Skip to main content

Nikolajewka: la battaglia sulla via del ritorno

Un omaggio sentito ai Nostri Caduti

Una ricorrenza con un’infiorescenza di sentimenti differenti, che spesso appaiono perduti dietro gli affanni voluti da tristi governi: la commemorazione, il 28 gennaio (il diciottesimo anno) dei Caduti di Nikolajewka, sulla via Cassia, nella piazza ai Caduti sul Fronte Russo. Un fluido invisibile di Fratellanza Militare scivola sui presenti nel nome Patria, esalta l’onore e la sofferenza per i parenti caduti nell’eroismo di un inverno ingrato, l’inverno russo, tremendo e struggente.

È un canto, questa giornata, per i fiori dell’umanità che dormono sotto la neve e si spera possano al più presto risvegliarsi: il coraggio, l’onestà, il merito, l’amore anche familiare, il patriottismo. Mani, che stringono strumenti, bandiere, altre mani ansiose di stringersi nell’arpeggio fresco ed azzurro della terra italiana.

Passano divise, passano insegne ed onorificenze, trascorrono lenti o in carica uomini e corpi militari: Artiglieria, Alpini, Marina, Paracadutisti, Carabinieri, Bersaglieri, uniti a Croce Rossa, la Polizia di Roma Capitale con il Gonfalone, fra mantelli, chepì e scintillio di gradi.

Manca materialmente, ma “penna nera” Silvano Leonardi incarna l’indomito esercito che è morto lontano perché l’Italia fosse libera e grande: è andato avanti lo scorso anno ma ognuno lo vede, presso l’altare , nel proprio cuore che conosce il dovere, costi ciò che costi. A lui va la luce di questo giorno, il pensiero ammirato diffuso da voci e strumenti della fanfara dei Bersaglieri, la presenza commossa delle Istituzioni. A sigillare il senso di pace e l’augurio che non possano più esserci conflitti sono, fra i militari italiani, due addetti della Difesa dell’Ambasciata di Russia, un Ufficiale dell’Aviazione ed un Capitano di Fregata, che hanno aggiunto al commento del Generale Flumeri e del Tenente d’Artiglieria Sandro Bari la voce di uno Stato che ha dovuto, come il nostro, obbedire, ma conferma nella fede ai valori la meravigliosa e possibile fraternità di due grandi popoli.

Due parole da amico, con quel lieve accento slavo e la correttezza, questa volta non formale, da diplomatico. Nikolajewka è storia e dolorosa, ma questo gesto ha aperto un varco verso un sereno futuro da uomini liberi.

Marilù Giannone

AltaRoma: la Chiuri ospite d’eccezione

Dopo aver sfilato a Parigi, con la collezione di haute couture ispirata al Surrealismo, Maria Grazia Chiuri, direttrice creativa di Christian Dior, sarà l’ospite d’onore di Altaroma al via da domani 25 gennaio.  L’occasione riguarda il terzo appuntamento con il talk “Roman’s Romance”, che sabato 27 gennaio, alle ore 15:00 al Maxxi, verterà su una conversazione tutta al femminile su Roma, la creatività e l’arte.
Oltre a Maria Grazia Chiuri, saranno presenti la giornalista Rai Barbara Modesti, la curatrice dell’evento Paola Ugolini e Cristiana Collu, direttore della Galleria Nazionale.

 

Chiude il Mercato Centrale: tutta colpa dei Carciofi!

A Roma, dopo il tormentone Spelacchio (la Raggi tutta contenta ha appena dichiarato che grazie a “lui” c’è stato un incremento del turismo del 10%), i cinghiali ed i maiali che girano per le strade saccheggiando i cassonetti, che da giorni non vengono svuotati, e gli immancabili gabbiani, succede anche questo. La ASL fa chiudere il Mercato Centrale, isola felice nella Stazione Termini, dove tutto è sporco e rotto e l’illegalità è diffusa, per colpa dei carciofi.

Continua a leggere

7 Gennaio 1978 – 7 Gennaio 2018

NEL GIORNO DEL RICORDO 

Oggi, Domenica 7 Gennaio 2018 nel XL Anniversario di Acca Larenzia, ho partecipato, con profonda commozione, alla Messa di Commemorazione celebrata da Fra’ Attilio, ascoltando attentamente la sua toccante omelia nella Chiesa dedicata a San Gaspare del Bufalo, dato che lo stesso Sacerdote – al tempo – era un “militante” nella sezione del M.S.I.  ed ivi presente la sera dell’eccidio.

Continua a leggere

Caffè Greco sotto sfratto

Un po’ difficile da pensare che ad uno dei caffè più antichi di Roma sia toccata la stessa sorte che ultimamente sta colpendo le varie eccellenze (da intendersi botteghe storiche) capitoline. L’antico Caffè Greco di Via dei Condotti è finito sotto sfratto. Frequentato da Goethe, Hans Christian Andersen, Orson Wells, Moravia, D’Annunzio, Schopenauer, Elsa Morante, Pier Paolo Pasolini, Ennio Flaiano e Guttuso che l’ha ritratto nella sua celebre “sala rossa”, il Caffè Greco rischia di spegnere per sempre i suoi meravigliosi lampadari settecenteschi nel giro di tre mesi.

Continua a leggere

Mostre nei Musei di Roma per la 1^ domenica gratuita del 2018

Il 7 gennaio ingresso gratuito per i residenti a Roma e Città Metropolitana

Le feste continuano anche domenica 7 gennaio nei Musei in Comune di Roma con una ricca offerta culturale e didatticapromossa da Roma CapitaleAssessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con l’organizzazione di Zètema Progetto Cultura.

Come ogni prima domenica del mese, l’ingresso a tutti i musei civici e alle mostre in programma in questi spazi sarà gratuito per i residenti a Roma e nella Città Metropolitana (a eccezione della mostra Hokusai. Sulle orme del maestro al Museo dell’Ara Pacis).

Sarà l’occasione per scoprire le collezioni permanenti presenti al loro interno e le mostre temporanee in corso tra cui il percorso espositivo all’interno del Museo di Roma a Palazzo Braschi sul Teatro dell’Opera di Roma attraverso le opere di artisti, disegnatori, costumisti e scenografi che lo hanno reso celebre (Artisti all’Opera. Il Teatro dell’Opera di Roma sulla frontiera dell’arte da Picasso a Kentridge 1880-2017), la grande mostra dedicata all’imperatore Traiano in occasione dei 1900 anni dalla sua morte ai Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali (Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa) e l’esposizione ai Musei Capitolini sullo studioso Johann Joachim Winckelmann e il suo rivoluzionario approccio all’archeologia (Il Tesoro di Antichità. Winckelmann e il Museo Capitolino nella Roma del Settecento). Infine, nel nuovo spazio espositivo della Centrale Montemartini, una mostra è dedicata al dialogo tra due importanti culture affacciate sul mediterraneo: quella egizia e quella etrusca (Egizi Etruschi. Da Eugene Berman allo Scarabeo dorato).

Domenica sarà inoltre possibile assistere agli appuntamenti musicali del Museo Napoleonico e del Museo Carlo Bilotti – Aranciera di Villa Borghese, partecipare al programma Musei in gioco per bambini e assistere alla visita guidata alla Casina delle Civette.

 

Traiano e l’Europa

TRAIANO. Costruire l’Impero – Creare l’Europa

IL MUSEO  E LA FORZA DEL CONTESTO

La mostra “Traiano. Costruire l’Impero, creare l’Europa” è in corso ai Mercati di Traiano Museo dei Fori Imperiali dal 29 novembre al 16 settembre 2018. L’obiettivo di una mostra è quello di ricreare un contesto, all’interno del quale i singoli oggetti riprendono vita, colmando vuoti, lacune e mancanze dovute principalmente allo scorrere del tempo. Tanto più una mostra è riuscita quanto più si è messi in condizioni ottimali, tali da favorire una visione il più possibile integrale.

Continua a leggere

Ei fu …..

SPELACCHIO  ci ha lasciati !

MARTEDI’ 19 dicembre … i telegiornali romani intorno alle 12,30 hanno dato il mesto annucio.

Quando la stessa sorte toccata dall’ ALBERO  verrà imitata dalla “maldestra Sindaca” VIRGINIA RAGGI e da tutta la sua Giunta ?

Sempre nella serata di martedi, il “POPOLO dell’ URBE”  ha ricevuto la notizia che la Vestale Grillina non riproporrà la propria candidatura !

images

PER FORTUNA IL “NATALE di ROMA” SI CELEBRA IL XXI APRILE

Giuliano Marchetti

Filastrocca per Spelacchio

A  “Spelacchio”, con simpatia, dedico questa mia poesia.

firmato: Pasquino

In questi giorni di grande festa

la città di Roma si appresta

a celebrare il santo Natale

ai piedi di un albero “eccezionale”.

Cresceva un tempo a più non posso

nella sua valle, uno splendido abete rosso,

ignaro del suo triste destino

che lo avrebbe portato un bel mattino

nel cuore di una grande città

che mostra da millenni tutta la sua beltà.

E’ venuto giù dalla lontana val di Fiemme

per arrivare a Roma lemme lemme,

così ha voluto la giunta comunale

e l’albero, con velocità virale,

ha perso tutta la sua folta chioma

diventando in un batter d’occhio

il triste e smunto Spelacchio

che dei romani è diventato lo spauracchio.

Spelacchio

«Ciao, mi chiamo Spelacchio e sono sobrio e raffinato»

Disprezzo e rabbia per un qualcosa di così brutto, tristezza per la sciatteria nell’occuparsi e curare un bene ed infine tanta tenerezza. Questi sono stati i diversi stati d’animo (che personalmente ho avuto, ma credo abbiano tutti i romani) riguardanti il povero abete rosso proveniente dalla Val di Fiemme, meglio noto come Spelacchio.

Continua a leggere

La frustrazione dei piccoli poteri

L’ignoranza che incorona re

Il disagio sociale, l’orribile esempio dei governi creati con furbizia e falsità, l’assenza totale di un’etica anche da parte del mondo religioso hanno profondamente inciso con i loro sporchi artigli l’individuo, ogni persona. Se già esistevano soggetti come questo che viene ora esposto, adesso sono sempre più diffusi, perfino dove è superfluo mostrare superbi un qualsiasi grado.

L’amore di prossimo è scomparso, con la genitorialità, con l’equilibrio, con la giustizia. I figli del tempo d’ora piangono per queste colpe commesse dagli anziani.

Continua a leggere

Art Studio di Carlo D’Orta

NOVEMBRE 2017

La fotografia di Carlo D’Orta “Vibrazione Milano Palazzo Giustizia#1” entra nelle collezioni dell’Ordine Avvocati di Milano e dello studio legale “Negri-Clementi”

La fotografia “Vibrazione Milano Palazzo Giustizia#1”, realizzata da Carlo D’Orta all’interno del Palazzo di Giustizia di Milano e già utilizzata, nel giugno 2017, come copertina del bilancio sociale della Corte d’Appello di Milano, è stata acquisita dall’Ordine degli Avvocati di Milano, che la porrà, in grande formato, all’ingresso della propria sede all’interno del Palazzo di Giustizia di Milano (copia 1/3, cm 200×150, stampa UV su plexiglass con fondo in dibond/alluminio). La stessa fotografia (copia 2/3, formato 100×75) è inoltre entrata a far parte della prestigiosa collezione d’arte dello Studio Legale Negri-Clementi di Milano, specializzato in diritto dell’arte.

NOVEMBRE 2017

Opere di Carlo D’Orta per Amref e Save The Children

Due opere di Carlo D’Orta sono state acquisite in donazione dalle Ong Amref e Save The Children, che le hanno utilizzate per la raccolta fondi per i loro progetti di beneficenza. In particolare, l’opera “Londra#3” (serie Biocities Two) è stata oggetto di un’asta di beneficenza nel Red Party organizzato da Save The Children a Milano, palazzo Crespi, il 15 novembre. Ad Amref è invece stata destinata l’opera “Traslazione Kenya#24” (serie Traslazioni), realizzata durante un viaggio con la Ong in Kenya per verificare sul campo i progetti sostenuti.

NOVEMBRE 2017

Un’opera di D’Orta copertina del libro Eni sulla raffineria di Venezia.

La fotografia di Carlo D’Orta “Eni Venezia # 2” è divenuta copertina di un libro realizzato da Eni sulla propria Raffineria di Venezia, recentemente riconvertita a produzione di energia biologica. Il libro è stato donato dai vertici di Eni (la Presidente Marcegaglia e l’AD Descalzi) al Presidente del Consiglio Gentiloni in occasione della sua visita ai nuovi impianti, lo scorso 24 ottobre.

OTTOBRE 2017

Una installazione di Carlo D’Orta alla mostra di Amref al Maxxi di Roma

Dal 13 al 18 ottobre 2017 si è svolta al museo Maxxi di Roma la mostra-evento “Dove nessun altro arriva”, organizzata dalla Ong Amref per celebrare i propri 60 anni di attività in Africa. Nell’ambito della mostra è stata esposta anche la installazione “Costruiamo insieme un’Africa migliore-Siamo tutti Carte dello stesso Castello” realizzata da Carlo D’Orta, da molti anni sostenitore della Ong, con fotografie scattate in Africa insieme ad Amref. Qui sotto è riportata anche la news della rivista InsideArt.

https://insideart.eu/2017/11/03/linstallazione-di-carlo-dorta-per-amref-esposta-al-maxxi/

OTTOBRE 2017

Carlo D’Orta con Fabrizio Borelli in Rome Art Week 2017

Anche nel 2017 Carlo D’Orta ha partecipato con il proprio Open Studio a RAW-Rome Art Week, settimana dell’arte contemporanea a Roma, svoltasi dal 9 al 14 ottobre. Una parte dello Studio d’arte ha ospitato la mostra a quattro mani “Sopra Sotto Berlino”, realizzata con l’artista Fabrizio Borelli, curata da Maria Italia Zacheo e dedicata a visioni inconsuete della capitale tedesca.

SETTEMBRE 2017

Carlo D’Orta in finale al Premio Lynx

L’opera di Carlo D’Orta “Roma Eur Nuvola#14” è stata selezionata come finalista al Premio Lynx 2017. La mostra delle opere finaliste è stata inaugurata il 23 settembre a Trieste, presso la Lux Art Gallery. Le opere saranno poi esposte alla Lokarjeva Galerija di Ajdovscina (Slovenia).

SETTEMBRE 2017

Nuove opere di Carlo D’Orta nella collezione della Galleria Alidem di Milano

La prestigiosa Galleria Alidem di Milano ha acquisito, nella propria collezione, 8 nuove opere di Carlo D’Orta. Tre opere appartengono alla serie “Geometrie Still Life”, già dal 2016 presente, con altri scatti, nella collezione della galleria milanese. Quest’anno però Alidem ha deciso di acquisire anche 3 opere della serie “Liquidance” e 2 opere della serie “(Re)FineArt”, così da offrire un panorama più ampio e articolato della produzione artistica di D’Orta.

Studi sulle persecuzioni dei Cristiani

COMUNICATO STAMPA  dell’ A.C.R. 

ASSOCIAZIONE CULTURALE ROMANA

                                                                                                          Le persecuzioni dei cristiani a Roma (I-IV secolo)

Il giorno 16 dicembre alle ore 10,00 avrà luogo la conferenza presso il teatro Il Girasole, in via Elio Donato 48, sul tema annunciato nel titolo, con particolare riferimento ai risultati delle indagini archeologiche”
Le ricerche del  Prof. Pier Luigi Guiducci su tale argomento  hanno suscitato sviluppi e risonanze notevolmente importanti, interessando personalità ed autorità italiane ed estere di alto profilo.

Continua a leggere

Incontro in Basilica, all’ombra della Meridiana

 

                      Il Prof. Sigismondi e l’ing. Montebello rimettono tutti in sesto con la Meridiana e con la visione delle stelle

« LA MERIDIANA DI S.MARIA DEGLI ANGELI E DEI MARTIRI » relazione dell’Astronomo COSTANTINO SIGISMONDI Il Parroco Don Franco Cutrone ed i Presidenti Onorari avv. Gianni Borrelli ing. Cinzia Longo hanno il piacere di invitare la S.V. venerdì 24 novembre 2017 ore 20.00 all’incontro con successivo dibattito su : BASILICA DI SANTA MARIA DEGLI ANGELI E DEI MARTIRI SALA CONFERENZE DEI CERTOSINI ROMA – VIA CERNAIA 9 a seguire come è consuetudine, agape fraterna : “ mangiamo e beviamo, insieme, ciò che portiamo” e raccolta spontanea, possibilmente in viveri (pasta, pelati, salsa, purè, scatolame, caffè, ecc.) per la mensa dei poveri della Parrocchia. Per ulteriori informazioni, il Bollettino della Parrocchia I

La “Fabbrica – Museo del Cioccolato” arriva a Roma

Manca pochissimo all’arrivo a Roma della “Fabbrica-Museo del Cioccolato”, un evento basato esclusivamente sul tanto amato cioccolato che metterà in scena negli spazi fieristici della Capitale la celebre storia di Roald Dahl.

L’iniziativa, presentata a Salonicco nel 2014 e ad Atene l’anno successivo, è giunta finalmente anche in Italia, grazie a un accordo tra Fiera Roma e il partner Helexpo, principale soggetto fieristico greco, con la collaborazione di Eurochocolate.

Si tratta di una inedita joint venture con due fiere europee che si sposano per una iniziativa sia didattica ma anche ludica e di turismo gastronomico, dedicata agli studenti, ai bambini, alle famiglie e a chiunque ami il cioccolato. Un vero e proprio villaggio nel quale il visitatore potrà conoscere la storia del cacao, toccare con mano la foresta tropicale, fare una foto davanti alla cascata del cioccolato (1200 litri di cioccolato liquido, considerata la cascata più grande d’Europa).

La Fabbrica-Museo del Cioccolato si snoda anche tra laboratori in cui imparare le tecniche di lavorazione del cioccolato, corsi di degustazione e preparazione, e numerosissime attività ludiche ed educative: saranno presenti i laboratori- del cioccolato e del biscotto,  20 tra i più famosi monumenti italiani riprodotti in versione golosa, una biblioteca del cioccolato e la giungla con tanto di ricostruzione della vegetazione e delle rovine dei templi Incas.

Infine per rendere l’esperienza completa e avvincente, il labirinto, l’angolo del face piantino e la mostra degli strumenti musicali in cioccolato dello scultore ufficiale di Eurochocolate Andea Gaspari.

Si può dire che a volte i libri (ed anche i film) diventano davvero realtà!

 

In mostra alla Fiera di Roma dal 18 novembre al 18 febbraio 2018.

Enjoy: l’Arte incontra il Divertimento

“ENJOY” MOSTRA IL NUOVO MUSEO DEL FUTURO: SMART

NON SI VIVE DI SOLO SVAGO

Una nuova mostra d’arte contemporanea è in corso al Chiostro del Bramante a Roma, dal titolo “Enjoy. L’arte incontra il divertimento” (dal 23 settembre 2017 al 25 febbraio 2018). Questa sede espositiva rinascimentale da anni ormai “tenta” di dialogare con il contemporaneo. Il titolo della mostra è ben scelto e soprattutto molto attuale. Nel comunicato stampa si sottolinea come per “divertimento” si intende il “portare altrove”, verso “una realtà tutta da scoprire”, verso “una realtà che, tuttavia, può anche non esserci”.

Continua a leggere

Roma Caput Mundi… o Roma Kaputt ?

ROMA, VIA RUBICONE, VIA TAGLIAMENTO, QUARTIERE COPPEDÈ

AMMINISTRAZIONE CAPITOLINA INEFFICIENTE e INCAPACE o troppo “distratta?

Presso la Redazione della “Consul Press”, il 9 Novembre,  è approdata una lettera di tantissimi Condomini dei vari palazzi ubicati in via Rubicone, una strada che congiunge via Salaria con via Tagliamento, proprio all’altezza del Quartiere Coppedè, un vero gioiello architettonico, bello da ammirarsi e non privo di evocazioni simboliche ed esoteriche. Già a suo tempo la nostra Testata, in occasione della presentazione di alcuni libri sul quartiere Coppedè – avvenuta a dicembre 2016 presso la “Libreria Pagina 272” in via Salaria – ha dedicato un ampio articolo su tale argomento. *1

WP_20150313_041

Continua a leggere