ATTRAZIONE FATALE E ALTRI RACCONTI,

Il nuovo libro di Maria Grazia Scelfo

L’ultima fatica letteraria di Maria Grazia Scelfo, è una raccolta di suoi racconti ed opere già pubblicate sulla rivista spagnola on line “Valencia Escribe” a partire dal 2017 e da lei stessa tradotte in italiano, non solo per il suo piacere di tradurre ma per ampliare la platea dei lettori.

Pubblicati con testo a fronte, sono ventiquattro i racconti di questa raccolta,  che trattano temi di attualità o di fantasia, ambientati prevalentemente in Spagna, ma anche in Italia e in tanti altri paesi per offrire spunti di riflessione.

Continua a leggere

Riapre al pubblico il Nuovo Planetario di Roma

Sono trascorsi otto anni, ma finalmente il Nuovo Planetario di Roma a riaperto le sue porte al pubblico.

Ad inaugurarlo, il sindaco della Capitale, Roberto Gualtieri che non nasconde la sua soddisfazione: Sono davvero molto felice – ha dichiarato il Sindaco – di festeggiare il compleanno di Roma con la riapertura dopo 8 anni di questo Planetario che come vedrete è bellissimo e avanzatissimo, lo aspettavamo da molto tempo. Mi hanno detto che in sole 48 ore ci sono già state più di 2700 prenotazioni. Vedremo ragazzi, scolaresche bambini ma non solo. E’ pensato come un luogo di incontro ma anche di apertura di dialogo con la comunità scientifica. Un polo sulla cultura, sulla bellezza, sulla scienza che è uno dei valori fondanti che esprime bene l’universalità della nostra città. E’ stata molto migliorata la tecnologia sia rispetto a quella di 8 anni fa e rispetto a quella originale, l’antico proiettore Zeiss Mark II, donato dai tedeschi all’Italia a parziale riparazione dei danni della I Guerra mondiale”.

Il Planetario si presenta infatti con una splendida sala rinnovata con 98 poltroncine dalle quali si puàò comodamente ammirare lo spettacolo delle stelle sopra la Capitale.

Da qui si può anche osservare l’asteroide 66458  dal suggestivo nome ‘Romaplanetario’, che sebbene sembri piccolissimo ha un diametro reale stimato tra i 2 e i 4 chilometri ed è stato scoperto da Gianluca Masi, uno degli astronomi e divulgatori che sarà pronto ad accogliere i visitatori insieme ai sui colleghi Gabriele Catanzaro, Giangiacomo Gandolfi, Stefano Giovanardi e il nuovo arrivato Luca Nardi.

Fra le grandi novità del Nuovo Planetario c’è infatti la presenza di un team di srtudiosi di eccelelnza che in ogni spettacolo guiderà dal vivo i visitatori in un incredibile viaggio fra le meraviglie del cielo.

 Sul sito www.planetarioroma.it tutte le info.

A Roma, LUCE SULLE TORRI, arte e cultura al VI Municipio

Una manifestazione artistica e culturale promossa dal Municipio Roma VI delle Torri, LUCE SULLE TORRI è dedicata a bambini, famiglie, coppie, anziani, turisti, appassionati e curiosi. Un progetto realizzato in ben 11 quartieri, in spazi pubblici, luoghi di aggregazione, biblioteche e polisportive, con il coinvolgimento attivo delle realtà e delle associazioni territoriali.

Questo weekend, dal 22 al 24 luglio, gli eventi si terranno presso Colle degli Abeti e Lunghezza.

Sono circa 70 eventi in programma per tutti i fine settimana (venerdì, sabato e domenica) compresi tra il 1° luglio e il 7 agosto (per un totale di 6 fine settimana), ad ingresso libero e gratuito.

Continua a leggere

‘ROMA CINEMA ARENA’, LA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

AL PARCO DEGLI ACQUEDOTTI, DAL 19 LUGLIO AL 4 AGOSTO

Ogni sera, a partire dalle ore 21.15, la rassegna ospiterà un programma di capolavori in versione restaurata, con due proiezioni previste per il sabato (ore 21 e ore 23). Ciascun film sarà presentato al pubblico da registi e attori.

Una grande sala cinematografica outdoor, una platea di 1000 posti incastonata in uno dei posti più suggestivi della Città Eterna, il Parco degli Acquedotti (ingresso via Lemonia, angolo Appio Claudio), che sarà inaugurata questa sera, martedì 19 luglio, con l’inizio della rassegna cinematografica “Roma Cinema Arena”.

Continua a leggere

Parte da Roma il progetto “Thrive” per la crescita civile delle donne migranti

A Roma è stato presentato alla stampa il progetto “THRIVE” (“Crescere, prosperare, svilupparsi vigorosamente”). Si tratta di un progetto multimediale di formazione online, spiega Betti Cannova, operatrice sociale tra i responsabili generali di Thrive, che ha come obiettivo quello di avvicinare tra loro le persone e le varie culture e aiutare le donne migranti a realizzare il loro potenziale civico e sociale attraverso l’istruzione e l’approfondimento.

crescita civile, donne migranti, Thrive

Continua a leggere

“LA FRODE NEL PIATTO: storia ed attualità delle frodi alimentari”

Convegno sulle frodi alimentari, giovedì 28 luglio.

L’Albero della Vita,l’associazione di promozione socio-culturale che nella materialità dell‛oggi,  sempre più protesa verso una  forma  di  globalizzazione sociale, si propone di riscoprire e rivalutare le tradizioni folcloristiche, storiche, artistiche, musicali e le particolarità geografiche della nostra bella Italia, proponendole sia a livello locale che nazionale,  ci propone piacevole chiacchierata su un tema molto attuale quale quello delle Frodi Alimentari, tanto per l’aspetto sanitario quanto per quello commerciale, vedrà la partecipazione di insigni relatori del mondo istituzionale, associativo, accademico, commerciale.

 

La presentazione della serata sarà affidata alla dott.sssa Mariagrazia MAZZARACO, la Presidente de L’Albero della Vita e sono previsti, quali relatori, il dott. Gabriele FINA e i dott. Lorenzo FERRARO, rispettivamente Ufficiale e Sottuficiale (in quiescenza) della G.d.F., è inoltre previsto un intervento a cura del Comando Carabinieri per la Tutela Agroalimentare.

Interverranno, inoltre, l’Avv. Olga SIMEONI, Presidente di “Italia Terra di Agrumi – Coop. Società Benefit” e il dott. Italo SPADA, Presidente della Sez. Internazionalizzazione Confartigianato di Latina., organizzazioni che hanno partecipato all’organizzazione e la realizzazione dell’evento che si concluderà con un vin d’honneur ed un buffet.

Per partecipare alla serata è necessario regisrtarsi tramite mail a segreteria@alberoverdedellavita.org, contattando il 391.341.99.61 o direttamente in loco previa comunicazione all’organizzatore entro e non oltre le ore 12:00 del 28 luglio 2022.
Il ricavato della serata sarà devoluto per la costruzione della “Casa di Accoglienza per Persone Anziane Autosufficienti”.

SCIPIONE L’AFRICANO

 

Il 10 luglio consueto appuntamento al Gruppo Storico Romano.
Alle ore 18.30 l’incontro con la scrittrice Giulia Vinci che presenterà il suo libro: “Turismo: nuovi sviluppi Post Pandemia”.
Alle 19.00 il GSR mette in scena in modo divertente la storia di SCIPIONE L’AFRICANO e della sua famiglia. Cornelia e Sempronia, rispettivamente figlia e nipote del celebre generale, raccontano la storia dei celebri figli e fratelli: Tiberio e Gaio.
I gladiatori racconteranno, con combattimenti e scontri fisici, la storia di un personaggio le cui vicende si sono identificate sull’Appia Antica: Spartaco.
Vi aspettiamo non mancate. Vostro Frontino

 

 

 

 

 

intervista audio

Francesca Marti ©

Roma, SCIPIONE L’AFRICANO

OTTOCENTO: Cavour, Risorgimento e…altre cose

“CAVOUR  PRIMA  DI  CAVOUR 
La Giovinezza tra Studi, Amori e Agricoltura” (*1)

L’Associazione “Piemontesi a Roma” ha organizzato nella sede dell’U.N.A.R. situata in via Ulisse Aldrovandi, un evento di grande rilievo, svoltosi Venerdì 24 Giugno in coincidenza della  festività di San Giovanni.
Nella palazzina dell’ U.N.A.R. (Unione Nazionale Associazioni Regionali), una struttura di 4 piani, ci sono gli uffici  delle Associazioni, gli spazi comuni,  la biblioteca e la grande terrazza per le manifestazioni all’aperto, con una bella visione panoramica della Città Eterna. 

Camillo Benso - Conte di Cavour, Franca Porciani, Giuseppe Conte - Marchese del Grillo

Continua a leggere

Losanna conferma dottore Benito Mussolini

Benito resta definitivamente “Dottore in Scienze Sociali e Politiche”

Precisazioni circostanziate a cura di Franco D’Emilio 

Adesso, le Autorità Accademiche dell’Università svizzera di Losanna, nel cantone di lingua francese del Vaud, escludono ogni possibilità futura di revoca della laurea honoris causa in scienze sociali e politiche, attribuita nel 1937 a Benito Mussolini, allora capo di governo italiano.
Questa eventualità era rimasta in aria nel febbraio scorso dopo che nel 2021 l’università era stata travolta dall’inaspettato rigurgito antifascista della comunità degli emigrati italiani in Svizzera, avendo curato una mostra storico-documentaria, allestita nel museo cittadino di Losanna sulle vicende storiche dei nostri migranti in terra elvetica.
Già nella circostanza inaugurale di tale evento culturale la comunità promotrice aveva chiesto che l’Ateneo losannese revocasse d’ufficio, senza esitazione alcuna, quel titolo accademico al Duce dittatore.

Continua a leggere

SCIPIONE L’AFRICANO

 

Il 10 luglio consueto appuntamento al Gruppo Storico Romano.
Alle ore 18.30 l’incontro con la scrittrice Giulia Vinci che presenterà il suo libro: “Turismo: nuovi sviluppi Post Pandemia”.
Alle 19.00 il GSR mette in scena in modo divertente la storia di SCIPIONE L’AFRICANO e della sua famiglia. Cornelia e Sempronia, rispettivamente figlia e nipote del celebre generale, raccontano la storia dei celebri figli e fratelli: Tiberio e Gaio.
I gladiatori racconteranno, con combattimenti e scontri fisici, la storia di un personaggio le cui vicende si sono identificate sull’Appia Antica: Spartaco.
Vi aspettiamo non mancate. Vostro Frontino

                                                                                                                                                             Francesca Marti ©

Roma, SCIPIONE L’AFRICANO

Il mondo che viene a trovarci

Domenica 10 luglio alle ore 10,30 presso il Parco Archeologico delle Tombe Latine, in collaborazione con il Ministero della Cultura ed il Parco Archeologico dell’Appia Antica, il Gruppo Storico Romano, proporrà “Mundus Patet” il giorno in cui nell’antica Roma si apriva un canale tra il mondo dei vivi e l’aldilà.

intervista audio

Francesca Marti ©

“Romeo e Giulietta en plein air” dal 24 al 29 giugno a Cappella Orsini

 

La cultura a Roma scende in strada. “Romeo e Giulietta en plein air” adattamento e regia di Marta Bifano con un cast di attori esordienti, nei ruoli giovanili e di attori professionisti , con il patrocinio del Comune di Roma e la Regione Lazio, INPS fondo PSMD, Cappella Orsini e i costumi del Teatro dell’ Opera di Roma.  Lo spettacolo ad ingresso gratuito,  andrà in scena dal 24 al 29 giugno in via di Grotta Pinta 21 alle ore 2100.

Cappella Orsini, Giulietta, Romeo

Il volume sull’Ambasciata d’Italia al Cairo
presentato trionfalmente a Venezia il 10 Giugno

NELLA CITTA DELLA LAGUNA E DEL CANAL GRANDE,
CELEBRATA L’AMBASCIATA D’ITALIA LAMBITA DAL NILO 

A VENEZIAesattamente 12 giorni or sono, nel pomeriggio di Venerdì 10 Giugno – è stato presentato il libro sulla “Ambasciata Italiana al Cairo”, nelle versioni italiana, araba e inglese, quale ultima fatica …per ora (*1) dell’Ambasciatore Gaetano Cortese, nel suo ruolo di ‘Coordinatore e Curatore’ di una splendida Collana dedicata alle Sedi delle Rappresentanze Diplomatiche Italiane all’estero, come già evidenziato dalla  Consul Press in data 4 Giugno. (< Clicca Qui !)
Trattasi di una Collana pubblicata dall’Editore Carlo Colombo di Roma, nata nel 2000 e che nel 2020 ha festeggiato il suo Primo Ventennale con una “Serata di Gala” alla Farnesina (< Clicca Qui !)
Una Collana composta da pregevoli e pregiati volumi, autentici capolavori grafici che – illustrando le Ambasciate d’Italia nel mondo – costituiscono e rappresentano uno spaccato o, meglio, un compendio o, ancor più, una “visione sintetica” di architettura, di arte e di cultura, nonché dello “Stile” e della “Storia” d’Italia. (*2)

***** *** *****

Amb, Ambasciata Italiana al Cairo, Arch. Ketty Migliaccio, Cortese - Cantini - Vattani, ni

Continua a leggere

Arriva a Roma la XXI° edizione di LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma

“Tempo nostro”, questo il titolo emblematico scelto per la XXI° edizione di LETTERATURE – Festival Internazionale di Roma. Lo storico appuntamento, fiore all’occhiello della Capitale fra gli eventi organizzati nell’ambito dell’Estate Romana 2022, è curato dall’Istituzione Biblioteche di Roma, promossa dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale, organizzata da Zètema Progetto Cultura, in collaborazione con SIAE- Società Italiana degli Autori ed Editori, sotto gli auspici del Centro per il libro e la lettura e con il patrocinio di AIE e ADEI. Il Letterature Festival torna dunque ad animare le notti romane con cinque intense serate che si svolgeranno presso lo Stadio Palatino il 12, 14, 18, 19 e 21 luglio.

Il ricco programma prevede la presenza di ospiti ed artisti noti a livello internazionale, ed è stato curato dalla responsabile della Casa delle Letterature, Simona Cives. Ad affiancarla, un comitato scientifico che annovera al suo interno alcune delle figure di maggior rilievo del nostro panorama letterario: Melania Mazzucco, Paolo Di Paolo, Igiaba Scego, Nadia Terranova e Davide Orecchio. Fabrizio Arcuri è invece il coordinatore artisticoe regista del Festival.

Javier Cercas

Il titolo dell’edizione 2022, Tempo nostro, evidenzia la volontà di concentrarsi sull’epoca contemporanea, suggerendo uno sguardo inedito sulla nostra epoca complessa, con la speranza di riuscire a lanciare anche uno sguardo sul futuro.

Il titolo del Festival rappresenta anche un omaggio a Marcel Proust, del quale si celebra quest’anno il centenario della morte.

Gli autori protagonisti di questa XXI° edizione proporranno al pubblico romano alcune letture inedite e performance artistiche. Tra gli ospiti ricordiamo Colson Whitehead, Javier Cercas, Katie Kitamura, Deborah Levy.

È inoltre prevista anche quest’anno la consueta anteprima organizzata dall’Istituzione Biblioteche presso la Casa delle Letterature. Sono previsti quattro appuntamenti ad ingresso gratuito: il 20 giugno con André Aciman, il 23 giugno con Matei Vișniec, il 28 giugno con Lillian Fishman ed infine il 30 giugno con Lea Hager Coen.

 

 

La trilogia di Toshikazu Kawaguchi ambientata in Giappone

Diverse storie tutte appassionanti e con un risvolto significativo. I personaggi prendono direzioni inaspettate dopo essersi seduti proprio su quella sedia. I caffè della trilogia sono ambienti semplici ma ricchi di persone di valore. La composizione dei tre romanzi è la medesima, tante piccole storie ma con un filo conduttore. Ognuna di loro porta a riflettere sulla vita, l’amore, la famiglia e anche sulla morte.

Giappone, Toshikazu Kawaguchi, Trilogia

Continua a leggere

Il I° Centenario della Marcia:
“o Roma o Morte” – A.D. 1922 / 2022

o ROMA o MORTE – Un Secolo dalla Marcia
OTTOBRE MCMXXII / OTTOBRE MMXXII

MOSTRA IN PROGRAMMA dal 23 Aprile al 6 Novembre 2022

A Predappio è possibile visitare la “Unica Mostra Ufficiale Italiana” per il Centenario
della “Marcia su Roma, ideata ed organizzata dalla “Fondazione Memoria Predappio

Questa Mostra storico-documentaria è stata inaugurata sabato 23 aprile 2022 a Predappio (in via Roma n. 51) e rappresenta un evento culturale unico ed irripetibile in Italia, ricostruendo le ragioni, gli antefatti, lo svolgimento di un avvenimento che tanto ha segnato la storia del ‘900 italiano. 
La mostra, come indicato in un precedente articolo già pubblicato lunedì 9 maggio (…… > Clicca Qui !), si svolgerà sino a Domenica 6 novembre 2022 con apertura dal venerdì alla domenica e negli altri giorni festivi con apertura dalla 10.30-13.00 e 14.00-19.00.

Centenario Marcia su Roma, Fondazione Memoria Predappio.

Continua a leggere

Sebastião Salgado e la sua Amazônia al MAXXI di Roma

Il Museo Maxxi di Roma ospita dal primo ottobre scorso e con una proroga posticipata al prossimo agosto 2022, la mostra fotografica Amazônia di Sebastião Salgado, arrivata in Italia in anteprima.

Si tratta di una esposizione unica nel suo genere: 200 scatti per denunciare il depauperamento dell’immenso polmone verde del nostro pianeta, le cui dimensioni superano quelle dell’Europa occidentale e che rischia di scomparire.

Non solo denuncia, ma anche e soprattutto racconto di un mondo e della sua bellezza che noi tutti abitavamo diecimila anni fa.

La mostra è un invito all’ascolto e alla riflessione sulla situazione ecologica e la relazione che gli uomini hanno con essa: Salgado, fotografo brasiliano e antropologo che vive a Parigi, è da sempre impegnato in progetti dai temi sociali e civili, su tematiche scottanti come i diritti dei lavoratori, la povertà e gli effetti distruttivi dell’economia di mercato nei Paesi in via di sviluppo, in particolare nella denuncia di alcune derive di una certa industrializzazione e della globalizzazione.

Il reportage è frutto di una impresa mai riuscita prima: sette anni per arrivare al centro della foresta amazzonica in Brasile, vivendo con le popolazioni indigene, per conoscere il paradiso, documentarlo e farlo conoscere anche a noi.

Le fotografie raccontano infatti la bellezza portentosa della foresta mentre la denuncia è affidata alle voci delle popolazioni amazzoniche che vivono ancora comunitariamente, senza capi e strutture sociali, puri nella natura pura.

Sono i membri delle suddette comunità, che ci raccontano come poter tutelare questo polmone del mondo, guardiani ancestrali di un ecosistema fragile che custodito da loro non ha subito alcun danno.

È una mostra immersiva quella al Maxxi di Roma in cui il visitatore è accompagnato tra immagini potenti, immerso nella foresta, tra il fruscio degli alberi, il canto degli uccelli, le grida degli animali e il fragore dell’acqua che viene giù dalle cascate in un paesaggio sonoro creato dal compositore Jean-Michel Jarre.

Nelle fotografie la vegetazione è rigogliosa, le montagne sono altissime, la natura è lussureggiante, i corsi d’acqua  si snodano come nastri, gli animali la popolano con i loro cori…Salgado racconta tutto questo con la potenza di immagini magnifiche.

Una foresta impenetrabile dove la civiltà non è mai arrivata e il progresso non ha contaminato la purezza primigenia dei nativi.

Riparare quel paradiso è fondamentale per la sopravvivenza del pianeta e di tutti noi.

 

Veronica Tulli

Via Caetani, quella maledetta Renault 4 rossa che segnerà uno dei momenti più cupi della storia d’Italia

Il tragico epilogo dopo 55 giorni di prigionia del presidente della Democrazia Cristiana Aldo Moro

Nato a Maglie, nel leccese il 23 settembre del 1916 dopo gli studi classici frequenta la facoltà di giurisprudenza all’Università di Bari conseguendo la laurea con il punteggio massimo

In quel periodo oltre a svolgere il ruolo di assistenze entra a far parte della Federazione universitaria cattolica italiana (FUCI) diventandone presto presidente.

Allo scoppiare del Secondo conflitto mondiale, si incontra clandestinamente con alcuni esponenti del FUCI  come Amintore Fanfani membri dell’ex Partito Popolare Italiano come Alcide De Gasperi, Attilio Piccioni, Giovanni Gronchi e Giulio Andreotti di Azione Cattolica. 

In uno di questi incontri ultimano e approvano il documento che viene considerato di fondazione del partito della Democrazia Cristiana: “Le idee ricostruttive della Democrazia Cristiana” e Moro ne diventa vicepresidente.Aldo Moro Democrazia Criziana

Dopo l’elezione alla vicepresidenza della DC e l’elezione a deputato parlamentare nel 1948, inizia a ricoprire diversi incarichi politici come sottosegretario di gabinetto agli esteri per De Gasperi, presidente del gruppo parlamentare democristiano alla Camera, ministro di Grazia e Giustizia nel governo Segni e ministro dell’Istruzione.

Si deve a lui l’introduzione nelle scuole dello studio dell’educazione civica e la creazione del noto programma “Non è mai troppo tardi” condotta dal maestro Alberto Manzi, volta ad agevolare l’alfabetizzazione.

Eletto presidente del Consiglio a 47 anni fu il più giovane a ricoprire tale ruolo, almeno fino ad allora. 

Mentre Andreotti si apprestava a presentare il nuovo governo, un gruppo di terroristi aprì il fuoco sulla macchina in cui viaggiava il presidente Moro, uccidendo gli uomini della scorta. 

Era il 16 marzo del 1978 e quei criminali erano membri delle Brigate Rosse. 

Fondate dopo la strage di Piazza Fontana da Renato Curcio Margherita Cagol del movimento studentesco di Trento di formazione cattolica, da Alberto Franceschini e Prospero Gallinari della Federazione giovanile comunista di Reggio Emilia e da Mario Moretti, tecnico e sindacalista CISL alla Sit-Siemens, erano un gruppo terroristico di ispirazione marxista leninista attivo nel nostro Paese tra gli anni Settanta e Ottanta.

Nel corso dei 55 giorni di prigionia all’interno della “prigione del popolo” così chiamato dalle B.R. Il presidente della DC fu sottoposto a diversi interrogatori registrati su nastro e scrisse numerose lettere indirizzate alla famiglia, alla dirigenza del partito e a Bettino Craxi, l’unico a sostenere con forza la necessità di trattare con i terroristi per giungere alla sua liberazione.I criminali chiedevano uno scambio di prigionieri con lo Stato.

Il 9 maggio ’78 il corpo viene trovato nella Renault 4 parcheggiata a metà strada tra la sede del Partito Comunista Italiano e la sede della Democrazia Cristiana.

A Cinisi lo stesso giorno viene ucciso dalla Mafia il giornalista Peppino Impastato 

Uno degli eventi più cupi della storia d’Italia su cui aleggiamo moltissimi dubbi e domande che segneranno irrimediabilmente il nostro Paese.

Gianfranco Cannarozzo

Serialmirrors, le storie delle donne assassine in mostra al BOOMing di Bologna

Dal 12 al 15 maggio a BOOMing l’artista Elena Pizzato espone specchi che raccontano storie di donne assassine. Da Madame La Voisin, la celebre protagonista dello scandalo dei veleni alla corte di Luigi XIV a Madame Popova, la vendicatrice delle mogli. “Cattive e spietate nella difesa della propria libertà”.

booming, serialmirrors

Continua a leggere

© 2022 Consul Press - Tutti i diritti riservati.
Testata registrata presso il Tribunale di Roma, N° 87 del 24/4/2014.
Editore: Associazione Culturale "Pantheon" - Direttore Responsabile: Antonio Parisi
Sede: Via Dora, 2 - 00198 Roma (RM). Telefono: (+39) 06 92593748 - Posta elettronica: info@consulpress.eu