpe presentando la sua collezione personale che, dopo Milano, approderà all’Hermitage di San Pietroburgo e poi a Praga, Madrid ed in Canada.
Nei due anni di preparazione sono state selezionati 212 scarpe e 80 disegni realizzati in 46 anni di carriera, dalle calzature ispirate all’arte di Goya o Picasso a quelle realizzate per il film Marie Antoinette.

Copyright © 2017 ANSA. All rights reserved.

IDIOTA di Jordi Casanovas

IDIOTA

di Jordi Casanovas

Traduzione di Francesca Clari in collaborazione con Francesco Fava

Con Roberto RustionieRossana Gay

Regia diRoberto Rustioni 

Aiuto regia Francesco Piotti

Scene & Costumi Francesco Esposito

Contributi Video Pablo Solari

Ideazione Video Igor Renzetti

Disegno Luci Gianluca Cappelletti

Organizzatrice generale Ottavia Nigris

Consulente CastingCecilia Gaipa

Una produzione Fattore K

In collaborazione con

Fabulamundi. Playwriting Europe” e Associazione OlindaProduzione

TEATRO DELL’OROLOGIO

Sala Moretti

Via dè Filippini, 17/a – Roma

Dal 2 al 5 Febbraio 2017

dal giovedì al sabato ore 21.30 – domenica ore 18.30

Cosa siamo disposti a fare quando ci troviamo in difficoltà, soprattutto economiche? Quando ci troviamo in crisi…. Idiota è un testo sulla crisi, la crisi economica globale e le nostre crisi personali, i nostri tentativi spesso goffi e comici per riuscire a stare a galla malgrado tutto e tutti. Il protagonista prova a rispondere a delle domande di una dottoressa, un test psicologico, dove un uomo ed una donna si affrontano in una stanza, un ufficio che è come un ring. Jordi Casanovas costruisce un preciso meccanismo ironico-amaro, a tinte noir ma leggero, in cui niente è ciò che appare e dove la verità emerge solo alla fine,forse…

 

Note di Regia

 

Con Idiota e con il progetto Jordi Casanovas proseguo il mio percorso di esplorazione sulla scrittura contemporanea, soprattutto sulle nuove storie, indispensabili in funzione di un rinnovamento teatrale. Casanovas è uno dei nomi di punta della nuova drammaturgia iberica, nello specifico catalana: a Barcellona, grazie alla sala Beckett ed ad altre strutture, è emersain questi ultimi anni una nuova onda di scrittori per il teatro molto interessante, originale, piena d’energia. Credo che in Spagna così come in Italia il pubblico sia incuriosito naturalmente dal nuovo. Semplicemente come accade nel cinema o nelle ultime sofisticate serie tv, il pubblico desidera seguire storie nuove, vuole essere catturato da intrecci inediti, e spera di innamorarsi di personaggi sorprendenti mai conosciuti prima. Le atmosfere e la scrittura molto cinematografiche di Casanovas, la sua poetica tra la commedia ed il noir, tra Woody Allen eRoman Polansky, possiedono una qualità che cattura immediatamente lo spettatore .Sento che Casanovas è un autore coinvolgente di grande impatto per il pubblico, ma anche intelligente edi qualità…e non è poco.

Dedicato a mio padre

 

Nota Biografica

Roberto Rustioni, dopo un lungo cammino attorale con diversi registi in cui spicca la collaborazione costante e continua con Giorgio BarberioCorsetti,inizia dieci anni fa un propriopercorso autorale e di regia. Tra i diversi riconoscimenti si segnala il premio Ubu2011miglior novità straniera per Lucido e tra i suoi spettacoli spicca Tre atti unici daAnton Cechov. Villa dolorosa di R. Kricheldorf e Donne che sognarono cavalli di D.Veronese, i suoi ultimi lavori.

Rossana Gay, dopo varie esperienze lavorative che vanno dal teatro di strada (fonda la compagnia Teatro luna) al teatro per ragazzi, dal 2000 entra a far parte stabilmente della compagnia Katzemacher, diretta da Santagata. Realizza, in qualità di regista e attrice, numerosi spettacoli. Attualmente è impegnata in due produzioni: con lo spettacolo “Emily No!”, regia di Milena Costanzo e con la regista Livia Gionfrida  in “Proteggimi” (da “Un tram che si chiama desiderio”), spettacolo realizzato con i detenuti del carcere maschile la Dogaia di Prato.

 

Ingresso:

Intero 15 euro

Ridotto 12 euro

Tessera associativa stagionale 5 euro

 

Info e prenotazioni:

Teatro dell’Orologio

06 6875550 – biglietteria@teatroorologio.com

dal lunedì al venerdì, dalle 11.00 alle 19.00

https://www.teatroorologio.com/stagione-2016-2017/stagione-16-17/febbraio-marzo-2017/161-idiota.html

Giovanni Prini, il potere del sentimento,

Un inedito Ritratto di Giacomo Balla e una Maschera in bronzo acquistata dal Re e proveniente dalle collezioni del Quirinale. Due nuove prestigiose opere di Giovanni Prini arricchiscono la mostra Giovanni Prini, il potere del sentimento, ospitata alla Galleria  d’Arte Moderna di Roma fino al 26 marzo 2017. 

Continua a leggere

«Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata

 

GIORNO DEL RICORDO 2017 

 «Giorno del ricordo» in memoria delle vittime delle foibe, dell’esodo giuliano-dalmata

Proiezione del film di Alessandro Quadretti 

“L’ultima spiaggia”, documentario sulla Strage di Vergarolla e l’Esodo da Pola

Programma:

Saluti: Danilo Pirro – Amici della Fondazione Ugo Spirito e Renzo De Felice
Introduzione storica:  Marco Petrelli – COMITATO DIECI FEBBRAIO
Intervento:  Evimero Crisostomi – Società di Studi Fiumani
Intervento: Michele Rossi – Associazione Terni Città Futura

Una testimonianza : dott.ssa Grazia Micheletti discendente di Giuseppe Micheletti eroe di Vergarolla

Proiezione del film “L’ultima Spiaggia” – Officinemedia (2016)

Trailer del film

*************

con il patrocinio di:

Comune di Terni
Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia
Società di Studi Fiumani – Museo Storico di Fiume

In collaborazione con:
Associazione Terni Città Futura
Gruppo Archeologico – D.L.F. Terni

DATA: 7 FEBBRAIO 2017

LUOGO : BIBLIOTECA COMUNALE DI TERNI – CAFFE’ LETTERARIO
Piazza della Repubblica, 1 Terni

ORE : 17:00

Oggi e milioni di anni fa

I recenti e ripetuti terremoti del Centro Italia ha spinto studiosi e una grande parte della popolazione, impaurita dai suoi tragici esiti, ad approfondire le relative conoscenze su queste sconvolgenti manifestazione della Terra. Lo scopo, pur se privo di una probabile risposta positiva, sarebbe quello di realizzare una potenziale prevenzione  o, nel peggiore dei casi, preservare da catastrofi abitazioni, edifici di valore e paesaggi da tali calamità.

Continua a leggere

IL GATTO NEL BIDET: Noir (il)legale a tinte pastello

Associazione Culturale Beat 72  

Presenta

Il gatto nel bidet

Noir (il)legale a tinte pastello

di Gioacchino Spinozzi e Sara Calanna

Con

Tiziano Floreani

Alessandro Eramo

Armando Puccio

Sara Calanna

Regia di Sara Calanna

Tecnico audio/luci Daniele Toma

TEATRO TOR DI NONA

Via degli Acquasparta 16 – Roma

Dal 31 Gennaio al 5 Febbraio 2017

Da martedì a sabato ore 21- Domenica ore 18

Vincitore nella sezione Miglior Spettacolo nell’ambito del Festival di Drammaturgia Italiana “Schegge d’autore 2015”, arriva al Teatro Tor Di Nona di Roma, dal 31 Gennaio al 5 Febbraio, Il gatto nel bidet: noir (il)legale a tinte pastello. Uno spettacolo esilarante, tra colpi di scena e battute ricche di humor, condite da situazioni paradossali.

In scena una coppia di intraprendenti avvocati: Domenica che divide la sua giornata affollata tra impegni professionali e doveri di mamma…ansiosa e Piergiorgio, suo pentito marito, un avvocato in cerca di affermazione.

Nell’ “astuto” tentativo di dare una svolta alla sua carriera, Piergiorgio accetta un caso che si rivelerà assai pericoloso, visto che avrà a che fare addirittura con il crimine organizzato! E a complicare tutto…un gatto nel bidet.

Note biografiche

Tiziano Floreani ha studiato con Fiorenzo Fiorentini e Claudio Carafoli. Con quest’ultimo ha ricoperto il ruolo di protagonista di cortometraggi e molte pièce teatrali, tra cui: “Quartetto per Viola” e “Lezione da Tiffany”. È reduce dal successo dello spettacolo “Quando eravamo repressi” di Pino Quartullo, andato in scena al Teatro Ghione. Molteplici partecipazioni a fiction televisive e serie Web: “Immaturi La serie” regia di Rolando Ravello; ”Househusband 2” regia di V. Terracciano, F. Pavolini; nel 2015 “Squadra Antimafia 8” regia di R. De Maria/S. Zarmandili; Castaway – le faremo sapere”, regia di Alessio De Leonardis.

Alessandro Eramo ha studiato con Claudio Carafoli con il quale ha girato cortometraggi tra cui  “Difetti speciali” e partecipato alla pièce teatrale “Onoranze per Alex”. Protagonista in “Interno3” di C. Cubeddu, regia di Ivan Falsetta.

Armando Puccio si divide tra teatro e fiction televisive. Tra le ultime pièce teatrali: “Flebowsky” con Nicola Pistoia e Ketty Roselli, regia G. Piola; “Se” regia F. Pausilli. Tra le fiction si segnalano: “Zio Gianni”, “I Cesaroni”, “La ladra”, “Distretto di polizia” , “Carabinieri 6” e ”Provaci ancora Prof.”

Sara Calanna  In gioventù ha recitato in “Playback” di  Paola Pascolini regia di M. Mirabella e R. Zamengo; “Il convento amoroso” regia di Renata Zamengo; “Spettri” di Ibsen, regia di C. Oldani. Ha studiato con Cosimo Cinieri presso il Teatro Argentina. Oggi scrive, dirige e interpreta pièce teatrali con le quali ha partecipato a rassegne nazionali e talora vinto sia come attrice che come autrice.

Spinozzi e Calanna sono avvocati ed una coppia nella vita. Da più di dieci anni scrivono e recitano per il teatro partecipando a numerose rassegne nazionali e internazionali (e talora vincendo). “Il gatto nel bidet”, nella versione corto teatrale, è stato premiato come “miglior spettacolo” nella rassegna nazionale “Schegge d’autore” 2015 . Hanno una figlia ed un gatto.

Biglietto:

Intero 12 euro – Ridotto 9 euro

Tessera annuale obbligatoria 3 euro

Info e prenotazioni:

 Tel. 06 7004932

Mail teatrotordinona1@gmail.com